Una storia di lotta e perseveranza

0
17

Hai mai notato che i bambini hanno un desiderio universale di giocare a travestirsi? I bambini amano essere creativi con il loro senso della moda: si coprono di adesivi, indossano tutù con stivali da pioggia, adornano la testa con fiori e corone di principesse. Mel Buchanan, proprietario del Candy Queen Store, se ne accorse.

Con determinazione e visione, Mel ha risposto a questa esigenza creando il Candy Queen Store per servire le ragazze avventurose della moda dai tre ai 10 anni.

Candy Queen vende magliette personalizzabili con una selezione di icone in tessuto a forma di caramelle che possono essere facilmente indossate e rimosse.

Creazioni di Candy Queen Store

La linea di abbigliamento di Mel è stata venduta nei grandi magazzini di fascia alta ed è stata persino esposta nel famosissimo Dragon’s Den, l'equivalente britannico di Shark Tank.

Creazione di una linea di abbigliamento "dolce":

La storia di Candy Queen è iniziata quando Mel e i suoi due figli si sono trasferiti in Thailandia dall'Inghilterra per il lavoro del suo ex marito. Mentre si prendeva cura dei suoi figli, aveva il tempo di dedicarsi alle sue attività creative. Ha visto che i suoi figli adoravano esprimersi in modo creativo realizzando i propri giocattoli. Se hai mai viaggiato in Inghilterra, saprai quanto sono popolari tra i bambini i seminari Build-A-Bear.

La vera ispirazione, tuttavia, è arrivata quando Mel ha notato che i bambini stavano accessoriando le loro scarpe Crocs con un assortimento di ciondoli. Si rese conto che poteva disegnare t-shirt usando un metodo pick-and-mix simile.

Il passo successivo per trasformare in realtà il suo sogno imprenditoriale è stato portare i disegni dal suo tavolo da disegno alla fabbrica. Creare un'attività all'estero e non conoscere la lingua locale non è stato un compito facile. Tuttavia, Mel ha capito la grande opportunità che derivava dal vivere in stretta vicinanza a produttori di abbigliamento di qualità.

“Avevo grandi fabbriche proprio alla mia porta. Potrei letteralmente andare con schizzi e disegni e poi andare a farli produrre direttamente nel mio cortile ".

Una volta che Mel aveva i prodotti da vendere, ha costruito la sua presenza sul web e ha contattato un certo numero di rivenditori, come Selfridges, un prestigioso grande magazzino britannico, e persino attraverso l'Atlantico alla Sugar Factory, una catena di boutique specializzate con sede negli Stati Uniti.

Sfortunatamente, non tutto è andato per il verso giusto.

La sfortuna ha colpito lei e altre aziende di abbigliamento quando la fabbrica di abbigliamento ha preso i suoi soldi ed è andata in liquidazione. È stato un duro colpo. Tuttavia, Mel non ha permesso che questo la fermasse o la portasse fuori dalla mappa per quella materia. È rimasta determinata a trovare investitori.

La sua capacità di recupero l'ha portata nel reality show Dragon’s Den, incentrato sul campo, e attualmente sta utilizzando LivePlan per creare un business plan professionale e un business plan al fine di attirare gli investitori.

Ecco alcune lezioni che Mel ha imparato come imprenditrice:

1. Avere obiettivi a breve termine guidati da una visione a lungo termine

Innanzitutto, assicurati di unire la tua passione con un'opportunità nel mercato. Mel ha combinato il suo amore per la moda con la richiesta di abbigliamento personalizzabile per bambini. In questo modo, quando i tempi si faranno duri, sarai comunque interessato a vedere le cose a fondo.

Successivamente, crea una visione a lungo termine che aiuti a creare una tabella di marcia per la tua impresa ed essere preparato per gli ostacoli lungo il percorso. Mel non aveva un'educazione formale nel mondo degli affari o della moda, ma la sua semplice visione l'ha ispirata a creare un marchio unico. Tuttavia, una volta che ha iniziato a mettere in atto il suo piano, ha incontrato ostacoli che ha dovuto superare, come fare affari in un paese straniero e divorziare mentre gestisce la sua attività alle prime armi e cresce i suoi figli.

Durante quei tempi difficili, Mel si è concentrata sui suoi obiettivi a breve termine che hanno reso il successo molto più ottenibile.

2. Non essere timido: sii orgoglioso di ciò che vendi

Il merchandising di Candy Queen Store sul set di Dragon’s Den

Mel è gentile e modesta, ma conosce il valore di essere audace ed estroversa. Mel spiega: "Abbiamo un detto nel nord-est dell'Inghilterra, ed è 'i bambini timidi non ottengono nulla', che in pratica significa che i bambini timidi non ottengono nulla se non lo chiedono.

Mel crede fermamente nell'idea che otterrai le risorse e le relazioni necessarie negli affari se sei disposto a parlare con gli altri e a chiedere aiuto, pur rimanendo fiducioso nel prodotto o servizio che stai vendendo. Anche trasmettere quella fiducia è importante. Ciò significa che non esiterà a chiedere affari e capitale di investimento.

La spinta di Mel e la sua fiducia nei propri prodotti le sono state utili e ha dimostrato che i suoi metodi funzionano grazie al suo successo nel raggiungere e stabilire relazioni direttamente con rivenditori di fascia alta come Selfridges e The Sugar Factory. La sua ambizione le ha dato il coraggio di chiedere investimenti ai "draghi", gli investitori intimidatori del programma televisivo Dragon’s Den.

3. Non puoi fare tutto da solo, sempre!

Il processo di trasformazione di un'idea in un'attività funzionante è una responsabilità a tempo pieno, così come la supervisione di ogni aspetto dell'attività.

Mel dice: "Sii gentile anche con te stesso, è facile mettere tutti voi in un business nei primi giorni. Ma l'ultima cosa che devi fare è trascurare te stesso, schiantarti e bruciarti. Posso parlare per esperienza. Quando Selfridges & Co. ha assunto Candy Queen, era il periodo fino a Natale e la linea stava andando così bene a Oxford Street che l'acquirente ha fatto un altro ordine anche per il loro Trafford Centre. Avevo appena dato alla luce il mio terzo figlio, Bo. Ho avuto un taglio cesareo e non ho avuto il tempo di riprendermi; il mio partner e io stavamo dipingendo Carretti di caramelle (stand di merchandising) e impacchettando icone senza dormire, pochi giorni dopo la nascita della nostra ragazza ".

Ha continuato perché i suoi vestiti continuavano a vendere così bene. E un giorno, ha fatto un altro ordine alla fabbrica, che dopo settimane di evitarla, si è messa in contatto e le ha detto che erano andati in liquidazione. Mel non ha avuto indietro i soldi.

"Non potevamo nemmeno permetterci di riscaldare la nostra casa in quel momento e con un neonato in una casa fredda e buia, era desolante, per non dire altro. Alla fine sono caduto e sono bruciato. "

Fortunatamente, la famiglia era lì per permetterle di sopportare quei tempi difficili. Un buon sistema di sostegno familiare le ha permesso di gestire la sua attività tra alti e bassi, crescendo i suoi tre figli e dandole la capacità di mantenere il proprio benessere fisico e mentale.

Mel si è concentrata sul design e sullo sviluppo della sua linea di abbigliamento gestendo quasi ogni aspetto del Candy Queen Store. Tuttavia, come ogni grande leader, sa di aver bisogno della conoscenza e dell'assistenza degli altri. Dipende da un consulente finanziario esperto che la aiuti a tenere sotto controllo il polso finanziario della sua attività. Ha anche trovato il sostegno di altre donne imprenditrici, tra cui la stessa CEO di Palo Alto Software, Sabrina Parsons, e Caroline Cummings, VP of Business Development. Sia Sabrina che Caroline hanno fornito a Mel indicazioni su come rivolgersi agli investitori tramite LivePlan.

4. Ricorda i tuoi obiettivi e il motivo per cui lavori così duramente

A volte, le cose sembravano andare a posto per Mel e Candy Queen. Detto questo, ci sono state volte in cui si è domandata perché non avesse scelto un lavoro strutturato e stabile dalle nove alle cinque.

A volte Mel pensa a se stessa "'Oh, ho solo bisogno di una pensione e di uno stipendio.' 'Quindi la voce dentro di me non lo lascerà andare, perché so che se avessi solo quella grande occasione, avrei trovato il finanziere destro, sostenitore destro. Potrebbe davvero andare, davvero decollare. Penso che la mia visione sia così chiara, che non posso lasciarla andare ".

Ogni tanto si ricorda di quanto sia arrivata lontano. "Vedere la mia linea di abbigliamento in officina a Selfridges & Co. accanto a Prada, Marc Jacobs e altri grandi marchi è stato il momento migliore in assoluto."

Come imprenditore devi essere il tuo allenatore. Non dimenticare perché hai successo e lotti.

Mel dice candidamente "Non ho intenzione di mentire, ci sono giorni in cui pensi semplicemente, 'Cosa sto facendo?' Ma non puoi lasciare che questo ti fermi. Devi dire a te stesso che andrà meglio. Quindi sii positivo e tieni d'occhio il quadro più ampio. Ed è proprio questo che mi fa andare avanti. Non sono ancora pronto ad arrendermi! "

La storia di Mel è qualcosa con cui aspiranti imprenditori e imprenditori attuali potranno relazionarsi. È una combinazione di lotta e successo. Se hai una storia da condividere, ci piacerebbe ascoltarla. Mettiti in contatto con noi direttamente a editor@bplans.com

Anton è un agente del servizio clienti presso Palo Alto Software. È interessato allo sviluppo delle piccole imprese internazionali e alla crescita delle imprese latine. Ha un background accademico in affari internazionali con un focus sull'America Latina.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui