martedì, Maggio 24, 2022
HomeBenessereSalute9 cause dell'alitosi da risolvere prima della prossima conversazione

9 cause dell’alitosi da risolvere prima della prossima conversazione

Un nuovo studio ha rilevato che tre quarti di noi considerano l’alitosi un enorme colpo di fiducia. Questa guida del dentista per correggere le cause ti renderà più popolare

Se sei come molti di noi, probabilmente ti preoccupi dell’alitosi. In effetti, una nuova ricerca ha scoperto che il 75% delle persone ha ammesso che il solo pensiero di avere l’alitosi ha messo in crisi la propria fiducia.

Il dottor Mervyn Druian, un importante dentista londinese, afferma: “L’impatto di uno stile di vita e di una dieta in evoluzione significa che dobbiamo adattare la nostra routine di igiene orale”.

Ogni giorno vengono bevute 95 milioni di tazze di caffè sbalorditive, che si sommano a un sacco di sgradevoli respiri di caffè stantio!

Il sondaggio di OnePoll, commissionato da Ultradex, ha anche rilevato che due persone su tre hanno ammesso di doversi allontanare dall’alito sgradevole di qualcun altro almeno una volta alla settimana e poco meno della metà degli intervistati ha ammesso di avere l’alitosi. Ev.

Non sorprende tuttavia, poiché uno studio del 2013 pubblicato sul Journal of Natural Science, Biology and Medicine ha riportato che uno sbalorditivo 50% del pubblico in generale soffre di alitosi o alitosi persistente.

C’è un semplice test che puoi fare, dice la British Dental Foundation. Basta leccare l’interno del polso, attendere dieci secondi e annusare: se l’odore è cattivo, puoi essere abbastanza sicuro che lo sia anche il tuo respiro.

Hai delle cavità

L’alitosi persistente è solitamente causato dai gas maleodoranti rilasciati dai batteri che ricoprono denti, gengive e lingua.

Inoltre, i frammenti di cibo che rimangono incastrati tra i denti e sulla lingua marciscono e talvolta possono causare un odore sgradevole.

I batteri sui nostri denti e gengive (chiamati “placca”) causano anche malattie gengivali e uno dei segnali premonitori di malattie gengivali è che hai sempre l’alito cattivo o un cattivo sapore in bocca.

La carie ha lo stesso effetto: infatti, lo studio del 2013 ha rilevato che il 90% dei casi di alitosi era causato da carie nella bocca.

Controlli dentali regolari, spazzolatura e uso del filo interdentale due volte al giorno possono aiutare a sbarazzarsi dei batteri che si trovano intorno alla bocca e causano l’alitosi.

…o malattie gengivali

La malattia gengivale è una delle malattie più comuni ma silenziose di cui la maggior parte delle persone non è a conoscenza.

“La malattia gengivale è una malattia batterica all’interno della bocca e da essa si sente un odore”, spiega il dottor Druian, che è anche fondatore del London Centre for Cosmetic Dentistry, “Ha un odore piuttosto caratteristico, quindi è spesso diverso da alcuni dei altri cattivi odori dell’alito.’

Il primo segno di malattia gengivale è il sanguinamento.

“Per alcune persone, quando si lavano i denti e sputano, vedono del sangue nel lavandino e pensano che sia normale.

“Ma davvero, se ti lavassi le mani e loro sanguinassero quando le lavavi, ti preoccuperesti e andresti da un dottore, quindi è la stessa cosa. Se la tua bocca sanguina, c’è ovviamente qualcosa che sta succedendo”, afferma il dottor Druian.

Il secondo stadio della malattia gengivale è spesso l’odore e dovresti anche essere in grado di notare che i tuoi denti diventano più sensibili al freddo e si sentono leggermente traballanti, poiché le gengive tendono a restringersi e gonfiarsi.

Una delle principali cause di malattie gengivali non è lavarsi i denti e usare il filo interdentale due volte al giorno, quindi lo ripeteremo, nel caso in cui non l’avessi fatto la prima volta.

Cosa hai appena mangiato (o bevuto)

“Cibi forti come aglio e cipolle possono aumentare il problema dell’alitosi”, afferma il nutrizionista Rick Hay.

“Ma anche qualsiasi cibo pungente come formaggi puzzolenti, alcune spezie e verdure forti come il cavolo, che possono indugiare in bocca e anche nel tratto gastrointestinale, causando alitosi e rutti maleodoranti”.

“L’alito del caffè esiste e l’alitosi può essere causato da cibo e bevande, curry e fumo”, conferma il dottor Druian.

‘Danno un problema di alito cattivo a breve termine, ma va abbastanza rapidamente.

“Se sei in forma e in salute, il tuo corpo e la tua saliva possono lavare via naturalmente gli alimenti e aiutare a neutralizzare gli odori abbastanza rapidamente, quindi è qualcosa di cui non dovresti preoccuparti così tanto”, afferma il dottor Druian.

Per gli amanti del caffè che vogliono nascondere le tracce dell’alito del caffè, il dottor Druian suggerisce di bere con una cannuccia.

Spiega che bere con una cannuccia aiuta i liquidi a bypassare i denti e la lingua, il che significa che non si deposita e i denti non si macchiano.

Se bere caffè con una cannuccia è troppo lungo (o se la gomma da masticare non fa per te), le nuove bustine di colluttorio UltraDEX OneGo (rimaste £ 5 per 10 da Boots) sono un ottimo nuovo portatile ‘on-the-go ‘ alternativa con bustine liquide monouso di collutorio UltraDEX, che è stato scientificamente provato per eliminare i cattivi odori dell’alito per 12 ore.

Il dottor Druian afferma: “Sono anni che raccomando UltraDEX ai miei pazienti. Prodotti come le nuove bustine UltraDEX One GO sono perfetti per le persone impegnate che vogliono rinfrescare istantaneamente l’alito e sentirsi sicure che l’alito rimarrà fresco per tutto il giorno. La tecnologia avanzata e la scienza clinicamente testata dietro i prodotti significa che elimina l’alitosi istantaneamente e dura 12 ore.’

Non ti stai pulendo la lingua

“Alcune persone prendono l’alito cattivo non pulendo la lingua”, afferma il dottor Druian. ‘La lingua ha milioni di piccoli peli e quei piccoli peli intrappolano cibo e batteri nel tempo. È davvero importante che le persone si puliscano la lingua regolarmente almeno due volte a settimana.

‘Puoi pulirti la lingua usando lo spazzolino da denti o se stai cercando qualcosa di più efficace, puoi usare speciali raschietti per lingua, che durano fino a un anno.

Tutto ciò che serve sono tre graffi: uno al centro e uno su ciascun lato, e poi il gioco è fatto”, consiglia Druian. Prova Orabrush Tongue Scraper £ 5,20 da Boots

Il tuo farmaco

Farmaci come diuretici, antidepressivi, antistaminici e miorilassanti possono seccare la saliva in bocca e provocare una maggiore crescita di batteri, che a volte possono causare l’alitosi.

L’alitosi può anche essere causato da alcuni problemi medici. La “bocca secca” (xerostomia) è una condizione che significa che la tua bocca produce meno saliva. Questo provoca l’accumulo di batteri in bocca e questo porta all’alitosi.

I tuoi batteri intestinali

Tutto ciò che sconvolgerà il microbioma, ovvero i batteri intestinali, può portare all’alitosi, afferma il nutrizionista Hay. Questo include alcol, stress e, ancora, troppo caffè.

Ma anche troppa carne può. “Se stai mangiando molte proteine ​​animali, queste possono rimanere più a lungo nel tratto gastrointestinale e se i tempi di transito intestinale sono lenti [that is, if you’re not as regular as you’d like] il tuo alito puzzerà di più perché il cibo si sta putrefando nell’intestino”, dice Hay.

Assicurati di mangiare molti cibi che possono aiutare a favorire il passaggio degli alimenti attraverso le tue viscere, ad esempio, aggiungere un cucchiaio di semi di lino o bucce di psillio a un frullato ogni giorno può fare miracoli

Hai una flebo post-nasale

Una flebo post-nasale è il punto in cui i batteri arrivano dalla parte posteriore del naso fino alla lingua, dando cattivi odori all’alito.

“Questo è qualcosa che il dentista sarà in grado di controllare per te”, afferma il dottor Druian. “Se ce l’hai, è una questione di vedere un medico che può darti degli antibiotici per sbarazzartene o che possono lavarti il ​​naso”.

Quell’infezione persistente

Anche le infezioni alla gola, al naso o ai polmoni come sinusite o bronchite, nonché problemi di diabete, fegato o reni possono causare l’alitosi. Se il tuo dentista scopre che la tua bocca è sana, potresti essere indirizzato al tuo medico di famiglia o a uno specialista per scoprire la causa del tuo alito cattivo.

La tua fobia dei carboidrati

Se segui la dieta chetogenica alla moda, o la Atkins o qualsiasi altra dieta a basso o senza carboidrati, potresti perdere peso, ma potresti anche perdere amici perché tali diete possono causare chetosi (dove il corpo brucia i grassi come carburante ) e l’alitosi.

Infatti, quando i ricercatori della Yeshiva University di New York, hanno confrontato i soggetti che seguivano una dieta a bassissimo contenuto di carboidrati con quelli che seguivano una dieta povera di grassi, hanno scoperto che più persone nel primo gruppo hanno riferito di avere l’alitosi rispetto al secondo.

Le diete povere di carboidrati limitano di proposito l’assunzione di carboidrati e costringono il tuo corpo a utilizzare i suoi depositi di grasso per produrre energia: di solito usa il glucosio per produrre energia, che è ciò in cui i carboidrati si scompongono. La chetosi si verifica quando il tuo corpo scompone il grasso per produrre energia.

Gli acidi grassi vengono quindi convertiti in chetoni, che sono sostanze chimiche naturali che il tuo corpo produce quando bruci i grassi per produrre energia. Questi includono beta-idrossibutirrato, acetoacetato e acetone e quest’ultimo può lasciare l’alito profumato come un solvente per unghie e indicare che il tuo corpo è in uno stato chetogenico.

“Puoi avere una piccola quantità di buoni carboidrati senza rovinare la tua dieta”, dice Rick Hay. “Se ti attieni a circa 20 grammi di carboidrati al giorno, cioè circa due terzi di una tazza, e mantieni carboidrati buoni come patate dolci, quinoa e riso integrale, potresti potenzialmente eliminare il problema dell’alitosi ma perdere comunque peso. ‘

Altri contenuti di Healthista:

La verità sull’alitosi

6 cose sorprendenti che causano l’alitosi

10 abitudini di vita di tutti i giorni che rovinano la salute dell’intestino

10 segni sorprendenti di problemi intestinali

Ricetta frullato proteico di 30 secondi con probiotici

Una cura per l’IBS? Questa pillola probiotica è scientificamente provata per aiutare

ARTICOLI CORRELATI

I PIÙ POPOLARI