sabato, Ottobre 16, 2021
Home Benessere Salute Rinunciare all'alcol: che senso ha restare astemio per un mese?

Rinunciare all’alcol: che senso ha restare astemio per un mese?

Hai davvero rinunciato all’alcol questo gennaio? Le vendite di alcolici sono aumentate del 10% il mese scorso. L’editor dei contenuti Sharon Walker parla con gli esperti di qual è il punto di rinunciare all’alcol per un mese

Indovina un po? Le vendite di alcolici sono aumentate del 10% il mese scorso. Scommetto che non l’hai visto arrivare dopo le innumerevoli persone che si sono impegnate ad astenersi dall’alcol per Dry January.

Il Sun ha coniato il termine “Lie January” dopo che le cifre suggeriscono che alcuni cosiddetti sostenitori di Dry January stavano bevendo un drink segreto a casa.

Le vendite di gin in particolare sono aumentate del 23% e poco più della metà delle famiglie ha acquistato alcolici a gennaio.

Le morti legate all’alcol sono ai massimi storici in Inghilterra.

In altre notizie, è stato rivelato che le morti legate all’alcol sono ai massimi storici in Inghilterra. I dati del SSN mostrano un aumento del 6% dei decessi correlati all’alcol e avvertono che qualcuno viene ricoverato in ospedale ogni 30 secondi per problemi di salute causati dal bere.

Il rapporto NHS Digital utilizza i dati del servizio sanitario e i dati dell’Ufficio di statistica nazionale pubblicati per la prima volta a dicembre per l’intero Regno Unito.

I dati del SSN mostrano che ci sono stati 5.843 decessi nel 2017 in cui l’alcol era la causa principale, con le malattie del fegato che rappresentano circa l’80% di questi decessi. Si tratta di un aumento di oltre il 6% rispetto all’anno precedente e del 17% in un decennio.

Con queste nuove statistiche in mente, forse ha senso diventare astemi per un mese, se non sei già astemio come un numero crescente di nuovi soberisti della Generazione Z.

Un sondaggio sulla rivista BMC Public Health mostra che un terzo dei giovani di età compresa tra 16 e 24 anni afferma di non bere affatto. Lo studio ha anche suggerito che meno giovani bevono quantità dannose.

Ma per il resto di noi, rinunciare completamente all’alcol, anche per un mese, può essere una sfida. L’alcol fa così tanto parte della cultura britannica che è difficile evitarlo, ma non c’è dubbio che la scusa di Dry January fornisce una comoda scappatoia, soprattutto se i tuoi amici lo fanno con te.

Con un adulto su cinque che beve oltre il limite massimo raccomandato di 14 unità a settimana, secondo un sondaggio YouGov di quest’anno, iscriversi a Dry January dovrebbe sicuramente essere una buona notizia, ma solo se – e questo è il motivo per cui questi “disintossicanti” durano un mese ‘ vengono a volte criticati – non cadiamo nella trappola del rimbalzo del bere, recuperando il tempo perso con doppi colpi e cacciatori di Jagermeister a tutto tondo.

I benefici a breve termine di rinunciare all’alcol

Una recente ricerca presso l’University College di Londra, pubblicata sul BMJ (British Medical Journal) all’inizio di quest’anno, ha studiato gli effetti dell’abbandono dell’alcol per un mese in 94 bevitori moderati e forti che consumavano abitualmente più delle linee guida del governo (assunzione media di 28 unità a settimana ).

Non solo gli astemi hanno perso peso (poco meno di 2 kg/4,4 libbre in media) la loro resistenza all’insulina – un marker per il diabete di tipo 2 – è migliorata di circa il 25%, mentre gli esami del sangue per l’infiammazione e la funzionalità epatica hanno mostrato un piccolo miglioramento. Hanno anche visto un piccolo calo della pressione sanguigna e una riduzione dei fattori di crescita legati al cancro.

Che cosa significa questo? Questi risultati sottolineano il fatto che la nostra assunzione di alcol influenza effettivamente tutti questi fattori di rischio. Anche se non c’è alcun indizio che un mese di sbornia possa rimediare a un danno grave. La cosa più importante è la quantità di alcol che bevi nell’arco della vita, dicono gli esperti.

“Abbiamo riscontrato notevoli benefici da un mese di astinenza, in questi volontari altrimenti sani”, afferma il ricercatore capo dello studio, il dottor Gautam Mehta. “Il cambiamento nella resistenza all’insulina, in particolare, è stato ampio, circa il 25%, e i fattori di crescita correlati al cancro sono diminuiti in quasi tutti i partecipanti.

‘Quello che non sappiamo è quanto duraturi siano questi benefici una volta che le persone ricominciano a bere. Tuttavia, anche i nostri partecipanti si sono sentiti molto meglio, in termini di sonno e concentrazione. Ha permesso loro di reimpostare il loro rapporto con l’alcol. Sei mesi dopo, la proporzione di bere a livelli dannosi era diminuita di oltre il 50%.’

Che dire del bere “rimbalzo”?

Ci sono prove per dimostrare che diventiamo un po’ matti dopo un mese di astinenza? In una parola n. In effetti, i risultati di due ulteriori studi recenti sembrerebbero suggerire il contrario. Dopo un mese di pausa dall’alcol, la maggior parte delle persone ricalibra il proprio rapporto con l’alcol e beve meno dopo la disintossicazione.

Lo scorso luglio il team Trust Me I’m a Doctor della BBC ha collaborato con scienziati dell’University College Hospital e del Royal Free Hospital, guidati dallo specialista del fegato Prof Rajiv Jalan, per un programma in concomitanza con l’inizio di Sober October, il 3 ottobre.

la maggior parte delle persone che hanno partecipato alla sfida beveva ancora molto meno sei mesi dopo

Lo studio ha esaminato gli effetti dell’abbandono dell’alcol per un mese in un gruppo di 26 persone e ha scoperto che i benefici erano più pronunciati nei forti bevitori, che bevevano regolarmente oltre il limite raccomandato dal governo di 14 unità a settimana. Mentre i bevitori leggeri sono tornati rapidamente ai loro livelli pre-disintossicanti, tre settimane dopo la fine del periodo di siccità i forti bevitori stavano ancora bevendo il 70% in meno.

Uno studio precedente pubblicato nel Journal of Health Psychology, nel 2016, ha scoperto che, lungi dal “rimbalzo” del bere dopo un gennaio secco, la maggior parte delle persone che hanno partecipato alla sfida bevevano ancora significativamente meno sei mesi dopo e che questo beneficio è stato visto anche tra quelli che non hanno completato il mese secco.

Quindi, se non ti sei iscritto questo ottobre, vale sicuramente la pena gettare il cappello sul ring per una disintossicazione a gennaio secco.

Perdita di peso, pelle migliore, sonno migliore E più soldi: gli effetti a lungo termine

Rinunciare all’alcol a breve termine ha certamente i suoi vantaggi immediati, ma come confermano gli esperti, i maggiori benefici non derivano dal fatto di prendersi un mese di pausa a breve termine, ma dagli effetti a catena dopo la “disintossicazione”, che sia in ottobre o in qualsiasi altro periodo dell’anno.

‘Le persone che fanno Dry January riferiscono di dormire meglio, perdere peso e risparmiare denaro. Dicono che la loro pelle migliora, i loro occhi sembrano più luminosi e possono concentrarsi meglio. Ci dicono che si sentono semplicemente meglio’, conferma il dottor Richard Piper, CEO di Alcohol Concern.

‘Ma in realtà non si tratta dei benefici che si verificano a gennaio. Facendo Dry January, ripristiniamo il nostro rapporto con l’alcol – imparando quando e perché beviamo, le situazioni in cui facciamo fatica a rifiutare e le tecniche di cui abbiamo bisogno per prendere il controllo del nostro bere.

‘Oltre il 70% delle persone che provano un gennaio secco ha punteggi AUDIT più bassi (una misura dell’Organizzazione mondiale della sanità del consumo rischioso) rispetto a prima del mese sei mesi dopo.

Ciò significa che l’anno scorso oltre 3,6 milioni di persone hanno abbattuto – e sono queste scelte a lungo termine e più sane che sono il più grande vantaggio di Dry January. Quando beviamo di meno riduciamo le nostre possibilità di sviluppare malattie del fegato, sei tipi di cancro e diversi problemi di salute mentale.

4 modi per sostenere il tuo corpo quando esci dall’alcol

Che tu sia a metà della “disintossicazione” o che in generale cerchi di ridurre, c’è molto che puoi fare per supportare il processo, specialmente se sei una persona che cerca di bere un bicchiere di vino quando sei stressato.

Prendi le vitamine del gruppo B La ricerca mostra che l’integrazione con vitamine del gruppo B può aiutare se ti senti stressato al lavoro, inoltre poiché l’alcol può anche esaurire le vitamine del gruppo B, un integratore potrebbe aiutare a ristabilire l’equilibrio. “Rinunciare all’alcol non è una cosa facile, quindi sostenere il tuo corpo con i giusti nutrienti può davvero rendere il processo più agevole”, afferma la nutrizionista leader Marta Anhelush.

“L’alcol può esaurire molti dei tuoi nutrienti, in particolare le vitamine del gruppo B, che sono cruciali per il nostro sistema nervoso e la produzione di neurotrasmettitori chiave dell’umore come la dopamina o la serotonina. Assumere un multinutriente di buona qualità, come il Methyl Multinutrient di BioCare, che contiene una buona dose di vitamine del gruppo B, nelle forme più biodisponibili, insieme a minerali come magnesio, cromo e manganese, può non solo aiutare con l’umore, ma anche stabilizzare i livelli di zucchero nel sangue per evitare cali di energia o voglie.’

Trova un modo per rilassarti che non coinvolga il vino in punto Se sei una delle persone che beve per rilassarsi o aiutarti ad addormentarti, potresti provare a rilassarti in un modo più sano con la meditazione, l’esercizio o una lezione di yoga per sostituire l’ora del vino – in questo modo stai aggiungendo qualcosa di adorabile per la tua routine invece di portarti via solo…

Prova delle erbe calmanti “Alcune erbe e sostanze nutritive possono essere molto lenitive, tra cui teanina e melissa, oltre al magnesio taurato”, afferma Anhelush. Puoi questi nutrienti nel complesso NT di BioCare.

Aumenta i tuoi antiossidanti Se hai regolarmente superato i limiti raccomandati, è una buona idea aumentare i tuoi antiossidanti con una dieta più a base vegetale (i cibi ricchi di antiossidanti includono verdure a foglia verde scuro, bacche viola e rosse e cioccolato fondente che contiene almeno il 70% di cacao ) o un integratore antiossidante, come dimostra la ricerca, che potrebbe aiutare a prevenire danni al fegato.

‘Molte sostanze chimiche vegetali possono avere proprietà antiossidanti e protettive molto potenti, specialmente quelle ricche di zolfo; da broccoli (ad esempio indolo-3-carbinolo), estratto di melograno o L-teanina,’ dice Anhelush.

Per una spinta antiossidante, Anhelush consiglia il complesso di cisteina di BioCare con estratti di melograno e broccoli, che hanno dimostrato di aiutare con l’efficace rimozione dell’alcol dal corpo, oltre a proteggere dai radicali liberi, che si creano quando l’alcol viene elaborato.

5 modi per bere di meno – da qualcuno che lo sa

Quando la giornalista Helen Foster smise di bere e ne scrisse nel suo brillante libro Quit Alcohol (per un mese), scoprì molti modi supportati dalla scienza per ridurre il consumo senza rendersene conto. Ecco i suoi migliori consigli per diventare sobri ad ottobre, o addirittura in qualsiasi momento.

Bevi da un bicchiere di vino “Il consiglio che mi aiuta di più è quello di bere tutto in un bicchiere di vino – acqua, tonica, birra analcolica – ti fa sentire come se avessi un drink in mano”, dice Foster.

Le nostre bevande analcoliche preferite per gli adulti in questo momento includono, Chillio, Thomas & Evans, The London Essence Co. e Monte Rosso.

Metti il ​​bicchiere sul tavolo quando versi un drink perché ne metti di meno – 12% secondo uno studio. “Anche i bicchieri da vino vecchio stile degli anni ’70 ti dimezzeranno immediatamente quello che stai bevendo – sono fatti per una misura da 125 ml – non i 250 ml più i bicchieri da vino di oggi tengono”.

Conosci i tuoi trigger “Se bevi nello stesso posto, alla stessa ora, ogni notte hai sviluppato un’abitudine e devi romperla”, dice Foster. ‘Rompere un’abitudine può significare cambiare una delle tre cose: l’innesco che ti mette sulla strada dell’abitudine.

Quindi, per esempio, se bevi sempre un bicchiere di vino mentre cucini la cena, puoi fare una massiccia sessione di cottura in batch la domenica mattina quando non vorrai bere e poi riscaldare le cose per una settimana o due per ottenere hai l’abitudine di bere.

‘Puoi cambiare l’azione: se non hai vino in casa non puoi bere quando cucini, fine della storia!’

O semplicemente cambia la ricompensa – cosa ti dà quel vino mentre cucini? Riesci a trovarlo in un altro modo? Forse odi cucinare ed è il tuo regalo per farlo – cos’altro potresti usare per farti sentire bene – suonare la tua musica preferita ad alto volume mentre cucini, ad esempio?

Prepara la tua scusa Se ti senti sotto pressione per unirti alla “festa”? Trova una battuta sul motivo per cui non stai bevendo. “Gli antibiotici non mancano mai, ma non puoi usarli così spesso”, afferma Foster. “L’allenamento per una mezza maratona è buono perché nessuno vuole ascoltare storie di corsa.

Tuttavia, deve essere credibile: se non hai mai corso un passo nella tua vita e all’improvviso annunci che stai correndo la maratona di Londra per evitare una pinta, non sorprenderti se le persone lo interrogano o chiedono un link al tuo Solo dando pagina.

Più contenuti salutisti:

Come cucinare sano con l’alcol – la guida dello chef

10 modi per rilassarsi dopo il lavoro senza alcool o cibo

Smettere di bere significa rinunciare ad uscire? Charlotte Dormon di Healthista dice “No”

Sei un alcolizzato funzionante?

ARTICOLI CORRELATI

I PIÙ POPOLARI