sabato, Ottobre 16, 2021
Home Benessere Salute Ospedali e pazienti senza fumo - Salute in 30

Ospedali e pazienti senza fumo – Salute in 30

Di Barbara Ficarra, RN, BSN, MPA

Questa è un’istituzione senza fumo. Grazie per la tua conformità.

Infermieri, medici e altri membri del team sanitario si impegnano ogni giorno per fornire un’assistenza di qualità ai pazienti. Ci concentriamo sui pazienti comprendendo le loro esigenze.

Ascoltiamo, valutiamo e valutiamo. Lavoriamo insieme come una squadra concentrandoci non solo sul paziente, ma anche sui membri della famiglia.

Formuliamo piani di cura individuali per ogni esigenza.

Fornire un’assistenza di qualità ai pazienti è l’obiettivo più importante per qualsiasi ospedale ed è importante notare che i pazienti devono capire che esistono politiche all’interno dell’ospedale.

Sono stato chiamato dal personale infermieristico per andare nella loro unità a parlare con un paziente che voleva fumare.

Ho passato molto tempo a parlare con un paziente che era stato ricoverato dopo aver subito un piccolo intervento chirurgico. L’ho ascoltata mentre mi spiegava con attenzione che voleva fumare.

Ho ascoltato ed ero empatico. Ha cercato molto duramente di convincermi a permetterle di fumare. Per quanto mi sentissi per il paziente, al paziente non era permesso fumare. L’ospedale è un’istituzione senza fumo.

Mentre è stata ricoverata solo durante la notte, le ho spiegato che l’ospedale è un istituto per non fumatori e che non può fumare all’interno dell’ospedale o in qualsiasi parte del perimetro dell’ospedale. L’ho informata che il suo medico le aveva ordinato un cerotto alla nicotina, che lei ha rifiutato.

La paziente X fuma un pacchetto al giorno e prima di entrare in ospedale aveva l’impressione che le sarebbe stato permesso di fumare mentre era una paziente. Non aveva rispetto per le regole, sapeva solo che voleva fumare.

Comprendendo la dipendenza dalla nicotina, è stato ordinato un prodotto per la riduzione del tabacco. Rifiutava costantemente e non aveva alcun interesse in alcun programma per smettere di fumare.

È stata una lunga notte. A supporto del personale infermieristico, ho continuamente fatto il giro, parlato e ascoltato la paziente X. Ho capito le sue esigenze, ma ha avuto difficoltà a capire la politica ospedaliera. L’ospedale offre un ambiente sicuro e protetto.

La motivazione per vietare il fumo da parte della Joint Commission è che ridurrà quanto segue:

  • Rischi per la salute delle persone che fumano, compresi i possibili effetti negativi su cure, trattamenti e servizi.
  • Rischi per la salute del fumo passivo.
  • Rischio di incendio.

“Mentre gli edifici ospedalieri sono spesso privi di fumo, un nuovo studio rileva che entro febbraio 2008, il 45 percento degli ospedali statunitensi aveva adottato politiche di “campus senza fumo”, il che significa che tutte le proprietà possedute o affittate dall’ospedale, sia all’interno che all’esterno , era vietato fumare e non c’erano aree fumatori designate su quelle proprietà.

I pazienti devono conoscere in anticipo le politiche ospedaliere

Prima di essere ricoverati in ospedale, i pazienti devono sapere in anticipo se l’ospedale è un istituto senza fumo.

Prima del ricovero, i medici devono avere una conversazione con i loro pazienti per far loro sapere se verrà ordinato un prodotto per la riduzione del tabacco durante il loro ricovero e come verranno soddisfatte le loro esigenze.

Ecco un elenco di ospedali senza fumo.

ARTICOLI CORRELATI

I PIÙ POPOLARI