I pro e i contro di essere il tuo capo

0
17

Una delle mezze verità più comuni delle startup e dell'imprenditorialità è quella di essere il proprio capo.

L'ho già definito un mito, ma la mezza verità è meglio perché ci sono alcuni veri aspetti positivi nell'essere il capo di te stesso.

Ma naturalmente ci sono anche una serie di aspetti negativi.

In teoria ho trascorso molti anni a "essere il capo di me stesso", inclusi più di 10 anni come consulente per la pianificazione aziendale di un unico proprietario, lavorando per conto mio con i clienti; e più di 10 anni costruendo una società, come fondatore e proprietario, lavorando con i dipendenti.

Nel mio caso, lavorare per "essere il capo di me stesso" non è mai stato il motivo per cui ho fatto quello che ho fatto.

Ho lasciato un buon lavoro per iniziare la consulenza per conto mio perché volevo fare il lavoro, non supervisionare gli altri. E ho creato una società di software perché credevo che il prodotto fosse necessario.

Il "fattore proprio capo" era qualcosa che veniva semplicemente con esso.

Scopri di più sull'essere il capo di te stesso con Peter e Jonathan nel quattordicesimo episodio di The Bcast, il podcast ufficiale di Bplan:
Fai clic qui per iscriverti a The Bcast su iTunes »

Prima di iniziare, una breve nota su uno dei miei libri preferiti per iniziare la tua attività, "Diventa il tuo capo" di Melinda Emerson, recentemente aggiornato con una nuova versione.

Conosco Melinda da anni e l'ho vista guadagnarsi la sua eccellente reputazione attraverso il duro lavoro, il buon senso e dicendo la verità.

Onestamente, però, non sono mai stato un fan del titolo del suo libro, a causa dell'ambiguità sottostante di essere il capo di se stessi (e gliel'ho detto).

Ma questo è uno dei libri migliori su come uscire da solo e lo consiglio vivamente. Insieme a "Escape From Cubicle Nation" di Pamela Slim, è uno dei due migliori libri sull'argomento in circolazione.

Ho anche insegnato un pezzo di una presentazione più lunga, incorporata qui, sull'essere il capo di te stesso. È un tema che mi ha infastidito per un po '. È un estratto dal mio video Startups and Entrepreneurship: Beyond the Clichés. L'ho lasciato in fondo a questo articolo, nel caso fossi interessato.

Pro di essere il capo di te stesso

1. Sei al volante. Prendi le decisioni da solo.

C'è una grande soddisfazione nell'essere in grado di agire in base a intuizioni, fare ipotesi e farlo semplicemente. Prendi il rischio, spendi i soldi.

Parliamo spesso di possedere il lavoro come chiave per la soddisfazione sul lavoro; e quando sei il capo, lo possiedi. Non dover chiedere a nessuno può significare molto.

Questo è un grosso problema per me. Sono una di quelle persone (lo sei anche tu?) Che si sente più sicura quando guido rispetto a quando sono un passeggero. Soprattutto negli affari.

2. Tu imposti le tue ore.

Forse ti alzi presto o non vuoi lavorare in determinate ore pomeridiane per svolgere invece le attività dei bambini o le tue attività. Forse ti piace lavorare a scatti.

Quando sei il capo di te stesso, elimini il vecchio bisogno di riscaldare una sedia per orari specifici.

Diventi responsabile della tua produzione, non delle tue ore (a meno che, ovviamente, tu non sia un'azienda di servizi con clienti – questo è il contro, di seguito).

3. Stabilisci il tuo stile di lavoro, l'ambiente di lavoro e (nella misura in cui te lo puoi permettere) le attrezzature sul posto di lavoro.

Alcuni boss sono migliori di altri nell'aggiornamento della tecnologia, nella scelta della posizione, nell'organizzazione del parcheggio e così via.

Quanto è veloce la tua connessione Internet? Quando sei il capo, dipende da te.

Ti piace una scrivania in piedi o qualsiasi scrivania? Sta a te. Una buona visuale? Buon caffè in cucina? Dipende tutto da te.

4. Imposta la tua posizione.

Non restare a Cleveland se preferisci le cascate di Klamath.

Non prendere quel frustrante tragitto in metropolitana per Manhattan, resta a Brooklyn. Incontra persone in Starbucks o trascorri ogni giorno in Starbucks, perché no? Sei il capo. Tu decidi.

Contro di essere il capo di te stesso

1. I tuoi clienti sono il tuo capo. I tuoi clienti sono il tuo capo.

Più e più volte, durante il decennio e mezzo in cui sono stato un unico proprietario di consulenza sulla pianificazione aziendale con i clienti, sono finito a tarda notte, stanco, bloccato a finire una presentazione prevista il giorno successivo.

Non sono mai stato in grado di seguire la strada del normale lavoratore, in cui o lo fai o hai un motivo per non averlo fatto. Avevo bisogno del business, avevo bisogno dei soldi, quindi non ero responsabile. I miei clienti erano in carica.

Anche più tardi nella mia carriera, dopo aver costruito un'attività che vende a migliaia di clienti ogni mese, i clienti erano al comando.

Dobbiamo completare, testare e pubblicare il software. Avevamo bisogno di mantenere aggiornato il nostro sito web. Avevamo bisogno di rispettare le scadenze di marketing, lo sviluppo del prodotto, le finanze, tutto.

In un'azienda, la salute dell'azienda è il tuo capo.

2. I tuoi impegni: fornitori, alleati, attività commercialisei il tuo capo.

Non puoi perdere gli impegni molto spesso e avere comunque successo. La tua parola è la tua risorsa più potente.

Riunioni, scadenze e promesse sono impegni. Non puoi davvero gestire un'attività senza di loro.

3. Se hai dipendenti, ci sono alcuni modi in cui i tuoi dipendenti sono il tuo capo.

Sei tu a guidare e, che ti piaccia o no, la leadership è come la leadership. Significa che i tuoi dipendenti ti stanno guardando.

Non puoi fare meno di quanto chiedi loro. Tu come capo è probabilmente il fattore più importante nella cosiddetta cultura aziendale (o aziendale).

Se parti presto, tutti partono presto.

4. Spendi i tuoi soldi.

Riesci a vedere il terzo punto nei professionisti, in cui prendi decisioni su apparecchiature, tecnologia, larghezza di banda e così via?

Ottimo, ma poi devi pagare per tutto ciò di cui decidi di aver bisogno. Viene dal tuo budget, non dal budget del tuo datore di lavoro.

Quando i tempi sono duri potresti aver bisogno di quell'aggiornamento; ma puoi pagare per questo?

5. Guadagni quello che guadagni.

Non hai alcuna garanzia di stipendio e compensazione. Tutto dipende da te, dalla tua attività, dai tuoi clienti, dal tuo mercato e dalla tua offerta commerciale.

L'unico proprietario, il fondatore di una startup o il proprietario di una piccola impresa non ha un datore di lavoro che stabilisce un piano di compensazione stabile. Non c'è alcuna garanzia reale di quanto avrai il mese prossimo.

Reality vs "Be Your Own Boss" di Tim Berry su Vimeo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui