venerdì, Settembre 30, 2022
HomeLifestyleAnimaliCome impedire ai cuccioli di combattere

Come impedire ai cuccioli di combattere

I cuccioli, in particolare i compagni di cucciolata, giocano molto a combattere. C’è poco di più adorabile che guardare un gruppo di cuccioli che litigano tra loro, ma come puoi sapere quando il wrestling smette di essere giocoso e inizia a diventare un vero combattimento, però? Cosa puoi fare se hai un cucciolo in particolare che continua a prendere il tempo di gioco un po’ troppo lontano?

Perché i cuccioli combattono?

I cuccioli imparano il normale comportamento sociale, cosa è accettabile e ok e cosa no, dall’interazione con altri cuccioli. Questo inizia anche prima che i cuccioli vengano svezzati dalla madre. Il gioco sano consente a un cucciolo non solo di costruire una buona base di socializzazione, ma li aiuta anche ad imparare il linguaggio del corpo e altri segnali comportamentali non verbali. Quello che imparano da cuccioli riguardo al normale comportamento da cane a cane pone le basi per le abilità che utilizzeranno per tutta la vita.

Che cos’è un gioco sano e cos’è un vero combattimento?

Essere in grado di leggere da soli il linguaggio del corpo e i segnali comportamentali è della massima importanza per differenziare il gioco dei cuccioli dal combattimento dei cuccioli. I cuccioli che sono impegnati in giochi sani e felici saranno sciolti, con movimenti saltellanti, rimbalzanti, a volte esagerati con una bocca grande, sciocca e aperta. Potresti vedere l’archetto stereotipato del gioco e potresti sentire un ringhio forte e/o continuo. Il gioco sano tra i cuccioli non ha né vincitori né vinti. Invece, ci sono costanti inversioni di ruolo in cui potresti vedere l’inseguitore diventare l’inseguitore solo per diventare di nuovo l’inseguitore. Inoltre, quando i cuccioli esibiscono un gioco sano, potresti vedere un cucciolo “auto-handicap” sdraiato su un fianco o sulla schiena o accovacciato più in basso (se stanno giocando con un cucciolo più piccolo). Vedrai anche i cuccioli che si prendono delle pause dal gioco sano. Due cuccioli possono litigarsi per terra un secondo e poi alzarsi per andare a bere un sorso d’acqua il secondo successivo.

I cuccioli impegnati in una rissa avranno segnali comportamentali e linguaggio del corpo notevolmente diversi. Invece di movimenti sciolti e sconnessi, diventeranno rigidi e tesi. Potresti anche vedere le loro piume sollevarsi. Invece di una faccia felice, a bocca aperta e con la lingua penzoloni, avranno le labbra serrate con un ringhio o un ringhio basso e silenzioso. Le orecchie diventeranno piatte e bloccate all’indietro.

Se ti capita di catturare il tuo cucciolo in una rissa, vuoi separare i cuccioli il più rapidamente e in sicurezza possibile. Se il tuo cucciolo ha il guinzaglio e l’imbracatura, questo di solito può essere fatto senza troppe difficoltà. Naturalmente, la maggior parte dei cuccioli non gioca sempre con i guinzagli attaccati. Per quanto tu sia tentato di farlo, non allungare la mano per la collottola del tuo cucciolo o cercare di metterti tra il tuo cucciolo e l’altro. Potresti ferirti durante il processo. Invece, reindirizzali con altri giocattoli o cerca di distrarre momentaneamente i cuccioli con un forte rumore, come un fischio o un battito di mani. Da lì, se il tuo cucciolo ha già un richiamo ben addestrato, puoi chiamarlo da te o puoi semplicemente agganciargli il guinzaglio e portarlo via dall’altro cucciolo.

Come impedire ai cuccioli di combattere

I cuccioli che litigano regolarmente con altri cuccioli potrebbero aver bisogno di un maggiore arricchimento al di fuori dell’ora sociale dei cuccioli. I cani possono apprendere segnali comportamentali (a volte indicati come comandi) già dalle sette alle otto settimane di età, quindi iscriversi a classi di cuccioli il più vicino possibile alle otto settimane e continuare durante l’adolescenza può fornire al cucciolo la stimolazione mentale che lui/lei ha bisogno di allontanare la noia. Fornisce anche abilità di base (come quel semplice richiamo) per controllare il comportamento del tuo cucciolo e aiutarti a capire meglio qual è il normale comportamento del cucciolo/cane e qual è la normale comunicazione cucciolo/cane.

Trovare un allenatore a volte è più facile a dirsi che a farsi. A differenza del mondo della medicina veterinaria, il mondo dell’addestramento cinofilo non è regolamentato, né da linee guida federali né statali. Chiunque per strada può svegliarsi una mattina e decidere di voler iniziare ad addestrare i cani, ma ciò non significa necessariamente che dovrebbero farlo. Un buon formatore utilizzerà metodi supportati dalla scienza e basati sull’evidenza. Cercheranno diverse certificazioni nel loro campo (certificazioni che, ancora una volta, non sono necessarie per definirti un addestratore di cani) e lezioni e workshop di formazione continua per rimanere aggiornati sui metodi moderni e sugli studi attuali. Rispetteranno tutte le tue preoccupazioni, non dovrebbero avere problemi con te osservando una classe per vedere il loro stile di addestramento e osservare come cani e proprietari rispondono al loro metodo di addestramento e dovrebbero essere aperti a collaborare con il tuo veterinario in caso di modifica comportamentale e/o vengono prescritti farmaci comportamentali.

Una cosa a cui prestare attenzione quando si trova un addestratore di cani è quella che garantisce risultati o cambiamenti comportamentali. I cani, proprio come le persone, sono tutti individui e le loro personalità e il loro comportamento sono fluidi come i nostri. Per questo motivo, un addestratore può avere un incredibile successo nell’addestrare un cane con una preoccupazione comportamentale, ma ciò non significa che sarà in grado di addestrare con successo tutti i cani con la stessa preoccupazione comportamentale in ogni momento. Come per la maggior parte delle cose, se sembra troppo bello per essere vero, di solito lo è.

L’esercizio aggiuntivo, di solito sotto forma di tempo di gioco che non coinvolge altri cuccioli, può anche fornire al tuo cucciolo uno sfogo più appropriato per il gioco aggressivo. Giocattoli come palline o peluche ti permettono di giocare con il tuo cucciolo a distanza e sono perfetti per questo. Molti litigi tra cuccioli non sono il risultato di un cucciolo aggressivamente aggressivo, ma piuttosto di un cucciolo che è semplicemente sovrastimolato e troppo eccitato. Fondamentalmente un cucciolo che è troppo eccitato è così eccitato per quello che sta succedendo che non riescono a gestirlo e si avventano su qualsiasi cosa si trovi nelle vicinanze. Spesso la stimolazione eccessiva nei cuccioli può essere gestita aumentando il tempo di gioco con le palle e i peluche.

I cuccioli hanno bisogno di giocare insieme per diventare cani sicuri e ben adattati. Sapere come dire quando una sana rissa si è trasformata in un vero combattimento e conoscere gli sbocchi appropriati per un gioco più aggressivo, tuttavia, è altrettanto importante per preparare il tuo cucciolo al successo.

Tutto su sterilizzazione e castrazione

Se sospetti che il tuo animale domestico sia malato, chiama immediatamente il veterinario. Per domande relative alla salute, consulta sempre il tuo veterinario, poiché ha esaminato il tuo animale domestico, conosce la storia della salute dell’animale e può dare i migliori consigli per il tuo animale domestico.

RELATED ARTICLES
- Advertisment -
Google search engine

Most Popular

Recent Comments