giovedì, Ottobre 21, 2021
Home Benessere Salute 5 modi naturali per rafforzare il tuo sistema immunitario

5 modi naturali per rafforzare il tuo sistema immunitario

Tosse ostinata o raffreddore che ti rende infelice? Questa settimana in “Chiedi al nutrizionista”, il direttore nutrizionale Rick Hay rivela cinque modi in cui possiamo potenziare naturalmente il nostro sistema immunitario

È quel periodo dell’anno in cui non puoi sfuggire ai suoni della tosse e del naso che soffia.

Ci sono alcuni motivi per cui le persone sono più inclini al raffreddore in questo periodo dell’anno, come ad esempio viaggiare su un treno soffocante, abbracciare il tuo amico malato o semplicemente dimenticarsi di lavarsi le mani prima di pranzo.

Qualunque sia la causa della tua tosse o del raffreddore, sarebbe fantastico se potessimo incorporare alcuni modi naturali sani per migliorare la resilienza del nostro sistema immunitario.

Il direttore nutrizionale Rick Hay rivela cinque modi naturali in cui possiamo rafforzare il nostro sistema immunitario.

Potenziatore del sistema immunitario #1 Mangiare colorato

Cibi dai colori vivaci come frutti di bosco, verdure a foglia verde scuro, pomodori, mais dolce, arance, patate dolci, barbabietole, angurie, melanzane e curcuma per citarne alcuni contengono tutti vitamine e minerali chiave per aiutare il sistema immunitario a combattere le infezioni.

“I pigmenti profondamente colorati negli alimenti sono spesso il luogo in cui risiede la loro azione terapeutica”, afferma Hay. “Quindi, se ti macchia le dita e le mani, generalmente fa bene al tuo sistema immunitario”.

Gli alimenti colorati contengono anche fitonutrienti. Si tratta di sostanze chimiche naturali presenti nelle piante che possono aiutare a mantenere la funzione immunitaria e la ricerca suggerisce che potrebbero anche avere un ruolo da svolgere nell’aiutare a prevenire malattie legate allo stile di vita come le malattie cardiache e persino il cancro.

Se ti macchia le dita e le mani generalmente fa bene al tuo sistema immunitario

E non ci vorrà molto anche per vedere i benefici. Uno studio ha esaminato gli effetti dell’integrazione di estratti di frutta e verdura per un periodo di quattro settimane.

L’integratore di frutta conteneva frutta secca di arance, mele, ananas, mirtilli e pesche e quello vegetale conteneva carote, prezzemolo, barbabietola, broccoli, cavoli, cavoli e spinaci.

I risultati hanno mostrato che i fitonutrienti in questi integratori hanno migliorato i livelli di antiossidanti entro la prima settimana.

Potenziatore del sistema immunitario #2 Zuppe di verdure contenenti erbe e spezie

Non solo le zuppe sono utili per riscaldarti durante i mesi più freddi, ma sono anche un ottimo modo per aumentare l’apporto di nutrienti.

Riempire le tue zuppe con molte verdure ricche di nutrienti aumenterà anche il consumo di fitonutrienti, contribuendo a mantenere la tua funzione immunitaria.

Per un potenziamento extra del sistema immunitario, aggiungi erbe e spezie come aglio, origano, zenzero e curcuma poiché hanno proprietà antibatteriche e antivirali. Queste erbe e spezie hanno anche proprietà termogeniche, il che significa che possono aiutare ad aumentare il metabolismo, la circolazione e la combustione dei grassi.

L’origano alle erbe contiene due composti chiamati timolo e carvacrolo che sono responsabili dei suoi effetti antimicrobici e antimicotici. Lo zafferano speziato contiene il composto safranale che potrebbe fornire sollievo dall’umore depresso.

L’aggiunta di aglio, per quanto tu (e quelli intorno a te) puoi sopportare, non solo aggiungerà sapore, ma fornirà anche proprietà antibatteriche per supportare la salute immunitaria e tenere a bada quei raffreddori persistenti.

Alcuni studi indicano persino che l’aglio può aumentare l’attività delle cellule natural killer, che sono cellule immunitarie coinvolte nel contenimento e nel controllo delle infezioni virali.

Potenziatore del sistema immunitario #3 Succhi di frutta fresca o verdura

Anche i succhi di frutta e verdura fresca aiutano ad aumentare l’apporto di antiossidanti.

I benefici per la salute dei pigmenti colorati presenti in alimenti come barbabietola rossa, peperoni e verdure a foglia verde aiutano con la produzione di ossido nitrico che ha dimostrato di aiutare le prestazioni sportive e la salute cardiovascolare.

Le verdure a foglia verde contengono anche magnesio che aiuta il sistema nervoso e, a sua volta, porta a un sistema immunitario più sano.

L’ossido nitrico (NO) è una molecola che svolge un ruolo importante in molte funzioni del corpo come il flusso sanguigno, la respirazione mitocondriale e la funzione piastrinica (le piastrine sono minuscole cellule del sangue che aiutano il tuo corpo a formare coaguli per fermare l’emorragia e i tuoi mitocondri sono le centrali elettriche nelle tue cellule dove viene prodotta l’energia).

È stato suggerito che un aumento della produzione di ossido nitrico può aumentare l’apporto di ossigeno e nutrienti ai muscoli attivi, migliorando la tolleranza all’esercizio fisico e quindi migliorando la salute del sistema immunitario.

“Preparare un succo di carota è un ottimo modo per rafforzare il sistema immunitario”, afferma Hay. Le carote sono ricche di beta carotene (un antiossidante) che viene convertito nel corpo in vitamina A, che può rafforzare le mucose e migliorare la salute del sistema respiratorio.

Inoltre, la fibra presente in frutta e verdura aiuterà anche la salute dell’intestino e un intestino sano ha dimostrato di migliorare la funzione immunitaria.

Frutta e verdura sono ricche di fibre e agiscono anche come prebiotici che sono come fertilizzanti per i batteri buoni nell’intestino, incoraggiandoli a crescere e proliferare: più batteri buoni nell’intestino, meglio è per il tuo sistema immunitario.

Potenziatore del sistema immunitario #4 Vitamine A, C e D

In termini di integrazione, le vitamine A, C e D possono aiutare a mantenere forte il sistema immunitario, particolarmente utile durante i mesi invernali.

La vitamina A è necessaria per mantenere l’immunità ed è un micronutriente chiave necessario per combattere le infezioni, supportando l’integrità e la difesa della barriera delle nostre mucose.

Il fumo e lo stress possono ridurre i livelli di vitamina C

La vitamina C si trova negli agrumi, nei peperoni rossi o verdi e nelle verdure come i broccoli e probabilmente sai che è benefica per il sistema immunitario a dosi elevate.

Pertanto, se hai difficoltà a consumare la vitamina C dal solo cibo e desideri ridurre i sintomi del raffreddore, potrebbe essere un’idea integrare con vitamina C per ridurre la durata dei sintomi del raffreddore di un giorno e mezzo.

L’anno scorso, un rapporto pubblicato sulla rivista Nutrients ha concluso che “la vitamina C sembra essere in grado sia di prevenire che di curare le infezioni respiratorie e sistemiche migliorando varie funzioni delle cellule immunitarie a livelli di 100-200 mg al giorno”.

Il fumo e lo stress possono ridurre i livelli di vitamina C, quindi se sei un fumatore o scopri che i tuoi livelli di stress stanno aumentando, Hay consiglia di aumentare i livelli di vitamina C con l’integrazione.

Per quanto riguarda la vitamina D, soprattutto in questo periodo dell’anno, sappiamo che a volte il sole può passare giorni senza essere visto e quando si tratta di immunità, è molto importante.

Infatti, l’anno scorso, un importante studio globale pubblicato sul British Medical Journal ha suggerito che l’aggiunta di più vitamina D alla propria dieta potrebbe ridurre significativamente i costi del SSN, riducendo il rischio di raffreddori, influenza e altre pericolose infezioni respiratorie come polmonite e bronchite.

Lo studio, condotto dalla Queen Mary University di Londra, ha rianalizzato i dati di 25 studi clinici che hanno coinvolto circa 11.000 persone provenienti da 14 paesi.

Gli autori hanno suggerito che il loro lavoro risolve la questione se un aumento di raffreddori e influenza in inverno sia in parte dovuto a una carenza di vitamina D in inverno.

I tuoi livelli di vitamina D possono essere determinati da un esame del sangue dal tuo medico di famiglia o può essere fatto tramite test privati

Quindi, come possiamo mantenere i nostri livelli di vitamina D sufficienti? Potrebbe essere necessario assumere un integratore poiché, secondo quanto riferito, gran parte del Regno Unito è carente di vitamina D. Gli alimenti ricchi di vitamina D includono tuorli d’uovo, pesce grasso come sgombro e salmone e cereali fortificati.

I tuoi livelli di vitamina D possono essere determinati da un esame del sangue dal tuo medico di famiglia o possono essere eseguiti tramite test privati, nonché test delle impronte digitali che possono essere ordinati online da aziende rispettabili come BetterYou.

Le raccomandazioni del governo per la vitamina D sono 10 microgrammi (600 ui) al giorno per evitare la carenza, tuttavia è possibile integrare livelli più elevati, specialmente durante i mesi invernali e in quelli con un rischio maggiore di carenza.

La ricerca suggerisce che la vitamina D sotto forma di D3 è la più efficace di questo nutriente.

Inoltre, l’integrazione con un integratore di vitamina D emulsionata, poiché è un nutriente liposolubile, può ulteriormente aiutare a massimizzare l’assorbimento, soprattutto per chi ha problemi digestivi. Provate Nutrisorb Liquid BioMulsion D di BioCare che fornisce 1000 UI di vitamina D a porzione.

Potenziatore del sistema immunitario #5 Salvia e sambuco

Per secoli, i rimedi erboristici sono stati usati tradizionalmente per trattare una serie di condizioni per aiutare a rafforzare e guarire il sistema immunitario.

La salvia in particolare è nota per le sue proprietà antibatteriche, antiossidanti e antinfiammatorie, tradizionalmente ritenute capaci di migliorare la memoria.

La salvia è anche nota per alleviare la congestione e i problemi respiratori ed è spesso usata nei rimedi fatti in casa per aiutare con i sintomi del raffreddore e dell’influenza.

Il sambuco botanico viene anche utilizzato tradizionalmente utilizzato per rafforzare le vie respiratorie e aiutare le febbri, nonché per promuovere la salute della pelle.

Storicamente, i fiori di sambuco venivano usati esternamente come detersivo, olio infuso, crema o unguento per la pelle arrossata, infiammata o pruriginosa e possono anche essere usati localmente per trattare eruzioni cutanee, scottature solari e rosacea.

Uno studio sugli effetti dello sciroppo di sambuco orale per il trattamento delle infezioni influenzali ha visto 60 pazienti di età compresa tra 18 e 54 anni affetti da sintomi simil-influenzali per 48 ore o meno ricevere 15 ml di sciroppo di sambuco o placebo quattro volte al giorno per cinque giorni e registrare i loro sintomi.

Lo studio ha rilevato che i sintomi sono stati alleviati in media quattro giorni prima e l’uso di farmaci di salvataggio è stato significativamente inferiore in coloro che hanno ricevuto l’estratto di sambuco rispetto al placebo.

Intensivo immunitario di Biocare, fornisce dosi elevate di supporto immunitario dalle vitamine A, C e D insieme a sambuco, salvia e beta glucani per migliorare la funzione delle cellule killer naturali. I beta glucani supportano la risposta immunitaria innata e adattativa e sono particolarmente utili contro le infezioni del tratto respiratorio superiore e i raffreddori.

Altro da Chiedi al nutrizionista:

5 rimedi naturali per la stitichezza

5 correzioni IBS dimostrate dalla scienza

5 rimedi al gonfiore che puoi fare stasera

L’integratore energetico che potrebbe cambiare il modo in cui ti alleni

Come ottenere livelli di colesterolo sani

Di quali 2 nutrienti essenziali hanno bisogno tutti?

Rick Hay è un nutrizionista con un particolare interesse per l’anti-invecchiamento e molti anni di esperienza clinica in nutrizione, naturopatia e medicina botanica. È specializzato nel trattamento dell’obesità e nella gestione del peso. Scrive regolarmente un blog di salute naturale e fitness per Healthista. Scopri di più su rickhay.co.uk. Segui Rick su Twitter @rickhayuk

Il libro di Rick Hay The Anti Aging Food and Fitness Plan è disponibile per l’acquisto su Amazon.

ARTICOLI CORRELATI

I PIÙ POPOLARI