giovedì, Ottobre 21, 2021
Home Benessere Salute "Entrambi i miei genitori hanno l'acufene"

"Entrambi i miei genitori hanno l'acufene"

L'acufene colpisce circa sei milioni di britannici, ma com'è veramente? Giornalista Ellen Dowd ne sa qualcosa – sia suo padre che sua matrigna ce l'hanno

Conosci qualcuno che soffre o ha sofferto di acufene? Secondo la British Tinnitus Association (BTA) circa il 30% delle persone sperimenterà l'acufene ad un certo punto della propria vita.

Hai mai ascoltato musica con le cuffie prima di andare a letto e quando hai tolto le cuffie hai sentito un leggero ronzio nelle orecchie?

O forse sei stato a un concerto o in un night club e sei rimasto troppo vicino agli altoparlanti, solo per poi tornare a casa nella tua tranquilla camera da letto e sentire un ronzio nelle orecchie?

La musica ad alto volume o i suoni forti sono ciò a cui la maggior parte delle persone pensa quando si considerano le cause dell'acufene. Per alcuni, però, l'acufene non scompare come fa gradualmente dopo aver ascoltato musica ad alto volume.

Le celebrità hanno parlato pubblicamente di come l'acufene li colpisce. Will.i.am, Chris Martin e Bono sono solo tre famosi musicisti che soffrono di acufene.

Il ronzio nelle orecchie è uno dei sintomi più evidenti, ma Will.i.am ha rivelato di sentire un segnale acustico. 'C'è sempre un bip lì ogni giorno, tutto il giorno, come adesso. Non so esattamente da quanto tempo ce l'ho, ma sta gradualmente peggiorando", ha detto a The Sun.

Ha continuato: "Non so più come suona il silenzio. La musica è l'unica cosa che allevia il mio dolore'.

Il NHS afferma che i sintomi dell'acufene possono assumere una gamma di suoni diversi come squilli, ronzii, sibili, ronzii, clic, sibili, segnali acustici o pulsazioni.

Qualcuno che conosce fin troppo bene i sintomi e gli effetti dell'acufene è Ellen Dowd, sia il padre che la matrigna ne soffrono.

Com'è veramente avere l'acufene?

La storia di Ellen

Mentre mi sdraiavo sul letto e chiudevo gli occhi, tutto quello che potevo sentire era lo stridio acuto. Era un suono familiare che speravo scomparisse. Strizzai gli occhi più forte, rigirandomi e rigirandomi nel letto, sperando che il rumore scomparisse.

Finalmente è spuntato il mattino e mi sono svegliato con le porte che sbattevano e i corpi che si trascinavano nel corridoio. Gli effetti dell'acufene non avevano lasciato traccia. Non ci fu nessun suono, nessun lamento acuto e il mio cuore sobbalzò di sollievo.

I miei genitori invece non sono così fortunati. Fanno parte del dieci per cento delle persone che devono convivere con gli effetti dell'acufene in modo più permanente.

La storia di Jacqui

La mia matrigna, Jacqui 55, ha l'acufene da cinque anni. Dice che va e viene, ma la cosa peggiore è che non sai mai quando divamperà. Non sai mai quanto durerà, quanto sarà rumoroso o quanto tempo rimarrà.

Non lascio che mi fermi, dice, continuo a fare la mia giornata, a fare le faccende domestiche, a fare la spesa e la mia mente si concentra su qualcos'altro. Dopo un po' mi dimentico che c'è.

Sono stato conosciuto per avere attacchi di panico nelle prime ore quando il livello di rumore bianco diventa così forte che mi sveglio, ma non c'è scampo dal rumore.

Durante il giorno va bene. Hai voci in TV, musica alla radio alla fine gli strilli acuti sono soffocati da una moltitudine di suoni. Ma quando scende la notte e l'oscurità si insinua, gli incubi iniziano davvero.

È a letto, i tappi per le orecchie pronti. Tutto tace mentre si mette i tappi per le orecchie nelle orecchie, chiude gli occhi e si mette a dormire. Si alza presto un debole sussurro, la frequenza aumenta fino a diventare un terribile stridio nella tua testa. Sono i tappi per le orecchie, possono bloccare il rumore dalla stanza ma il silenzio peggiora l'acufene. Ma non ha scelta, mio ​​padre russa rumorosamente. Qualcosa che conosco fin troppo bene mentre dormo nella stanza accanto. Cosa può fare se non sorridere e sopportarlo?

La storia di Brendan

Per mio padre, anche Brendan 55, è diverso. Può essere così grave da diventare spaventoso e tutto ciò che vuoi fare è scappare dal rumore.

"La notte è la peggiore", dice. “Una volta che la luce della camera da letto si spegne e ti siedi per cercare di dormire, è allora che il livello del rumore di fondo viene alla ribalta. È noto che ho attacchi di panico nelle prime ore, quando il livello di rumore bianco, fischi, scoppi e scoppi diventa così forte che mi sveglio, ma non c'è scampo dal rumore.'

Ha ricordato la prima volta che è successo. Erano circa le quattro del mattino "Mi sono svegliato con un forte rumore che sembrava una perforazione. Pensavo che fossero gli operai fuori in strada, ma quando ho guardato l'ora, ho capito che era troppo presto.' Il panico lo travolse mentre i rumori si facevano più forti. Non c'era niente che potesse essere fatto e nessun posto dove potesse andare.

Sono passati otto anni e Brendan soffre ancora di acufene. Di notte lo perseguita e quando si ammala peggiora a causa dei seni ostruiti. L'acufene fa sì che Brendan soffra di mancanza di sonno, lasciandolo esausto quasi tutti i giorni.

Ellen e suo padre, Brendan. Inverness, 1994

Cosa causa l'acufene?

La causa dell'acufene di mio padre è sconosciuta, potrebbe essere l'usura, ma 18 anni fa ha avuto un incidente motociclistico quasi mortale che lo ha lasciato parzialmente sordo.

La ricerca condotta dalla British Tinnitus Association (BTA) ha suggerito che le persone con perdita dell'udito svilupperanno più probabilmente la condizione.

Ora ha un apparecchio acustico ancorato all'osso (è qui che ti trapanano un apparecchio acustico nella testa – roba piuttosto grafica) ma sfortunatamente non aiuta con l'acufene.

Invece usa la radio di notte quando va male, ma prende anche olio di CBD (Cannabidiolo) per aiutarlo a rilassarsi. "Uso il CBD da almeno sei mesi ormai, potrebbe non influenzare l'acufene, ma mi aiuta a dormire e dormire di più aiuta il mio umore".

Maggiori informazioni sul CBD: 4 benefici del CBD dimostrati dalla scienza

Quando vado a trovare i miei genitori, so che hanno mostrato una faccia coraggiosa perché la maggior parte delle volte non saprei se fossero a disagio. Molto spesso, se hanno avuto una brutta notte, saranno stanchi e non vorranno andare da nessuna parte. In alcuni casi, possono anche evitare le aree affollate perché diventa troppo.

Avere l'acufene e affrontare la condizione insieme, significa che possono simpatizzare l'uno con l'altro quando le cose si fanno difficili. Hanno supporto ma, soprattutto, non sono soli.

Come affermato dalla British Tinnitus Association, circa il 30% delle persone sperimenterà l'acufene ad un certo punto della propria vita.

Gli effetti dell'acufene sono spesso definiti come un "ronzio" nelle orecchie o l'ascolto di un suono coerente che è interno, piuttosto esterno. Potrebbe sembrare che sia nel mezzo della tua testa o un rumore proveniente dall'esterno.

Per alcune persone può essere continuo, oppure il suono può andare e venire, entrambe cose comuni. Molte persone possono soffrirne, ma solo una piccola percentuale ne è gravemente colpita.

Le cause sono sconosciute, ma non è identificato come una malattia o una malattia. Invece 'è un sintomo generato all'interno dei percorsi uditivi di una persona. Sebbene si presuma spesso che l'acufene si verifichi a causa di una malattia delle orecchie, non è così spesso", afferma il BTA.

Spesso le persone pensano che l'acufene sia causato dall'esposizione a musica ad alto volume. Sebbene la musica ad alto volume possa danneggiare le cellule ciliate dell'orecchio interno, non è l'unica causa. Questo potrebbe spiegare perché molti musicisti e grandi nomi come Will.i.am, Chris Martin, Mark Ronson e Gerard Butler hanno ammesso di avere la condizione.

Tuttavia, può essere causato o scatenato da varie altre condizioni come perdita dell'udito, infezioni dell'orecchio, raffreddore o influenza, accumulo di cerume, malattia di Ménière, orecchio adesivo e timpano perforato.

Qual è il trattamento?

L'acufene può essere causato dall'"usura con l'avanzare dell'età ed è talvolta collegato alla perdita dell'udito legata all'età", afferma Nic Wray, responsabile delle comunicazioni presso la British Tinnitus Association (BTA). Secondo Wray, "quasi un terzo dei rapporti di avere pensieri suicidi a causa del loro acufene".

La ricerca di BTA ha anche "scoperto che il 61 percento di coloro che vivono con la condizione si sente isolato". Ciò che molte persone potrebbero non rendersi conto è che questa condizione può essere piuttosto grave. Può influenzare il tuo sonno, il tuo umore e il tuo benessere generale.

"Colpisce il 60 percento del sonno delle persone", afferma Wray e poiché la maggior parte delle ricerche suggerisce che il sonno è fondamentale per il funzionamento quotidiano.

Non esiste una cura per l'acufene, ma la ricerca è sempre in corso nella speranza di trovare una soluzione. Nel frattempo ci sono diversi trattamenti che possono aiutare chi soffre di acufene:

  • Terapia Cognitivo Comportamentale (CBT)
  • Consapevolezza
  • Apparecchi acustici (per chi ha problemi di udito)
  • Ascolto di musica rilassante
  • Ascolto della radio o dei podcast.

Per ulteriori informazioni sull'acufene, vai su www.tinnitus.org.uk oppure puoi chiamare la linea di assistenza al numero 0800 018 0527

Più contenuti Healthista:

3 consigli per dormire che questo dottore televisivo vuole che tu provi

6 celebrità che non sapevi avessero un disturbo ossessivo compulsivo

Mindfulness e corsa: la terapia che potrebbe cambiarti la vita

La correzione della sindrome premestruale dimostrata dalla scienza

VINCI un pernottamento in spa del valore di £ 279 partecipando al nostro sondaggio di 5 minuti

Vuoi vivere il massimo del relax? Per avere la possibilità di vincere un pernottamento in spa per due persone, inclusi trattamenti e pasti, completa il nostro sondaggio di cinque minuti su come la salute dell'intestino influisce sulle tue relazioni

ARTICOLI CORRELATI

I PIÙ POPOLARI