martedì, Maggio 24, 2022
HomeBenessereSaluteRecensione della settimana sulla spa: Cliveden House, Berkshire

Recensione della settimana sulla spa: Cliveden House, Berkshire

Caroline Sylger Jones, fondatrice di Queen of Retreats e giornalista leader nel campo del benessere, esplora spa e ritiri in tutto il mondo

Cliveden House nel Berkshire attira visitatori da tutto il mondo, inclusi molti americani, essendo l’ex casa dell’americano William Waldorf Astor e di sua moglie Nancy.

Attira anche i visitatori per il suo legame con l’affare Profumo, lo scandalo politico britannico del 1961 causato da un’avventura tra John Profumo, il Segretario di Stato per la Guerra nel governo di Harold Macmillan, e la giovane modella e ballerina Christine Keeler, che all’epoca era temuta di aver rappresentato una minaccia per la sicurezza britannica.

Ristrutturato nel 2017, il centro benessere si trova all’interno del grazioso giardino recintato originale

Ora di proprietà del National Trust, la casa è affittata al Relais Chateaux e funziona come un hotel con spa, quindi puoi goderti una dose di grandezza e intrighi.

Ristrutturata nel 2017, la spa si trova all’interno del grazioso giardino recintato originale dove, nei giorni asciutti, c’è una piscina all’aperto da godersi – l’unica piscina all’aperto “elencata” rimasta in Inghilterra e dove Profumo avrebbe incontrato Keeler – con due vasche idromassaggio all’aperto a un’estremità e molti ampi lettini tutt’intorno.

Nei giorni più freddi, c’è una simpatica grande piscina coperta con lettini semplici ma eleganti in stile chaise longue alle due estremità: entrambe le piscine sono abbastanza grandi per nuotare. Poi c’è una fantastica e grande sauna a infrarossi interna, la nostra caratteristica preferita, oltre a un bagno turco e una piccola jacuzzi interna. Per essere attivo, unisciti a una partita sui campi da tennis al coperto o all’aperto, prenota lezioni di tennis o c’è una Technogym dove puoi fare il tuo allenamento o prenotare sessioni individuali di yoga, pilates o fitness personale.

Ci sono sette sale per trattamenti e molte nel menu della spa. Ho provato The Rose Garden Experience, un rituale di scrub e massaggio ideato dalla compagnia piuttosto adorabile e talentuosa Oskia, e ho optato per un olio chiamato Nancy Astor, a base di oli di rose che la padrona di casa aveva apparentemente portato in giardino, mescolato con menta e gelsomino. (Puoi anche optare per l’olio e lo scrub Anna Marie, dal nome dell’amante per la quale è stata originariamente costruita la casa – lo adoro).

C’è anche uno studio per manicure, pedicure e acconciature.

Nelle mani del mio particolare terapeuta, l’intera esperienza è stata alquanto deludente, il massaggio un po’ debole, il rituale non così fluido come avrebbe potuto essere. Questo non è stato aiutato dal lettino da massaggio piuttosto stretto, su cui ho faticato a tenere le braccia piuttosto che rilassarmi completamente. Se tornassi, opterei invece per uno dei trattamenti per il viso di Oskia o Sarah Chapman. I trattamenti per il viso Sarah Chapman Skinesis® provengono dalla sua clinica in Sloane Square, dove ha sviluppato prodotti che uniscono la ricerca dermatologica attuale con gli estratti botanici puri. Il viso è un trattamento detergente e nutriente su misura che i terapisti combinano con la sua caratteristica “ginnastica” per il massaggio viso e lifting.

In menu anche: massaggio con olio caldo, terapia di galleggiamento su materasso ad acqua, trattamento purificante con pietre calde, massaggio dei tessuti profondi e riflessologia, esfoliazione ai sali dell’Himalaya seguita da un impacco minerale insieme alla digitopressione su testa e piedi. C’è anche uno studio per manicure, pedicure e acconciature.

Le camere da letto, le suite e gli spazi pubblici sono riccamente storici, con dipinti a olio che adornano le pareti e statue che abbelliscono i corridoi: il salone d’ingresso con pannelli in legno scuro è stato particolarmente animato da un bellissimo dipinto un po’ ultraterreno di Nancy Astor da giovane donna.

Ci sono nove diverse opzioni di camera da letto, tra cui lo Spring Cottage, una casa con tre camere da letto sulla riva del fiume Tamigi che può essere prenotata per un gruppo di amici o familiari. Per un breve soggiorno, le camere Club, che prendono il nome dai visitatori della casa del passato, come Rudyard Kipling, sono le più economiche, ma comunque arredate individualmente con letti queen size ed eleganti mobili d’epoca. Per un po’ di più è possibile prenotarne uno con terrazza affacciata sul cortile e vasca idromassaggio privata.

il National Trust conserva magnificamente 376 acri di terreno da esplorare

Abbiamo gustato il comfort food all’Astor Grill, una scuderia magnificamente ristrutturata in cui ci siamo seduti felici insieme in sedili in stile cabina rivestiti in una splendida pelle blu navy e abbiamo sgranocchiato spigola pescata con finocchio e poi soufflé al frutto della passione accompagnato da gelato al cocco di la cucina dell’esperto capo chef André Garret.

Quello che devi fare qui è uscire: il National Trust conserva magnificamente 376 acri di terreno da esplorare, con un labirinto tradizionale, passeggiate lungo il fiume o attraverso i boschi, giochi giganti in un giardino acquatico e un padiglione e anfiteatro. È una cosa adorabile sedersi in biblioteca (riservata solo agli ospiti dell’hotel) e guardare i prati e i giardini paesaggistici – attenzione però, poiché questa è una proprietà del National Trust, vedrai ovviamente i turisti con la loro attrezzatura da giorno e gli zaini anche a piedi i giardini.

La tenuta ha una meravigliosa collezione di sculture e statue d’arte sparse in giro, tra cui la Fontana dell’Amore risalente al 1879 e una nuova selezione di opere dell’artista concettuale Bernar Venet. Tutto si aggiunge a un trattamento storico, ma fai domande prima della tua visita e scegli con cura il tuo terapista termale.

Una camera Club costa da £ 445 per notte solo pernottamento o £ 545 per notte con trattamento di pernottamento e prima colazione. La Rose Garden Experience dura 90 minuti e costa £ 140.

Caroline Sylger Jones è un autore e giornalista freelance che viaggia per il mondo alla ricerca di terme, ritiri e vacanze salutari per giornali internazionali, riviste patinate e siti web. È la fondatrice e direttrice del sito di viaggi benessere Queen of Retreats.

Segui su Twitter: @QueenOfRetreats

Segui su Facebook: @QueenOfRetreats

Segui su Instagram: @QueenOfRetreats

Per altre idee di viaggio benessere, dai un’occhiata al fantastico sito di Caroline Queen of Retreats su www.queenofretreats.com.

Recensione spa: Kurhotel Skodsborg, Copenaghen

Spa della settimana – Hotel Las Caldas Villa Termal, Spagna

Spa della settimana: Four Seasons spa, Trinity Square, Londra

Spa della settimana – Four Seasons Hotel Beirut

ARTICOLI CORRELATI

I PIÙ POPOLARI