domenica, Ottobre 24, 2021
Home Benessere Salute Troppa pubblicità nel mondo delle app per la salute mobile?

Troppa pubblicità nel mondo delle app per la salute mobile?

Di Barbara Ficarra, Marina militare, BSN, MPA

[Postoriginale[Originalpost"Troppa pubblicità nel mondo delle app per la salute mobile?" pubblicato su The Huffington Post il 23/7/12 nella sezione Healthy Living / Health News.]

Il selvaggio West della salute mobile (mHealth) sta prendendo d'assalto l'industria sanitaria, ma "non ci sono regole per il gioco", ha affermato Joseph C. Kvedar, MD, fondatore e direttore del Center for Connected Health in una recente intervista . La salute dei dispositivi mobili è un "punto di svolta", ha aggiunto, ma c'è molto clamore perché ci sono molte persone che sviluppano app per la salute solo per "arricchirsi velocemente".

Secondo il Dipartimento della salute e dei servizi umani degli Stati Uniti, la mHealth è "l'uso di dispositivi mobili e wireless per migliorare i risultati sanitari, i servizi sanitari e la ricerca sanitaria". mHealth include ludicizzazione, messaggi di testo, telemedicina / telemedicina (monitoraggio remoto dei pazienti), cartelle cliniche elettroniche e app per la salute, solo per citarne alcuni.

C'è molto entusiasmo per la mHealth, dai media tradizionali che attingono alla rabbia della mHealth ai siti di social networking che esplodono con discussioni sulla mobilità nell'assistenza sanitaria. Dai un'occhiata alle conversazioni che si svolgono su Twitter e noterai quanto sia davvero popolare la mHealth. Segui gli hashtag #mHealth, #HealthIT, # HIT100, #apps, #healthapps, #digitalhealth, #hitsm e #hcsm; e osserva i 140 caratteri dei tweet che si librano a una velocità accelerata nel cyberspazio offrono informazioni ardenti. Ad oggi, il gruppo Linkedin di Paul Sonnier, Digital Health, conta oltre 11.000 membri.

Non solo la mHealth sta crescendo vertiginosamente attraverso i siti di social network, ma secondo un comunicato di Frost e Sullivan, le entrate statunitensi nel mercato della mHealth hanno guadagnato $ 230 milioni nel 2010 e si stima che raggiungeranno $ 392 milioni nel 2015. A livello globale, Reseach2Guidance riferisce che il mercato mHealth raggiungerà $ 1,3 miliardi quest'anno. Nonostante la mHealth sia agli inizi, le proiezioni sulle entrate sono significative.

Secondo un comunicato stampa del 2011 di Juniper Research, il numero di download di app mediche e mediche mobili raggiungerà i 44 milioni quest'anno e raggiungerà i 142 milioni a livello globale entro il 2016.

I consumatori stanno scaricando app per aiutarli a mantenersi in forma, monitorare le loro gravidanze, monitorare i loro stati d'animo, mangiare più sano e dormire meglio. Scaricano anche app per la gestione delle malattie croniche. Possono gestire le loro prescrizioni, avere promemoria sui farmaci e monitorare la pressione sanguigna e i livelli di zucchero. I consumatori possono essere autorizzati a farsi carico della propria salute, ma in questo momento la navigazione nella gamma di app per la salute può creare confusione. I consumatori non hanno indicazioni sulla scelta di un'app per la salute sicura, sicura e sana dal punto di vista medico. Cercare di navigare nella mania delle app per la salute senza una direzione può essere estremamente difficile.

Cleveland Clinic, Nike Fuel Band, American Red Cross e Walgreens sono conosciuti nello spazio e i consumatori potrebbero trovare facile fidarsi di loro e scaricare le app ad essi associate. Tuttavia, i consumatori potrebbero trovare confuso navigare nel mondo delle app mHealth da aziende che sono fuori dal radar. Come fanno i consumatori a sapere se le app sono sicure e affidabili?

La sicurezza dei consumatori è una priorità

La FDA è prudente nel redigere linee guida per gli sviluppatori, ma soffocerà l'innovazione? "Può rallentare l'innovazione, ma non so se la soffoca. I regolamenti creano barriere all'ingresso poiché fissano un limite elevato. Ma così facendo, creano anche significative opportunità economiche per coloro che seguono i processi appropriati e ottengono l'approvazione normativa ", ha affermato Bill Crounse, M.D., Senior Director of Worldwide Health presso Microsoft Corporation, in una e-mail. “Penso che nel settore sanitario sia necessaria una regolamentazione ponderata per proteggere i consumatori. Questo è certamente vero in relazione ai prodotti farmaceutici e ai dispositivi medici per proteggere i consumatori dai danni ".

"Il ruolo principale della FDA è garantire la sicurezza dei consumatori", osserva Kvedar. “La salute mobile ha il potenziale per sfuggire di mano se non regolamentata. Ad esempio, esiste un'app che si basa sull'auto input del proprio conteggio dei carboidrati; genererà suggerimenti per il dosaggio dell'insulina. Chiaramente questo potrebbe essere pericoloso ", ha aggiunto. "Anche se non credo che il processo della FDA finirà mai in una valutazione" simile a un rapporto di consumo "o" tipo D Powers ", sarà un filtro. Se le app superano il filtro, dovremmo almeno essere certi che siano sicure ".

A parte i problemi di sicurezza, ci sono "due problemi con le app per la salute", ha affermato Kvedar. In primo luogo, dopo aver scaricato l'app, può essere utilizzata una o due volte e poi viene dimenticata, ha detto. "Non c'è impegno." In secondo luogo, le app per la salute possono essere soggette a errori perché i dati inseriti automaticamente dai consumatori potrebbero non essere veri. Si tratta di un "problema di distorsione della diversità sociale", ha affermato, perché i dati inseriti non sono onesti e non vi è alcun impegno significativo per aiutare a cambiare il comportamento dei consumatori. Dopo aver scaricato le app per la salute con entusiasmo, il "nuovo giocattolo brillante non è più così brillante", perché c'è "mancanza di interesse e mancanza di coinvolgimento", ha detto Kvedar.

Le app per la salute devono essere coinvolgenti e motivanti e offrire una componente di coaching.

"La durata di conservazione è breve, non aspettarti che cambi la tua vita", ha detto.

Happtique, un negozio di applicazioni per la salute mobile e una soluzione per la gestione totale delle app, ha rilasciato una bozza degli standard che utilizzerà per certificare le app mediche, sanitarie e di fitness nell'ambito del programma di certificazione delle app di Happtique. Lo scopo del programma è aiutare gli utenti a identificare le app che soddisfano elevati standard di operabilità, privacy e sicurezza e si basano su contenuti affidabili.

David Lee Scher, M.D., un ex elettrofisiologo cardiaco che è attualmente direttore di DLS Healthcare Consultants e consulente medico senior di Happtique, ha dichiarato in un'intervista via e-mail:

Il programma di certificazione delle app Happtique rappresenta un passo importante nella definizione degli standard per app mediche, fitness e salute sicure e affidabili. La certificazione garantirà agli utenti che l'app soddisfi gli standard di sicurezza, usabilità, privacy e contenuti. Happtique ha curato e classificato oltre 12.000 app fino ad oggi in oltre 300 categorie.

La tecnologia mobile ha consentito ai consumatori di ricevere informazioni alla velocità della luce e offre ai consumatori app per la salute e il benessere che possono aiutare a migliorare la loro assistenza sanitaria. La tecnologia mobile può aiutare a trasformare la vita dei pazienti e fornire una partnership più forte con gli operatori sanitari.

Linea di fondo

I consumatori hanno bisogno di app sicure, affidabili e affidabili per guidare la loro salute e il loro benessere e aiutarli a gestire le loro malattie croniche.
Il mondo delle app per la salute ha bisogno di una guida. Il vasto assortimento di app tra cui scegliere rende difficile la navigazione per i consumatori. Quali app sono affidabili, affidabili e valide dal punto di vista medico?

Joseph Kvedar, M.D., Justin Major e Carol Colman sono attivamente coinvolti nella scrittura di una serie di libri per i consumatori intitolata Wellocracy; è il primo di una serie di libri che aiuta i consumatori a navigare nella gamma sempre crescente e vertiginosa di app per la salute.

Quindi, come fanno i consumatori a navigare nell'affollato mondo delle app per la salute? "Regole di buon senso", ha detto. Se i consumatori pensano che sia una "app magica", probabilmente non lo è.

In questo entusiasmante mondo dell'assistenza sanitaria in cui la tecnologia governa, una cosa è certa, la tecnologia non sostituirà mai il rapporto medico / paziente (o il rapporto medico / paziente). La comunicazione faccia a faccia con gli operatori sanitari sarà sempre fondamentale.

Non sembra che ci sia troppa pubblicità, solo poca guida. La spinta a far avanzare il mondo delle app mHealth potrebbe essere nel potere dei consumatori di chiedere a gran voce app per la salute e il benessere che siano sicure, affidabili e affidabili, sviluppate da aziende che non sono solo quelle che cercano di "arricchirsi rapidamente", come ha affermato Kvedar .

Il tuo turno

Ci piacerebbe che condividessi i tuoi pensieri nella sezione commenti qui sotto. Scarichi app per la salute? Pensi che sia necessaria una guida per aiutarti a navigare nell'enorme quantità di app per la salute? Quali app per la salute usi? Come sempre, grazie per aver condiviso i tuoi pensieri e per il tuo tempo prezioso.

Connettiti con me | Rimani in contatto

Per ulteriori informazioni su Barbara Ficarra su The Huffington Post, fare clic qui.

[Postoriginale[Originalpost"Troppa pubblicità nel mondo delle app per la salute mobile?" pubblicato su The Huffington Post il 23/7/12 nella sezione Healthy Living / Health News.]

ARTICOLI CORRELATI

I PIÙ POPOLARI