sabato, Ottobre 1, 2022
HomeBenessereSaluteDalle coliche all'eruzione cutanea: 7 motivi per cui il tuo bambino sta...

Dalle coliche all’eruzione cutanea: 7 motivi per cui il tuo bambino sta piangendo ed esattamente cosa fare

Jan Tilley, un’ostetrica in pensione con 40 anni di esperienza nel SSN, ti spiega i motivi comuni che stanno dietro al pianto dei bambini e esattamente cosa fare al riguardo, oltre a consigli se viaggi con un neonato

Dei 679.100 bambini nati in Inghilterra e Galles l’anno scorso, c’è una cosa che tutti hanno in comune. Loro piangono.

Per quanto riguarda le ragioni, beh, se i neonati potessero parlare, i genitori di tutto il mondo sembrerebbero e si sentirebbero molto meno stressati. Ma non possono, così tante nuove mamme e papà rimangono persi, in preda al panico e tengono letteralmente in braccio il bambino che urla, non sapendo come aiutare i loro piccoli.

Che tu sia in vacanza con un neonato o che stia negoziando biberon e pannolini nel comfort di casa tua, non c’è niente di meglio della voce dell’esperienza per alleviare il panico e fornire un consiglio amichevole (e collaudato).

Jan Tilley (a sinistra) è un’ostetrica in pensione di 60 anni specializzata nel trattamento dei disturbi del bambino.

Dopo 40 anni di servizio nel SSN come consulente per le neomamme su come gestire i loro neonati, Tilley ha assistito a quasi tutti i disturbi comuni del bambino.

In questo rapporto pratico sulla cura del bambino durante le vacanze, Tilley parla con l’editore di Healthista Anna Magee, usando la sua voce calma e la sua conoscenza infinita per fornire una guida passo passo per riconoscere i disturbi comuni dietro il tipico pianto di un bambino, specialmente durante il viaggio, ed esattamente cosa aiuta.

Motivo per il pianto del bambino n. 1: PRESSIONE DELL’ARIA

“Puoi volare con un neonato di appena due giorni”, dice Tilley. “Ma controlla con la compagnia aerea poiché ognuna avrà una politica diversa per quanto riguarda l’età minima che un bambino deve avere per volare”.

Quando voli con un bambino, proprio come gli adulti, i loro nasi sono tappati e provocano dolore, soprattutto alle orecchie.

Di conseguenza, spesso urleranno l’aereo verso il basso, finché i genitori non troveranno finalmente un modo per sistemarli.

“Il pianto è dovuto al fatto che il bambino è terribilmente a disagio poiché la pressione dell’aria fa gonfiare la tromba di Eustachio”, dice Tilley.

“Poiché questo tubo collega la cavità nasale all’orecchio medio, il bambino può sentire un dolore terribile alle orecchie.

“Come per gli adulti a cui spesso viene dato un dolce da succhiare per dare sollievo, dare al bambino un ciuccio o un ciuccio può aiutare perché l’azione di suzione fornisce fluido che può calmare i passaggi nasali e alleviare la pressione.”

Ma cosa succede se il naso del bambino è bloccato allo stesso tempo, il bambino non sarà in grado di respirare? “Sì, ma in tal caso il bambino sputerà semplicemente fuori il manichino”, dice Tilley.

“Sono troppo carino per piangere così”

Motivo per il pianto del bambino n. 2: NASO CHIUSO

“Un bambino piccolo non può soffiarsi il naso allo stesso modo di un bambino più grande, quindi mamme e papà devono tenere d’occhio i pezzetti croccanti intorno alle narici del bambino che possono segnalare che ha il naso chiuso”.

Ma non farti prendere dal panico se tuo figlio sembra avere molti raffreddori e fiuto, dice Tilley. “I bambini devono essere esposti a insetti minori come infezioni batteriche e virali per aiutare a rafforzare il loro sistema immunitario”.

In effetti, secondo il SSN, è normale che un bambino abbia circa otto raffreddori all’anno.

Cosa fare: “Le gocce nasali aiuteranno se il naso del bambino è otturato dal muco”, dice Tilley.

‘Le gocce nasali di Snufflebabe (£ 3,05 per gocce e £ 4,07 per spray di Boots) contengono solo soluzione salina, quindi sono delicate e sono disponibili anche in forma spray o contagocce che è conveniente per il volo.

“Le gocce nasali saline dissolveranno il muco essiccato e ridurranno la croccantezza e se stai volando, alcune gocce nelle narici di un bambino prima di decollare possono essere un’ottima strategia di prevenzione”, afferma Tilley.

Ma poi, come sanno gli adulti, spesso le gocce nasali non funzionano: c’è semplicemente troppo moccio lì dentro.

“Se le gocce nasali non funzionano, puoi seguirle con un aspiratore nasale per bambini”, suggerisce Tilley.

«Questi sono piccoli aggeggi che puoi ottenere dal tuo farmacista. Dopo aver applicato le gocce nasali, metti delicatamente un’estremità nella narice del bambino e l’altra estremità nella bocca di mamma, papà o tata che poi aspira delicatamente il muco.

Tilley consiglia l’aspiratore nasale di Snufflebabe (£ 8,49 da Boots) perché “ha un serbatoio nel mezzo che è più igienico di altri aspiratori perché cattura il muco durante la salita, quindi i genitori non lo prendono in bocca”.

È tutta una questione di praticità, dopotutto.

Motivo per il pianto del bambino n. 3: COLIC

Ci sono diversi tipi di pianto nei bambini, afferma Tilley, e un bambino che piange con le coliche è solitamente facilmente identificabile.

“Un pianto davvero acuto con un bambino che porta le ginocchia al petto, con il bambino che spesso diventa rosso in faccia, è una buona indicazione di coliche”, dice Tilley.

Colic è il nome del pianto eccessivo e frequente in un bambino che sembra essere altrimenti sano, colpisce fino a un bambino su cinque e di solito scompare quando un bambino compie sei mesi.

“Questo tipo di pianto si verifica spesso nel tardo pomeriggio o alla sera e può durare diverse ore, lasciando i genitori esausti e tesi”, dice Tilley.

Cosa fare: “Cerca di avere pazienza con il bambino e alleviare ogni tensione – i bambini possono percepirlo – e confortare e tenere il bambino”, consiglia Tilley.

“Puoi anche provare le coliche come quelle fatte con il mio Dentinox (a partire da £ 2,02 da Boots)”, dice. «Se dovessi metterne un po’ in una tazza di acqua schiumosa, la schiuma scomparirebbe. Se il motivo della colica del tuo bambino è un accumulo di gas e bolle nella pancia, queste gocce funzioneranno a meraviglia”.

Ma potrebbe essere più complicato e ci sono alcuni motivi per consultare il medico.

Ad esempio, se il bambino ha un pianto debole, acuto o continuo, sembra floscio quando lo prendi in braccio, non sta allattando, sta vomitando (vedi sotto), ha la febbre di 38°C o superiore (se sono meno di tre mesi) o 39°C o superiore (se hanno da tre a sei mesi), diventa blu, macchiato o molto pallido, ha problemi respiratori, come respirare rapidamente o grugnire durante la respirazione, dovresti portarli da un medico .

‘Capitalo oooouuutttt!!!’

Motivo per il pianto del bambino n. 4: eruzione cutanea

“Se stai andando in un paese caldo – o anche nell’attuale caldo nel Regno Unito – l’eruzione cutanea è probabilmente il motivo principale per cui i bambini si sentono a disagio e piangono perché non sono abituati al clima”, afferma Tilley.

Una tipica eruzione cutanea da calore appare come una pelle in rilievo e macchiata con piccole puntine di arrossamento, un po’ come il calore pungente negli adulti, spiega Tilley.

“Ma la pelle di un bambino non è in grado di farcela perché non sudano come fanno gli adulti, quindi è importante raffreddare i bambini il più possibile.

“I bambini non muoiono a causa dell’eruzione cutanea, non è un problema critico ma è un vero disagio per loro”, afferma Tilley.

Cosa fare: “Inizia usando acqua tiepida su una lavatrice e asciugando il bambino, assicurandoti che sia in un’atmosfera fresca o almeno all’ombra e coprilo con un po’ di cotone”, consiglia Tilley.

‘Assicurati che il bambino non indossi o avvolto in tessuti artificiali quando fa caldo: qualsiasi cosa elasticizzata come le tutine di solito conterrà un tessuto artificiale che non sarà traspirante come il puro cotone che assorbe delicatamente il calore e aiuta mantenere il corpo fresco”, afferma Tilley.

Per evitare il surriscaldamento del bambino, metti un ventilatore nella stanza ma non nella linea diretta del bambino, consiglia.

‘Se sono ancora brizzolati e graffianti, applica una lozione alla calamina vecchio stile (£ 1,25 da Superdrug): è il miglior rimedio per l’eruzione cutanea.

“Naturalmente, se l’eruzione cutanea di un bambino è accompagnata da una temperatura superiore a 38 o 39 gradi centigradi, è importante che consultino un medico”, afferma Tilley.

“Se ci togliessi questi vestiti e ci mettessi del cotone fresco, saremmo felici”

Motivo per il pianto del bambino n. 5: IRRITANTI PER L’AMBIENTE

“Nei paesi continentali le persone fumano ancora molto e anche se questo è all’aperto, può davvero irritare le vie nasali di un bambino”, afferma Tilley.

“Inoltre, è spesso più secco sul continente, c’è più polline e frammenti di alberi cadono come quelli sotto cui potresti stare all’ombra – tutto ciò può essere irritante per la respirazione e le vie nasali di un bambino, soprattutto se si tratta di un clima e di un ambiente diverso da quello a cui sono abituati a casa.’

Cosa fare: “Fai attenzione allo sputtering generale e alla tosse in un bambino”, dice Tilley.

“Se stanno ovviamente reagendo a un nuovo ambiente, puoi usare un po’ di vapore sulla pancia del bambino se ha più di tre mesi.

‘Durante il giorno, cerca di tenere il bambino in posizione verticale durante l’oscillazione in modo che il muco in eccesso possa defluire.

“Di notte, se hanno meno di tre mesi, prova alcune gocce di olio di vapore contenente eucalipto, melaleuca e limone in una ciotola di acqua tiepida vicino al lettino per aiutare a calmare il bambino e schiarirsi il naso”, dice Tilley.

‘Non consigliamo mai i cuscini per i bambini, ma puoi mettere un asciugamano arrotolato sotto la parte superiore del materasso per sollevare leggermente la testa del bambino.

‘Se il bambino non dorme, non mangia e soprattutto non beve [see below] è importante consultare un medico il più rapidamente possibile.’

“E voi dovreste essere gli adulti?”

Motivo per il pianto del bambino #6: DIARREA E VOMITO

“Un bambino che piange a causa della diarrea o del vomito è molto grave”, dice Tilley. “Ciò è dovuto principalmente al rischio di disidratazione, che è pericolosa per la vita perché un bambino che perde liquidi si deteriora molto rapidamente”.

Un bambino allattato al seno avrà molte meno probabilità di contrarre infezioni da diarrea e vomito poiché è meno esposto a potenziali infezioni rispetto ai bambini allattati artificialmente, afferma Tilley.

Cosa fare: “Rivolgiti al pronto soccorso o da un medico il più rapidamente possibile e nel frattempo cerca di portare liquidi sotto forma di acqua bollita e raffreddata nel tuo bambino con contagocce delicati o un biberon”, dice Tilley.

Motivo per il pianto del bambino n. 7: DISIDRATAZIONE

I genitori devono essere consapevoli dei segni che il loro bambino è disidratato, specialmente durante le vacanze nei climi più caldi o durante il clima molto caldo nel Regno Unito, consiglia Tilley.

“Quando fa caldo, al bambino devono essere somministrati più liquidi”, dice Tilley. “Se un bambino viene allattato al seno, è molto meno probabile che si disidrati perché la mamma può semplicemente inserire il bambino sul seno quando il bambino lo desidera”.

Cosa fare: “Se il bambino viene allattato al seno, lascia che allatti il ​​bambino quanto vuole”, suggerisce Tilley. “Se vengono allattati artificialmente, dai loro le loro formule normali con molte bevande extra di acqua bollita raffreddata nel mezzo”.

Conosci i segni della disidratazione in un bambino, suggerisce. “Cerca una tosse secca e roca, labbra secche o screpolate e, soprattutto, in un bambino piccolo, un tuffo nel punto molle sulla sommità della testa sono segni di disidratazione che richiedono cure mediche”, afferma Tilley.

Anche i gruppi di supporto, come Cry-sis, possono aiutare e consigliare se ne hai bisogno. Puoi contattare la linea di assistenza Cry-sis per un consiglio allo 0845 122 8669 (9:00-22:00, sette giorni su sette). Sono l’unico ente di beneficenza del Regno Unito creato appositamente per aiutare i genitori ad affrontare i loro bambini che piangono.

Per ulteriori informazioni, consultare il sito web del SSN.

Contenuti correlati di Healthista:

Pilates post-natale di 15 minuti per stringere la pancia dopo il parto

Cosa sta davvero causando il mal di pancia di tuo figlio PIÙ 5 semplici scambi che potrebbero aiutare

12 modi per aumentare la tua fertilità: la guida dell’esperto

5 motivi per cui non hai perso peso

RELATED ARTICLES
- Advertisment -
Google search engine

Most Popular

Recent Comments