giovedì, Gennaio 27, 2022
HomeBenessereSaluteCosa sta succedendo VERAMENTE alla tua salute intestinale?

Cosa sta succedendo VERAMENTE alla tua salute intestinale?

Gonfiore. Dolore addominale. Flatulenza. Una nuova ricerca del primo sondaggio sulla salute dell’intestino di Healthista ha scoperto che questi sono i nostri problemi e stiamo soffrendo in silenzio

Ogni mese oltre 100.000 persone digitano la parola “gonfiore” su Google. Allo stesso modo, si trovano anche termini di ricerca elevati per “IBS” e “mal di stomaco”.

Data la quantità di feedback che riceviamo dai lettori, i sintomi intestinali sono un problema di salute chiave per le donne. Ecco perché abbiamo dedicato le prossime quattro settimane a uno speciale sulla salute dell’intestino.

Per dare il via a questo e per avere un quadro reale della salute intestinale delle donne nel Regno Unito, abbiamo chiesto ai nostri lettori – 1700 di voi di età compresa tra 25 e 65 anni – i dettagli dei sintomi intestinali, dal dolore al gonfiore al gas e come influenzano le vostre vite .

Ecco un’istantanea di ciò che abbiamo trovato:

Quasi la metà delle donne ha gonfiore, flatulenza e dolore alla pancia, ma niente aiuta

Ahia. Siamo rimasti scioccati quando la nostra ricerca, condotta in associazione con Nutri Advanced, ha scoperto che un incredibile 49% delle donne ha riferito di avere sintomi intestinali come gonfiore, dolore addominale e flatulenza, ma nulla ha aiutato.

Allora perché così tanti di noi hanno riferito di non aver trovato nulla per risolvere i nostri sintomi intestinali?

“La consapevolezza di ciò che causa flatulenza e gonfiore è piuttosto bassa tra gli operatori sanitari, in particolare i medici”, afferma la nutrizionista Katherine Pardo.

La buona ecologia intestinale – l’equilibrio tra batteri buoni e cattivi – sta appena diventando riconosciuto dalla professione medica come avere una grande influenza sulla salute, spiega.

“A volte la soluzione potrebbe essere semplice come assumere un probiotico, ma a volte potrebbe essere necessario un approccio più approfondito per ripristinare una sana funzione intestinale, in cui la persona potrebbe dover affrontare ulteriori fattori dietetici, nutrizionali e di stile di vita”.

Una donna su cinque ha la sindrome dell’intestino irritabile (IBS)

Uno su cinque di voi aveva la sindrome dell’intestino irritabile (IBS), un altro cinque per cento una grave malattia intestinale come il morbo di Ceohn o la colite e solo un quarto non ha riportato alcun sintomo intestinale. È stato un quadro doloroso, e non ci aspettavamo di essere così in alto.

Dei tuoi sintomi più diffusi, il gonfiore (42,75%) è stato di gran lunga il problema più grande, seguito da flatulenza (16%), crampi e dolore allo stomaco (12%) e poi stitichezza (10%).

“Un numero enorme di persone vive quotidianamente con questi sintomi e potrebbe anche non pensare di dover fare qualcosa al riguardo – sembra semplicemente accettarlo come una parte normale della vita”, afferma Pardo.

“Spesso le donne diranno che iniziano la giornata con una pancia piatta/normale e progressivamente nel corso della giornata diventano sempre più gonfie”, spiega. “Questo è incredibilmente comune e molte persone possono provare a rimuovere cose come pane e pasta dalla loro dieta prima di considerare altre opzioni come eliminare i latticini o essere testati per le intolleranze.

“La maggior parte delle persone probabilmente non andrebbe dal medico a meno che non provi dolore e disagio significativi e costipazione e/o diarrea associati”, dice Pardo.

“A questo punto possono ottenere una diagnosi di IBS, che è stata storicamente considerata una condizione correlata allo stress, con poche soluzioni mediche efficaci a lungo termine”.

Il 48% ha visto un medico per i suoi sintomi intestinali

Di quasi la metà delle donne che hanno visto un medico per i loro sintomi intestinali, un enorme 73% di quelle non ha ricevuto alcun aiuto da loro. Non è un segreto che i medici trovino difficile affrontare problemi come gonfiore e IBS. Ma perché?

“In genere i medici non hanno la conoscenza della funzione gastrointestinale e della nutrizione, poiché non è una parte fondamentale della loro formazione”, afferma Pardo. ‘E spesso capita che la soluzione a un problema intestinale risieda nell’intestino e nella nutrizione del paziente.

“Sempre più medici stanno iniziando a rendersi conto dell’importanza di un intestino sano e di come i fattori della dieta e dello stile di vita influenzino la funzione intestinale, ma è ancora solo una percentuale relativamente piccola”, afferma Pardo.

Il 33% ha avuto sintomi intestinali per oltre un DECENNIO

Oh. Solo wow. Per oltre un terzo dei nostri intervistati, la sofferenza in silenzio è diventata la norma e hanno convissuto con i loro sintomi per oltre dieci anni. Un altro 30% ha accusato dolore, gonfiore, flatulenza e altri sintomi per cinque anni.

Questo è chiaramente un problema a lungo termine: solo il 7% ha affermato che i sintomi sono iniziati sei mesi o meno fa.

“C’è una tendenza generale ad accettare solo sintomi come flatulenza e gonfiore come parte della vita”, afferma Pardo.

‘Inoltre, la mancanza di cure mediche efficaci porta le persone a soffrire per lungo tempo di sintomi più gravi.

“La maggior parte delle persone proverà varie cose per aiutare, ma senza una guida su quali siano i migliori trattamenti alternativi, potrebbero scoprire che nulla funziona davvero per loro a lungo termine”.

Forse come risultato di aver provato di tutto, la nostra ricerca ha anche scoperto che un quarto delle donne ha speso ben 500-2000 sterline per sistemare la propria salute intestinale – una somma dolorosamente alta considerando la mancanza di soluzioni che stanno ottenendo.

Oltre il 50% non conosce la causa dei suoi sintomi intestinali

Per il 54% degli intervistati, la causa dei loro problemi intestinali era un mistero, mentre solo il 12% sapeva cosa c’era alla base dei loro problemi e uno sbalorditivo 67% non aveva avuto alcuna diagnosi.

Quindi, c’è un buon test che può aiutare?

“Ci sono test che puoi fare attraverso un nutrizionista che può aiutare a individuare cosa sta succedendo nell’intestino: un buon nutrizionista sarebbe in grado di raccomandare quale sarebbe il migliore e un ciclo di trattamento appropriato in base ai risultati, “dice Pardo.

Cosa ti fa gonfiare? Latticini, grano, glutine e stress

Mentre quasi il 37% ha risposto “Onestamente non lo so” alla domanda “Cosa ti fa gonfiare”, altri erano un po’ più consapevoli dei loro fattori scatenanti.

Di gran lunga il più grande colpevole di gonfiore è stato il grano con il 35% degli intervistati che afferma che li ha fatti gonfiare. Per un altro 28% “avere il ciclo” è stato un fattore scatenante e circa un quarto ha detto stress (27%), latticini (26%) e glutine (25%).

Circa uno su dieci si è gonfiato a causa della frutta, mentre uno su 20 ha manifestato sintomi dopo aver mangiato carne (6%), noci o semi (5%).

“Non conoscere la causa dei sintomi può essere debilitante e stressante per i pazienti”, afferma Pardo – ricorda che il 67% degli intervistati non ha avuto diagnosi.

Allora cosa causa il gonfiore?

“Più comunemente, il gonfiore è causato da un accumulo di gas prodotto dai batteri intestinali – nell’intestino o nell’intestino tenue (SIBO) – oa causa di un’infiammazione dovuta a sensibilità alimentari”, spiega Pardo.

Il 15% delle donne si gonfia OGNI volta che mangia

Parla di sconcertante. Immagina di sapere che ti saresti gonfiato ad ogni pasto? Questo è esattamente il caso del 15% dei nostri lettori. Per un altro 13% era una volta al giorno e quasi uno su cinque si gonfia 2-3 volte a settimana.

Vuoi sapere cosa fare per i sintomi intestinali?

Lo speciale sulla salute dell’intestino di Healthista si svolge ogni lunedì per le prossime quattro settimane: notizie, caratteristiche e consigli di esperti che coprono tutti gli aspetti della salute dell’intestino. Abbiamo te – e il tuo gonfiore – coperto.

Contenuti correlati a Healthista:

10 abitudini di vita quotidiana che rovinano la salute dell’intestino

La mia dieta vegana mi ha rovinato l’intestino

10 segni sorprendenti di problemi intestinali

ARTICOLI CORRELATI

I PIÙ POPOLARI