I bambini confidano negli animali domestici prima dei fratelli Si

0
32

Quando i bambini affrontano condizioni avverse come bullismo, malattia o divorzio in famiglia, è molto più probabile che ne parlino con i loro animali domestici rispetto ai loro fratelli. Sebbene questo possa sembrare controintuitivo per alcuni, le ragioni per cui i bambini lo fanno sono in realtà abbastanza semplici. Oltre a sentirsi al sicuro con gli animali domestici, i bambini trovano anche una presenza incondizionatamente amorevole, paziente e gioiosa nei loro animali domestici.

Per capire perché i bambini si legano così profondamente ai loro animali domestici, è importante anche capire cosa offrono gli animali domestici ai bambini che affrontano le avversità. Questa teoria è stata dimostrata in una certa misura dalla ricerca. I ricercatori di psichiatria dell'Università di Cambridge hanno studiato 100 famiglie nel Regno Unito per dieci anni e hanno trovato i seguenti motivi per cui i bambini si confidano prima con la loro famiglia pelosa:

Gli animali ascoltano e basta

A differenza di un fratello o di un genitore, un animale domestico non cercherà mai di parlare a un bambino di ciò che sta provando. Gli animali domestici non offrono consigli non richiesti né minimizzano o sminuiscono le preoccupazioni, le paure o la tristezza del bambino. Invece, gli animali domestici forniscono l'importantissimo servizio di ascoltare semplicemente il bambino mentre divulga ciò che sta andando storto. A parte un bacio sciatto e una richiesta per un gioco di riporto, i bambini non si aspettano alcun input dall'animale domestico, il che contribuisce al senso di sicurezza che i bambini provano con i loro animali domestici.

Gli animali domestici sono costanti

In caso di divorzio o rottura all'interno della famiglia, è più probabile che i bambini vivano con i loro animali domestici piuttosto che con i loro padri. Ciò fornisce un senso di coerenza e sicurezza nella vita del bambino e serve a elevare l'animale domestico alla posizione di un amico fidato e di un familiare. Mentre gli adulti, i fratelli e anche gli amici umani più stretti del bambino possono andare e venire, un animale domestico è sempre a casa, in attesa del ritorno del bambino. Per questo i bambini imparano a fare affidamento sui loro animali domestici e a vedere la loro presenza come una sorta di rete di sicurezza.

Gli animali domestici non giudicano

Chiunque sia mai stato a scuola capisce che i bambini in età scolare possono essere cattivi, e se un bambino dovesse confidare i suoi problemi ad amici intimi, c'è una possibilità molto concreta che venga giudicato, vittima di bullismo o ridicolo. Fortunatamente, questo non è il caso degli animali domestici. Quando un bambino si confida con l'animale domestico di famiglia, quel bambino ha la garanzia che i suoi problemi non torneranno indietro sotto forma di prese in giro da amici o compagni di classe.

Questo fa sentire i bambini al sicuro e li incoraggia a dire la verità ai loro animali domestici, il che a sua volta può aiutare il bambino ad affrontare il problema in questione. Quando un bambino sente di avere una cassa di risonanza imparziale, è più probabile che parli dei suoi problemi, il che può servire allo scopo di aiutarlo a elaborare, affrontare e elaborare i problemi a portata di mano piuttosto che semplicemente imbottigliarli senza affrontarli adeguatamente.

Sebbene i genitori e i familiari possano, in un primo momento, essere allarmati dalla disponibilità del bambino a confidarsi con gli animali domestici piuttosto che con i membri della famiglia, questo fenomeno è in realtà abbastanza comune. Un animale domestico è una presenza amorevole costante che non è coinvolta nei problemi che causano dolore a un bambino. Per i bambini che affrontano le avversità, un animale domestico funge da coperta di sicurezza amorevole, attraente e bavosa che può aiutarli a elaborare i propri sentimenti e ad abituarsi a esprimere a parole i loro problemi.

Foto © iStock.com/Sadeugra