sabato, Novembre 26, 2022
HomeBenessereFitnessNon pensi di avere un corpo da yoga? Ecco perché non...

Non pensi di avere un corpo da yoga? Ecco perché non importa

Solo cinque respiri nel cane verso il basso sono sembrati un’eternità per Dana Falsetti quando ha iniziato a frequentare le lezioni di yoga nel 2014. “Ricordo di essermi sentita davvero sconfitta…. Penso che sia una cosa comune per qualsiasi principiante”, dice. Le sue spalle si sentivano deboli nel tentativo di mantenere il suo peso corporeo – e anche il suo ego ha preso un colpo. “E ‘stata una specie di doppio smacco: non posso fare nessuna di queste pose e sono anche una specie di ragazza grassa nella stanza.”

IMPARENTATO: Posa del corvo, resa facile: 3 mosse per farcela

Dopo anni di lotta con il suo peso, che ha oscillato tra 170 e 300 libbre da quando era in terza media, Falsetti si è dedicata allo yoga all’età di 21 anni. Tuttavia, mentre altri studenti hanno iniziato a scalciare in verticale, Fasletti temeva che il suo corpo fosse troppo grande per tali imprese.

Si scopre che le sue ansie sul tappeto erano ingiustificate. Ora, poco più di un anno dopo aver iniziato a esercitarsi, Falsetti può facilmente capovolgersi per eseguire inversioni (come la posa nella foto sotto). La sua trasformazione personale – documentata sulla sua popolare pagina Instagram – l’ha persino motivata a ottenere la sua certificazione di insegnamento e a visitare il paese conducendo seminari di yoga quest’estate.

“Le persone spesso mi chiedono, ‘Come faccio a diventare più forte?’, e io dico semplicemente loro di continuare ad allenarsi, ma di esercitarsi in modo intelligente”, dice Falsetti. “Esercitati con l’allineamento in mente, con la consapevolezza del corpo [and] con integrità”.

“Inizia a farti chiedere quali altre cose nella tua vita stai dicendo a te stesso che non puoi fare, che puoi fare.”

Il tuo corpo sullo yoga

Sebbene tu possa immaginare tutti gli yogi lunghi e magri, lo yoga trascende le dimensioni. Anche il tipo di corporatura o il sesso non predicono automaticamente il livello di abilità. “Ho imparato che le dimensioni non contano necessariamente”, afferma Kent Katich, un istruttore di yoga con sede a Los Angeles che ha lavorato con i giocatori NBA per oltre due decenni. “Sono stato spazzato via dalla grazia e dall’equilibrio di [seven-foot tall] ragazzi e stupito di quanto siano deboli alcuni dei presunti potenti. Tocca #curvyyoga o #yogadudes su Instagram e vedrai quasi 100.000 post di persone di tutte le forme e dimensioni, mentre si intrecciano in equilibri del braccio che sfidano la gravità e configurazioni pazze.

Circa il 10% degli adulti statunitensi pratica yoga, e per una buona ragione. Offre una serie di benefici, tra cui una migliore circolazione sanguigna e un sonno migliore. E molte di queste persone non sono neanche lontanamente vicine a una taglia zero (come il campione olimpico di snowboard Jamie Anderson e la star dell’NBA Lebron James, nella foto sopra).

I benefici dello yoga si estendono anche al di là del fisico. Il viaggio di Falsetti l’ha aiutata a sentirsi più sicura che mai. “Inizia a farti chiedere quali altre cose nella tua vita stai dicendo a te stesso che non puoi fare, che puoi fare”, dice.

Mettersi in posa

Lo yoga può essere una sfida per qualsiasi principiante, indipendentemente dal suo corpo. Anche le posture fondamentali richiedono una grande forza, dice Falsetti. Fortunatamente, le modifiche possono aiutare a rendere lo yoga accessibile a tutti. “Invece di vedere una posa avanzata e pensare ‘Impossibile’, spezza le asana, tutte, in forma”, dice. “Se riesci a capire le forme, l’allineamento, i concetti, allora puoi esercitarti [more] consapevolezza del corpo.” Il resto, dice, arriva con una buona dose di pazienza e disciplina.

Da dove cominciare un principiante dello yoga? Abbiamo chiesto a Falsetti di condividere alcuni suggerimenti per aiutare i principianti di tutte le taglie a iniziare il proprio viaggio nello yoga.

4 modi per far funzionare le posizioni yoga per qualsiasi corpo

1. Piega in avanti

Come: Mettiti in cima al tuo tappetino da yoga. Le dita dei piedi possono toccarsi o puoi posizionare i piedi alla larghezza dei fianchi, assicurandoti che siano paralleli (un). Coinvolgi il tuo core attirando l’ombelico verso la colonna vertebrale. Piegati in avanti dai fianchi, guidando con il petto (b). Piega le ginocchia secondo necessità in modo che la pancia e le cosce si tocchino. Le mani possono toccare il pavimento o poggiare sui blocchi, oppure possono avvolgere i polpacci (c).

Suggerimento professionale: L’obiettivo di questa posa è allungare la colonna vertebrale, quindi non preoccuparti se non riesci a raddrizzare completamente le gambe. La cosa migliore che puoi fare è iniziare con le ginocchia piegate anche se pensi di non averne bisogno, dice Falsetti. Una volta che il petto e le cosce si toccano, puoi provare a raddrizzare le gambe.

2. Cane verso il basso

Come: Da una piega in avanti, metti le mani alla larghezza delle spalle sul tappetino (un). Fai un passo indietro con i piedi come se stessi arrivando a una tavola, ma tienili alla larghezza dei fianchi o più vicini. Le gambe non devono essere completamente dritte e i talloni non devono essere piatti. Mantieni una bella schiena piatta e una lunga colonna vertebrale (b). Sollevare attraverso i fianchi (spostandosi verso l’alto con le spalle) e premere il pavimento lontano da te, riversando il peso sulla punta delle dita e non sui polsi. Tieni la testa tra le braccia e guarda verso la pancia (c).

Suggerimento professionale: Prova a piegare le ginocchia per ottenere una schiena piatta (va bene anche lasciare che il petto poggi sulle cosce), dice Falsetti. Metti una coperta arrotolata sotto i talloni per un supporto extra, aggiunge.

IMPARENTATO: Yoga 101: come correggere la posizione di Chaturanga

3. Posa del delfino

Come: Inizia con il cane rivolto verso il basso, quindi lascia cadere gli avambracci a terra (un). Assicurati che siano paralleli l’uno all’altro, poiché la mancanza di mobilità delle spalle potrebbe far dilatare leggermente i gomiti. (Correggi questo impegnando i tricipiti e allargando le spalle.) Ogni braccio dovrebbe formare un angolo di 90 gradi (b). Spingi le scapole in fuori, ma lontano l’una dall’altra. Come il down dog, allunga il coccige e solleva i fianchi verso il cielo. Tieni la testa tra le braccia (c). Guarda verso la pancia per aprire di più le spalle.

Suggerimento professionale: Tieni le ginocchia leggermente piegate e i talloni leggermente sollevati se trovi la parte superiore della schiena arrotondata quando provi a raddrizzare le gambe. Quando ti senti più a tuo agio nella posa, prova a portare le dita dei piedi più vicino ai gomiti, dice Falsetti.

4. Cammello

Come: Inginocchiati sul pavimento, gambe divaricate alla larghezza dei fianchi e metti le mani sui fianchi. Se sei un principiante, posiziona dei blocchi vicino alle caviglie o tieni le dita dei piedi piegate. Porta le mani al petto e tocca i palmi delle mani (un). Abbassa le spalle, lontano dalle orecchie, e solleva il petto verso il cielo. Solleva e fuori dai fianchi mentre li mandi in avanti, iniziando qui il piegamento della schiena (cerca di non comprimere la parte bassa della schiena) (b). Inspira, impegnando il tuo core e allungando la colonna vertebrale, e torna lentamente in posizione eretta. Le mani possono arrivare alla parte bassa della schiena o ai lati per incoraggiare il sollevamento dei fianchi Piega leggermente il coccige e porta l’ombelico verso la colonna vertebrale (c). Durante l’espirazione, allungati indietro e metti le mani sui talloni o sui blocchi yoga. Premi delicatamente verso l’alto con il bacino e fai respiri profondi e controllati. Il collo può rilassarsi, quindi lascia cadere la testa all’indietro, se ti senti a tuo agio (d).

Suggerimento professionale: Non preoccuparti se il tuo corpo non vuole assumere un arco drammatico fin dall’inizio. L’importante è creare spazio. Falsetti consiglia di utilizzare dei blocchi per sostenere le mani se hai difficoltà a raggiungere le mani verso i talloni, o di tenere le mani premute insieme davanti al petto per un sollevamento più semplice.

RELATED ARTICLES
- Advertisment -
Google search engine

Most Popular

Recent Comments