lunedì, Novembre 29, 2021
Home Benessere Salute Il gonfiore e la flatulenza stanno rovinando la tua vita sessuale?

Il gonfiore e la flatulenza stanno rovinando la tua vita sessuale?

Se è così, non sei solo. Gonfiore, flatulenza, costipazione: i sintomi dell'IBS come questi colpiscono uno sbalorditivo 41% delle donne e stanno avendo un effetto devastante sulle nostre relazioni, ha rivelato una nuova ricerca. Rapporti di Anna Magee

Gonfiore, flatulenza, costipazione, crampi alla pancia. Suona familiare? Sintomi intestinali come questi sono incredibilmente comuni e non è un segreto che circa il 10-20 per cento della popolazione soffre di sindrome dell'intestino irritabile (IBS).

più sorprendentemente, uno su cinque si è rifiutato di fare sesso con i propri partner

Tuttavia, un incredibile 41% di noi ha sintomi di IBS ma deve ancora essere diagnosticato, secondo un nuovo sondaggio di Healthista, commissionato da Alflorex.

Forse la cosa più sorprendente è che una persona su cinque si è rifiutata di fare sesso con il proprio partner, anche quando lo desiderava, a causa di sintomi intestinali come gonfiore, flatulenza, crampi alla pancia e stitichezza.

La ricerca, che ha intervistato 1600 donne del Regno Unito di età compresa tra 25 e 65 anni, è stata pubblicata oggi nel primo sondaggio sulla salute e le relazioni dell'intestino di Healthista, in concomitanza con l'IBS Awareness Month ad aprile.

La salute dell'intestino è un argomento che ci sta a cuore al quartier generale di Healthista, motivo per cui faremo uno speciale sulla salute dell'intestino per tutto aprile. Includerà suggerimenti e trucchi giornalieri che si sono dimostrati utili e consigli settimanali di esperti di cui ti puoi fidare.

Ecco i risultati del nostro sondaggio in dettaglio, con la consulenza di esperti del dottor Simon Smale, gastroenterologo consulente e fiduciario della rete IBS.

Il 10-20 per cento della popolazione soffre di sindrome dell'intestino irritabile (IBS)

Quasi il 60% delle donne soffre di sintomi dell'IBS, ma due terzi non vengono diagnosticati

Mentre il 18% delle donne intervistate ha dichiarato di avere la sindrome dell'intestino irritabile (IBS), un altro 41% ha affermato di soffrire di sintomi come dolore addominale, gonfiore e flatulenza, ma non era mai stato diagnosticato con IBS.

"L'intestino ha solo un numero limitato di sintomi che può darti per segnalare che qualcosa non va", afferma il dott. Smale.

i medici dovrebbero essere più aperti a dare alle persone con tali sintomi una diagnosi di IBS

"Poiché una serie di altre condizioni gravi come alcuni tumori e malattie infiammatorie intestinali possono presentarsi con gli stessi sintomi, i medici sono spesso molto più preoccupati di non perderli, e indagheranno sempre per quelli e talvolta trascurano l'IBS come una diagnosi in sé .'

Tuttavia, le linee guida del National Institute of Clinical Care and Excellence (NICE) affermano che le persone che soffrono di dolore addominale, gonfiore e costipazione o diarrea dovrebbero essere sottoposti a esami del sangue per escludere altre condizioni come la celiachia (una malattia autoimmune in cui il corpo non può elaborare il glutine) e l'infiammazione intestinale.

Una volta escluse altre condizioni, i medici dovrebbero essere più aperti a dare alle persone con tali sintomi una diagnosi di IBS, suggerisce il dott. Smale.

Una donna su cinque ha rifiutato il sesso anche se lo voleva a causa dei suoi sintomi intestinali

Una cosa è avere il mal di testa – vero o come scusa – ma sopportarlo e trattenersi a causa dell'imbarazzo o del dolore non fa bene né a te, né alla tua relazione e uno su cinque di noi ha rifiutato il sesso che voleva perché dei nostri sintomi intestinali.

Un ulteriore 20% degli intervistati ha affermato che l'IBS e altri problemi intestinali, in particolare il gonfiore, hanno impedito loro di rivelare il proprio corpo a un nuovo partner e il 18% ha affermato di aver impedito loro di diventare del tutto intimi con un nuovo partner.

Le donne sono spesso preoccupate per l'effetto dei loro sintomi intestinali sulle loro relazioni.

"Molte donne con cui parlo sentono di non poter nascondere il loro gonfiore o flatulenza e molte che vedo sono profondamente angosciate dai loro sintomi", afferma il dott. Smale. La società pone aspettative culturali sulle donne affinché siano delicate e non mostrino alcuna funzione corporea.

"Di conseguenza, le donne sono spesso preoccupate per l'effetto dei loro sintomi intestinali sulle loro relazioni, ma parlo con i loro partner e sono molto meno preoccupate per tutto ciò. Spesso, gli uomini sono più tipo: "Beh, tutti scoreggiano. Scoreggio, non è certamente un rompicapo per me.

"Tutti noi ci sforziamo per una sorta di intimità nelle nostre relazioni e questo è difficile per le donne quando sono preoccupate per il passaggio del vento o che potrebbero perdere il controllo delle loro viscere – ne vedo così tanto nella mia clinica ed è terribilmente angosciante per i miei pazienti, ostacola l'intimità perché non possono lasciarsi andare e godersela, sono così preoccupati che potrebbero passare il vento o peggio in un momento inopportuno.'

La flatulenza è di gran lunga il tuo sintomo più imbarazzante

Non è stata una sorpresa per noi che la flatulenza fosse il problema intestinale più imbarazzante di tutti per circa il 35% delle donne, seguita dal gonfiore che ha causato più vergogna per oltre il 17% delle donne.

Quasi il 30% delle donne ha avuto flatulenza per così tanto tempo che ha provocato un dolore paralizzante

Anche per la donna più sicura di sé, far uscire il vento intrappolato davanti a un partner, nuovo o vecchio, è ancora una grande mossa; dopotutto, quello che è un gioco divertente e quasi competitivo per gli uomini è molto imbarazzante e quasi vergognoso per molte donne.

In effetti, uno sbalorditivo 29% di noi tiene regolarmente il vento intrappolato per così tanto tempo che provoca un dolore insopportabile.

E, mentre la maggior parte delle persone ha rivelato i propri sintomi intestinali a un nuovo partner nei primi 1-3 mesi di una relazione, il 7% ha impiegato più di un anno per rivelare la propria sofferenza e quasi il 5% in una relazione a lungo termine non aveva ancora ha detto al loro partner del loro gonfiore, flatulenza o altri problemi intestinali.

"Il vento di solito deriva dalla fermentazione degli zuccheri nell'intestino crasso che poi producono gas, il che è perfettamente normale", afferma il dott. Smale.

"L'imbarazzo per la flatulenza è culturale", afferma il dott. Smale. “Sappiamo che un terzo delle persone con IBS sono uomini, ma quando sono stati interrogati in passato, la flatulenza è molto meno un problema. Gli uomini pensano che sia divertente mentre le donne lo trovano angosciante; pensano che tutti possano sentirne l'odore. Si tratta molto più delle aspettative della società che di qualsiasi cosa biologica.'

"Il vento di solito deriva dalla fermentazione degli zuccheri nell'intestino crasso che poi producono gas, il che è perfettamente normale", afferma il dott. Smale. "Può anche essere causato dal consumo di molte bevande gassate, compresa l'acqua gassata."

Quindi trattenere le scoregge è dannoso? "Potrebbe metterti più a disagio, ma non peggiorerà le cose o porterà a qualcosa di serio", afferma il dott. Smale, che suggerisce una serie di posizioni che possono aiutare a liberare il vento intrappolato.

Il 29% di noi tiene regolarmente il vento intrappolato per così tanto tempo che provoca un dolore insopportabile

"Sdraiati sulla schiena e metti il ​​sedere in aria con una gamba incrociata contro l'altro ginocchio per aiutare a liberare il vento", suggerisce. 'Oppure, prova ad andare a quattro zampe con la coda puntata in aria.'

Inoltre, se sei stitico, suggerisce di alzare i piedi su uno sgabello mentre sei in bagno. "Questo imita la posizione di "accovacciamento", che è una posizione di defecazione più naturale per gli umani di quanto non sia mai stato lo stare seduti su un water. Questo è quello che abbiamo fatto nella giungla ed è quello per cui siamo progettati.'

Oltre il 20% si è sentito troppo gonfio per uscire

I problemi intestinali hanno causato problemi di relazione in modi diversi per i nostri lettori. Uno su cinque ha litigato con altre persone significative perché si sentiva troppo gonfio per uscire, un altro 19% a causa della vergogna per l'aspetto del proprio corpo.

Sentirsi indesiderabili non è divertente in questo mondo in cui la pressione per essere perfetti per Instagram 24 ore su 24, 7 giorni su 7 è alta. Ma per il 35 percento dei nostri lettori, la flatulenza li ha fatti sentire più indesiderabili, seguita da vicino (30 percento) da esperienze imbarazzanti al bagno come diarrea urgente e odori e suoni che accompagnano i sintomi intestinali.

Il 19% delle donne ha rifiutato di uscire perché si vergognava dell'aspetto del proprio corpo.

Il 22% delle donne ha avuto ansia, depressione o problemi di umore a causa dei loro problemi intestinali

Il tuo umore quotidiano influenza non solo l'altra metà, ma ogni relazione della tua vita. E, per il 22% delle donne, problemi come gonfiore, flatulenza e crampi alla pancia hanno anche causato problemi di salute mentale profondamente radicati come ansia, depressione e umore depresso. Vedi sotto per i suggerimenti del dottor Smale su cosa aiuta.

vediamo molta depressione, ansia e problemi di umore nelle persone con problemi intestinali

"Il tuo intestino e i tuoi livelli di stress sono indissolubilmente legati", afferma il dott. Smale. “In effetti, l'intestino è l'organo con il maggior numero di cellule nervose nel corpo, anche più del cervello e sappiamo che l'intestino ha la maggior quantità di serotonina al suo interno, che è il neurotrasmettitore che associamo all'umore e alla felicità. Quindi puoi immaginare se il tuo intestino sta andando storto, quei sentimenti influenzeranno le tue emozioni e viceversa.

"Ecco perché vediamo molta depressione, ansia e problemi di umore nelle persone con problemi intestinali, ma raramente sappiamo quale è venuto prima, i problemi di umore o i problemi di intestino, entrambi si influenzano a vicenda".

I problemi intestinali sono un problema a lungo termine per le donne britanniche e la maggior parte dei medici non aiuta

Sorprendentemente, un quarto delle donne intervistate ha manifestato sintomi intestinali negli ultimi dieci anni e il 23% negli ultimi cinque anni.

Tuttavia, mentre il 38% aveva visto un medico per i suoi sintomi, uno scioccante 70% di quelli ha affermato di non aver risolto il problema.

un quarto delle donne intervistate ha avuto sintomi intestinali negli ultimi dieci anni

Inoltre, molti di noi stanno soffrendo in silenzio, afferma il dottor Smale. "Sono andato alle feste e non appena dico alle persone cosa faccio, mi mettono alle strette e mi fanno un milione di domande, principalmente sulla loro flatulenza e gonfiore perché non si sentono ascoltate dai loro medici".

Il 23% ha comprato vestiti di una taglia in più a causa del gonfiore

Digita "gonfiore" su Google e otterrai circa 55 milioni di risposte. In effetti, il gonfiore era il sintomo intestinale più diffuso per il 33,6% delle donne e il 23% aveva acquistato vestiti di una taglia troppo grande per loro a causa del gonfiore della pancia.

Il 23 per cento delle donne aveva comprato vestiti di una taglia in più a causa della pancia gonfia.

Ciò è stato seguito dalla flatulenza, che un quarto ha affermato essere il loro sintomo più diffuso, quindi i crampi addominali e il dolore, che sono stati il ​​problema principale per il 23,7%.

"Essere svegli tutta la notte", "non essere in grado di mangiare" e "non uscire di casa per paura di essere colti di sorpresa" sono solo alcuni dei commenti tristi che i lettori ci hanno inviato sulle conseguenze dei loro sintomi intestinali .

Il 34% ha provato a fare esercizio

Tanto di cappello al lettore di Healthista, poiché l'esercizio fisico è una delle cose migliori che puoi fare per la salute dell'intestino, afferma il dott. Smale (vedi sotto). Il 34% dei nostri lettori ha effettivamente utilizzato l'esercizio per gestire i propri sintomi.

Nel frattempo, quasi uno su cinque si affidava allo yoga e al rilassamento per ridurre gli effetti dei propri problemi intestinali. Erano sulla strada giusta? Vedi i suggerimenti del dottor Smale di seguito.

Quasi il 30% ha eliminato uno o più gruppi di alimenti

Eliminare grano, glutine o latticini era un'opzione allettante per il 29% dei nostri lettori, mentre il 12% aveva provato le intolleranze alimentari o i test allergologici e oltre uno su dieci era stato testato per la celiachia.

Tra le risposte specifiche che abbiamo ricevuto su come i lettori hanno gestito i loro problemi, una dieta a basso contenuto di FODMAP è stata una risposta popolare (vedi sotto), così come il senza glutine.

Anche tagliare le bevande gassate (vedi sotto) e andare senza zucchero ha aiutato per alcuni.

Le bevande gassate contengono zuccheri indigeribili che hanno effetti negativi sull'intestino e possono portare al vento intrappolato.

5 CORREZIONI A GONFIORE E FLATULENZA – LISTA DEI CONSIGLI DELL'ESPERTO

Il dottor Smale suggerisce semplici cambiamenti nello stile di vita che possono aiutare

Elimina le bevande gassate

"Questi creano gas nell'intestino che porta alla flatulenza", afferma il dott. Smale, anche quelli dietetici. Contengono zuccheri indigeribili che hanno effetti negativi sull'intestino e possono portare al vento intrappolato. La caffeina e l'alcol hanno un effetto altrettanto negativo sull'intestino e possono favorire il vento.'

Manca il fiato un paio di volte a settimana

L'esercizio ha dimostrato innumerevoli volte di aiutare i sintomi intestinali dalla flatulenza, al gonfiore e alla stitichezza.

"Gli esercizi che ti tolgono il fiato come la corsa o la camminata veloce ad intensità fatta per mezz'ora alcune volte alla settimana aiutano sia la funzione intestinale che la frequenza cardiaca", afferma il dott. Smale. 'Ho visto qualcuno solo stamattina che ha detto che l'esercizio tre volte a settimana ha curato tutto il loro gonfiore.'

Prova una dieta FODMAPs (ma con l'aiuto di un dietologo)

"La dieta è importante per la funzione intestinale", afferma il dott. Smale. “Non saltare i pasti ed evitare cibi lavorati e zuccherati è un buon inizio. Ma se queste cose non funzionano, vale la pena consultare un dietologo e provare una dieta di esclusione specifica come la dieta a basso contenuto di FODMAP", raccomanda.

Numerosi studi hanno dimostrato che la dieta a basso contenuto di FODMAP aiuta ad alleviare i sintomi dell'IBS. Il termine FODMAP sta per "oligo-, di-, mono-saccaridi e polioli" che sono termini scientifici usati per classificare gruppi di carboidrati noti per scatenare sintomi digestivi come gonfiore, gas, mal di stomaco e altri sintomi comuni riscontrati nell'IBS malati.

Alimenti come cipolle, lenticchie, segale, cavoli, broccoli, cavoletti di Bruxelles, fagioli e frutta secca sono tutti ricchi di FODMAP e quindi sono scarsamente assorbiti dall'intestino. Di conseguenza, passano attraverso e nel colon dove vengono fermentati dai batteri. Questo porta alla produzione di gas in eccesso che causa crampi, gonfiore, vento e dolore.

Alimenti come cipolle, cavoli, broccoli, cavoletti di Bruxelles, fagioli e frutta secca sono scarsamente assorbiti dall'intestino.

Uno studio del 2016 pubblicato sulla rivista Gastroenterology and Hepatology indica che la restrizione degli alimenti FODMAP è un intervento dietetico efficace per ridurre i sintomi dell'IBS.

"È importante consultare un dietologo se hai intenzione di provare questa o qualsiasi altra dieta di esclusione per la tua IBS per assicurarti di non perdere i nutrienti essenziali", afferma il dott. Smale. Trova un dietologo presso la British Dietetic Association.

Prova un probiotico mirato all'IBS

Se le persone hanno provato i probiotici in passato e hanno scoperto che non hanno funzionato, potrebbe essere necessario provare uno dei nuovi ceppi di probiotici specificamente mirati ad alleviare i sintomi dell'IBS, suggerisce il dott. Smale.

Un nuovo probiotico, chiamato Alflorex, è il risultato di oltre 15 anni di ricerca clinica e 75 pubblicazioni scientifiche di primo piano e contiene un ceppo probiotico chiamato B. infantis 35624 che mira specificamente e allevia i sintomi dell'IBS.

I batteri intestinali svolgono un ruolo importante in molti problemi di salute dell'apparato digerente, afferma il dott. Smale. Ma gli effetti dei probiotici sono specifici del ceppo, mentre uno potrebbe funzionare sull'IBS, un altro potrebbe funzionare sull'immunità.

"Un po' come i diversi farmaci hanno effetti diversi, i diversi ceppi di batteri hanno effetti diversi sui sintomi", dice. 'B. infantis 35624, il ceppo specifico di Alflorex, è uno dei pochi prodotti che è stato veramente sviluppato su base scientifica e testato in studi clinici di alta qualità per aiutare in modo specifico con i sintomi dell'IBS.' Scopri di più qui.

Gestire lo stress

Non possiamo sottolineare abbastanza gli effetti della cura dei tuoi livelli di stress. “Dormire a sufficienza è importante, così come usare cose come lo yoga e il rilassamento per affrontare le pressioni della vita.

"L'ipnoterapia può davvero aiutare anche con i problemi intestinali", afferma il dott. Smale. Puoi cercare un ipnoterapeuta specializzato in problemi intestinali: parla con il tuo medico, la lista d'attesa per ottenere questo sul NHS potrebbe essere lunga, ma puoi trovare un professionista privato presso la British Society for Clinical Hypnosis.

Più contenuti salutisti:

Mangiare carne rossa porterà a una morte prematura? Ecco cosa dicono gli scienziati

Ciclo ed esercizio fisico: come sincronizzare l'allenamento con il ciclo mestruale

"Ho scoperto di essere sieropositiva mentre ero incinta"

Il mio ragazzo non mi soddisfa sessualmente – terapia

ARTICOLI CORRELATI

I PIÙ POPOLARI