Che cos'è l'affaticamento visivo digitale?

0
79

Lavorare davanti a un computer, sia in ufficio che in casa, è più comune che mai, quindi non sorprende che anche l'affaticamento degli occhi stia diventando sempre più diffuso. Questo perché i nostri occhi non sono progettati per concentrarsi su dispositivi digitali tutto il giorno, e farlo regolarmente per lunghi periodi può causare alcuni risultati spiacevoli. In questo articolo, esaminiamo cos'è l'affaticamento visivo digitale in modo da poter sviluppare una migliore comprensione di come trattarlo in futuro.

Come si verifica l'affaticamento visivo digitale

L'affaticamento visivo digitale può causare nel tempo tutti i tipi di effetti collaterali che possono colpire i tuoi occhi, facendoli diventare doloranti, stanchi, secchi, pruriginosi o brucianti e può anche causare mal di testa ed emicranie, il tutto dal guardare qualcosa di semplice come un computer , tablet o smartphone! Anche se potresti essere tentato di visitare un oculista a South Yarra il più rapidamente possibile, ci sono molti passaggi che puoi intraprendere per gestire le tue condizioni da solo.

È innanzitutto importante sapere come si sviluppa esattamente la condizione: non è solo il fatto che c'è uno schermo luminoso di fronte a te, ma si concentra così intensamente sullo schermo che fa il danno, in particolare quando è per lunghi periodi di tempo contemporaneamente . Anche lontano dai computer, tenere lo smartphone costantemente vicino al nostro viso non consente ai nostri occhi un riposo adeguato nemmeno per un momento. Coloro che non attivano un filtro per la luce blu sul telefono e amano utilizzare un grado elevato di retroilluminazione (in particolare di notte) scopriranno spesso di soffrire di affaticamento degli occhi da moderato a grave e alla fine avranno problemi a dormire la notte.

Come gestire e prevenire l'affaticamento visivo digitale

Ci sono anche alcune altre cose che contribuiscono all'affaticamento degli occhi che potresti essere sorpreso di apprendere: gli schermi ci fanno battere meno le palpebre, il che riduce la produzione di lacrime e provoca irritazione agli occhi, e esercitare una cattiva postura iniziando dallo schermo di un computer può causare spiacevoli problemi al collo e alla schiena. La soluzione a tutti questi problemi, tuttavia, è ovvia: alzati e fai una passeggiata ogni tanto.

Fare una passeggiata all'aperto (lontano dall'illuminazione artificiale) ti darà la possibilità di allungarti e concedere ai tuoi occhi un momento di relax. Se non sei sicuro di come farlo come parte di una routine, considera potenzialmente la regola 20-20-20, che prevede di fare una pausa di 20 secondi e guardare qualsiasi oggetto a 20 piedi (o 7 metri) di distanza per ogni 20 minuti davanti a un dispositivo digitale. Tuttavia, se non hai il lusso di uscire troppo regolarmente durante l'orario di lavoro, potresti invece considerare di investire in occhiali che filtrano la luce blu per evitare che i tuoi occhi si affaticino troppo nel tempo (e questi ti aiuteranno a dormire meglio la notte anche).

Tutto questo suona familiare?

Se in genere lavori davanti a uno schermo tutto il giorno, ci sono buone probabilità che tu rappresenti uno del 65% degli australiani che soffre regolarmente di affaticamento degli occhi digitale. Se era solo un sintomo che pensavi fosse normale e che stavi sopportando, è utile sapere che cambiare le tue abitudini digitali può aiutarti a migliorare la tua qualità di vita e la salute dei tuoi occhi a lungo termine.