lunedì, Luglio 4, 2022
HomeBenessereSaluteRapporto complicato con tua madre? Ecco 5 cose che questo psicoterapeuta...

Rapporto complicato con tua madre? Ecco 5 cose che questo psicoterapeuta dice possono aiutare

La festa della mamma va molto bene ma il rapporto tra madre e figlia può essere una manciata di emozioni. Autrice e psicoterapeuta, Hilary Jacobs Hendal ha consigli

I rapporti madre-figlia sono difficili. Non ho mai incontrato una donna che non avesse sentimenti contrastanti per sua madre. Al cuore, c’è tipicamente un profondo amore e gratitudine. Eppure, le relazioni madre-figlia sono piene di conflitti, colpe, rancori del passato, critiche, negligenza, sensi di colpa, incomprensioni, sentimenti feriti, litigi, persino allontanamenti causati da stalli che vanno avanti per anni.

I rapporti madre-figlia sono pieni di conflitti, causati da una situazione di stallo che va avanti da anni.

Courtney ha avuto una relazione difficile con sua madre, che era lunatica e incoerente nel modo in cui la trattava. Al suo meglio, la mamma di Courtney era dolce e solidale. Nel peggiore dei casi, era critica e cattiva. Courtney credeva profondamente che sua madre fosse cattiva perché Courtney era cattiva. La parte di lei che sosteneva quella convinzione sentiva che se solo avesse potuto compiacere sua madre avrebbe ottenuto l’amore che desiderava costantemente. Ho chiesto a Courtney se sua madre fosse così prima della nascita di Courtney. Con un po’ di ricerca intervistando le sorelle ei fratelli di sua madre, ha appreso che sua madre era sempre stata “difficile” e aveva lottato per mantenere i rapporti. Le persone si sono stufate di lei e lei o ha perso gli amici o ha interrotto le persone per salvare la faccia. Questa nuova conoscenza stava alleviando Courtney. Con la festa della mamma in arrivo e sua madre che diminuisce un po’ con l’età, Courtney ha voluto provare a comunicare in modo più autentico con sua madre.

La mia voce interiore potrebbe dire questo: ‘Io amo mia madre E sono così irritato da lei in questo momento

Sono uno psicoterapeuta specializzato in emozioni, traumi e relazioni. Nel corso degli anni in cui ho praticato, ho davvero imparato ad apprezzare la complessità dei sentimenti che circondano i membri della famiglia. Prima di conoscere le emozioni durante la mia formazione, avevo una capacità molto limitata di affrontare i conflitti oltre a incolpare mia madre per i modi in cui mi ha deluso o incolpare me stessa per non essere una figlia migliore. Ora guardo alle relazioni con molte più sfumature. Questo approccio aiuta lasciando spazio alla curiosità di saperne di più sul passato di tua madre e, si spera, di ottenere una comprensione più profonda del motivo per cui si tratta di una relazione così complessa.

Impara ad andartene, prenditi una pausa o, meglio ancora, dormici sopra.

Ho aiutato Courtney condividendo cinque consigli utili per gestire le sue emozioni mentre lavoravo per rimanere autenticamente connessa con la madre. Spero che aiutino anche te.

1. Sappi che i sentimenti non sono né buoni né cattivi

I sentimenti sono programmi cablati che ci dicono come l’ambiente ci sta influenzando. Dobbiamo ascoltarli e usarli con saggezza. Giudicare te stesso non aiuta. Pensare a come comunicare i tuoi sentimenti è tempo speso meglio. Ad esempio, quando Courtney ha pensato di parlare con sua madre di alcune delle cose che l’hanno infastidita in passato, è diventata ansiosa. Ho insegnato a Courtney a notare l’ansia nel suo corpo ea respirare profondamente per rilassarsi. Aveva senso che l’ansia fosse sorta per Courtney mentre stava provando qualcosa di spaventoso e nuovo, e qualcosa a cui sapeva che sua madre avrebbe potuto reagire male.

Imparare che possiamo avere emozioni opposte allo stesso tempo è una delle cose più utili che ho imparato.

2. Sappi che puoi provare due sentimenti opposti contemporaneamente

Quando mia madre mi irrita perché mi dà consigli non richiesti, onoro sia il mio fastidio che il mio amore per lei allo stesso tempo. La mia voce interna potrebbe dire questo: “Io amo mia madre E sono così irritato da lei in questo momento”. Imparare che possiamo avere emozioni opposte allo stesso tempo è una delle cose più utili che ho imparato. E tenere a mente emozioni contrastanti diminuisce l’ansia. Courtney ha dovuto provare tre sentimenti: il suo amore per sua madre, la sua rabbia per essere stata dura e il suo desiderio di migliorare la loro relazione.

3. Concediti compassione e anche se sei furioso

La maggior parte delle persone si sente immediatamente in colpa quando è arrabbiata con la madre. Sentono che dovrebbero avere più pazienza e interiorizzano la sensazione di essere una cattiva figlia. Ho imparato a convalidare quei sentimenti quando li ho, ma poi a fare immediatamente e di proposito uno spostamento verso il sentimento di compassione verso me stesso per due ragioni principali. Mi do compassione quando sono arrabbiato perché quella sensazione fa male e mi fa stare male. Mi do compassione perché litigare con la madre è sconvolgente. Possiamo sforzarci di avere autocompassione e continuare a lavorare per diventare più pazienti e meno reattivi. Courtney stava lavorando sodo per provare compassione per se stessa, anche se era una lotta per non picchiarsi per essere arrabbiata.

4. Resisti alla tentazione colpa

Invece, sforzati di prenderti cura dei tuoi sentimenti. Riconosci ogni tristezza, rabbia, paura e dolore. Accetta quello che è successo, sia nel passato che nel presente. Convalida che i problemi di comunicazione tra madri e figlie sono molto tipici e sforzati di capirla e aiutarla a capirti in modo più completo.

Tornare a una conversazione dopo che la polvere si sarà calmata consentirà una migliore comprensione reciproca.

5. Cerca di riparare le rotture, ma solo dopo che le emozioni si sono calmate

Non succede mai niente di buono quando comunichiamo con gli altri in uno stato emotivamente reattivo. Impara ad andartene, prenditi una pausa o, meglio ancora, dormici sopra. Poi torna al tavolo. Chiedi a tua madre se è interessata ad avere una comunicazione migliore e più gentile. Se è così, torna al momento in cui le cose hanno iniziato a peggiorare e vedi dove vi siete frainteso l’un l’altro. Se non vuole lavorare su una migliore comunicazione, permetti a te stesso di sentirti triste: è una vera perdita di cui piangere.

Le relazioni madre-figlia possono evolversi e crescere nel corso della vita. Ho molti pazienti le cui madri erano cattive e persino violente quando erano giovani, ma poi si addolciscono con il tempo. Questo può creare confusione. È difficile per il cervello aggiornarsi a una nuova normalità, soprattutto quando le emozioni del passato non sono state affrontate. Ci sono poche cose che aiutano le relazioni più dell’essere autentici e far sentire i tuoi veri sentimenti. Forse questa festa della mamma coglierai l’occasione e condividerai qualcosa con tua madre di cui hai bisogno per toglierti dal petto. Se ti sente, sarà fantastico. Se non lo fa, sei già sopravvissuto alla tua infanzia e sopravviverai anche alla verità. Accettare la realtà e prendersi cura dei tuoi sentimenti più profondi è il modo migliore per essere la tua meravigliosa madre per la festa della mamma e oltre. Ed essere la tua brava madre è una relazione che ti nutrirà 24 ore su 24, 7 giorni su 7 e durerà per il resto della tua vita.

Hilary Jacobs Hendel è uno psicoanalista certificato e psicoterapeuta e supervisore AEDP con sede a New York City. Ha pubblicato articoli sul New York Times e su riviste specializzate. Hilary è stata anche consulente di salute mentale per la serie TV Mad Men.

Per saperne di più sulla gestione delle emozioni che suscitano relazioni complicate, leggi: Non è sempre depressione: Una nuova teoria per ascoltare il proprio corpo, scoprire le emozioni fondamentali e riconnettersi con il proprio sé autentico

ARTICOLI CORRELATI

I PIÙ POPOLARI