domenica, Ottobre 24, 2021
Home Benessere Salute Terapia del dolore - "Mia madre è morta e il mio amico...

Terapia del dolore – "Mia madre è morta e il mio amico non ha nemmeno chiamato"

Katy Perry e Taylor Swift sono finalmente di nuovo amiche dopo che Taylor ha inviato a Katy dei biscotti. La rubrica Chiedi a Sally di questa settimana si concentra sull'amicizia: la lettrice Carla dice che il suo legame con un caro amico si è deteriorato quando non ha ricevuto condoglianze quando sua madre è morta

Sei aggiornato sull'intero litigio tra Katy Perry e Taylor Swift? In caso contrario, devi aver vissuto sotto una roccia, perché si insultano a vicenda nelle interviste e persino nelle loro canzoni (che sembrano essere trasmesse su ogni stazione radio 50 volte al giorno).

Il motivo della faida? Secondo quanto riferito, il duo pop ha litigato grazie a tre ballerini che a quanto pare hanno lasciato Taylor in una situazione difficile dopo aver lasciato il suo tour per… Katy Perry's. Ma a quanto pare questi ballerini avevano già lavorato per Katy. Qualcun altro è già confuso?

Ad ogni modo, a quanto pare quei ballerini hanno chiesto a Katy Perry se potevano tornare al suo tour, a metà del ballo per il tour di Taylor Swift, dicendo che erano un po' annoiati secondo Grazia.

Da allora i cantanti si sono "gettati ombra" l'un l'altro attraverso canzoni come Bad Blood e Swish Swish – è stato tutto molto imbarazzante.

Ma buone notizie, se sei fan di entrambe le superstar del pop e non ti sei mai sentito a tuo agio a scegliere da che parte stare, allora sarai felice di sapere che ora c'è "la pace finalmente".

Tutti amano i biscotti, inclusa Katy Perry, motivo per cui Taylor ha pensato che cuocerle una serie di biscotti fosse il modo perfetto per risolvere questa faida disordinata.

Sembrano dei buonissimi biscotti, penso che l'avrei perdonata anche a lei.

E le amicizie nel mondo reale? Ecco cosa ha detto Sally quando un cosiddetto amico non è mai entrato in contatto quando la madre di Carla era morta…

Il problema

'Cara Sally,

Quando mia madre è morta improvvisamente di recente, i miei amici si sono radunati intorno a me. È stata l'esperienza più agrodolce sapere quante persone veramente compassionevoli e premurose ho nella mia vita, sia la famiglia che gli amici. Ma un amico non ha nemmeno inviato un messaggio di testo e questo nonostante sia stato molto vicino a lei, a suo marito e ai suoi figli per molti anni.

Di recente mi ha contattato tramite Facebook suggerendoci di incontrarci, dicendo "manco ai bambini". L'ho ignorato e poi mi ha scritto per chiedere perché non ho risposto. Quando le ho spiegato quanto ero ferita per non essere stata affatto contattata quando mia madre è morta, ha risposto dicendo che ero stata molto distante con lei all'inizio, annullando le date (quando mia madre stava morendo) quindi non si sentiva chiamare più comodo.

Mi ha persino voltato le spalle, dicendo "Mi dispiace che tu ti senta ferito" piuttosto che scusarsi adeguatamente. Se le cose fossero cambiate, so che nulla mi avrebbe impedito di chiamarla, andare a controllarla, ecc. Ma il silenzio da parte sua era assordante e mi sento così ferito che non posso ignorarlo. Non voglio essere qualcuno che porta rancore, ma non riesco a superare questo '.

Carla, 40, Londra

I consigli di Sally

Gentile Carla,

Che esperienza triste e profondamente sconvolgente per te, in un momento in cui sei più vulnerabile e hai bisogno di connessione umana. Trovo che sia così positivo per la vita che la morte possa tirare fuori il meglio dalle persone, eliminando tutte le "sciocchezze" della vita quotidiana in cui è così facile farsi prendere e mettendo in netto rilievo ciò che conta davvero: amore, relazioni e mostrare compassione per le altre persone.

Ma come ogni emozione potente, il dolore crea anche ansia per alcune persone. Al di là di frasi come "Scusa per la tua perdita" o "fammi sapere se c'è qualcosa che posso fare", molti di noi semplicemente non sanno cosa dire a una persona in lutto.

Possiamo essere paralizzati dalla paura di sbagliare, o dal pensare che tutto ciò che diciamo suonerà banale, inutile e condiscendente e non farà nulla per aiutare il lutto a sentirsi meglio. Quindi ci ritiriamo nel silenzio.

Possiamo raccontarci una storia che le altre persone sono più vicine alla persona in lutto e che hanno la "cosa del supporto" tutta cucita

Parlare di lutto è quasi un tabù nella società di oggi. Tolleriamo che se ne parli per alcune settimane, ma sembra esserci l'aspettativa che la persona in lutto "torni alla normalità" non appena il funerale è finito, e la morte è raramente se mai menzionata.

Possiamo anche raccontarci una storia che altre persone sono più vicine alla persona in lutto di quanto lo siamo noi, e che hanno la "cosa del supporto" tutta cucita. Potremmo persino immaginare di essere superflui e infatti, che il nostro amico sia così preso dal suo dolore, che abbia dimenticato la nostra esistenza.

Molte persone in lutto si ritirano, anche se hanno più che mai bisogno del contatto, dell'amore e del sostegno delle persone. Chiedere aiuto può sembrare troppo, anche se è ciò di cui hanno bisogno più di ogni altra cosa.

Quindi può essere necessaria la persistenza da parte degli amici del lutto per farcela. E farlo è più difficile per alcune persone, specialmente quelle che sono meno sicure sia in se stesse che nelle loro relazioni, che potrebbero essere ipersensibili a qualsiasi segno di rifiuto. Mi chiedo se questa è la categoria in cui rientra il tuo amico?

Come disse Martin Luther King: "Non ricorderemo le parole dei nostri nemici, ma il silenzio dei nostri amici".

Non esiste un modo prestabilito di piangere. Le persone hanno bisogno di cose diverse in momenti diversi. Quindi non è facile farlo bene quando sostieni una persona in lutto: dobbiamo solo continuare a comunicare, continuare a presentarci e sentirci bene.

Ma alcune persone hanno davvero paura di sbagliare. Può anche esserci la sensazione che "portarlo su" potrebbe turbare la persona in lutto, come se avesse dimenticato che la persona amata era morta e si romperà se glielo ricordi. Quindi aspettano fino a quando pensano che le cose siano "tornate alla normalità" prima di contattarti, quando non sei così spaventosamente fragile, e la vita normale può essere ripresa.

Ma come hai sperimentato, ciò di cui abbiamo bisogno da amici, colleghi e familiari quando siamo in lutto è il riconoscimento di ciò che stiamo attraversando. Hai anche bisogno che le persone riconoscano l'ingiustizia della vita di tua madre che è stata interrotta e il vuoto che ha lasciato sia nella tua vita che nel mondo.

È una cosa troppo, troppo grande per non essere riconosciuta. E se questa mancanza di riconoscimento arriva da qualcuno che consideri un caro amico, ti sembrerà un devastante colpo al corpo (e l'imaging cerebrale mostra che esperienze come questa attivano la stessa area del cervello – la corteccia congulata anteriore dorsale o dACC – come ferito fisicamente).

Come disse Martin Luther King: "Non ricorderemo le parole dei nostri nemici, ma il silenzio dei nostri amici".

Ma – ed è un grande ma – penso che riceviamo davvero un lutto solo se lo abbiamo sperimentato di persona. Ricordo un'amica che mi disse quando sua madre era morta: "Ho voglia di scusarmi con tutti i miei amici che sono stati in lutto prima di me, per non essere stati lì per loro in un modo più significativo. Non avevo idea di quanto fosse devastante, anche quando è prevista la morte.'

Ora che sono trascorsi alcuni mesi, sembra che il tuo amico si aspetti che tutto torni alla normalità e che la tua amicizia continui a prescindere, con la piccola questione della morte di tua madre nascosta ordinatamente sotto il tappeto. Contattarti tramite Facebook perché "manchi ai bambini" ha un tono quasi accusatorio – sta insinuando che stai trattenendo la tua compagnia e che i bambini stanno soffrendo di conseguenza?

Il fatto che non riesca a dirti la verità – che le manchi, non i bambini – suggerisce che non è sicura del suo posto nel tuo mondo. Dici di aver passato molto tempo con lei e la sua famiglia, ma mi chiedo se la tua amica si sia sentita al sicuro nella tua amicizia?

Forse sembri avere una vita più affascinante, eccitante o impegnata di lei. Me lo chiedo perché sembrava che ci volessero solo alcune (comprensibili) cancellazioni da parte tua perché la tua amica iniziasse a mettere in discussione il suo posto nella tua vita.

A volte, le nostre insicurezze e ansie svuotano la nostra compassione

A volte, le nostre insicurezze e ansie svuotano la nostra compassione. Siamo così presi dalla nostra esperienza che non consideriamo nemmeno il dolore degli altri. Non è una scusa, ma sembra che questo fosse quello che stava succedendo al tuo amico. Si è sentita così ferita da te che sembravi snobbarla che ha perso la capacità di entrare in empatia con il tuo dolore.

Resuscitare questa amicizia in questo momento significherà mettere un'enorme quantità di sentimenti in una scatola e fingere di stare bene con le cose con cui non sei d'accordo.

Ma dato che sei ancora sulle montagne russe del dolore e senza dubbio hai giorni in cui hai bisogno di tutte le tue risorse solo per alzarti, vestirti e fingere di funzionare come un essere umano, sei senza dubbio riluttante a usare la tua preziosa energia per essere falso con qualcuno.

circondati di quelle persone che ti hanno mostrato molto di amarti e di prendersi cura di te e che hanno avuto il coraggio di avvicinarsi a te in questo momento

E così alla questione del perdono. Siamo tutti umani e abbiamo difetti e debolezze. Chi non guarda indietro ad alcuni dei propri comportamenti o scelte passate con la saggezza del senno di poi e vorrebbe poter tornare indietro nel tempo e fare diversamente?

Sospetto che la tua amica si stia già pentendo del modo in cui ha reagito. Ma potrebbe volerci del tempo prima che sia pronta ad ammetterlo, anche a se stessa. Quando la tua amica è abbastanza coraggiosa da essere onesta con te e ammette di aver sbagliato, potresti essere in grado di iniziare il processo del perdono.

Fino ad allora, circondati di quelle persone che hanno riconosciuto il tuo dolore, che ti hanno mostrato quanto ti amano e si prendono cura di te, e che sono state abbastanza coraggiose da avvicinarsi a te in questo momento di difficoltà emotiva e incertezza piuttosto che tenerti a braccetto. lunghezza. Non lasciare che la tua delusione per un amico getti un'ombra su questo, perché è una cosa meravigliosa.

Più contenuti salutisti:

10 rimedi per la prevenzione del raffreddore comprovati dalla scienza

I nuovi pantaloncini che hanno aiutato l'incontinenza urinaria di questa donna

Mukbang: il nuovo trend di YouTube che potrebbe farti stare meglio (e farti ridere)

5 sintomi di stress e come risolverli

ARTICOLI CORRELATI

I PIÙ POPOLARI