lunedì, Settembre 27, 2021
Home Benessere Salute Medici e social media: due foto che potrebbero spingere i consigli di...

Medici e social media: due foto che potrebbero spingere i consigli di stato a indagare

Di Barbara Ficarra, Marina militare, BSN, MPA

Il dottor Ryan Greysen, nella foto a destra, in una foto ipotetica che dimostra quale tipo di comportamento medico online potrebbe spingere i consigli di stato a indagare. Uso illustrato di alcol senza intossicazione online – Vignette con scarso consenso per le indagini. (Immagine usata con il permesso del dottor Ryan Greysen.)

Le seguenti foto mi sono state inviate dal Dr. Ryan Greysen e sono pubblicate nell'ultimo numero degli Annals of Internal Medicine, "Online Professionalism Investigations by State Medical Boards: First, Do No Harm", di S. Ryan Greysen, MD , MHS, MA; David Johnson, MA; Terry Kind, MD, MPH; Katherine C. Chretien, MD; Cary P. Gross, MD, MPH; Aaron Young, PhD; e Humayun J. Chaudhry, DO, MS.

Il dottor Ryan Greysen, assistente professore presso l'Università della California, San Francisco, appare in queste ipotetiche foto "create per guardare esattamente ciò che abbiamo trovato online", ha detto in un'intervista. Questi sono esempi di ciò che potrebbe spingere le indagini delle commissioni mediche statali.

Un precedente post pubblicato su Healthin30, "State Medical Boards Addresses Inappropriate Online Physician Behaviors", affronta il tipo di comportamento dei medici online che potrebbe sollecitare le indagini del consiglio di stato. Un articolo sull'Huffington Post, "I medici si comportano male nei siti di social network: cosa spingerebbe i consigli di stato a indagare?" affronta il problema e include un commento interessante di un lettore.

Nella foto il dottor Ryan Greysen in una foto ipotetica che dimostra quale tipo di comportamento medico online potrebbe spingere i consigli di stato a indagare. Uso illustrato di alcol con intossicazione online – Vignette con moderato consenso per le indagini. (Immagine usata con il permesso del dottor Ryan Greysen.)

In un altro articolo del Dr. Greysen, e Terry Kind, MD, MPH e Katherine C. Chretien, MD, "Online Professionalism and the Mirror of Social Media", pubblicato sul Journal of General Internal Medicine, gli autori scrivono: "Purtroppo , i social media possono consentire ai contenuti pubblicati in un momentaneo errore di giudizio di diffondersi rapidamente oltre il pubblico previsto con un semplice "clic". In questo senso, i social media possono agire come uno specchio che riflette pensieri e comportamenti intimi a se stessi e agli altri in tutto il mondo. Per un pubblico sempre più esperto di Internet, le "immagini" riflesse da questo specchio dei social media possono rivelarsi molto importanti per valutare non solo le credenziali, ma anche il carattere dei professionisti ".

Scopri quali contenuti online potrebbero spingere i consigli di stato a indagare qui.

Il tuo turno

Quali sono i tuoi pensieri sull'uso online dei medici nei siti di social networking? Sei un medico o un altro professionista sanitario autorizzato? Come usi i social media? Quali regole ti guidano?

Maggiori informazioni sui social media e sulla salute qui

Connettiti con me | Rimani in contatto

ARTICOLI CORRELATI

I PIÙ POPOLARI