sabato, Ottobre 1, 2022
HomeBenessereFitnessCome correre (e guardare!) la maratona di New York come un professionista

Come correre (e guardare!) la maratona di New York come un professionista

Foto per gentile concessione di NYRR

Se riesco a farlo lì, lo farò ovunque.

Sono quelle parole dell’iconica canzone di Frank Sinatra, “New York, New York”, che suonano mentre i corridori iniziano la loro avventura di 26,2 miglia fino al traguardo della maratona di New York. E quando i corridori raggiungeranno l’ultimo miglio a Central Park, si sentiranno davvero così (si spera).

La maratona di New York City si terrà domenica 6 novembre di quest’anno, con un percorso tanto impegnativo quanto mozzafiato. Oggi, la gara è la più grande maratona del mondo, che vanta più di 50.000 corridori, che si snoda attraverso tutti e cinque i distretti della Grande Mela, sostenuta da un milione di spettatori. (Fatto divertente: nel 1970, solo 127 partecipanti entrarono per correre i quattro giri inaugurali di Central Park.)

IMPARENTATO: Le 15 migliori maratone autunnali negli Stati Uniti

Nonostante la sua difficoltà, è possibile fare PR a New York, con la giusta strategia di corso. E tra l’intensa folla del giorno della gara, è anche possibile trovare il posto giusto da guardare, se ti stai godendo la gara dalle ali. Fortunatamente per te, la nostra guida per gli addetti ai lavori ti aiuterà a inchiodare il giorno della maratona, indipendentemente dal lato delle barricate su cui ti trovi.

Anteprima del corso della maratona di New York: prima che inizi

Corridori: La tua strategia di gara inizia prima ancora di arrivare alla linea di partenza, afferma Bart Yasso, Chief Running Officer di Runner’s World. “Si tratta di stare al caldo. Alcune persone sono là fuori nel villaggio dei corridori per un massimo di tre ore”. Inoltre, starai sul ponte nel tuo recinto per altri 25 minuti circa (ciao, vento). Quelle vecchie e logore sudate di cui la tua dolce metà vuole che ti sbarazzi? Indossali fino all’inizio e abbandonali una volta che ti muovi. (Non preoccuparti: i vestiti lasciati all’inizio della gara vengono donati in beneficenza.)

Spettatori: Mentre i tuoi corridori tremano nello Start Village di Staten Island, è tempo che tu pianifichi la tua giornata. Scopri quali metropolitane dovrai prendere, acquista la tua MetroCard e escogita un piano. Non potrai vedere la tua gente finché non sarà di nuovo a Brooklyn.

Dopo l’inizio pistola

Corridori: “L’inizio della maratona di New York City è epico”, afferma John Honerkamp, ​​un allenatore dei New York Road Runners, che ha corso il percorso quattro volte. L’inizio è incredibilmente congestionato, ma in realtà è una buona cosa, dice. “Ti impedirà di andare troppo veloce e recupererai molto tempo più avanti nella gara.”

La maggior parte delle persone non si rende nemmeno conto della pendenza del quattro percento del ponte di Verazzano all’inizio, afferma Yasso. Ma quello che non si rendono nemmeno conto è che il secondo miglio ha una discesa altrettanto brusca. Prendi queste prime due miglia facilmente, quindi aspetta fino al miglio 3 per iniziare a preoccuparti del tuo ritmo.

IMPARENTATO: 5 modifiche alla corsa che hanno preso un’ora fuori dal mio tempo di maratona

Spettatori: Fortunatamente, il miglio 3 è anche il luogo in cui gli spettatori possono iniziare a cercare i corridori, nel quartiere di Bay Ridge a Brooklyn. Una volta che vedi il tuo corridore qui, ti consigliamo di prendere la metropolitana per raggiungere la First Avenue a Manhattan per vedere il tuo corridore intorno al miglio 18 o 19.

Brooklyn, andiamo duro

Corridori: Trascorrerai undici miglia a Brooklyn, dal miglio 2 al miglio 13. All’inizio, il percorso diverge in tre percorsi leggermente diversi, a seconda della posizione del tuo recinto all’inizio. (Non preoccuparti: sono tutte a 26,2 miglia!) Entro il miglio 8, si combineranno e rimarranno così per il resto della gara. “A meno che tu non sia in vantaggio, i percorsi si strozzano un po’”, dice Yasso, “ma non vale la pena provare a tessere per recuperare un po’ di tempo”.

IMPARENTATO: 5 Risorse per la corsa per velocità, forza e nutrizione

Mentre corri, colpirai un nuovo quartiere ogni pochi isolati, dice Honerkamp. Perché prendere la metropolitana quando puoi vedere così tanto a piedi? Il percorso ti porta attraverso Park Slope adatto alle famiglie, la pittoresca Clinton Hill, la tagliente Williamsburg e altro ancora nel distretto più grande della città.

Mentre corri, cerca le istituzioni di Brooklyn come il Barclays Center e la Brooklyn Academy of Music. Mentre passi davanti alla Bishop Loughlin Memorial High School di Fort Greene, ascolta attentamente: di solito suonano la sigla Rocky.

Prendi un po’ di conforto mentre corri attraverso il Queens: non solo il tuo viaggio attraverso questo quartiere è breve, ma è anche relativamente pianeggiante dopo il breve ponte al miglio 13. Apprezzerai questo breve tratto prima di affrontare il famigerato Queensboro Bridge.

Foto per gentile concessione di NYRR

Sia Yasso che Honerkamp concordano sul fatto che c’è un certo tipo di pace e tranquillità sul ponte, poiché non sono ammessi spettatori. “Ci siete solo tu e i tuoi compagni di corsa”, spiega Honerkamp. “Puoi sentire il respiro e i passi di tutti prima della tempesta della First Avenue.” Suggerimento per professionisti: se hai bisogno di una pausa per il bagno, la banca di Port-a-Potties sotto il lato Manhattan del Queensboro di solito ha le linee più brevi.

IMPARENTATO: 50 risorse per la corsa per velocità, forza e nutrizione

Spettatori: Se non sei riuscito ad arrivare a Bay Ridge da vedere, 4th Avenue, Lafayette Avenue e Bedford Avenue offrono tutti buoni punti panoramici per le miglia 4-13. E mentre il tuo corridore sta facendo quel soggiorno solitario sul ponte, ora è la tua occasione per arrivare a Prima o Quinta Avenue.

Stato mentale di Manhattan

Corridori: Una volta raggiunta la First Avenue, l’energia è elettrica, dice Honerkamp. “Sembra che tutti e oltre un milione di spettatori siano tutti lì”. Ma è qui che devi dire a te stesso di rallentare, dice. È difficile combattere l’ondata di energia indotta dall’allegria, ma è importante mantenere il ritmo.

La First Avenue ti porta dalle miglia 16 alle 19, quindi potresti iniziare a rallentare qui. “Quando ti stanchi, è ora di iniziare a concentrarti sulla tua forma”, secondo Honerkamp. “Concentrarti sulla tua forma ti terrà distratto da quanto ti senti stanco.”

Per il miglio 20, ti immergerai nel Bronx. Per un viaggio così breve, attraverserai due ponti, uno su entrambi i lati. Continua a concentrarti sulla tua forma per passare.

Ma prima che tu te ne accorga, tornerai a Manhattan sulla Fifth Avenue. Goditi le band nel Bronx prima di entrare ad Harlem. “È una faticaccia fino al miglio 23″, afferma Honerkamp. “Le persone non sempre si rendono conto che questa è una collina e il tuo ritmo potrebbe rallentare di 10-20 secondi per miglio. Ma qualunque cosa tu faccia, non guardare i segnali stradali, o conterai alla rovescia per le strade”. È difficile qui, ma Yasso consiglia di nutrirsi della folla.

IMPARENTATO: Dovresti premere Pausa sulla tua musica in esecuzione?

Spettatori: Alle miglia 18 e 19, i fan troveranno sicuramente un buon posto grazie alla folla più magra sopra la 96th Street. Inoltre, sosterrai i corridori quando ne avranno davvero bisogno. Dopo la First Avenue, raggiungi la Fifth Avenue per vedere i tuoi cari in uno dei punti più difficili del percorso.

Foto per gentile concessione di NYRR

Il tratto casalingo

Corridori: Una volta arrivato al miglio 23, sarai a Central Park. Se hai corso una gara intelligente, puoi aumentare il ritmo qui, secondo Honerkamp. “Molte persone stanno rallentando, quindi puoi semplicemente intrecciarti dentro e fuori di loro. Ma attenzione: le persone delirano e vanno e vengono da tutte le parti qui”. Pensa di tagliare il traguardo in poche miglia e quanto sarà fantastico. Assicurati di ascoltare la band allestita a Columbus Circle appena prima di rientrare nel parco.

IMPARENTATO: 10 lezioni apprese correndo 100 maratone

Spettatori: Central Park South abbraccia il parco per il miglio 25, ed ecco anche un ottimo tratto per gli spettatori, per avere un’ultima possibilità di vedere i corridori senza dover affrontare la follia del traguardo. Cerchi un buon posto per incontrare il tuo corridore dopo? Un bar o un ristorante nell’Upper West Side è generalmente una buona scommessa.

Corridori: Quelle ultime 0,2 miglia nel parco sono in salita, ma l’adrenalina ti trasporterà. “Penso che sia difficile”, dice Honerkamp, ​​”ma entrano in gioco altre emozioni e non le sentirai così tanto”.

“La mia parte preferita dell’esperienza è essere lì e ascoltare tutte queste persone che parlano lingue diverse, riunirsi per fare la stessa cosa”, afferma Yasso. “È il più vicino a un’esperienza olimpica come ti sentirai mai.”

Pubblicato originariamente a ottobre 2015. Aggiornato a ottobre 2016.

RELATED ARTICLES
- Advertisment -
Google search engine

Most Popular

Recent Comments