lunedì, Settembre 27, 2021
Home Benessere Salute Medici e social media: contenuti online personali e professionali

Medici e social media: contenuti online personali e professionali

Di Barbara Ficarra, Marina militare, BSN, MPA

Il tema dei social media sanitari continua qui su Healthin30, e l'esperto legale David Harlow, Esq, Health Care Attorney and Consultant presso The Harlow Group, LLC a Boston, risponde a una serie di domande incentrate sugli aspetti legali dei medici impegnati nel sociale media.

D: Barbara – Al fine di mantenere i confini professionali, l'American Medical Association raccomanda una separazione tra contenuti personali e professionali online. Se contenuti inappropriati vengono pubblicati sulla piattaforma online personale di un medico, il medico può ancora essere indagato dalle commissioni mediche statali?

A: David Harlow, Esq. – Se il materiale inappropriato può essere ricollegato al medico (e ovviamente lo può essere, anche se è pubblicato con uno pseudonimo o in forma anonima), allora potrebbe essere motivo di azione. Il fatto che sia pubblicato su una piattaforma personale non è dispositivo. Anche se non esiste una regola esplicita in tal senso, i medici dovrebbero sapere che le autorità di regolamentazione lo prendono molto sul serio e non lasceranno che l'assenza di una regola specifica ostacoli l'indagine e l'azione. Ad esempio, il consiglio del Massachusetts, il mio stato d'origine, si dà la flessibilità di stabilire nuove regole nel corso di un'udienza per cattiva condotta; e anche altri stati probabilmente lo fanno. Alcune delle regole esplicite sono già così ampie – i motivi per le indagini e le sanzioni includono "l'adozione di comportamenti che hanno la capacità di ingannare o frodare" – che estendere i motivi delle sanzioni per includere una comunicazione inappropriata con i singoli pazienti, o con il pubblico in generale, è non un gran tratto.

La Federation of State Medical Boards ha recentemente emanato politiche modello sui social media. In queste linee guida modello, la Federazione ha citato le proprie linee guida sull'uso di Internet, emesse poco più di un decennio fa, che hanno evidenziato i tre standard etici centrali applicabili all'uso di Internet, in generale, e ai social media, in particolare: franchezza, privacy e integrità. Vedi: http://www.fsmb.org/pdf/pub-social-media-guidelines.pdf.

Medici e social media: due foto che potrebbero spingere i consigli di stato a indagare

Le commissioni mediche statali affrontano comportamenti inappropriati dei medici online

Medici e social media: quali sono i confini appropriati per il rapporto medico / paziente?

Associazione medica americana: professionalità nell'uso dei social media

Una serie di post continuerà qui su Healthin30 sugli aspetti legali dei social media, con l'esperto legale David Harlow, Esq. Restate sintonizzati per ulteriori informazioni sui social media sanitari con David Harlow, Esq.

Il tuo turno

Quali sono i tuoi pensieri sui social media sanitari. Pensi che i medici dovrebbero essere online su Facebook e Twitter? Sei un medico che si occupa di social media? Ami i tuoi pazienti? Pubblichi contenuti personali? Per favore condividi i tuoi pensieri nella sezione commenti qui sotto.

Come sempre, grazie per il tuo tempo prezioso.

Maggiori informazioni su social media e salute qui

Connettiti con me | Rimani in contatto

Immagine per gentile concessione di photostock / FreeDigitalPhotos.net

ARTICOLI CORRELATI

I PIÙ POPOLARI