Le charter school fanno di più che insegnare alla prova: prove da Boston

0
21

Un numero crescente di prove indica che molte scuole charter urbane aumentano notevolmente i punteggi dei test standardizzati degli studenti svantaggiati. La frequenza alle scuole charter in eccesso di iscrizione a Boston, ad esempio, quelle con più candidati che posti a sedere, aumenta i punteggi dei test degli studenti a basso reddito di un terzo di una deviazione standard all'anno, abbastanza per eliminare il divario del punteggio del test bianco-nero in pochi anni di presenza.

I guadagni generati dai charter di Boston sono in linea con quelli generati dai charter urbani in altre parti del Massachusetts, come abbiamo dimostrato negli studi di una scuola del programma Knowledge Is Power (KIPP) a Lynn, Massachusetts e in un'analisi dei risultati della lotteria charter di circa lo stato. Effetti simili sono stati riscontrati a New York City e in uno studio nazionale sulle scuole charter urbane in eccesso.

Una caratteristica distintiva della maggior parte delle scuole charter urbane del Massachusetts è la pedagogia No Excuses, un approccio all'educazione urbana descritto in un libro con lo stesso nome. Le scuole senza scuse enfatizzano la disciplina e la condotta degli studenti, le capacità di lettura e matematica tradizionali, il tempo di istruzione prolungato e l'assunzione selettiva di insegnanti. I charter No Excuses del Massachusetts fanno anche un uso massiccio dei membri del corpo di Teach for America e degli ex-alunni e forniscono un feedback ampio e continuo agli insegnanti.

Sebbene gli effetti positivi della frequenza delle scuole charter urbane sui punteggi dei test siano sempre più ben documentati, l'interpretazione di questi risultati è controversa. Non è necessario che i punteggi dei test elevati riflettano un valore educativo aggiuntivo. Potrebbero invece riflettere un'enfasi sui test standardizzati obbligatori statali. In altre parole, gli insegnanti delle charter school potrebbero semplicemente "insegnare alla prova", a scapito di concentrarsi sullo sviluppo di competenze con un profitto a lungo termine. Le scuole charter sembrerebbero avere un incentivo particolarmente forte a insegnare alla prova perché le scuole i cui studenti fanno male ai test statali possono essere chiuse.

Valutiamo se la frequenza alle scuole superiori charter produca guadagni significativi a lungo termine per i giovani urbani storicamente svantaggiati, concentrandosi sui risultati legati alla frequenza del college.

Valutiamo se la frequenza alle scuole superiori charter produca guadagni significativi a lungo termine per i giovani urbani storicamente svantaggiati, concentrandosi sui risultati legati alla frequenza del college. A causa del forte legame tra college e guadagni, è molto probabile che le scuole che aumentano la frequenza all'università generino guadagni duraturi per i loro studenti.

Dati

Il nostro studio si basa sui candidati alle lotterie per l'ammissione presso sei scuole superiori di Boston. Queste sei scuole rappresentano oggi la maggior parte delle iscrizioni alle scuole superiori charter a Boston.

Un totale di 3.685 candidati hanno cercato un posto in queste scuole charter dal 2002 al 2009. I candidati nel nostro campione tendono ad avere punteggi dei test di base più alti rispetto alla popolazione tradizionale della Boston Public School, hanno maggiori probabilità di essere neri e hanno meno probabilità di avere un numero limitato di Conoscenza della lingua inglese.

Controllo delle differenze tra studenti delle scuole tradizionali e charter

Il nostro scopo è misurare l'effetto sul rendimento degli studenti causato dalla frequenza della scuola charter. Eppure ci troviamo di fronte a una sfida critica: ci sono ulteriori differenze oltre al "sì-o-no" della frequenza della charter school tra gli studenti che frequentano i charter e gli studenti che frequentano le scuole distrettuali tradizionali. La motivazione, l'abilità e il contesto familiare sono alcuni esempi di potenziali differenze tra studenti charter e non charter che possono guidare non solo la decisione di frequentare una charter school ma anche i risultati degli studenti.

Come è possibile isolare la misura in cui il conseguimento di uno studente charter è causato dalla frequenza del charter e non da questi altri fattori? Il compito è particolarmente impegnativo a causa delle limitazioni dei dati sui fattori che caratterizzano le differenze nei due gruppi di studenti

Per superare questo problema, il nostro studio sfrutta un "esperimento naturale" che nasce a causa delle leggi dello stato del Massachusetts. In particolare, lo stato impone una lotteria di ammissione quando ci sono più richiedenti charter che posti a sedere. La lotteria ci consente di confrontare gli studenti a cui è stato offerto un posto e gli studenti a cui non è stato offerto un posto, rimuovendo dalla nostra analisi fattori di confusione come la motivazione, l'abilità e il contesto familiare.

Ci sono alcune sfumature; non tutti gli studenti a cui viene offerto un posto alla lotteria si iscrivono a una scuola charter e alcuni a cui non viene offerto un posto trovano un modo per entrare nella scuola attraverso la lista d'attesa o la nuova domanda negli anni successivi. Quindi, c'è una differenza tra gli studenti che ricevono offerte e gli studenti che frequentano effettivamente le scuole charter. Per tenere conto di ciò, utilizziamo la tecnica econometrica delle variabili strumentali per convertire una stima dell'effetto di ricevere un'offerta in una stima dell'effetto di frequentare una scuola charter. Ciò equivale a dividere la differenza nei risultati medi tra offerti e non offerti per la differenza nell'iscrizione media in questi due gruppi.

La maggior parte dei candidati alle scuole charter che non ricevono un'offerta va a immatricolarsi nelle scuole pubbliche tradizionali. Le nostre stime, quindi, possono essere interpretate come l'effetto sul rendimento causato dalla frequenza charter per gli studenti che prenderebbero un posto charter quando ne offrissero uno a una lotteria, ma si iscriverebbero altrimenti a una scuola pubblica tradizionale.

Uno dei principali vantaggi di questo approccio è che è possibile testarne la validità. Se l'approccio è valido, non dovrebbero esserci differenze nelle caratteristiche tra i candidati a cui è stato offerto un posto dalla lotteria e quelli a cui non è stato offerto un posto. Troviamo esattamente questo; non ci sono prove di differenze di razza, sesso, istruzione speciale, scarsa conoscenza dell'inglese o status di pranzo sovvenzionato. Questo fatto suggerisce che abbiamo un confronto valido.

Una potenziale minaccia al nostro approccio comporta differenze di follow-up tra studenti offerti e non offerti. Anche in questo caso, il nostro studio è su un terreno solido grazie alla raccolta coerente di dati sui risultati da parte dello stato del Massachusetts. Rispettiamo i punteggi dei test standardizzati per circa l'80% del nostro campione due anni dopo l'assegnazione dei posti charter. Tre quarti del nostro campione frequentano ancora una scuola pubblica del Massachusetts al 12 ° anno di età. È importante sottolineare che non vi è alcuna differenza nei tassi di osservazione in base allo stato dell'offerta.

Risultati empirici

La prova della posta in gioco alta

Il governo dello stato del Massachusetts valuta le scuole in base ai punteggi degli studenti in un esame ad alto rischio: il Massachusetts Comprehensive Assessment System (MCAS). Coerentemente con i nostri risultati in studi precedenti sulle scuole charter in Massachusetts, la frequenza della scuola charter ha un grande effetto sulla probabilità che i candidati ottengano un punteggio nelle due categorie di punteggio superiori per l'MCAS.

Questo è mostrato nella Figura 1A. La figura confronta la distribuzione stimata dei punteggi ELA (English Language Arts) per i candidati che prendono un posto charter quando ne viene offerto uno in una lotteria (etichettati come aderenti trattati nel diagramma) ai candidati a cui non viene offerto un posto e si iscrivono a una scuola pubblica tradizionale (compilatori non trattati). La partecipazione al charter sposta la distribuzione del punteggio del test ELA su valori più alti e aumenta la probabilità di soddisfare gli standard di competenza di 15 punti. La Figura 1B mostra che la partecipazione alla charter spinge in modo simile i punteggi dei test di matematica a valori più alti.

A partire dalla classe di scuola superiore del 2005, lo stato ha utilizzato l'MCAS per determinare chi si qualifica per l'esonero dalle tasse universitarie pubbliche, un premio noto come borsa di studio Adams. La frequenza alla charter aumenta la possibilità di qualificarsi per una borsa di studio Adams di 24 punti percentuali per una popolazione prevalentemente povera e minoritaria.

A. Arti in lingua inglese

B. Matematica

FICO. 1. — Distribuzioni charter ("trattate") e non-charter ("non trattate") per punteggi in scala MCAS nelle arti e nella matematica in lingua inglese. Il campione è limitato ai candidati della lotteria che si prevede si diplomeranno tra il 2006 e il 2013. Le linee verticali tratteggiate indicano le soglie della categoria di prestazioni MCAS (220 per il miglioramento delle esigenze, 240 per il livello avanzato e 260 per il livello avanzato). Vedere la carta originale per i dettagli.

Esami AP e SAT

Se gli insegnanti della charter school "insegnano alla prova" a scapito di dedicare tempo allo sviluppo di competenze con un guadagno a lungo termine, i guadagni sull'MCAS non dovrebbero essere trasferiti ai guadagni sugli esami che sono correlati al successo a lungo termine, ma sono non fa parte del sistema di responsabilità dello Stato. Ma scopriamo che i guadagni sugli esami ad alto rischio per gli studenti delle scuole charter (rispetto agli studenti delle scuole tradizionali) si traducono anche in guadagni sugli esami di Advanced Placement (AP), che contano per i crediti universitari, e il SAT, un test di ammissione all'università riconosciuto a livello mondiale .

Quasi il 60% degli studenti charter fa almeno un test AP, rispetto al 28% degli studenti delle scuole pubbliche tradizionali.

La frequenza della charter raddoppia la probabilità che uno studente si presenti per un esame AP, con guadagni particolarmente elevati nella quota di studenti che sostengono esami di scienze. Quasi il 60% degli studenti charter fa almeno un test AP, rispetto al 28% degli studenti delle scuole pubbliche tradizionali. Frequentare una scuola charter quadruplica la probabilità di sostenere un esame di calcolo AP. La frequenza del charter aumenta la frazione di studenti che ottengono un punteggio abbastanza alto su AP Calculus da qualificarsi per il credito universitario dal 2% per i partecipanti non charter al 13% per i partecipanti charter.

Frequentare una scuola charter quadruplica la probabilità di sostenere un esame di calcolo AP. La partecipazione al charter aumenta la frazione di studenti che ottengono un punteggio abbastanza alto su AP Calculus da qualificarsi per il credito universitario dal 2% per i partecipanti non charter al 13% per i partecipanti charter.

Come mostrato nella Figura 2, anche la frequenza charter aumenta notevolmente i punteggi SAT, soprattutto in matematica. La figura confronta la distribuzione dei punteggi SAT per i partecipanti trattati – studenti che hanno frequentato una scuola charter a seguito della vincita di una lotteria – con i partecipanti non trattati – gli studenti hanno frequentato una scuola pubblica tradizionale dopo non aver vinto un posto alla lotteria di una scuola charter. Come mostra la figura, la distribuzione si sposta a destra con la frequenza della scuola charter. In particolare, la frequenza charter aumenta i punteggi medi di matematica di 52 punti. I guadagni SAT stimati sono grandi circa quanto i guadagni stimati sull'esame di uscita dalle scuole superiori dello stato, nonostante il fatto che i punteggi SAT non siano correlati agli standard di responsabilità imposti dallo stato. Il guadagno di punteggio in verbale e scrittura è di circa 26 punti in ciascuna materia.

A. Distribuzione del punteggio SAT composito

B. Distribuzione del punteggio di lettura SAT

C. Distribuzione del punteggio di scrittura SAT

D. Distribuzione del punteggio SAT Math

FICO. 2. — Distribuzioni charter ("trattate") e non-charter ("non trattate") per i punteggi SAT. Il campione è riservato ai candidati della lotteria che si prevede di laurearsi tra il 2007 e il 2013. Vedere il documento originale per i dettagli.

Diploma di scuola superiore e iscrizione all'università

Sebbene la frequenza charter riduca inizialmente la probabilità che uno studente si diplomi in tempo di 14,5 punti percentuali, questa stima negativa scende a zero quando il risultato è la laurea entro cinque anni dall'ingresso in terza media. Sembra che molti studenti charter impieghino un ulteriore dodicesimo anno per laurearsi, forse a causa di requisiti di laurea più rigorosi nelle scuole charter.

Sebbene gli effetti complessivi sull'iscrizione all'università non siano statisticamente significativi, la frequenza charter induce un chiaro passaggio da college di 2 anni a 4 anni, diminuendo di 11 punti l'iscrizione al college di 2 anni e aumentando di 13 punti l'iscrizione all'università di 4 anni. Questi guadagni sono più pronunciati nelle istituzioni pubbliche quadriennali in Massachusetts.

Stimiamo gli effetti della frequenza charter sulla selettività del college misurata dalle classifiche di Barron. La selettività del college appare invariata dall'iscrizione alla charter.

Risultati aggiuntivi

La nostra analisi collega anche i guadagni sulle valutazioni di responsabilità ai guadagni nei risultati successivi, scoprendo che gli effetti sui due set di risultati sono correlati in modo altamente positivo. In altre parole, indipendentemente dal fatto che le valutazioni di stato siano o meno di interesse intrinseco, i guadagni sui test di stato prevedono guadagni altrove.

Successivamente, esaminiamo le caratteristiche degli studenti che traggono i maggiori vantaggi dalla frequenza charter. Nel complesso, la frequenza alle scuole superiori charter di Boston aumenta i risultati chiave per la maggior parte dei sottogruppi, con grandi effetti sui gruppi a rischio tra cui ragazzi, studenti di istruzione speciale e coloro che entrano nelle scuole superiori con scarso rendimento.

Nel complesso, la frequenza alle scuole superiori charter di Boston aumenta i risultati chiave per la maggior parte dei sottogruppi, con grandi effetti sui gruppi a rischio tra cui ragazzi, studenti di istruzione speciale e coloro che entrano nelle scuole superiori con scarso rendimento.

Una critica a volte rivolta alle scuole charter è che le scuole aumentano il rendimento degli studenti trattenendo gli studenti con risultati migliori e chiedendo agli studenti con rendimento basso di andarsene. Se questa "fidelizzazione selettiva" fosse sostanziale, porterebbe a una concentrazione di società ad alto rendimento nei charter che potrebbero avere effetti positivi sui loro pari. La domanda, quindi, è se questo meccanismo spieghi perché la frequenza charter ha effetti positivi sugli studenti.

Troviamo che il divario nella performance media tra pari tra scuole charter e non charter si riduce effettivamente nel corso della scuola superiore. Le scuole superiori non charter registrano alti tassi di abbandono tra gli studenti con i risultati più bassi, il che significa una media più alta nel tempo. Questi risultati suggeriscono che il meccanismo per gli effetti charter positivi non è l'effetto pari della ritenzione selettiva.

Guardando avanti

I nostri risultati suggeriscono che i guadagni derivanti dalla frequenza alle scuole superiori charter ad alte prestazioni di Boston vanno ben oltre i test ad alto rischio. Le abilità matematiche vengono trasferite agli esami che rappresentano la preparazione al college e più studenti frequentano college di 4 anni. Poiché la maggior parte degli studenti del nostro studio entra per la prima volta in una scuola charter quando hanno 14 o 15 anni, questi risultati pesano anche contro l'idea che la scuola superiore sia troppo tardi per interventi sul capitale umano efficaci in termini di costi.

Le stime qui riportate mostrano guadagni per le recenti coorti di richiedenti charter. Poiché queste coorti continuano a progredire attraverso l'università ed entrare nel mercato del lavoro, abbiamo in programma di utilizzare il nostro progetto di ricerca basato sulla lotteria per determinare se gli effetti qui riportati si estendono al completamento del college, all'occupazione e ai guadagni.

Questo articolo riassume "Stand and Deliver: Effects of Boston’s Charter High Schools on College Preparation, Entry, and Choice" di Joshua Angrist, Sarah Cohodes, Susan Dynarski, Parag Pathak e Christopher Walters.