mercoledì, Ottobre 5, 2022
HomeBenessereSalute7 segni che ti servono selenio

7 segni che ti servono selenio

Pelle e unghie deboli, nebbia del cervello e stanchezza non sono solo segni di vecchiaia, potrebbero essere il tuo corpo che cerca di dirti che ha bisogno di selenio

Sentiamo sempre parlare della crisi della carenza di vitamina D nel Regno Unito o di come l’assunzione di omega-3 sia essenziale per la salute del cuore e del cervello.

Ma un nutriente di cui raramente sentiamo parlare è il selenio. Eppure, questo minerale traccia derivato da noci e cereali integrali è un potente antiossidante essenziale per la salute. Il problema è che probabilmente non ne abbiamo abbastanza.

“L’insufficienza di selenio potrebbe essere uno dei problemi nutrizionali più sottostimati al mondo”, afferma Frankie Brogan, il principale scienziato nutrizionista. “Merita un riconoscimento simile a quello dato alla vitamina D o all’omega 3.”

Chi è a rischio?

Sebbene il selenio sia presente negli alimenti proteici, inclusi frutti di mare, carni magre e pollame, uova, legumi (fagioli e piselli), noci, semi e prodotti a base di soia, bassi livelli nel nostro suolo significano che anche se mangiamo tali alimenti potremmo non ottenerne abbastanza.

Il selenio del mondo è distribuito in modo non uniforme e alcune località, come l’America e il Giappone, hanno livelli elevati nei loro terreni. Altri, come il Regno Unito e l’Irlanda, hanno livelli bassi.

Infatti, secondo una revisione sistematica del 2015 degli studi sull’assunzione di selenio tra il 1990 e il 2014 pubblicata sulla rivista Nutrients, bassi livelli di selenio sono diffusi in tutta Europa, Regno Unito e Medio Oriente.

“Questo basso livello nel suolo ha un impatto diretto sulla quantità di selenio del cibo coltivato nell’agricoltura locale”, afferma Brogan.

Secondo uno studio del 2017 condotto da scienziati svizzeri, il selenio nel suolo dovrebbe diminuire di un ulteriore 8,7% entro il 2099.

In effetti, piuttosto che aiutare il processo, a causa dell’uso di fertilizzanti provenienti da animali del Regno Unito che pascolano nei campi britannici a basso contenuto di selenio, l’aumento dell’agricoltura biologica negli ultimi due decenni è stato associato a livelli di selenio più bassi nei nostri terreni, afferma Brogan.

Perché i vegani devono controllare i loro livelli di selenio

In effetti, le statistiche più recenti del Regno Unito del National Diet and Nutrition Survey suggeriscono che le femmine hanno maggiori probabilità rispetto ai maschi di non ottenere i livelli di selenio di cui abbiamo bisogno.

Inoltre, secondo Brogan, alcune delle nostre diete moderne potrebbero anche ostacolare, piuttosto che aiutare i nostri livelli di selenio.

“Alcuni studi indicano che alcuni gruppi come vegani, vegetariani e coloro che evitano il glutine potrebbero essere maggiormente a rischio di carenze di selenio”, afferma Brogan.

coloro che evitano il glutine a causa della celiachia possono anche avere problemi con l’assorbimento del selenio

In uno studio svedese pubblicato sull’American Journal of Clinical Nutrition, le diete dei vegani sono state confrontate con quelle degli onnivori e le donne vegane erano le più basse di selenio.

In un altro articolo pubblicato sulla rivista Nutrition, le donne che consumavano una dieta a basso contenuto di grassi e vegane avevano un basso contenuto di vari nutrienti, incluso il selenio.

Infine, una ricerca italiana pubblicata nel 2010 ha rilevato che coloro che evitano il glutine a causa della celiachia possono anche avere problemi con l’assorbimento del selenio, un problema che gli autori dello studio hanno collegato a una maggiore incidenza di malattie della tiroide in questo gruppo (vedi sotto).

Ecco i segni che potresti non assumere abbastanza selenio:

Problemi alla tiroide

Il selenio è necessario per la regolazione del metabolismo del corpo, in particolare per il corretto funzionamento della tiroide.

“L’insufficienza di selenio può aumentare il rischio di danni alla tiroide”, afferma Brogan. ‘La tiroide produce perossido di idrogeno che può danneggiare le cellule. Gli antiossidanti del selenio possono aiutare a neutralizzare questo danno.’

Cervello annebbiato

Sono necessari livelli di selenio adeguati per produrre quelle che vengono chiamate selenoproteine, coinvolte in un’ampia gamma di funzioni sanitarie, motivo per cui non ottenere un impatto sufficiente su così tanti processi nel corpo, soprattutto la funzione cerebrale.

Queste selenoproteine ​​hanno un coinvolgimento diretto nelle vie di segnalazione del cervello, in particolare quelle cellule neuronali, che utilizzano un neurotrasmettitore chiamato GABA come principale molecola di segnalazione.

“Uno dei motivi per cui un selenio adeguato è così importante è che il corpo di solito prende il selenio disponibile e lo usa per aiutare a regolare la funzione tiroidea”, afferma Brogan.

“Di conseguenza, di solito c’è meno selenio disponibile per produrre più selenoproteine ​​per aiutare a supportare la funzione cognitiva e altri processi corporei, motivo per cui chi ne ha una carenza spesso segnala disturbi cognitivi, problemi di memoria e attenzione o ‘nebbia del cervello”.

Umore basso

Se soffri di umore basso o lieve ansia, la colpa potrebbe essere dei bassi livelli di selenio.

Il selenio aiuta il corpo a creare energia e a ridurre lo stress ossidativo

Una revisione degli studi pubblicati sulla rivista Nutrition Neuroscientist ha rilevato che quelli con bassi livelli di selenio si lamentavano anche di umore basso e dopo l’integrazione, riportavano un miglioramento dell’umore e una riduzione dell’ansia.

Stanchezza e debolezza muscolare

Il selenio aiuta il corpo a creare energia e a ridurre lo stress ossidativo, il che significa che più sangue ossigenato può circolare nel corpo, afferma Rick Hay, nutrizionista e docente di gestione del peso presso la London School of Naturopathic Medicine.

“Senza un’adeguata ossigenazione del sangue potresti avere stanchezza, affaticamento e persino debolezza muscolare”, afferma Hay.

La perdita di capelli

Il selenio attiva un enzima importante per la rigenerazione di importanti antiossidanti nell’organismo, come la vitamina C.

Questi promuovono la crescita e la ricrescita dei capelli uccidendo i radicali liberi dannosi e regolando la crescita e la salute delle cellule. La caduta dei capelli che si manifesta in tempi relativamente brevi e si distribuisce uniformemente può essere un segno di carenza di selenio.

Pelle e unghie scadenti

“Il selenio è necessario per formare le selenoproteine, necessarie per la creazione della glutatione perossidasi”, afferma Hay. La glutatione perossidasi è il principale antiossidante e disintossicante del tuo corpo e del tuo cervello.

“Aiuta a proteggere dai radicali liberi, quindi aiuta anche con l’aspetto della pelle e per ridurre le rughe”, afferma Hay.

Anche lo scolorimento della pelle come il pallore o lo sbiancamento intenso del letto ungueale sono segni di un’assunzione cronicamente bassa di selenio.

Raffreddori e infezioni frequenti

“La forte attività antiossidante del selenio lo rende importante per una buona salute immunitaria”, afferma Hay. “Questo fa parte della sua azione di glutatione perossidasi che protegge dal danno ossidativo”.

Il selenio ha anche proprietà antinfiammatorie, spiega Hay.

Per questi motivi, frequenti raffreddori, infezioni e un sistema immunitario generalmente poco funzionante, potrebbero segnalare un’insufficienza di selenio.

“Il selenio è essenziale anche per la produzione di spermatozoi sani negli uomini e sembra avere anche benefici cardiovascolari”, afferma Hay.

Posso essere testato?

“Tecnicamente sì, ma i test al selenio sono rari”, afferma Brogan. ‘Potresti fare un test del selenio nel sangue, per esempio, anche se questo non è qualcosa che i medici fanno di routine.

“Ma questo indicherebbe solo quanto selenio è stato consumato di recente.”

È importante mantenere l’equilibrio del selenio, motivo per cui gli integratori di qualità sono l’ideale

Gran parte del nostro selenio viene depositato nelle cellule e nei tessuti intorno al corpo (come la ghiandola tiroidea, vedi sopra), quindi gli esami del sangue potrebbero non rilevarlo, afferma Brogan.

“I test sui minerali delle ciocche di capelli sono diventati popolari, ma questi sono in genere molto imprecisi e non riflettono affatto i veri valori nutrizionali”.

Quanto mi serve?

“Bassi livelli di selenio sono pericolosi”, afferma Brogan. «Ma lo sono anche gli alti livelli. In particolare, mentre le quantità raccomandate dall’Unione Europea sono 55 mcg al giorno, in genere raccomandiamo 200 mcg (300 mcg in rari casi) di integratori di selenio organico al giorno.

“È stato dimostrato che questi livelli offrono benefici terapeutici pur essendo ben tollerati, supportati da un’ampia documentazione sulla sicurezza”.

Ma dosaggi di 1500-1600 mcg o superiori iniziano ad essere associati a danni e dosi vicine a 3000-5000 mcg possono causare danni diretti al DNA, avverte Brogan.

“È importante mantenere l’equilibrio del selenio, motivo per cui gli integratori di qualità sono l’ideale, consentendoci di consumare un adeguato selenio ogni giorno senza ottenere troppe cose buone”, afferma Brogan.

Come possiamo valutare la qualità di un integratore?

Ci sono due cose a cui prestare attenzione quando si sceglie un integratore di selenio, afferma Brogan: forma e standard di qualità.

“In termini di forma, gli integratori di selenio possono essere inorganici (compresi selenite e selenati) o organici, come quello che si trova nel lievito naturale che viene coltivato per essere arricchito di selenio”.

Il selenio organico, sottolinea, ha dimostrato di essere assorbito molto meglio dal corpo umano, afferma.

“In termini di standard e garanzia di qualità, gli integratori realizzati secondo gli standard farmaceutici sono ideali perché ciò significa che hanno poche possibilità di contaminazione con altri composti, sono stabili e conterranno accuratamente ciò che è scritto sulla confezione”, afferma Brogan.

“Di solito per identificare tale qualità, dovresti scansionare la scatola per trovare un linguaggio come “fabbricato sotto controllo farmaceutico” o chiedere direttamente al produttore se non sei sicuro.

“La maggior parte degli studi che coinvolgono prodotti di lievito arricchiti con selenio di solito optano per 200 mcg al giorno per garantire benefici per la salute”, afferma Brogan.

Selenoprecise di Pharma Nord (a sinistra £ 7,25 da Healthista Shop) contengono 100 mcg per compressa e sono fatti da lievito di selenio biologico e biodisponibile. Sono prodotti in Danimarca sotto il controllo farmaceutico e gli studi hanno dimostrato che l’89% del supplemento viene assorbito dall’organismo, una quantità significativamente superiore al selenio inorganico. Si consigliano due compresse al giorno.

Chi non dovrebbe assumere il selenio?

“I prodotti a base di lievito di selenio come Selenoprecise (sopra) contengono minuscole tracce di lievito, certamente non sufficienti a causare o contribuire a problemi legati al lievito come la candida albicans, ma quelli con gravi allergie ai lieviti dovrebbero essere cauti”, afferma Brogan.

“Alcuni esperti ritengono anche che quelli che assumono cisplatino (un tipo di farmaco chemioterapico) non dovrebbero assumere selenio: se sei tu, è meglio parlare con il tuo oncologo”.

Altri contenuti di Healthista:

Perché il tuo corpo ha bisogno di magnesio

6 ricette senza glutine con il fattore wow

Hai la depressione? Ecco perché l’assunzione di omega 3 potrebbe aiutare

9 benefici della caffeina dimostrati dalla scienza PLUS quale tipo è più salutare

RELATED ARTICLES
- Advertisment -
Google search engine

Most Popular

Recent Comments