giovedì, Ottobre 21, 2021
Home Benessere Salute Prevenzione del suicidio: come aiutare qualcuno che ha tendenze suicide

Prevenzione del suicidio: come aiutare qualcuno che ha tendenze suicide

Per il Suicide Prevention Day, la fondatrice del Suicide Crisis Center Joy Hibbins scrive in esclusiva per Healthista su come aiutare qualcuno che ha tendenze suicide

Il suicidio è un importante problema di salute pubblica che non scomparirà presto, con più di una persona su 20 che tenterà il suicidio a un certo punto della loro vita.

Ogni anno, più di 6.000 persone nel Regno Unito e nella Repubblica d'Irlanda si tolgono la vita e altre decine di migliaia tentano il suicidio.

più di una persona su 20 ha tentato il suicidio ad un certo punto della propria vita

In effetti, secondo i Samaritani, nel Regno Unito i tassi di suicidio tra i giovani sono aumentati negli ultimi anni con il tasso di suicidi tra le giovani donne ora al tasso più alto mai registrato.

Alcune persone che considerano il suicidio possono suggerire o rivelare ad amici o parenti che intendono togliersi la vita. Altre persone che si sentono suicide potrebbero non parlarne affatto o dare alcuna indicazione.

Nel 2012, Joy Hibbins ha cercato di togliersi la vita, due volte.

I servizi per il suicidio e le linee di assistenza disponibili non funzionavano per lei ed era chiaro che era necessario qualcosa di molto diverso, quindi ha istituito il Suicide Crisis Center.

L'obiettivo principale era sostenere le persone che non stavano accedendo ai servizi, che si erano disimpegnate dai servizi di salute mentale o le avevano trovate inutili. Da allora, il centro ha raggiunto un tasso di suicidi pari a zero, senza che nessun cliente sotto la sua cura sia morto.

Nel 2012, Joy Hibbins ha cercato di togliersi la vita, due volte

'Può essere molto difficile sapere se qualcuno a cui tieni si sente suicida. Una persona a rischio può essere estremamente brava a coprirlo ", spiega Hibbins.

"Tuttavia, se qualcuno che ami sembra di cattivo umore o depresso, è importante porre le giuste domande dirette per scoprire il livello e l'immediatezza del rischio".

Non ci sono prove che suggeriscano che chiedere a qualcuno se sta bene lo farà sentire peggio. Parlare di queste cose può aiutare.

Hibbins rivela cosa dovresti dire – e non dire – a qualcuno che ha tendenze suicide …

4 domande potenzialmente salvavita da porre:

# 1 Ti senti suicida?

Non aver paura di chiedere questo, quindi passa alle domande seguenti.

# 2 Hai pensato a come lo faresti?

Devi sapere se hanno già pensato a un metodo, perché questo mostra che sono più avanti nei loro piani. Se dicono di sì, allora chiedi:

# 3 Ce l'hai già?

Oppure chiedi se hanno pensato a dove sarebbero andati, se specificano un luogo per un tentativo di suicidio. Allora chiedi:

# 4 Quando hai intenzione di farlo?

Questo ti dice quanto è immediato il rischio. Se è oggi, il modo più rapido per ottenere aiuto è portare la persona immediatamente al pronto soccorso dell'ospedale locale.

Oppure chiama il 999 o il 111 se non puoi portarli lì da solo.

Dare supporto: cosa è utile e cosa no

Fagli sapere quanto sono importanti per te

E quanto la loro sopravvivenza sia importante per te e per tutti coloro che si prendono cura di loro.

Una persona che si sente suicida può essere depressa e questo distorce il suo pensiero. Possono sentire di essere un peso e che le persone starebbero meglio senza di loro. Questo è del tutto impreciso, ovviamente.

Enfatizza tutte le cose che li rendono unici e speciali

Comprese tutte le loro buone qualità, i loro tratti di personalità – le cose che contribuiscono al mondo. Tutto questo andrebbe perduto, se la persona morisse.

Una persona depressa si sentirà spesso del tutto inutile. Potrebbero non essere più in grado di vedere nulla di positivo in se stessi e in ciò che portano al mondo. Puoi aiutarli a vedere quanto contano.

Fagli sapere che sei lì per loro e che vuoi aiutarli e sostenerli

Potresti temere di non sapere le cose giuste da dire. Potresti temere di dire le cose sbagliate. Il messaggio più importante da dare alla persona è che ci tieni e che vuoi aiutare.

Se fai l'osservazione occasionale e involontaria, verrà ascoltata nel contesto molto più ampio di una persona che sta davvero cercando di fare del proprio meglio per quella persona.

Incoraggiali a cercare altro aiuto con il tuo sostegno

Offriti di chiamare il loro medico di famiglia. Chiama tu stesso un medico di famiglia o un servizio di emergenza, se sentono di non poterlo fare o se non vogliono. Se ti senti sopraffatto e non sai cosa fare, chiama il numero 111 dell'NHS e chiedi loro consiglio.

Nel nostro Suicide Crisis Center riceviamo spesso chiamate da persone che desiderano consigli su cosa fare.

È comprensibile che tu possa avere paura in questa situazione. Ma per favore non lasciare che la tua paura ti faccia evitare di fare le domande giuste sul rischio di suicidio o ti dissuada dal cercare di aiutare.

4 cose da NON dire

# 1 Non è utile minimizzare la situazione o minimizzarla

Prendi molto sul serio, sempre, quando qualcuno dice di sentirsi suicida.

# 2 "Andrà meglio" o "Andrà tutto bene"

A volte può essere difficile per una persona sentire le parole "Andrà meglio" o "Andrà tutto bene" perché potrebbe essere impossibile per loro prevederlo, nel mezzo di una profonda depressione.

Spesso può essere più utile far loro sapere che entri in empatia con la loro situazione: "Posso sentire quanto ti senti estremamente basso, depresso o angosciato".

# 3 Per favore, non commentare che è egoista sentirsi in questo modo

Una persona che si sente suicida è in un profondo dolore emotivo. Stanno pensando in un modo che non penserebbero se stessero bene o se non fossero molto angosciati. Non sono se stessi a questo punto.

# 4 Anche la frase "Resta forte" può essere inutile

Ciò implica che la sensazione di suicidio possa essere "debole". Non si tratta di forza o debolezza. Ognuno di noi ha un limite a ciò che può sopportare.

Una crisi suicida può capitare a chiunque di noi. Ci vuole un enorme coraggio per dire che ti senti suicida e cercare aiuto. Dovremmo sottolinearlo.

Joy Hibbins è il fondatore e CEO di un ente di beneficenza (Suicide Crisis) che gestisce un Suicide Crisis Center nel Gloucestershire.

Per informazioni sul Crisis Center, telefonare allo 07975 974455 o visitare suicidecrisis.co.uk

Contenuto pertinente di Healthista:

6 celebrità che stanno cambiando il modo in cui vediamo la depressione

Il tuo Instagram ti sta facendo ammalare?

Contenuti di Healthista che potrebbero piacerti anche:

Questa meditazione di 10 minuti per la depressione solleverà velocemente il tuo umore

15 consigli quotidiani per la cura di sé che aiutano la depressione

8 cose davvero facili che questo psicoterapeuta fa per mantenere la calma

Cosa sta realmente causando i tuoi sbalzi d'umore?

ARTICOLI CORRELATI

I PIÙ POPOLARI