mercoledì, Ottobre 20, 2021
Home Economia e lavoro Inventario in eccesso all'indomani di COVID-19 - Economics Opinion

Inventario in eccesso all'indomani di COVID-19 – Economics Opinion

Nel mondo dell'abbigliamento, la merce primaverile viene spesso acquistata in autunno. Mentre ci trasferiamo entro la primavera e gli ordini di rifugi a domicilio rimangono in vigore, i rivenditori al momento si trovano di fronte a un dilemma: nel bel mezzo di COVID-19, c'è una quantità di scorte senza precedenti che apparentemente non può assolutamente andare via dal negozio armadietti. Ciò è dovuto al fatto che i clienti si stanno concentrando maggiormente sull'acquisto di beni di prima necessità che sull'abbigliamento. Quindi, non come la carta da bagno, migliaia di camicie, pantaloni e calzature ricevuti non sono troppo richiesti o promossi in questa stagione.

In mezzo alla pandemia, numerosi rivenditori al momento stanno chiudendo le loro porte e stanno fornendo offerte on-line all'interno del luogo degli acquisti in negozio. Nike, Macy's e American Eagle sono tra i tanti rivenditori che offrono sconti profondi per il suo abbigliamento vero e proprio ora; tuttavia, non appena i negozi riapriranno, ci saranno assolutamente una miriade di ribassi extra in preparazione per l'estate e l'autunno.

Poiché il mercato si prepara a una possibile recessione, i negozi si stanno scoprendo in un mondo di surplus. I rivenditori hanno acquistato abbigliamento primaverile mesi fa attraverso un sistema finanziario solido e sano e, poiché una realtà speciale colpisce ai giorni nostri, ora devono risolvere il problema delle scorte stagnanti e extra che apparentemente non possono promuovere: "Quello è un'occasione a cui non c'è alcuna capacità sistemica di predire o rispondere ", ha detto Mark Cohen, direttore della ricerca al dettaglio presso la Columbia Enterprise Faculty. "Tutte le persone sono intrappolate." Potrebbe esserci una "quantità enorme di prodotti già negli armadi dei rivenditori o nella pipeline". Dovrebbe essere lavato via. "

Poiché i produttori sfruttano i loro canali di vendita al dettaglio in linea, nei punti vendita e nelle unità di produzione per promuovere, questa potrebbe anche rappresentare un'opportunità per diversificare i loro canali e aumentare le strategie convenzionali del passato. Si tratta di un secondo senza precedenti nel commercio al dettaglio e richiede varie misure; riduzioni profonde e canali convenzionali ricevuti non sono sufficienti.

Un metodo che i rivenditori possono recuperare il reddito e compensare la perdita si trova con una risoluzione di raccomandazione B2B. Collaborare con un professionista del mercato secondario che possa costruire un mercato di vendita pubblica online B2B personalizzato è il modo migliore per andare. Una risposta di questo tipo consente l'accesso a migliaia di clienti controllati (che generano una domanda extra), una cadenza di dettaglio costante e un ambiente non pubblico e personalizzato durante il quale il venditore può porre restrizioni agli avventori, il che protegge il modello.

I mercati di vendita pubblica di B-Inventory sono personalizzati e ridimensionati in base principalmente ai desideri e agli obiettivi di ogni rivenditore. Ecco perché 9 dei 10 maggiori rivenditori statunitensi stanno sfruttando la nostra piattaforma per stimolare la domanda e ottenere prezzi più elevati, oltre a un ciclo di vendita lordo più rapido, il tutto sostenendo l'integrità del modello.

Per coloro che sono in grado di sfruttare il valore del mercato secondario e offrono una seconda vita ai tuoi rendimenti e alle scorte extra promuovendoli in un nuovo settore di clienti, pianifica una demo al giorno d'oggi.

Richiedi demo

L'invio di Extra Stock in Aftermath of COVID-19 è apparso per primo su B-Inventory Options.

ARTICOLI CORRELATI

I PIÙ POPOLARI