martedì, Maggio 24, 2022
HomeBenessereSaluteI benefici per la salute del kefir, una bevanda psicobiotica fermentata, dimostrati...

I benefici per la salute del kefir, una bevanda psicobiotica fermentata, dimostrati dalla scienza

Una nuova ricerca dimostra i benefici “psicobiotici” per la salute mentale del kefir, un’antica bevanda fermentata usata tradizionalmente in Russia, dall’aiuto dell’IBS alla depressione, afferma Shann Nix Jones

Nell’ultimo anno, l’86% per cento di tutti gli adulti britannici soffriva di qualche tipo di problema o disturbo gastrointestinale.

A livello globale, l’IBS è la forma più comune di disturbo gastrointestinale nel mondo industrializzato. Se sei uno dei tanti che soffrono di IBS, sai che la scienza ha fornito pochissimo aiuto ai malati di IBS, fino ad ora.

Scoperta la causa dell’IBS

Una nuova ricerca ha scoperto una forte evidenza che l’IBS, insieme all’ansia e alla depressione che spesso lo accompagnano, sono tutti associati a uno squilibrio dei batteri nell’intestino. Uno studio fondamentale del Cedars-Sinai Medical Center negli Stati Uniti ha utilizzato colture dell’intestino tenue per collegare i batteri alla causa del disturbo.

Mark Pimentel, uno degli autori dello studio, ha dichiarato: “Sebbene in passato abbiamo trovato prove convincenti che la crescita eccessiva batterica è una causa che contribuisce all’IBS, rendere questo collegamento attraverso colture batteriche è il gold standard della diagnosi. Questa chiara evidenza del ruolo svolto dai batteri nella condizione sottolinea i risultati dei nostri studi clinici… I batteri contribuiscono in modo determinante alla causa dell’IBS.’

Nel 2017, i ricercatori della McMaster University canadese hanno utilizzato trapianti fecali per trasferire il microbiota dai pazienti con IBS a topi privi di germi e hanno scoperto che quei topi hanno continuato a sviluppare sintomi di IBS e comportamenti ansiosi.

Era già noto che i pazienti con IBS hanno alcuni tipi di bug nell’intestino, quindi è stata stabilita la connessione bug intestinale-IBS.

Ma lo studio McMaster ha dimostrato che è possibile iniziare con gli insetti e usarli per creare sia i sintomi intestinali dell’IBS che gli aspetti co-morbosi della depressione e dell’ansia.

La scienza dietro il kefir

La scoperta della causa dell’IBS ha aperto la strada a trattamenti probiotici che possono aiutare a risolverlo.

Uno dei più efficaci è un prodotto a base di latte fermentato chiamato “kefir”, una parola turca che significa “buona sensazione”.

Il kefir ha avuto origine nelle montagne del Caucaso Nero in Russia, dove i membri delle tribù erano noti per vivere vite estremamente lunghe e sane. Gli abitanti della regione tradizionalmente preparavano il kefir in un sacchetto di pelle di capra, che gli ospiti scalciavano entrando o uscendo, per mescolare il kefir.

I grani di kefir sono in realtà una combinazione vivente e sinergica di lieviti e batteri che alterano l’intestino in due modi: aggiungendo specie benefiche di batteri e anche sopprimendo gli agenti patogeni (organismi che causano malattie). I grani di kefir non possono essere prodotti e i grani crescono solo da altri cereali.

Gli uomini delle tribù di montagna custodivano gelosamente questi simboli di salute, trasmettendoli di famiglia in famiglia e proteggendoli dagli estranei per molte centinaia di anni.

Marco Polo visitò la regione e scrisse di kefir, ma non gli fu mai permesso di portare via i cereali.

Nel 1907, il co-destinatario del Premio Nobel di origine russa Élie Metchikoff suggerì la possibilità di colonizzare l’intestino con una flora benefica dopo aver ottenuto del kefir. Si pensa che Metchikoff abbia introdotto per primo il concetto di “probiotico”. E per questo divenne noto come il ‘Padre dell’immunità naturale’”

Negli anni ’70, il governo russo inviò finalmente un gruppo armato nelle montagne del Caucaso vicino alla Turchia per tirare fuori alcuni dei grani di kefir vivi usati per fare la bevanda fermentata.

Questa missione ha avuto successo e oggi il kefir è un’industria da miliardi di euro in Russia e nell’Europa orientale. Da allora il kefir si è lentamente insinuato nel panorama globale, nel resto d’Europa, in Giappone e negli Stati Uniti all’inizio del 21° secolo. In Cile, dove è conosciuto come ‘yogur de pajaritos’ (yogurt di uccellini), il kefir viene consumato regolarmente da oltre un secolo.

Alla fine delle quattro settimane, il più grande cambiamento nei batteri intestinali è stato osservato nel gruppo che aveva assunto kefir.

Nel gennaio 2017 è stato condotto il primo studio mainstream nel Regno Unito per determinare quale alimento probiotico ha il maggiore impatto sugli insetti all’interno dell’intestino umano.

Lo studio è stato condotto dal dottor Michael Mosley, presentatore del programma televisivo della BBC Trust Me I’m a Doctor, insieme a NHS Highland e 30 volontari e scienziati in tutto il paese.

Alla fine delle quattro settimane, il più grande cambiamento nei batteri intestinali è stato osservato nel gruppo che aveva assunto kefir.

Questo studio ha confermato che i batteri non transitori nel kefir sopravvivono al processo digestivo umano – nonostante il suo forte acido che uccide i batteri pericolosi nel nostro cibo – e raggiungono l’intestino per colonizzarlo e sopprimere gli agenti patogeni (insetti che causano malattie).

L’American College of Gastroenterology ha eseguito una revisione completa della letteratura sull’argomento e ha scoperto che i probiotici come il kefir erano sia sicuri che efficaci nel migliorare i sintomi e nel normalizzare la frequenza del movimento intestinale nei pazienti affetti da stitichezza o diarrea correlata all’IBS.

Il kefir può aiutare con la depressione e l’ansia?

Oggi il kefir è anche pronto a diventare un attore importante in una nuova frontiera delle neuroscienze grazie alle sue azioni come “psicobiotico”. Questo è un nuovo termine per una combinazione di organismi vivi che, se ingeriti in quantità adeguate, producono benefici per la salute mentale.

Sebbene sia noto da oltre un secolo che i batteri possono avere effetti positivi sulla nostra salute fisica, è solo negli ultimi 10-15 anni che gli studi hanno dimostrato che esiste una connessione tra l’intestino, i batteri nell’intestino e il cervello.

Nei topi, all’aggiunta del giusto ceppo di batteri all’intestino sono stati attribuiti una migliore funzione immunitaria, migliori reazioni allo stress e persino vantaggi di apprendimento e memoria. Questi batteri lavorano su qualcosa chiamato “connessione intestino-cervello”.

“Questi studi ci danno la certezza che i batteri intestinali stanno giocando un ruolo causale in processi biologici molto importanti, che possiamo quindi sperare di sfruttare con gli psicobiotici”, afferma Philip Burnet, professore associato di psichiatria presso l’Università di Oxford nel Regno Unito.

Che tipo di kefir è il migliore?

Quando acquisti kefir per aiutare con IBS, depressione o ansia, cerca un kefir vivo, attivo, in stile tradizionale, piuttosto che un probiotico da supermercato, che può essere pastorizzato dopo la produzione.

Scegli il kefir fatto con veri grani di kefir. Se sull’etichetta non c’è scritto che è fatto con cereali veri, probabilmente non lo è.

Il latte di capra è la migliore base per il kefir, poiché la proteina della caseina A1 nel latte vaccino è allergenica e può causare infiammazioni all’interno dell’intestino.

Evita il kefir aromatizzato o zuccherato, poiché lo zucchero e i dolcificanti possono danneggiare ulteriormente il tuo microbioma. Se desideri aromatizzare il tuo kefir a casa, usa stevia e frutta pura al 100%, mescolando e consumando immediatamente per evitare la degradazione dei probiotici.

Il kefir adatto per l’uso per trattare l’IBS, la depressione e l’ansia può essere acquistato da chucklinggoat.co.uk.

I casi di studio della soluzione di Kefir

Umore e IBS: Caroline Debnam, 36 anni, Hertfordshire, Regno Unito

‘Ho l’IBS da circa 13 anni. È iniziato con lo stress che ho vissuto quando mio padre è morto. Non potevo mangiare pane o pasta perché il mio stomaco si sarebbe davvero gonfiato. Ho sperimentato anche ansia e depressione, ero molto turbato e depresso.

‘Ho provato tutte le diverse compresse per l’IBS che il dottore mi ha dato – Buscopan e olio di menta piperita, ecc. – ma non hanno funzionato. Poi ho provato alcuni dei loro kefir ed ecco, ha funzionato!

‘Al primo corso, sono diventato meno a disagio. A metà del secondo corso, l’IBS era sparito. Ho fatto un terzo corso e non è tornato. Ho seguito in tutto quattro corsi e ora l’IBS è guarito. È brillante.

‘Ho sicuramente notato una differenza nel mio umore e livello di energia, mi sentivo molto meglio. Non ho più attacchi di panico. Consiglierei il kefir al 100%. Sono rimasto sbalordito: non avevo gonfiore allo stomaco e nessun crampo, solo comfort completo e una pancia normale! Fantastico! Sono così grato per la mia nuova prospettiva di vita!’

IBS: Pauline Potter, 62 anni, preside in pensione, West Yorkshire

‘Ho sofferto di IBS per dieci anni, a partire dal 2008. È iniziata durante un terribile periodo di stress sul lavoro. Avevo affrontato una scuola impegnativa e un genitore in particolare è andato per me, postando minacce su Facebook e così via. È stato spaventoso: alla fine è stata coinvolta la polizia e ho dovuto cambiare casa. Ho anche sviluppato una grave rosacea che doveva essere coperta con il trucco ogni giorno. L’ho trovato sconvolgente: i bambini dicevano: “Signorina, cosa c’è che non va nella tua faccia?”

‘L’IBS era piuttosto grave: ho sofferto di gonfiore e non sono stato in grado di viaggiare per alcuni giorni. Ho dovuto lasciare le riunioni in agonia per andare in bagno – anche quando non avevo mangiato niente, iniziavo a sudare e soffrivo molto. A volte sarei al supermercato e dovevo lasciare il carrello. Era imbarazzante. Mi sono preso sei mesi di assenza dal lavoro e non sono più tornato. Quando finalmente sono andato in pensione nel 2011, pensavo di avere l’influenza. Il dottore mi ha diagnosticato la depressione.

Ho iniziato a prendere il kefir il 14 marzo 2017. Non mi aspettavo una soluzione rapida, ma a metà del mio primo lotto, ho detto a (mio marito?) Nigel: “Aspetta, non ho dovuto correre al bagno!» Dopo un mese è stato fantastico. A metà del mio secondo lotto di kefir, non avevo IBS e la mia faccia è tornata a un colore normale. Ho iniziato a sentirmi meglio, non soffrivo più. Posso solo attribuire i miglioramenti al kefir, nient’altro era cambiato.

‘Sono stato anche in grado di togliere i miei antidepressivi. Non sai mai se sei depresso o ti senti solo spazzatura a causa degli episodi terribili, del dolore e della sudorazione. E sarai sicuramente più felice quando non succederà più! In generale, ho solo sentito il mio umore migliorare, non avevo più quella cosa orribile che incombeva su di me, grazie al cielo. Ho notato che il mio umore era migliore in generale.

‘Ogni sei mesi penso che potrebbe tornare, e so che ho bisogno di più kefir. Mi piace abbastanza il gusto ora. Tutti quelli che incontro che hanno l’IBS, dico loro che devi prenderne un po’. Penso che molte persone abbiano ogni genere di cose che non vanno a causa della vita moderna e dello stress. Da quel momento, mi sono trasferito due volte e ho pensato che avrei avuto una riacutizzazione dell’IBS a causa dello stress. Ma non l’ho fatto!

«Tutte queste sostanze chimiche non ci fanno alcun favore. Il kefir è magico. È una cosa naturale, ed è questo il modo in cui tutti dobbiamo andare.’

Estratto dal nuovo libro The Kefir Solution: Natural Healing for IBS, Anxiety and Depression

Circa l’autore

Shann Nix Jones è l’autore di Secrets from Chuckling Goat e The Good Skin Solution. Mentre lottava per curare l’eczema di suo figlio e l’infezione da MRSA pericolosa per la vita di suo marito, Shann ha scoperto potenti rimedi naturali che risolvevano i problemi di salute della sua famiglia. Ora dedica il suo tempo alla creazione di saponi, creme e bevande probiotiche al kefir che migliorano la salute. Scopri di più su chucklinggoat.co.uk

Credito: estratto da ‘The Kefir Solution’ di Shann Nix Jones, disponibile da Amazon

Altri contenuti di Healthista:

5 sintomi di IBS e le soluzioni naturali che aiutano

COSA SONO I PREBIOTICI E I PROBIOTICI?

Hai il vento intrappolato? Questo è ciò che ha aiutato uno scrittore a superarlo

Partecipa alla nostra ultima competizione per avere la possibilità di vincere una disintossicazione termale di 4 notti del valore di £ 1750

VINCI una disintossicazione spa di 4 notti del valore di £ 1750

ARTICOLI CORRELATI

I PIÙ POPOLARI