sabato, Dicembre 3, 2022
HomeBenessereFitnessGli sport più popolari al mondo, Paese per Paese

Gli sport più popolari al mondo, Paese per Paese

Se sei cresciuto negli Stati Uniti, probabilmente hai passato molto tempo a giocare a pallone, a correre sulle basi a una partita di baseball (o T-ball!) e forse anche a correre su e giù per un campo di lacrosse. (O almeno guardare, fare il tifo e godersi un classico hot dog dagli spalti.) Eppure, gira il mondo e vedrai le persone abbracciare il loro amore per lo sport – e il desiderio di mantenersi in forma – in tutti i modi. Dal ballare la salsa al giocare a cricket fino a… lottare con l’olio d’oliva (sì, avete letto bene!), non c’è limite ai modi creativi con cui le persone si stanno sudando. Ecco alcuni dei modi più popolari in cui le persone rimangono attive in tutto il mondo.

IMPARENTATO: Daily Burn 365: Nuovi allenamenti, 7 giorni a settimana

14 modi in cui le persone rimangono in forma, in tutto il mondo

Foto: @scotthirano

1. Muay Thai
In cui si: Tailandia
La Muay Thai, conosciuta anche come Thai boxe, è lo sport nazionale della Thailandia ed è stata praticata lì dal 16° secolo, quando la Thailandia, allora conosciuta come Siam, era spesso in conflitto con i birmani. A volte è chiamata “l’arte degli otto arti” perché utilizza otto punti del corpo per l’attacco e la difesa: i pugni, i gomiti, le ginocchia e gli stinchi. Comprensibilmente, quindi, è un incredibile allenamento per tutto il corpo che aumenta la forza, l’agilità e la resistenza in cinque round in cui i combattenti vengono valutati sulla base di colpi puliti e la capacità di prendere un colpo senza sussultare.

IMPARENTATO: Allenati in modo diverso: 5 mosse di allenamento UFC per principianti

Foto: @planetmountain

2. Arrampicata
In cui si: Nepal
Gli eroi sconosciuti delle spedizioni sull’Everest sono gli sherpa, un gruppo etnico originario delle zone più montuose del Nepal la cui durezza, competenza e facilità ad altitudini molto elevate hanno portato gli alpinisti occidentali a fare affidamento su di loro come guide per più di un secolo. In una zona povera, guidare è una delle poche opzioni redditizie per i giovani, ma i rischi sono notevoli. Una valanga nel 2014 ha ucciso 16 sherpa e il terremoto dell’aprile 2015 ne ha innescato un altro che ha devastato il campo base dell’Everest. Ma negli ultimi anni gli alpinisti nepalesi sono diventati delle star a pieno titolo, con alpinisti come Pasang Lhamu Sherpa Akita e il suo team di sherpa tutto al femminile che hanno ottenuto riconoscimenti per aver raggiunto vette di alto profilo come l’Everest e il K2.

IMPARENTATO: Dalle escursioni di un giorno al Monte Kilamangiaro: perché più donne stanno percorrendo i sentieri

Foto: @sportsillustrated

3. Rugby
Dove: Sud Africa
Pensa al football americano, ma senza imbottitura. Forse non c’è posto al mondo in cui il rugby sia così indissolubilmente legato all’identità nazionale come lo è in Sud Africa. Nel 1995, appena un anno dopo l’elezione di Nelson Mandela, la squadra nazionale, gli Springboks, ha ospitato e sconfitto la Nuova Zelanda nella Coppa del mondo di rugby in quello che è stato ampiamente considerato un momento cruciale nella costruzione della nazione post-apartheid. Ha anche creato una generazione di scolari, sia bianchi che neri, che sognano di suonare un giorno per i “Bokkes”.

IMPARENTATO: 25 atleti che ridefiniscono Extreme su Instagram

Foto: @veloretti

4. Ciclismo
In cui si: Paesi Bassi
Trascorri un po’ di tempo ad Amsterdam e una delle cose più sorprendenti che noterai è l’assoluta ubiquità delle biciclette che fiancheggiano le strade acciottolate e i pittoreschi canali. Quasi un terzo degli olandesi fa affidamento sulla bicicletta come mezzo di trasporto principale, integrando perfettamente il fitness nella propria vita quotidiana. Con una rete crescente di piste ciclabili che collegano città e paesi e leggi e infrastrutture a misura di ciclista, non sorprende che i Paesi Bassi abbiano di gran lunga il numero di biciclette pro capite più alto al mondo, con circa una bicicletta per ogni persona.

Foto: @image_alpha_photography

5. Grillo
In cui si: India
C’è una mazza e una palla e l’obiettivo è segnare punti. Ma a parte questo, il cricket è molto diverso dal baseball. Ha più giocatori, partite di “test” di cinque giorni e battute difensive e offensive. Quello che una volta era conosciuto come un gioco da uomo bianco ricco, da allora ha assunto un sapore tipicamente populista nel secondo paese più popoloso del mondo. In effetti, è noto che il pubblico della squadra nazionale raggiunge quasi mezzo miliardo di persone quando giocano a giochi di alto profilo. Ma non è solo per i professionisti. I bambini delle scuole indiane hanno bisogno solo di una mazza e di una palla improvvisate per giocare a sgargianti variazioni di cricket sulle spiagge di Goa, nelle strade congestionate di Nuova Delhi o nei ghat lungo il Gange a Varanasi.

IMPARENTATO: 7 sport estremi che puoi provare alle tue condizioni

Foto: @seme_infetto

6. Correre
In cui si: Messico e Kenya
Certo, la corsa è grande in tutto il mondo (dai un’occhiata a queste 30 maratone come prova). Ma i Tarahumara, una tribù nativa del Messico nordoccidentale, e i Kalenjin, una tribù della Rift Valley nel Kenya occidentale, sono entrambi particolarmente rinomati per la loro capacità di correre sulle lunghe distanze. Il best-seller del 2009 di Christopher McDougall Born to Run ha contribuito a portare il Tarahumara alla coscienza pubblica ed è stato in gran parte responsabile dell’accensione della mania della corsa a piedi nudi. Nel frattempo, alcuni credono che i corridori di Kalenjin abbiano un particolare vantaggio genetico – polpacci sottili – che si pensa dia loro un vantaggio cruciale nella corsa, consentendo loro di dominare la maggior parte delle gare di lunga distanza del mondo per anni.

IMPARENTATO: Odio correre? 25 modi per imparare ad amarlo

Foto: @cinemaker_ist

7. Lotta petrolifera
In cui si: Tacchino
Forse non c’è sport che abbia deliziato Internet più della lotta petrolifera turca, che richiede a un lottatore di bagnarsi nell’olio d’oliva prima di lottare con un avversario e infilarsi un braccio nei pantaloni per ottenere una buona presa. Potrebbe sembrare troppo fantastico per essere reale, ma il torneo annuale, che si trova nella città di Edirne, attrae folle enormi da 650 anni, desiderose di vedere i lottatori mostrare un’impressionante miscela di potenza, resistenza e agilità.

IMPARENTATO: 3 mosse MMA che puoi fare anche tu

Foto: @ju.ca_design_photography

8. Capoeira
In cui si: Brasile
Questa arte marziale brasiliana non è esattamente uno sport da combattimento, poiché i giocatori si avvicinano abbastanza ma in realtà non dovrebbero toccarsi. Invece, la Capoeira combina il combattimento con la danza e i movimenti acrobatici, creando un grazioso avanti e indietro che diventa quasi una conversazione. Alcuni sostengono che la forma d’arte si sia sviluppata quando gli schiavi africani hanno mascherato la loro autodifesa e l’addestramento al combattimento da danza. Oggi serve come allenamento per la mente, il corpo e lo spirito, tutto in uno.

Foto: @auliana_muthy

9. Pencak Silat
In cui si: Indonesia
Il film del 2011 “The Raid” ha portato per la prima volta le arti marziali indonesiane a un pubblico mondiale. Con 250 milioni di persone, l’Indonesia è il quarto paese più popoloso del mondo e centinaia di varianti dell’arte marziale nota come pencak (“pen-chak”) silat sono praticate in tutto il suo arcipelago incredibilmente vario. A differenza di molte altre forme di arti marziali che predicano disciplina e moderazione, il pencak silat ha una mentalità di guerriglia impenitente. Alcune delle sue mosse sono sporche, mirate all’inguine, alla gola e agli occhi.

IMPARENTATO: L’allenamento di 22 minuti che devi provare in questo momento

Foto: @talesusanne

10. Tai Chi
In cui si: Hong Kong
Fai una passeggiata per Hong Kong la mattina presto e probabilmente vedrai gruppi di persone che eseguono movimenti lenti e fluidi all’unisono. Il Tai Chi, progettato per mantenere in equilibrio lo yin e lo yang del corpo, è tanto una forma di rilassamento quanto un esercizio delicato. È una parte così importante della vita quotidiana per molti residenti di Hong Kong che l’ente per il turismo della città tiene lezioni gratuite all’aperto quattro giorni alla settimana.

Foto: @elgraficionado

11. Karatè
Dove: Giappone
Di tutte le arti marziali in circolazione, il karate ha lasciato un’impronta smisurata nella cultura americana (e, per estensione, nel mondo) grazie in gran parte alla sua presenza nei film classici degli anni ’60 e ’70, per non parlare di quelli più recenti che portano a frasi mentali come “cera, togli la cera”. Ma quello che potresti non capire è che ci sono molte varianti di questa forma d’arte, e che “karate”, per molte persone, è diventato quasi un termine generico per tutta una serie di arti marziali regionali che aiutano i loro praticanti a diventare più forti, più veloci e più mirati — judo, kendo, aikido e jiu-jitsu giapponese, solo per citarne alcuni.

IMPARENTATO: Hai bisogno di una correzione cardio? Prova questo allenamento di kickboxing di 5 minuti

Foto: @kanakamusic

12. Navigare
In cui si: Polinesia
Più di tremila anni fa, i pescatori della Polinesia occidentale scoprirono che cavalcare le onde con una tavola di legno era un modo efficiente per tornare a riva con il pescato del giorno, rendendo il surf uno degli sport più antichi del mondo (anche se alcuni sostengono che fosse praticato anche prima sulla costa del nord del Perù). Da allora la tecnologia delle tavole da surf si è evoluta e da allora sono sorti innumerevoli eventi e competizioni in tutto il mondo (incluso il suo debutto olimpico previsto per i Giochi di Tokyo 2020). E non c’è da stupirsi che lo sport abbia fatto ondate dalle Hawaii alle Fiji e oltre, attirando oltre 35 milioni di surfisti in tutto il mondo. Non è facile da appendere però: questo sport richiede coraggio, finezza e atletismo totale (pensa: forza del core, flessibilità e resistenza per remare per ore e ore).

IMPARENTATO: 4 allenamenti per metterti in forma di surf

Foto: @vezunchik2

13. Ballo latino
In cui si: America latina
Dal ballo di salsa a Cuba al tango a Buenos Aires, il ballo latino è uno dei modi più esilaranti e più sexy del mondo per mantenersi in forma. Che si tratti del cha-cha, della rumba o del samba, queste grandi espressioni culturali sono anche un ottimo cardio che sviluppa ritmo, resistenza e consapevolezza del corpo. Qualsiasi tipo di attività di fitness che possa fondersi perfettamente con la tua vita sociale – e aiutarti a sedurre quella persona fumante sulla pista da ballo – deve essere una buona cosa.

IMPARENTATO: 5 modi per sentirsi più come Beyonce nella lezione di danza cardio

Foto: @asajostromphotography

14. Calcio
In cui si: Tutto il mondo
No, non quel tipo di calcio. Stiamo parlando del calcio, il “Bello Gioco”, che la maggior parte del mondo conosce come calcio. Nessun altro gioco è giocato in modo così ampio o appassionato, o è apprezzato in modo così equanime tra culture e livelli di reddito. Dalle scuole private d’élite dell’Inghilterra alle township del Sud Africa, tutto ciò di cui hai bisogno per giocare è una palla e i tuoi due piedi.

RELATED ARTICLES
- Advertisment -
Google search engine

Most Popular

Recent Comments