sabato, Ottobre 16, 2021
Home Benessere Salute Problemi alla tiroide? Queste 4 soluzioni naturali hanno dimostrato di aiutare

Problemi alla tiroide? Queste 4 soluzioni naturali hanno dimostrato di aiutare

Hai problemi alla tiroide? Forse ti è stata diagnosticata una tiroide iperattiva o ipoattiva e ne soffri i sintomi. Il direttore nutrizionale Rick Hay ha aiutato

Stanchezza, mal di testa, dolori muscolari, crampi muscolari, sensazione di freddo, mani e piedi freddi, aumento di peso inspiegabile, ansia, pelle secca, diradamento dei capelli, unghie fragili e ciclo irregolare. Qualcuno di questi sintomi vaghi ti suona familiare?

Questa è una lunga lista (molto lunga) di sintomi che potrebbero avere un solo colpevole: la tua tiroide.

Molte persone soffrono di questi sintomi vaghi, ma incolpano il loro stile di vita o la genetica come la causa. Ma la tua tiroide produce e secerne gli ormoni che controllano e influenzano il modo in cui funziona il tuo corpo, quindi una disfunzione può spesso manifestarsi come sintomi vari che vengono facilmente scambiati per semplicemente legati allo stile di vita.

La tua tiroide produce e secerne gli ormoni che controllano e influenzano il modo in cui funziona il tuo corpo.

Per coloro che non sono sicuri, la ghiandola tiroidea è una ghiandola endocrina (che rilascia ormoni) che si trova nel collo. Produce due ormoni che vengono secreti nel nostro flusso sanguigno, la tiroxina (T4) e la triiodotironina (T3). Questi ormoni sono necessari affinché tutte le cellule del nostro corpo funzionino normalmente.

I disturbi della tiroide sono in realtà molto comuni e tendono a manifestarsi di più nelle donne, anche se possono essere colpiti anche uomini, adolescenti, bambini e neonati. In effetti, circa una persona su 20 ha una sorta di disturbo della tiroide, di cui potrebbe anche non essere a conoscenza.

Una persona su 20 ha una sorta di disturbo della tiroide, di cui potrebbe anche non essere a conoscenza.

I due ormoni, T4 e T3 secreti dalla ghiandola tiroidea, influenzano il metabolismo delle cellule del corpo. In altre parole, regola la velocità con cui lavorano le cellule del corpo.

Questi ormoni tiroidei controllano la velocità con cui il corpo metabolizza l'energia a livello cellulare, rendendola cruciale per i nostri livelli di energia. L'attività tiroidea può alterare il metabolismo basale (BMR) fino al 50%. Per quanto riguarda l'energia, questo può aumentare i livelli di energia o rallentarli.

Segni e sintomi di problemi alla tiroide

Se vengono secreti troppi ormoni tiroidei, le cellule del corpo lavorano più velocemente del normale, portando all'ipertiroidismo.

Se diventi ipertiroideo (tiroide iperattiva) a causa di un'eccessiva secrezione degli ormoni nella ghiandola tiroidea, l'aumento dell'attività delle cellule del corpo può portare a un battito cardiaco più rapido o a un aumento dell'attività dell'intestino, il che significa che avrai frequenti movimenti intestinali o persino diarrea.

I sintomi comuni dell'ipertiroidismo includono:

  • perdita di peso,
  • intolleranza al calore,
  • ansia,
  • occhi doloranti e grintosi,
  • diarrea.

D'altra parte, se viene prodotta una quantità insufficiente di ormoni tiroidei, nota come ipotiroidismo (tiroide ipoattiva), le cellule e gli organi del corpo rallenteranno.

Se diventi ipotiroideo, la frequenza cardiaca, ad esempio, potrebbe essere più lenta del normale e il tuo intestino funziona lentamente lasciandoti stitico.

I sintomi comuni dell'ipotiroidismo includono:

  • stanchezza,
  • sentire freddo,
  • aumento di peso,
  • poca concentrazione,
  • depressione,
  • stipsi.

Se pensi di avere una tiroide anormale dovresti visitare il tuo medico che ti farà un esame del sangue per confermare se hai o meno un disturbo della tiroide.

Se sai di avere un disturbo della tiroide e stai cercando di ridurre i sintomi che ne derivano, come la stanchezza, ci sono alcune semplici cose che puoi fare per aiutare. Il direttore nutrizionale Rick Hay rivela quattro rimedi per la tiroide che devi conoscere.

#1 Scegli l'acqua filtrata

Ah acqua. L'acqua è LA sostanza necessaria per la vita di ogni creatura su questa terra – ma ovviamente lo sapevi già.

Alcuni di noi bevono acqua del rubinetto, altri bevono acqua in bottiglia, molti di noi possiedono quelle caraffe intelligenti che filtrano l'acqua del rubinetto per te e il resto di noi ha quei fantastici frigoriferi che forniscono acqua fresca filtrata che è refrigerata alla perfezione.

Per coloro che bevono acqua filtrata, ti è mai stato detto da qualcuno che pensa di sapere meglio che "non c'è niente di sbagliato nell'acqua del rubinetto" o "perché sprechi soldi per l'acqua in bottiglia, quando puoi prenderla dal rubinetto"?

Bene, ora abbiamo una risposta per quelle persone che pensano di saperne di più. Indipendentemente dalle fasi di lavorazione dell'acqua che si verificano prima che l'acqua esca dai nostri rubinetti, una sostanza chimica per disinfettare il prodotto finale, solitamente il cloro, sarà ancora nell'acqua potabile della tua cucina.

Il cloro è il disinfettante più utilizzato dalle società idriche per mantenere condizioni igieniche all'interno della rete di approvvigionamento idrico pubblico.

Niente panico però, l'acqua potabile è ancora perfettamente sicura poiché i bassi livelli di cloro presenti nell'acqua potabile non causano alcun problema. Tuttavia, se hai una tiroide anormale, potrebbe essere un'idea ridurre il consumo di acqua del rubinetto e passare alle opzioni di acqua filtrata.

Lo iodio è un minerale essenziale necessario per il corretto funzionamento della ghiandola tiroidea.

Sebbene il cloro abbia avuto successo nell'eliminare virtualmente le malattie trasmesse dall'acqua, una ricerca pubblicata nel Journal of Endocrinology nel 2012, ha scoperto che il cloro reagisce con lo iodio disciolto nell'acqua. Ciò riduce la sua solubilità e ne provoca la rimozione (iodio) durante il processo di filtrazione dell'acqua. Questo quindi può contribuire alla carenza di iodio.

Lo iodio è un minerale essenziale necessario per il corretto funzionamento della ghiandola tiroidea. Soprattutto durante la gravidanza e l'allattamento.

Uno studio ha dimostrato che anche differenze minime nell'assunzione di iodio tra le popolazioni sono associate a differenze nell'insorgenza di disturbi della tiroide. Entrambi i livelli di assunzione di iodio al di sotto e al di sopra dell'intervallo raccomandato sono associati ad un aumentato rischio di malattia nella popolazione.

Questo è il motivo per cui l'acqua filtrata o i filtri a carbone attivo sono utili per eliminare quasi tutto il cloro residuo dall'acqua potabile, in modo che non competa con i livelli di iodio e influisca sulla funzione tiroidea.

Se non puoi acquistare alcun tipo di filtro per la tua acqua in questo momento, è probabilmente una buona idea inserire nella tua dieta da tre a quattro porzioni di cibi ricchi di iodio come merluzzo, latticini, tonno, uova e prugne ogni settimana.

Le fonti vegane di iodio includono patate, banane, fagiolini, fragole, prugne e mirtilli rossi.

#2 Riduci il bicchiere di vino o la pinta di sidro

Tutti amano un bicchiere di vino, una pinta di birra o stappare una bottiglia di prosecco di tanto in tanto. Sfortunatamente, per coloro che soffrono di problemi alla tiroide, risulta che l'alcol è un no-no.

In effetti, è stato riportato che l'alcol influisce su quasi ogni aspetto del funzionamento della ghiandola tiroidea. L'acetaldeide è un composto che provoca quei temuti postumi di una sbornia ed è un sottoprodotto del consumo di alcol.

L'alcol influisce su quasi ogni aspetto del funzionamento della ghiandola tiroidea.

Sfortunatamente questo composto che viene fornito con il consumo di alcol può interferire con i nostri recettori tiroidei. Ciò farà sì che la nostra ghiandola tiroidea si sovraccarichi di lavoro mentre tenta di compensare la mancanza di feedback che sta ricevendo. Il composto acetaldeide può anche causare sintomi di ipotiroidismo (menzionato sopra).

Naturalmente, sappiamo che l'alcol colpisce principalmente il fegato e le ghiandole surrenali. Entrambi sopportano il peso della richiesta dei nostri corpi, dopo aver bevuto alcolici. In effetti, una persona media di 150 libbre avrebbe bisogno di due ore perché il fegato elabori una sola bevanda. Più alcol una persona consuma, più il suo fegato sarà preoccupato. E poiché la funzione del fegato e della tiroide sono così strettamente correlate, questo provoca un impatto definitivo sulla nostra funzione tiroidea.

#3 Non esagerare con la soia

Se preferisci il latte di soia nel latte o non puoi avere latticini e opti per il latte di soia nei cereali, potresti voler passare a un altro latte senza latticini se hai problemi alla tiroide.

I gozzigeni sono sostanze chimiche presenti in natura presenti in molti alimenti a base vegetale. Tuttavia, i gozzigeni sono anche sostanze che interrompono la produzione di ormoni tiroidei interferendo con l'assorbimento di iodio nella ghiandola tiroidea.

Più specificamente, i gozzogeni possono bloccare il processo mediante il quale lo iodio viene incorporato nei principali ormoni tiroidei tiroxina (T4) e triiodotironina (T3).

Gli alimenti gozzigeni includono soia, semi di soia, arachidi, broccoli, cavoli, germogli, cavolfiori e cavoli. Preoccupati di questo solo se hai problemi alla tiroide. Gli alimenti a base di soia non influiscono sulla ghiandola tiroidea nelle persone con normale funzione tiroidea e livelli di iodio adeguati.

Cucinando, cuocendo a vapore o fermentando cibi gozzigeni è possibile ridurre i livelli di gozzogeni. Se ti piace includere spinaci freschi o cavoli nei tuoi frullati, prova prima a sbollentare (cottura parziale) le verdure e poi conservale nel congelatore per un uso successivo.

Quando si tratta di mangiare, ancora una volta lo iodio è un fattore chiave da includere. Ottenere abbastanza iodio e selenio può aiutare a ridurre gli effetti dei gozzogeni; la carenza di iodio è un noto fattore di rischio per la disfunzione tiroidea.

Buone fonti alimentari di iodio includono alghe come le alghe. Inoltre, ottime fonti di selenio includono noci del Brasile, pesce, carne, semi di girasole, tofu, fagioli al forno, funghi Portobello, pasta integrale e formaggio.

La carenza di iodio è un noto fattore di rischio per la disfunzione tiroidea.

#4 Tieni a freno il tuo stress

Così come gli alimenti gozzigeni che possono avere un effetto negativo sulla tiroide, possono farlo anche alcuni fattori ambientali. E probabilmente non sarai sorpreso di sapere che uno di questi fattori è lo stress.

Il cortisolo (noto anche come ormone dello stress) riduce l'attività tiroidea riducendo la stimolazione della ghiandola tiroidea. Anche i cambiamenti nel cortisolo all'interno dell'intervallo normale (che significa una piccola quantità di stress come quella persona che prende l'ultimo posto sul tubo) possono causare cambiamenti significativi negli ormoni tiroidei.

Per ridurre lo stress, evita diete restrittive poiché la restrizione calorica può essere percepita come un fattore di stress. Potrebbe anche essere una buona idea gestire i livelli di stress con la meditazione, lo yoga e la consapevolezza.

Prova il nostro corso di yoga per principianti con la principale insegnante di yoga Julie Montagu

#5 Prova un integratore

Un altro modo per aiutare a sostenere la funzione tiroidea è assumere un integratore. L'integrazione con l'aminoacido tirosina e i minerali iodio e selenio può aiutare con la normale funzione tiroidea.

Considera di prendere il TH207 di Biocare.

“Contiene antiossidanti A e C che proteggono gli ormoni dai danni e offrono supporto, inoltre il selenio e lo iodio sono essenziali per il metabolismo degli ormoni tiroidei.

"L'aminoacido tirosina aiuta anche a ridurre lo stress e la glicina supporta la produzione di ormoni tiroidei.

"Questo contiene anche ginseng siberiano e liquirizia per un ulteriore supporto".

Più contenuti salutisti:

I 7 migliori corpi delle celebrità della stagione dei premi di quest'anno

3 consigli per parlare in pubblico su cui giura questo comico in piedi

Correre per il fitness: 5 consigli che questi esperti di corsa vogliono che tu sappia

"Entrambi i miei genitori hanno l'acufene"

VINCI un pernottamento in spa del valore di £ 279 partecipando al nostro sondaggio di 5 minuti

Vuoi vivere il massimo del relax? Per avere la possibilità di vincere un pernottamento in spa per due, inclusi trattamenti e pasti, completa il nostro sondaggio di cinque minuti su come la salute dell'intestino influisce sulle tue relazioni

ARTICOLI CORRELATI

I PIÙ POPOLARI