venerdì, Ottobre 15, 2021
Home Benessere Fitness Deep Freeze: la crioterapia funziona davvero?

Deep Freeze: la crioterapia funziona davvero?

Foto: Stagno5

Crederesti che esporre la tua temperatura corporea da 182 a 292 gradi Fahrenheit sia in realtà più piacevole che essere colpiti da una raffica di vento gelido in una giornata gelida? Questo è quello che ho scoperto quando ho visitato KryoLife, un centro di crioterapia di New York, in una piovosa giornata invernale di marzo.

Per testare la gelida moda, sono rimasta in una camera gelida per quasi tre minuti, vestita solo della mia biancheria intima e dei guanti di lana, dei calzini e dei goffi zoccoli bianchi fornitimi. Si dice che le temperature gelide ti aiutino a riprenderti dagli allenamenti più rapidamente e a combattere i dolori muscolari e articolari, tra le altre affermazioni.

“Il recupero muscolare è molto più veloce [after cryotherapy] a causa dell’aumento del flusso sanguigno e della riduzione dell’infiammazione”, afferma Joanna Fryben, CEO di KryoLife. Fryben ha appreso per la prima volta della crioterapia su tutto il corpo nella sua nativa Polonia, quando un medico l’ha consigliata a sua madre dopo un intervento di sostituzione del ginocchio. Successivamente, dopo essersi trasferita negli Stati Uniti ed essere diventata personal trainer presso Equinox, si è resa conto che i benefici della crioterapia per tutto il corpo potevano essere utili anche ad alcuni dei suoi clienti.

IMPARENTATO: Cosa succede al tuo corpo quando salti la palestra

Il trattamento a freddo dei denti, che è stato utilizzato per alleviare il dolore articolare e l’artrite, ridurre l’infiammazione, promuovere il recupero e fornire una scarica di endorfine, sembrava un “gioco da ragazzi” per la sua base di clienti, dice. Fryben ha aperto KryoLife nel 2014, offrendo trattamenti per $ 90 a sessione, e afferma che gli affari sono stati così buoni che sono in procinto di aprire una seconda sede entro la fine dell’anno.

Entrare nella camera di crioterapia

Sebbene sospettoso di alcune affermazioni della crioterapia (ho letto che brucia fino a 800 calorie a sessione), ho deciso che valeva la pena combattere il freddo. Dopo aver firmato una deroga (le donne incinte, le persone con problemi cardiovascolari, allergie fredde e ipertensione dovrebbero evitarla), sono stata introdotta in un piccolo spogliatoio simile a una spa.

IMPARENTATO: La tua nuova cura per i postumi di una sbornia: un trattamento IV?

“Mentre mi sentivo riposato dopo il mio trattamento criogenico di una volta, i benefici di una pratica crioterapia a lungo termine sono ancora oscuri”.

Il sudore è un no-no durante la crioterapia: potrebbe portare all’ipotermia! – così mi è stato detto di asciugarmi tutto il corpo con un asciugamano prima dell’inizio del trattamento. Sono stato sollevato nello scoprire che i clienti stanno in piedi nella camera di crioterapia. Questo ha permesso alla mia testa di sporgere dalla parte superiore in modo da poter parlare con l’inserviente che controllava la macchina. (Per non parlare, prevenire gli attacchi di panico “Oh dio, sono chiuso in un congelatore”.)

Nessun fan del freddo, mi sono preparato per i 180 secondi di temperature sotto il polo. Tuttavia, una volta che l’aria raffreddata dall’azoto liquido è entrata nella camera, ho scoperto che il freddo criogenico è in realtà molto più tollerabile delle raffiche gelide con cui avrei dovuto affrontare tutto l’inverno. La sensazione era paragonabile a quella del caldo secco: la temperatura è notevole, ma non così miserabile come l’umidità appiccicosa.

“Il concetto è molto semplice: entri nella camera ed è una risposta di lotta o fuga”, afferma Fryben. “Inizi a respirare molto più velocemente. È un piccolo stress di breve durata sul corpo.” Il mio respiro in effetti si fece più rapido e dopo circa un minuto cominciai a sentire una sensazione di formicolio alle membra. Fryben mi ha assicurato che era normale. È causato da un rilascio di endorfine che si verifica in tutto il corpo.

IMPARENTATO: Ho provato la coppettazione ed ecco cosa è successo

Proprio quando stavo iniziando a sperimentare un caso incontrollabile di brividi, il mio tempo era scaduto e sono saltato fuori dalla camera. Nonostante avessi saltato il mio solito caffè quella mattina, mi sentivo notevolmente energico. La mia pelle era arrossata e luminosa, e mi sono goduto qualcosa di simile a uno “sballo del corridore” all’uscita dalla camera.

Foto: Stagno5

La scienza dietro la crioterapia

Mentre mi sentivo riposato dopo il mio trattamento criogenico di una volta, i benefici di una pratica crioterapia a lungo termine sono ancora oscuri. Gli appassionati di crio si sottopongono spesso a trattamenti una volta al giorno, per facilitare il recupero muscolare o per combattere condizioni come l’artrite, afferma Mary Riley, LMT, ART, di Synergy Sports Therapy a Cleveland, Ohio. “Lavoriamo con gli atleti, dai guerrieri del fine settimana fino ai professionisti, e lo usiamo molto per il recupero muscolare e aiutandoli a essere al top del loro gioco”, afferma. “Abbiamo anche un paio di pazienti con artrite reumatoide che ne traggono grandi benefici e sono in grado di muoversi più liberamente per la prima volta dopo anni”.

“Entro 10 minuti il ​​tuo corpo è tornato alla normalità al 100%… Il tuo corpo può riprendersi più velocemente e ottenere gli esatti risultati.”

Eppure, il dottor Johnny Arnouk, specialista in medicina sportiva e chirurgo ortopedico al Mount Sinai Beth Israel di New York City, afferma che c’è ancora molta ricerca da fare. “Occorrono dati migliori per delineare meglio i rischi e i benefici di [whole body cryotherapy],” lui dice. “Anche i parametri per la durata dell’esposizione e le condizioni devono essere meglio contrassegnati.”

IMPARENTATO: Stai rotolando la schiuma tutto sbagliato?

Osserva che uno studio recente pubblicato sullo Scandinavian Journal of Medicine and Science in Sports ha mostrato che la crioterapia per tutto il corpo non ha fatto molta differenza tra i partecipanti allo studio che si sono ripresi da un esercizio dannoso per i muscoli posteriori della coscia. Ma un altro studio, pubblicato negli Archives of Physical Medicine and Rehabilitation, ha mostrato un miglioramento tra i pazienti crio che soffrono di “spalla congelata” o capsulite adesiva. “Migliorando il dolore, i pazienti sono stati in grado di muovere meglio il braccio e la spalla e fare passi da gigante con la loro terapia”, osserva Arnouk.

Una recensione pubblicata nel Journal of Sports Medicine nel 2014 ha analizzato 10 studi di crioterapia su tutto il corpo e ha scoperto che mentre il trattamento sembrava migliorare il recupero soggettivo e il dolore muscolare, c’era “poco beneficio verso il recupero funzionale”. Sebbene lo studio non abbia identificato alcun inconveniente al trattamento, hanno notato che la glassa o i bagni di ghiaccio possono offrire effetti simili, a un costo inferiore.

Riley osserva che molti considerano la crioterapia un’alternativa più piacevole (e che richiede meno tempo) ai bagni di ghiaccio brutalmente freddi, che spesso possono durare fino a 20 minuti. “Quando esci da un bagno di ghiaccio, i tuoi muscoli e i tuoi tessuti sono freddi per ore”, dice Riley. “Esci dalla crioterapia e entro 10 minuti il ​​tuo corpo tornerà alla normalità al 100%. Non corri il rischio di ferirti per il freddo e il tuo corpo può riprendersi più velocemente e ottenere risultati esatti”.

IMPARENTATO: 15 esercizi da fare ogni dannato giorno

Tuttavia, sia Fryben che Riley riconoscono che spesso è difficile convincere le persone a provare la crioterapia. Dopotutto, le temperature gelide non hanno molto fascino, anche se solo per un breve periodo di tempo. Tuttavia, entrambi affermano che i clienti sono spesso agganciati subito dopo aver fatto il grande passo.

“Vedere cosa fa alle persone, quando ascolto persone che ne sono entusiaste, per me è abbastanza convincente”, dice Fryben. “Lo vedi nelle loro facce, sono [feeling] più forte.”

Pubblicato originariamente il 30 marzo 2016. Aggiornato il 20 marzo 2017.

ARTICOLI CORRELATI

I PIÙ POPOLARI