mercoledì, Agosto 17, 2022
HomeBenessereFitnessDentro il cervello dell'atleta 93enne Olga Kotelko

Dentro il cervello dell’atleta 93enne Olga Kotelko

Foto: YouTube

Quando pensi agli atleti di atletica leggera, potresti immaginare concorrenti giovani, muscolosi (e altamente decorati) come Usain Bolt o Lolo Jones. Cioè, fino a quando non impari a conoscere la leggendaria Olga Kotelko, morta nel 2014.

L’ex insegnante e madre di due figli è stata una concorrente da record negli eventi di World Masters Athletics fino ai suoi 90 anni. E non pensare nemmeno che stesse solo camminando lungo una pista. Kotelko ha gareggiato negli eventi di salto in alto, salto in lungo, giavellotto, disco, lancio del peso e martello, accumulando 750 medaglie d’oro.

Eppure, la cosa più straordinaria di Olga non era il suo corpo: era il suo cervello.

IMPARENTATO: #MondayMotivation: incontra questo bodybuilder di 77 anni

Nel 2012, all’età di 93 anni, Kotelko ha partecipato a uno studio confrontando il suo cervello con il cervello di altre 58 donne attive, di età compresa tra 60 e 78 anni. Condotti dai ricercatori dell’Università dell’Illinois, i partecipanti sono stati sottoposti a una batteria di scansioni cerebrali MRI e test cognitivi, oltre a un test di fitness su tapis roulant. L’obiettivo di questi era determinare se le prodezze atletiche di Kotelko in tarda età (non è stata coinvolta nello sport fino ai suoi 60 anni) avessero contribuito a ritardare gli effetti dell’invecchiamento nel suo cervello.

“Durante la cena, dopo la lunga giornata di test, ho chiesto a Olga se fosse stanca e lei ha risposto: ‘Mi stanco raramente'”, ha detto in una stampa l’autore dello studio Art Kramer, direttore del Beckman Institute presso l’Università dell’Illinois pubblicazione. “Gli studenti laureati più giovani di decenni che l’hanno messa alla prova, tuttavia, sembravano esausti”.

IMPARENTATO: 10 atleti over 60 che possono prenderti a calci nel sedere

In uno studio pubblicato questa settimana sulla rivista Neurocases, i ricercatori hanno dimostrato che il tempo di Kotelko in pista è stato ampiamente ripagato. Rispetto alle donne più giovani, i tratti di sostanza bianca di Kotelko (aree del cervello che aiutano con il ragionamento, la pianificazione e l’autocontrollo) erano “notevolmente intatti”, secondo i ricercatori. Anche il suo cervello non sembrava rimpicciolito (un tipico segno dell’invecchiamento) e si è comportata meglio nei test di cognizione e memoria rispetto ad altre donne della sua stessa età.

“Penso che sia molto eccitante vedere qualcuno che è altamente funzionante a 93 anni, possiede numerosi record mondiali nel campo atletico e in realtà ha un’integrità molto elevata in una regione del cervello che è molto sensibile all’invecchiamento”, ha detto la ricercatrice capo Agnieszka Burzynska.

Nel caso avessi bisogno di prove, guarda questo video di Kotelko che lo schiaccia durante i suoi allenamenti in pista (e preparati a essere seriamente ispirato).

Dentro il cervello dell’atleta 93enne Olga Kotelko

ARTICOLI CORRELATI

I PIÙ POPOLARI