Cani che fiutano convulsioni

0
24

23 luglio 2015

Per le persone che soffrono di un disturbo che induce convulsioni, la vita quotidiana può essere piuttosto spaventosa. Non importa dove vadano queste persone, con chi siano o cosa stiano facendo, c'è sempre il rischio di avere un pericoloso episodio di attacco, cadere e ferirsi. In precedenza, le persone affette facevano affidamento in gran parte sull'intuizione dei parenti che potrebbero essere in grado di somministrare importanti farmaci per le crisi in tempo per prevenire o ridurre i sintomi delle crisi. Ora, con l'aiuto di cani da crisi altamente addestrati e specializzati, le persone che soffrono di un disturbo che induce convulsioni come l'autismo o l'epilessia sono in grado di condurre una vita più sicura e più normale.

I cani con crisi epilettiche hanno uno scopo molto importante nella vita di una persona colpita. Oltre a fornire una compagnia costante, un cane addestrato per le crisi epilettiche può effettivamente annusare un attacco epilettico imminente in tempo per allertare i cari della persona colpita. Questo sistema di allerta precoce è uno sviluppo importantissimo nella vita delle persone e delle famiglie colpite da un disturbo convulsivo.

Come funziona?

Sebbene gli scienziati siano leggermente in disaccordo su come, esattamente, i cani con crisi epilettiche possano rilevare un episodio imminente, il consenso generale è che ha a che fare con sottili cambiamenti ormonali che si verificano all'interno della persona colpita immediatamente prima dell'inizio della crisi. Molti scienziati ritengono che, quando un attacco è imminente, innesca una risposta autonomica nel sistema nervoso che quindi innesca l'attività delle ghiandole sudoripare e cambiamenti nelle onde cerebrali. A causa dei loro sensi straordinari, i cani con attacchi epilettici appositamente addestrati possono notare questi sottili cambiamenti fisiologici nel tempo per avvertire la persona colpita ei suoi cari.

Cosa fanno i cani da sequestro?

Quando il cane ha rilevato i sottili cambiamenti ormonali che indicano un'imminente crisi convulsiva, farà una delle diverse cose a seconda del suo addestramento: può prendere delicatamente la mano della persona colpita nella sua bocca e guidarla verso un'area sicura come un sedia per evitare cadute, oppure può abbaiare o avvisare in altro modo i membri della famiglia che il medicinale deve essere somministrato immediatamente. Alcuni cani posizionano persino il corpo tra la persona che cattura e il pavimento per interrompere una caduta e ridurre le lesioni. Indipendentemente dall'addestramento o dal background, tuttavia, a tutti i cani con convulsioni viene insegnato a rimanere vicino a una persona in fase di sequestro per aiutarli ad affrontare la crisi stessa, le sue conseguenze e il recupero.

Per le persone che soffrono di un disturbo convulsivo, la vita quotidiana presenta sfide non vissute dal resto della popolazione. Oltre a fornire compagnia, devozione, servizio 24 ore su 24 e sollievo comico, i cani convulsivi hanno l'importante scopo di agire come un sistema di allarme, spesso prevenendo o riducendo le lesioni legate alle convulsioni nelle persone a cui si prendono cura. Ciò è particolarmente importante per i bambini, per i quali un disturbo convulsivo può essere più spaventoso e disorientante.

Sebbene i cani da sequestro siano ancora piuttosto rari – non ce ne sono abbastanza addestrati per servire l'intera popolazione autistica ed epilettica – molte organizzazioni stanno attualmente spingendo per animali più addestrati. Per le persone che soffrono di un disturbo convulsivo, non c'è niente di più importante che stare al sicuro; cani da sequestro ben addestrati, amorevoli e devoti forniscono loro la protezione tanto necessaria.

Foto © iStock.com / Kalulu