lunedì, Novembre 29, 2021
Home Benessere Fitness 7 consigli per una perfetta forma di spin bike, secondo un istruttore...

7 consigli per una perfetta forma di spin bike, secondo un istruttore di SoulCycle

Foto: per gentile concessione di SoulCycle

I tuoi piedi premono forte sui pedali, il tuo cuore batte forte e il basso si abbassa sulla tua canzone preferita. L'istruttore ti dice di fare uno sprint e, persi nel momento, le ruote figurative iniziano a staccarsi. I tuoi fianchi vibrano in modalità terremoto, le tue ginocchia e i tuoi gomiti si agitano verso l'esterno e le tue mani stringono il manubrio per la vita. Se scene come questa suonano fin troppo familiari, è tempo di rivisitare la forma corretta sulla spin bike. Inchiodare una tecnica perfetta non solo ti aiuterà a evitare lesioni, ma ti assicurerà di bruciare calorie e costruire muscoli (vincere, vincere).

A meno che tu non abbia pedalato sotto una roccia, saprai che SoulCycle si basa sull'imposizione di un movimento efficiente ed efficace sulla bici. Inoltre, il gigante dello spin studio ha recentemente lanciato una nuova generazione di spin bike progettate per darti una guida più fluida completa di migliori regolazioni per mani e piedi. Quindi è stato naturale che li abbiamo contattati per i loro consigli.

Alex Kanter, un istruttore di SoulCycle con sede a New York City, afferma: "Lo spinning non è solo una questione di cardio. Ci sono diversi elementi che vanno nella pratica di una buona forma sulla bici che ti aiuterà a scolpire e tonificare i muscoli. Ottieni di più dal tuo allenamento quando sei in grado di coinvolgere più muscoli contemporaneamente. Per assicurarti di girare con l'anima, segui l'esempio di Kanter con i suoi suggerimenti di seguito.

RELAZIONATO: 8 modi per imparare ad amare la lezione di spinning

7 consigli per una forma corretta sulla spin bike

1. Coinvolgi il tuo core.

Che tu sia seduto in prima posizione durante una salita o sprint in seconda, Kanter dice che reclutare i muscoli del core ti aiuterà a girare in modo efficiente. Le tue gambe e i tuoi piedi tendono ad affaticarsi velocemente durante un allenamento di rotazione, ma usare il tuo core ad ogni colpo ti darà più resistenza. “Il tuo core è dove spingerai la maggior parte dei tuoi movimenti sulla bici. Immagina una corda invisibile che ti tira dal centro del corpo quando guidi", spiega.

2. Aggiungi resistenza.

Non aver paura di raggiungere la piccola manopola al centro della tua bici: ti consente di regolare la resistenza. Girandolo a destra aumenterà la resistenza, mentre girandolo a sinistra la ridurrà. È importante avere una certa resistenza in ogni colpo di pedale. Aggiungerlo ti farà sentire più radicato e ti permetterà di usare diversi muscoli nel tuo core, dice Kanter. “Non dovresti sentirti come se stessi toccando il fondo della stanza. Più resistenza aggiungi, avrai un colpo più equilibrato e sarai in grado di muoverti con più controllo", spiega.

3. Rimani neutrale.

Quando sei seduto in sella, mantieni la posizione neutra tirando le spalle indietro e in basso, allontanandole attivamente dalle orecchie. Altrettanto importante: "Quando esegui una pedalata, assicurati di non avere i piedi troppo flessi per un colpo equilibrato", dice. Sbircia anche le ginocchia: non dovrebbero mai allargarsi. Per un maggiore controllo, pensa a spremere l'interno delle cosce mentre guidi il piede verso il basso per ogni colpo. Infine, tieni i gomiti leggermente piegati e il core stretto anche quando sei seduto.

4. Mettiti in posizione.

In prima posizione, i palmi delle mani dovrebbero essere appoggiati al centro del manubrio e i fianchi uniformemente seduti in sella. Spingi i piedi sui pedali, ma non sbatterli, dice Kanter.

Per la seconda posizione, sposta le mani verso le curve del manubrio. Qui, di solito sarai fuori dalla sella e starai in piedi facendo salti (che è un rapido su e fuori dalla sella) e corri (immagina di correre sul posto). “Attiva i glutei e i muscoli posteriori della coscia mentre pedali a ogni bracciata e pensa alla postura. Assicurati di stare in piedi con il petto sollevato e i fianchi squadrati", afferma Kanter.

In terza posizione, le tue mani sono estese verso la parte superiore del manubrio. La tua schiena è un po' più piatta e il tuo sedere è indietro e in basso, dice Kanter. Sei davvero solo in terza posizione durante una salita. “Quando lo rimetti in terza posizione, vuoi sollevare il sedere dalla sella di un pollice. Le persone spesso lo sollevano più in alto, ma se lo fai non otterrai molto lavoro per glutei e muscoli posteriori della coscia.

RELAZIONATO: 4 errori che stai commettendo durante l'impostazione della bici per la lezione di spin

5. Sprint con controllo.

È facile farsi prendere dall'eccitazione di uno sprint. Ma muoverti in modo più controllato ti costringerà a usare più muscoli per spingere i piedi. “Chiudi i fianchi e stringi l'interno coscia. Assicurati che le tue spalle siano proprio sopra i polsi", afferma Kanter. Quando le persone si stancano, tendono a spostare il peso corporeo sulle spalle, ma le mantengono in linea, come farebbero in una posizione di plank alto. “Quando sono in uno sprint, penso a tirare su il mio corpo. Immagina che ci sia un palloncino attaccato al tuo nucleo", dice Kanter.

6. Spingi verso l'alto dal tuo core.

Quando esegui flessioni o flessioni per i tricipiti, mantieni il tuo core stretto e fermo per premere verso l'alto. Con i tricipiti, le tue mani si avvicinano leggermente al manubrio e i gomiti potrebbero toccare il busto mentre spingi su e giù. D'altra parte, con le flessioni, stai puntando i gomiti verso i lati. Abbassa la parte superiore del corpo verso il centro delle barre. Quindi, torna in posizione di plank, impegnando il core e i glutei. Il più grande errore da principiante da evitare qui? “I tuoi gomiti non dovrebbero essere troppo lontani dai lati. Tienili vicino al tuo corpo e infilali con un angolo di 30 gradi", dice Kanter. Nota anche che vuoi guidare con il petto mentre torni su per l'asse.

RELAZIONATO: Come scendere dalla bici da spinning e iniziare a pedalare all'aperto

7. Arrampicati con tutto il tuo corpo.

Le colline sono incentrate sul far lavorare il tuo corpo dalla testa ai piedi con ogni spinta del pedale. È normale che sembri appiccicoso e duro, ma la resistenza in realtà ti aiuterà a migliorare la tua velocità e agilità quando corri uno sprint, dice Kanter. Se lo stai toccando di nuovo su tutti e quattro gli angoli (ovvero disegnando un quadrato immaginario con il tuo sedere, spostandolo su quattro punti), Kanter dice di attivare i tuoi obliqui e muovere i gomiti verso di loro.

ARTICOLI CORRELATI

I PIÙ POPOLARI