sabato, Ottobre 16, 2021
Home Benessere Salute Quanto è efficace il Botox come trattamento per l'emicrania cronica?

Quanto è efficace il Botox come trattamento per l'emicrania cronica?

Quando soffri di emicrania cronica, il tuo obiettivo principale è trovare il trattamento più efficace per evitare che accada. È molto frustrante quando le opzioni tradizionali che promettono di alleviare i sintomi o ridurre il verificarsi degli attacchi non soddisfano le tue aspettative. È qui che le iniezioni di Botox per l'emicrania cronica tornano utili. Questo trattamento è noto per convertire gli attacchi di emicrania da cronici a episodici.

Come funziona il trattamento con Botox nell'emicrania?

Mentre le iniezioni di botulino o tossina botulinica sono note per la prevenzione delle rughe, ora è usato come trattamento per alcune condizioni mediche come vescica iperattiva, spasticità, distonia cervicale, emicrania cronica e altro.

Quando somministrato tramite iniezioni, l'emicrania cronica Botox entra nei piccoli nervi del corpo, bloccando il percorso di feedback che scatena mal di testa e sintomi di emicrania. Questi minuscoli recettori nervosi sono anche chiamati fibre C, che portano dolore al cervello. Botox li interrompe dal fare il loro lavoro che perpetua gli attacchi di emicrania cronica.

La tossina proviene dal Clostridium botulinum ed è sfruttata nella sua forma più pura per la profilassi del forte mal di testa tra i pazienti adulti. È approvato e concesso in licenza come trattamento per le persone che hanno avuto 15 giorni di mal di testa ogni mese, in cui almeno 8 giorni mostrano sintomi di attacchi di emicrania.

È efficace per tutti i pazienti?

Come qualsiasi altro trattamento, i risultati variano a seconda della risposta e dell'adattabilità del corpo all'agente. C'è sempre la possibilità che un paziente su quattro non sperimenti un sollievo ottimale dopo il trattamento. Per godere dei massimi effetti del trattamento con Botox, è fondamentale ottenere 2 serie di iniezioni a intervalli di 12 settimane. È anche sicuro ricevere più cure se necessario.

Secondo gli studi, circa il 47% delle persone che hanno scelto di assumere il Botox per le loro emicranie croniche ha sperimentato una riduzione del 50% o più degli attacchi di emicrania e del mal di testa. È anche importante notare che gli effetti biologici del Botox non si verificano durante la notte o poche ore dopo le iniezioni. In genere ci vogliono diversi giorni, anche settimane per arrestare i sintomi della tua emicrania cronica. Ci sono anche casi in cui i pazienti sentono il miglioramento delle loro condizioni solo dopo la seconda serie di iniezioni di Botox.

Chi ha diritto all'iniezione?

Non tutti i malati di emicrania cronica possono ottenere questo trattamento iniettabile. Se sei una madre che allatta o sei incinta, non puoi fare iniezioni di Botox per l'emicrania cronica. Nella lista sono escluse anche le persone con paralisi di Bell, miastenia gravis e altri tipi di malattie neurologiche. Se di recente hai anche ricevuto un trattamento cosmetico con Botox entro 3 mesi, non è consigliabile ottenerne uno per la tua condizione di emicrania cronica perché potrebbe aumentare gli effetti negativi.

Cosa devi dire al tuo medico durante lo screening?

Trovare il miglior medico o specialista esperto nella somministrazione di Botox. Ti darà tranquillità, sapendo che sei in buone mani. Sebbene l'iniezione di Botox sia sicura e rapida, è un processo delicato che richiede esperienza e conoscenza dell'anatomia delle aree chiave dell'iniezione.

Devi informare il medico se:

  • Ha avuto problemi precedenti con le iniezioni come svenimento o vertigini
  • Aveva infiammazione o debolezza nella pelle o nei muscoli dell'area di trattamento inclusa
  • Hai riscontrato problemi durante le tue precedenti iniezioni di Botox
  • Ha subito un intervento chirurgico nella zona in cui verrà iniettato il Botox
  • Presto subirà un intervento chirurgico
  • Soffre di un certo tipo di malattia che colpisce il sistema nervoso
  • Ha avuto problemi a deglutire cibo o bevande, o ha avuto incidenza in cui il liquido è entrato nei polmoni
  • Avere malattie croniche che colpiscono i muscoli
  • A rischio di sviluppare glaucoma ad angolo chiuso o già ce l'ha
  • Assunzione di farmaci che fluidificano il sangue

Nascondere questi fatti può aumentare i possibili effetti collaterali, quindi sii onesto con il tuo medico.

Quali sono gli effetti collaterali che potresti riscontrare?

La procedura di Botox di solito richiede meno di 5 minuti quando si dispone di un medico bravo e ben addestrato. Dopo la prima serie di iniezioni di Botox, ti verrà consigliato di rimanere per un po' per assicurarti di non avere una reazione allergica acuta alla sostanza. Successivamente, puoi continuare la tua solita routine quotidiana e seguire le istruzioni per la cura a casa.

Gli effetti collaterali che alcuni pazienti sperimentano includono:

  • Un peggioramento dell'emicrania che si verifica entro uno o due giorni dopo il trattamento e può durare per alcuni giorni
  • Prurito ed eruzioni cutanee
  • Lividi, dolore, sanguinamento o infezione
  • Debolezza muscolare, crampi, tensione o rigidità
  • Difficoltà a deglutire
  • Palpebra gonfia
  • Dolore cutaneo
  • Dolore alla mascella
  • Orticaria, gonfiore, respiro sibilante o sensazione di svenimento
  • Mancanza di respiro o difficoltà a respirare o parlare.

Quando si verifica uno di questi effetti collaterali, contattare immediatamente il medico per un trattamento e un farmaco adeguati.

Porta via

Se ritieni che il trattamento con Botox per l'emicrania cronica possa aiutarti a goderti una vita di qualità libera dal dolore lancinante e dal disagio dell'emicrania cronica, visita ora una clinica stimabile.

ARTICOLI CORRELATI

I PIÙ POPOLARI