mercoledì, Ottobre 5, 2022
HomeBenessereSalute5 sintomi di carenza di vitamina D che stanno rovinando il tuo...

5 sintomi di carenza di vitamina D che stanno rovinando il tuo benessere

Da raffreddori ricorrenti a dolori e dolori, i sintomi della carenza di vitamina D sono quelli comuni e fastidiosi inconvenienti con cui la maggior parte di noi vive ogni giorno. Ma un semplice test e un supplemento potrebbero aiutare – riferisce Anna Magee

Viene spesso chiamata vitamina del sole perché, a differenza di altri nutrienti, la vitamina D non è fornita dal cibo ma prodotta quando la nostra pelle è esposta al sole.

Ma, anche con l’estate che stiamo vivendo, gli inglesi sono pericolosamente carenti di questa vitamina cruciale. In effetti, si stima che uno sconcertante adulto su cinque e uno su sei bambini non abbiano livelli adeguati di vitamina D.

I bambini non giocano più all’aperto come una volta e molti di noi lavorano all’interno, quindi stiamo assistendo a un problema crescente di carenza di vitamina D

“Non solo abbiamo a che fare con il clima britannico, ma stiamo vivendo una vita sempre più indoor”, afferma il nutrizionista Kim Pearson.

“I bambini non giocano più all’aperto come una volta, optando per iPad e giochi al chiuso e molti di noi lavorano all’interno tutto il giorno, quindi stiamo assistendo a un problema crescente di carenza di vitamina D”.

Quelli a rischio, spiega, includono chiunque abbia un tipo di pelle più scuro, poiché più scura è la tua pelle, più difficile sarà sintetizzare la vitamina D. Altri a rischio includono donne in gravidanza e allattamento e coloro che si coprono la pelle per scopi religiosi.

‘Testo regolarmente i livelli di vitamina D del mio cliente e degli ultimi 20 pazienti che ho testato, sei erano carenti, sei avevano livelli non ottimali e solo otto avevano livelli ottimali. Quelli con livelli ottimali di solito stavano integrando o trascorrevano una notevole quantità di tempo all’estero in luoghi più soleggiati’.

Questo è un grave problema di salute pubblica poiché è stato riscontrato che la mancanza di vitamina D a lungo termine aumenta il rischio di malattie cardiovascolari e persino di cancro. A un livello più quotidiano, molti dei sintomi che confondono i medici potrebbero essere segni di carenza di vitamina D.

Ecco i segni chiave:

# 1 Hai infezioni frequenti

La vitamina D è vitale per la salute del sistema immunitario. “Senza quantità sufficienti, le nostre cellule immunitarie non sono in grado di reagire in modo appropriato, lasciandoci più suscettibili alle infezioni”, afferma Pearson.

“La vitamina D è essenziale per la funzione di due parti essenziali del sistema immunitario, l’immunità adattativa e innata.”

L’immunità adattativa è quella che ricorda i virus che hai avuto, ad esempio la varicella, e ti assicura che non li contenga più. Il tuo sistema immunitario innato è presente in luoghi come all’interno del naso ed è lì per proteggerti dalle infezioni quotidiane. Entrambi sono essenziali ed entrambi necessitano di livelli adeguati di vitamina D per funzionare, afferma Pearson.

Se ti senti come se stessi prendendo sempre un’infezione in corso e/o ti ci vuole più tempo della maggior parte per scuoterla, fai il test.

Ora, gli scienziati stanno studiando il ruolo svolto dalla carenza di vitamina D nell’aumento del rischio di cancro, in particolare del colon-retto, della mammella, del pancreas e della prostata.

# 2 Ti deprimi

“Si ritiene che la vitamina D svolga un ruolo chiave nel mantenimento di livelli sani di serotonina nel cervello”, afferma Pearson.

“Questi sono neurotrasmettitori nel cervello che sono essenziali per l’umore e le carenze sono state associate alla depressione.”

Nel 2014, una ricerca pubblicata sulla rivista Medical Hypotheses ha esaminato 100 articoli scientifici sulla vitamina D e ha trovato un legame specifico tra carenza di vitamina D e disturbo affettivo stagionale o SAD che si verifica quando le persone hanno un umore basso durante i mesi invernali, grazie alla mancanza di luce e sole.

“I livelli di vitamina D nell’organismo fluttuano stagionalmente, in relazione diretta alla luce solare disponibile stagionalmente”, ha affermato la ricerca Alan Stewart dell’Università della Georgia College of Education.

“Ad esempio, gli studi mostrano che c’è un ritardo di circa otto settimane tra il picco di intensità delle radiazioni ultraviolette e l’inizio del SAD, e questo è correlato al tempo necessario affinché le radiazioni UV vengano trasformate dall’organismo in vitamina D”.

Se sei sempre stanco, potresti beneficiare di un test della vitamina D

# 3 Sei letteralmente SEMPRE stanco

“La vitamina D è essenziale per convertire il cibo in energia”, afferma Pearson. “Se sei sempre stanco, una mancanza di questa vitamina potrebbe significare che non stai assimilando i nutrienti dal tuo cibo e la capacità cellulare del tuo corpo di ricavare energia da ciò che mangi è compromessa grazie alla mancanza di vitamina D”.

Questa vitamina, spiega, è essenziale per il funzionamento e l’efficienza dei mitocondri (noti come batterie cellulari) all’interno dei muscoli.

La buona notizia è che questo può essere risolto rapidamente con l’integrazione. Uno studio clinico randomizzato in doppio cieco controllato con placebo pubblicato lo scorso anno sulla rivista Medicine ha rilevato che l’integrazione di vitamina D ha migliorato significativamente i livelli di affaticamento.

# 4 Hai dolori articolari o ossa deboli

La vitamina D è essenziale per aiutare a regolare i livelli di calcio e fosfato nel corpo, dandogli un ruolo chiave nel funzionamento di articolazioni, muscoli e denti e livelli adeguati aiutano a scongiurare l’osteomalacia (ossa molli) e l’osteoporosi (perdita di densità ossea) in seguito vita.

“Quando stai esaurendo la vitamina D, le tue ossa possono indebolirsi aumentando il rischio di fratture da stress”, afferma Pearson.

«Ciò è correlato al ruolo essenziale della vitamina D nella regolazione dell’assorbimento del calcio. Le persone spesso pensano al calcio per le ossa, ma raramente sono consapevoli che la vitamina D è essenziale per l’assorbimento del calcio.’

Uno studio del 2014 ha previsto che gli adulti con una carenza di vitamina D di età superiore ai 50 anni hanno maggiori probabilità di sviluppare dolore alle articolazioni dell’anca e del ginocchio e ha anche notato che è più probabile che il dolore peggiori se la carenza non viene trattata con l’integrazione .

Dolori e dolori alle articolazioni e ai muscoli sono segni rivelatori di una carenza

# 5 I tuoi muscoli fanno male

La vitamina D supporta la funzione muscolare perché i recettori si trovano in tutto il corpo, compresi i muscoli. “Avere molti dolori muscolari generali è spesso il primo segno rivelatore di una carenza”, afferma Pearson.

La vitamina D entra nelle cellule muscolari quando viene metabolizzata, migliorando le contrazioni muscolari, che è vitale per prevenire le cadute e per costruire la forza muscolare e le ossa attraverso l’esercizio.

In effetti, i ricercatori hanno trovato collegamenti tra il dolore cronico che non risponde al trattamento e la carenza di vitamina D e l’integrazione ha dimostrato di aiutare.

Ne hai abbastanza?

Avere livelli ottimali di vitamina D dipende dalla capacità della tua pelle di produrre abbastanza quando sei esposto al sole.

Quelli con la pelle più scura producono naturalmente meno vitamina D, poiché la melanina nella loro pelle fornisce naturalmente una maggiore protezione dai raggi UV.

Ciò significa che quelli con la pelle più chiara devono trascorrere più tempo al sole rispetto a quelli con la pelle più chiara per ottenere quantità adeguate. Altri a rischio di carenza includono:

  • Persone anziane che sono costrette a casa e in case di cura
  • Impiegati che trascorrono la maggior parte delle loro giornate all’interno
  • Persone che si coprono per scopi religiosi
  • Persone che lavorano di notte e dormono di giorno
  • Chiunque il cui stile di vita impedisca loro di uscire regolarmente

Uno studio ha mostrato che gli infermieri che avevano lavorato a turni notturni per oltre 20 anni avevano una maggiore incidenza di fratture del polso e dell’anca in un periodo di follow-up di 8 anni.

L’evidenza schiacciante ha spinto i ricercatori a collegare la mancanza di esposizione al sole degli infermieri e quindi i livelli di vitamina D con una riduzione della forza ossea e muscolare.

Come ottenere la tua vitamina D

La maggior parte delle persone può produrre abbastanza vitamina D stando al sole ogni giorno per brevi periodi di circa 20 minuti alla volta con gli avambracci, le mani o la parte inferiore delle gambe scoperti e senza protezione solare da fine marzo o inizio aprile a fine settembre, in particolare da Dalle 11:00 alle 15:00, dice Pearson.

Le persone con la pelle scura, come quelle di origine africana, afro-caraibica o dell’Asia meridionale, dovranno trascorrere più tempo al sole per produrre la stessa quantità di vitamina D di una persona con la pelle più chiara.

Alcuni alimenti sono ricchi di vitamina D – anche se non forniscono neanche lontanamente quello che si ottiene dalla luce solare – e questi includono pesci grassi come salmone, sgombro e tonno, nonché tuorli d’uovo, formaggio, fegato e cibi fortificati con vitamina D come come alcuni cereali, latticini, latte di soia e cereali.

Mettersi alla prova

Il tuo medico può testare i tuoi livelli di vitamina D.

Ma se è troppo seccante, anche un semplice test a casa può fare il trucco. La rinomata azienda vitaminica BetterYou distribuisce un kit per il test della vitamina D a casa per conto del SSN che può aiutarti a determinare i tuoi livelli di vitamina D e fornire consigli su come ottimizzare al meglio i tuoi livelli, in base ai risultati.

Offrono anche un prodotto spray orale giornaliero di vitamina D gratuito a tutti coloro che utilizzano il kit di test a casa. Acquista il servizio di test della vitamina D BetterYou £ 28 dal sito web di BetterYou.

E gli integratori?

BetterYou DLux3000 spray orale di vitamina D è un integratore di vitamina D ad alte dosi che viene assorbito in modo efficiente attraverso l’interno della guancia e non ha bisogno di cibo o acqua per essere assunto. (Disponibile anche per l’acquisto su Amazon negli Stati Uniti).

Uno studio pubblicato su The Nutritional Journal ha mostrato che l’assorbimento di vitamine tramite spray orale era 2,5 volte più efficace delle capsule vitaminiche.

Inoltre, nel 2012 i ricercatori dell’Università di Cardiff, testando gli spray orali di vitamina D DLux di BetterYou, hanno scoperto che l’assorbimento all’interno della guancia era di gran lunga superiore al percorso digestivo più tradizionale di compresse e capsule.

Altri contenuti di Healthista:

Perché il magnesio è la chiave per dormire meglio – 21 giorni di rimedi per dormire – giorno 7

13 ausili per il sonno naturali provati dalla scienza

10 cambiamenti nello stile di vita che ogni donna sulla quarantina potrebbe apportare ora per una menopausa più facile

3 cambiamenti nella dieta che aiutano la depressione

RELATED ARTICLES
- Advertisment -
Google search engine

Most Popular

Recent Comments