giovedì, Ottobre 21, 2021
Home Benessere Salute Ecco com'è passare attraverso la riassegnazione di genere

Ecco com'è passare attraverso la riassegnazione di genere

Ne consegue una nuova battaglia legale poiché l'uomo transgender vuole essere padre sul certificato di nascita del bambino. Le leggi sulla fertilità potrebbero essere messe in discussione. Kirone McCaffrey ha subito una serie di interventi chirurgici di riassegnazione di genere tra il 2012 e il 2015. Parla esclusivamente con Healthista

Un uomo transgender, che ha da poco partorito, è al centro di un processo storico. Attualmente è in corso di esame dal giudice del tribunale familiare più anziano sia in Inghilterra che in Galles.

L'uomo desidera essere identificato come il genitore o il padre del bambino sul certificato di nascita, ma non può farlo poiché l'ufficiale di stato civile gli ha detto che la legge richiede che coloro che partoriscono debbano essere registrati come madri.

Ora ha intrapreso un'azione legale contro l'ufficio del registro generale, lamentando discriminazione. Se dovesse vincere la causa, il bambino sarà la prima persona nata in Inghilterra che non avrà legalmente una madre.

Questo uomo transgender, non nominato per motivi legali, non è il primo uomo transgender a partorire. Le leggi sulla fertilità sono ora messe in discussione e alla fine potrebbero dover cambiare.

Theresa May è stata applaudita ai Pink News Awards nel 2017, promettendo di cambiare le leggi perché essere transgender "non è una malattia". Ha promesso di "snellire e de-medicalizzare" il processo di cambiamento di genere, eliminando la necessità di una diagnosi medica di disforia di genere. Intende apportare modifiche al Gender Recognition Act per riflettere gli atteggiamenti moderni aggiornati nei confronti del transgender. "Stiamo portando avanti relazioni inclusive e educazione sessuale nelle scuole inglesi, assicurandoci che le questioni LGBT vengano insegnate bene", ha affermato. "Siamo determinati a sradicare il bullismo omofobico e transfobico".

Kirone McCaffrey, 27 anni, sapeva di essere nel corpo sbagliato dalla giovane età di quattro anni. Nonostante fosse certo della sua voglia di cambiare, i medici non gli credevano. Racconta la sua storia esclusivamente a Healthista.

"Ho subito una riassegnazione di genere" – la storia di Kirone McCaffrey

'Penso che qualcuno ti abbia messo a questo.'

Le parole tagliano come un coltello. Come se andare dal dottore in cerca di risposte non richiedesse abbastanza coraggio, ora il dottore mi stava dicendo che non credeva a quello che avevo saputo di me in tutti questi anni.

All'epoca avevo 19 anni, ma sapevo di essere transgender da quando ne avevo quattro. In poche parole, non mi sentivo bene. È stato difficile crescere nel corpo sbagliato. Sono stato preso di mira e vittima di bullismo a scuola perché ero diverso. Non mi vestivo come la gente voleva o pensava che dovessi. Non ero "normale".

Kirone, 19 anni, quando ha iniziato a fare coming out.

Dal momento che non ho ricevuto alcun aiuto dal GP, la dura realtà ha subito colpito il fatto che avrei dovuto fare tutto da solo. Non è stato facile. Lavoro come magazziniere, mi occupo degli ordini delle aziende dalle 12:30 alle 20:30 tutti i giorni in un magazzino, quindi ho dovuto trascorrere le mie mattine al telefono e su Internet, scoprendo tutto ciò che potevo sulla riassegnazione di genere.

Alla fine, avevo raccolto abbastanza informazioni e ho trovato un terapista di genere privato. Ci siamo incontrati e lui ha confermato quello che già sapevo: ero transgender. Mi ha dato un biglietto da visita e ho preso un appuntamento alla London Gender Clinic per iniziare la mia transizione.

Ho verificato legalmente il mio nome nel 2009. Kiri se n'era andato. Ero Kirone adesso.

Volevo dirlo a mia madre da molto tempo, ma in passato aveva fatto commenti sui programmi TV che mi hanno fatto diffidare di fare coming out. Avrei attraversato la transizione molto prima, ma avevo paura di cosa avrebbe pensato la mia famiglia. Alla fine, dovevo solo preoccuparmi di mia madre perché era l'unica che mi parlava in quel momento.

Avrei attraversato la transizione molto prima, ma avevo paura di cosa avrebbe pensato la mia famiglia.

Avevo ancora 19 anni quando finalmente gliel'ho detto. Non sapeva cosa dire. Lei pianse.

Era ancora più difficile perché aveva appena avuto un ictus, quindi la sua memoria era un po' spenta. La mia transizione è stata un po' uno shock, ma alla fine lei si è ripresa.

Ho iniziato a prendere, Sustanon 250 e poi alla fine Nebido, che sono iniezioni dell'ormone maschile testosterone. Dopo solo pochi giorni di questi, la mia voce ha iniziato a rompersi. Dopo 17 settimane, avevo peli sul viso, la mia voce si era abbassata e avevo più peli sul corpo. Il mio aspetto fisico e la forma generale del mio corpo stavano cambiando. Ma una volta che ho iniziato a far crescere i peli del corpo, ho finalmente iniziato a sentirmi un uomo.

Kirone da circa 8 mesi all'inizio della terapia ormonale

Tranne una cosa.

Il mio seno mi ripugnava. Indossavo una fascia toracica da circa due anni, ma stava diventando troppo. Mi comprimeva il petto così forte da rendere difficile il movimento ed era estremamente caldo al punto che quasi svenni. Ha reso il lavoro un incubo. A un certo punto mi stava persino lacerando la pelle perché non riuscivamo a trovare la taglia giusta. Alla fine, per tutta l'estate, ho iniziato a indossare magliette più larghe in modo da non dover indossare il mio raccoglitore, ma la mia fiducia stava calando. Vivevo da uomo, ma il mio corpo era ancora quello di una donna.

Vivevo da uomo, ma il mio corpo era ancora quello di una donna.

La mia ragazza di allora mi ha fatto una promessa. Stava per aiutarmi a pagare l'operazione di rimozione del seno per il mio 23esimo compleanno. Abbiamo risparmiato, risparmiato e messo da parte i soldi, e alla fine ne abbiamo avuto abbastanza – £ 4000 per l'esattezza. Ho avuto il mio intervento chirurgico con il dottor Miles Berry il 24 settembre 2012, due giorni prima del mio compleanno. Ci sono volute sei settimane per riprendersi; mi aveva tolto il seno e ridotto le dimensioni dei miei capezzoli. È stato doloroso, ma quando tutto è stato detto e fatto ero felice dei risultati.

Il tempo è passato e mi sentivo meglio, ma ancora non benissimo. Le cose con la mia ragazza non hanno funzionato, ma siamo ancora amici. Gli ormoni sono diventati troppo costosi: £ 110 per gli esami del sangue, £ 120 per la consulenza e circa £ 100 per la fornitura di un paio di mesi. Quindi ho iniziato a riceverli dal servizio sanitario nazionale perché a quel punto mi ero trasferito e avevo trovato un nuovo medico di famiglia che era effettivamente disponibile e lavorava con me. Tutto stava andando relativamente liscio e poi la disformia corporea ha colpito il che mi ha fatto preoccupare costantemente del mio aspetto. Sono diventato paranoico. Indosserei solo jeans e pantaloni larghi e andrei in bagno solo a casa mia. Avevo bisogno di procedere con la mia transizione e ottenere i genitali di un uomo.

La parte successiva la transizione è stata la più difficile. La falloplastica, o la costruzione di un pene, viene eseguita in tre fasi. Sono stato finanziato dal Charing Cross Hospital, poiché la falloplastica può costare fino a £ 50.000 e ho subito il primo intervento chirurgico nell'aprile 2014, il secondo nell'agosto 2014 e l'ultimo nell'aprile 2015. Nelle procedure, i medici hanno prelevato un innesto cutaneo dal mio avambraccio per fare il mio pene. I vasi sanguigni e i nervi sono ricollegati, così posso sentire e urinare attraverso di essi.

È stato un processo lungo e doloroso. Niente come i medici hanno detto che sarebbe stato. "Tornerai al lavoro dopo due settimane", dissero. Bene, ho appena ricominciato a lavorare tre settimane fa, 11 settimane dopo l'intervento. Non ti dicono quanto sia difficile fare cose semplici come muoversi o trovare un modo per sedersi comodamente. Mi hanno dato l'antidolorifico Tramadol, ma non ha tolto il dolore. I miei punti sono usciti dopo tre giorni e si sono infettati. Il mio braccio era fasciato dall'innesto cutaneo ed era in realtà più doloroso del mio inguine. Non riuscivo ad alzarmi da solo, quindi ho dovuto chiedere aiuto. È stato un incubo, ma l'ho superato.

Ho davvero iniziato a sentirmi un uomo quando potevo fare pipì in piedi.

Immagino si possa dire che ho iniziato a sentirmi davvero un uomo quando potevo fare pipì in piedi. Ha reso la vita molto più facile perché quella fiducia si è riversata nel mio lavoro e nella mia vita sociale.

Ora che è tutto detto e fatto, mi sento più contento della mia vita. Insieme alla mia ritrovata fiducia, la mia vita sessuale è migliorata moltissimo. Il mio unico rammarico per l'intero processo è che non ho mai congelato i miei ovuli, così posso creare una famiglia un giorno.

Ma non tutti sono rimasti con me. Amici che pensavo mi fossero molto vicini quando hanno scoperto che stavo diventando un uomo. Rende le cose difficili perché senti di non poterti fidare di nessuno. Ho solo una manciata di amici ora, ma non è qualcosa che mi manca. Perché avendo tanti amici quanti ne avevo io prima della mia transizione, non potevi davvero sapere chi sono i tuoi veri amici. Ora faccio.

Mi sento finalmente un uomo. È stato un processo lungo e prolisso, ma tutto, dai peli del corpo al corpo ingrossato fino agli interventi chirurgici, mi ha fatto sentire come se fossi finalmente chi dovrei essere.

Kirone McCaffrey ha 27 anni e vive a Dagenham Essex.

Il dottor Miles Berry ha eseguito l'intervento al torace di Kirone. Visita cosmeticsurgery-partners.co.uk per ulteriori informazioni.

ARTICOLI CORRELATI

I PIÙ POPOLARI