giovedì, Ottobre 21, 2021
Home Benessere Salute Scavando in profondità: il 411 dietro i titoli delle notizie mediche

Scavando in profondità: il 411 dietro i titoli delle notizie mediche

Di Barbara Ficarra, RN, BSN, MPA

Gary Schwitzer

Ammettiamolo, le notizie sanitarie e mediche riportate dai media mainstream possono essere fuorvianti.

Nel tentativo di catturare l'attenzione del pubblico con titoli allettanti, la sostanza di una notizia può essere squilibrata e imprecisa.

I consumatori dovrebbero essere scettici quando leggono una storia di salute o ascoltano un segmento del loro programma mattutino preferito o del telegiornale serale.

Come fanno i consumatori a sapere quali domande porre quando si tratta di una storia di salute? Come fanno a sapere se è accurato o no?

Gary Schwitzer, editore di HealthNewsReview.org ed esperto di giornalismo sanitario, aiuta i consumatori (e i giornalisti) a comprendere l'importanza di notizie accurate ed equilibrate.

In una e-mail al signor Schwitzer gli ho chiesto di partecipare a una sessione di domande e risposte per aiutare a mettere le cose in prospettiva. [Please note, I was going to summarize each link below, however the information provided on HealthNewsReview is very detailed and it would be helpful for consumers to read through each area and take notes so they’ll be prepared to question the next news story that comes their way.]

Domande e risposte con Gary Schwitzer, esperto di giornalismo sanitario

D:  (Barbara)

Le notizie sulla salute possono essere fuorvianti indipendentemente dal fatto che vengano riportate da un importante media o da un blog personale sulla salute. Quali sono le "bandiere rosse" di un rapporto sulla salute fuorviante che i consumatori di salute devono sapere?

R:  (Gary Schwitzer)

Mi piace sempre applicare i nostri dieci criteri da HealthNewsReview.org.

  • Qual è il costo totale?
  • Con quale frequenza si verificano i benefici?
  • Quanto spesso si verificano i danni?
  • Quanto sono forti le prove?
  • Questa condizione è esagerata? (mercante di malattie)
  • Ci sono opzioni alternative?
  • È davvero un nuovo approccio?
  • È disponibile per me?
  • Chi sta promuovendo questo?
  • Hanno un conflitto di interessi?
  • Se una storia non affronta la maggior parte di questi, è una bandiera rossa. E delle prime 1.000 storie che abbiamo esaminato nel nostro progetto, circa il 70% non discute i costi e non spiega quanto piccoli potrebbero essere i potenziali benefici e quanto grandi potrebbero essere i potenziali danni. Questa è una rappresentazione dell'assistenza sanitaria statunitense da bambini nel negozio di caramelle e non stiamo sviluppando una popolazione di consumatori di assistenza sanitaria molto intelligente in questo modo.

    D:  (Barbara)

    Quali sono alcune parole chiave fuorvianti che i consumatori di salute devono conoscere quando leggono, ascoltano o guardano notizie sulla salute?

    R:  (Gary Schwiter)

    Anni fa ho scritto una colonna, "Le sette parole che non dovresti usare nelle notizie mediche". Li avevamo:

  • Cura
  • Miracolo
  • Sfondamento
  • Promettente
  • Drammatico
  • Sperare
  • Vittima
  • L'elenco non è stato sviluppato isolatamente. E non l'ho sognato dal nulla. Ogni parola è stata suggerita da persone malate che ho intervistato nel corso degli anni. Ciascuno è un termine vago, a volte privo di significato, se utilizzato in un contesto sanitario. Certo, sono termini entusiasmanti che potrebbero aiutare a vendere giornali o spostare la storia di un giornalista nella prima pagina o nel primo blocco di notizie, ma possono essere termini pericolosi che inducono in errore le persone vulnerabili. L'articolo originale è ancora online qui.

    Lasciamo perdere queste parole fuorvianti e pericolose dal nostro dialogo sull'assistenza sanitaria… Parole mal definite e sfocate possono offuscare la nostra visione mentre guardiamo al futuro dell'assistenza sanitaria. Questo è un appello per una selezione più disciplinata delle parole da parte dei comunicatori sanitari e per un'attenta lettura, ascolto e visione da parte dei consumatori sanitari. È un passo che potremmo fare tutti nella nostra ricerca di una migliore assistenza sanitaria.

    D:  (Barbara)

    I titoli e le note vocali possono essere realizzati con cura per attirare l'attenzione del consumatore. Quando un report sulla salute cattura l'attenzione del consumatore, quali domande dovrebbero porsi i consumatori sulla salute per capire meglio se il report è accurato o meno?

    R:  (Gary Schwitzer)

    Ancora una volta, vi rimando ai nostri dieci criteri sopra. Oppure, per maggiori dettagli su come applichiamo questi dieci criteri, i tuoi lettori potrebbero ottenere il nocciolo qui.

    D:  (Barbara)

    I tuoi blog descrivono brillantemente notizie imprecise e fuorvianti, quali sono due dei tuoi blog preferiti che mettono in evidenza incidenti mediatici che possono aiutare i consumatori a essere consapevoli dei rapporti sulla salute imprecisi?

    R:  (Gary Schwitzer)

    Uno che ho appena fatto la scorsa settimana, "I giornali delle piccole città e la corsa agli armamenti medici". (Tendiamo a favorire le cose che abbiamo fatto più di recente?  Ma, no, mi piace molto questo perché affronta questioni vitali di comprensione pubblica della corsa agli armamenti medici.):

    Altri si sono concentrati sulla copertura giornalistica delle raccomandazioni per lo screening del cancro al seno della Task Force dei servizi preventivi degli Stati Uniti lo scorso novembre – nel complesso il punto più basso del giornalismo sanitario che ricordo nei miei 35 anni di carriera. Si chiama "10 cose che si distinguono dalla settimana della mammografia da ricordare (dimenticare?)."

    Altri ancora sono arrivati ​​nel momento in cui abbiamo deciso di smettere di passare così tanto tempo a rivedere le notizie sulla salute della TV di rete perché erano scadenti e non miglioravano.

    "I segmenti di notizie sulla salute mattutini della TV di rete possono essere dannosi per la salute" ne è un esempio.

    e

    "Non ha più senso per noi rivedere le notizie sulla salute in TV".

    D:  (Barbara)

    Quali sono due storie di salute eccezionali che mettono in risalto una rendicontazione sanitaria accurata ed equilibrata?

    R:  (Gary Schwitzer)

    L'Associated Press ha iniziato una serie in sei parti proprio questa settimana sul trattamento eccessivo nell'assistenza sanitaria degli Stati Uniti. Uno focalizzato sulla lombalgia e sulla chirurgia della colonna vertebrale. Questi sono concetti terribilmente importanti da comprendere per gli americani.

    Un esempio del buon lavoro che i telegiornali possono fare se adottano un approccio equilibrato e basato sull'evidenza è una storia della CBS di Dr. Jon LaPook "L'angioplastica vale il rischio?: Sebbene sia una procedura medica comune, molti vengono eseguiti negli ospedali impreparati se qualcosa va storto".

    D:  (Barbara)

    Quali sono alcuni dei tuoi siti di notizie e siti sanitari preferiti e perché?

    R:  (Gary Schwitzer)

    Potrei – e probabilmente dovrei – elencarne molti altri, ma mi limiterò a questi.

    D:  (Barbara)

    Pensi che i media manipolino le notizie sulla salute?

    R:  (Gary Schwitzer)

    Permettetemi di rispondere in un modo diverso. Penso che molte testate giornalistiche si lascino manipolare da interessi particolari: produttori di farmaci e dispositivi, centri medici accademici, singoli ricercatori che cercano di ottenere incarichi e/o finanziamenti, ecc. Non c'è abbastanza controllo indipendente delle affermazioni. Ecco perché abbiamo lanciato HealthNewsReview.org. Dobbiamo – tutti noi – diventare scettici più sani, esaminare le prove, richiedere dati, comprendere l'efficacia comparativa, discutere sempre di costi e convenienza, comprendere le incertezze che esistono e non leggere la certezza in situazioni in cui non esiste. Quando non riusciamo a essere scettici sani, siamo tutti manipolati da messaggi che sono incompleti e squilibrati e possono farci più male che bene.

    Porta via

    Fai domande quando si tratta di notizie mediche e sanitarie. Solo perché un importante media sta riportando una storia, non significa che sia completamente equa, equilibrata e accurata. Sii un consumatore di salute proattivo, consapevole e coinvolto. Tieni presente che non tutte le storie sono fuorvianti. Ci sono molte grandi storie di salute e notizie di giornalisti eccezionali e blogger medici.

    Come ti senti riguardo al modo in cui vengono riportate le notizie mediche? Pensi che sia giusto, equilibrato e accurato? Ci piacerebbe sentirti.

    Trasparenza totale

    HealthNewsReview.org è finanziato dalla Foundation for Informed Medical Decision Making.

    Healthin30 non è un inserzionista a pagamento o uno sponsor per HealthNewsReview.org. (Semplicemente, HealthNewsReview.org offre informazioni preziose e utili che consumatori e giornalisti devono conoscere.)

    A proposito di Gary Schwitzer

    Gary Schwitzer si è specializzato in giornalismo sanitario nei suoi oltre 30 anni di carriera in radio, televisione, multimedia interattivi e Internet.

    È editore del sito Web HealthNewsReview.org, a capo di un team di oltre due dozzine di persone che valutano le notizie quotidiane sulla salute delle principali organizzazioni di notizie statunitensi. Nel suo primo anno, il progetto è stato insignito di numerosi premi del settore giornalistico: il Mirror Award, in onore di coloro che "tengono uno specchio del proprio settore a beneficio del pubblico" e il Knight-Batten Award for Innovations in Journalism. Il suo blog, integrato in HealthNewsReview.org, è stato votato come miglior blog medico 2009 in un concorso ospitato da Medgadget.com.

    Dal 2001 al 2010 è stato professore di ruolo presso la facoltà della School of Journalism and Mass Communication dell'Università del Minnesota, insegnando giornalismo sanitario ed etica dei media. Ha lasciato quella posizione per dedicarsi a tempo pieno al suo lavoro di pubblicazione online.

    Nel 2000 è stato il caporedattore fondatore del sito web sulla salute dei consumatori MayoClinic.com.

    Durante gli anni '90, Gary ha prodotto video rivoluzionari sul processo decisionale condiviso per la Foundation for Informed Medical Decision Making con sede al Dartmouth College di Hannover, nel New Hampshire.

    Ha lavorato per quattro anni presso l'Ufficio Nazionale dell'American Heart Association a Dallas.

    È stato reporter di notizie mediche in televisione per 14 anni, con incarichi alla CNN ad Atlanta, alla WFAA-TV a Dallas e alla WTMJ-TV a Milwaukee. Era a capo dell'unità di notizie mediche presso la CNN, guidando gli sforzi di dieci membri dello staff ad Atlanta e Washington, D.C. Dopo aver lasciato l'attività di notizie televisive, gli è stato spesso chiesto di scrivere o parlare sullo stato del giornalismo medico.

    Ha servito per due mandati come membro del consiglio di amministrazione dell'Associazione dei giornalisti sanitari per la quale è stato l'autore della Dichiarazione di principi dell'organizzazione. Per quell'organizzazione ha anche scritto una guida su come riferire sugli studi di ricerca medica.

    Schwitzer ha scritto sullo stato del giornalismo sanitario su JAMA, BMJ, American Journal of Bioethics, Journal of Medical Internet Research, PLoS Medicine, Nieman Reports, Quill, Columbia Journalism Review, Poynter.org, The Daily Beast, The American Editor e MayoClinic.com. Nel 2009, la Kaiser Family Foundation ha pubblicato e distribuito il suo white paper su "The State of US Health Journalism".

    ARTICOLI CORRELATI

    I PIÙ POPOLARI