venerdì, Maggio 20, 2022
HomeLifestyleCasa e Giardino7 cose di cui avrai bisogno se vuoi dipingere i tuoi mobili

7 cose di cui avrai bisogno se vuoi dipingere i tuoi mobili

Forse hai ereditato una scrivania vintage o antica che ha bisogno di un po’ di amore, o hai portato a casa un comò di seconda mano con buone ossa. Sai solo che una nuova mano di vernice darebbe al tuo pezzo consumato o obsoleto un nuovo capitolo, anche se ti sembra un po’ opprimente immergerti in un restyling. Per goderti appieno questo oggetto come un mobile accattivante e funzionale, dovresti spingere contro quei sentimenti e provarci. Dopotutto, le ragioni possono solo portarti così lontano in questa linea di lavoro: a un certo punto devi agire.

E tutto inizia con gli oggetti di cui hai bisogno per dipingere. Di seguito, le pinne per mobili professionali analizzano gli strumenti indispensabili senza i quali non possono lavorare e hanno condiviso preziosi consigli su come acquistare i materiali. Sì, il lavoro di preparazione richiederà tempo e olio di gomito, e no, non dovresti saltare nessun passaggio. Segui insieme per conoscere le sette cose di cui hai bisogno per dipingere i tuoi mobili per risultati di livello professionale.

Fase uno in questo processo: è necessario pulire a fondo i mobili trovati! Ci sono molti oli, saponi e lucidi disponibili in commercio, ma Kasey Pitstick, che si fa chiamare “The Furniture Redeemer”, preferisce formulare la sua miscela 50/50 di alcol denaturato e acqua. “Non vuoi levigare lo sporco nel tuo legno”, dice. “Questo mix toglie anni di sporco e sporcizia.”

Pitstick dice che la levigatura dei mobili può richiedere almeno un giorno. Per facilitare il processo di rimozione degli strati di vernice e vernice, di solito impiega due diversi tipi di levigatrici. Una levigatrice orbitale casuale è l’ideale per superfici piane come legno, metallo e plastica. Le spugne abrasive con retro in schiuma sono necessarie per eliminare i dettagli e le fessure decorati. Se prevedi di levigare un volume elevato di pezzi, vale la pena aspirare polvere e aspirapolveri perché proteggeranno l’area di lavoro (e i tuoi polmoni) dalla polvere in eccesso.

Per ripristinare superfici screpolate o riempire piccoli fori nel legno, utilizzare stucchi compositi dopo che un pezzo è stato completamente levigato. I riempitivi hanno una consistenza simile a uno stucco e sono realizzati in resina epossidica, argilla o poliuretano. Puoi carteggiare leggermente lo stucco una volta asciugato per assicurarti che la superficie sia livellata.

I primer agiscono come sigillanti per superfici porose che altrimenti potrebbero assorbire una prima mano di vernice e migliorano l’adesione, così il tuo nuovo lavoro di verniciatura dura più a lungo. E, soprattutto, i primer impediscono anche alle future macchie di acqua, grasso o fumo di lasciare un segno duraturo.

Sebbene ci siano marchi di vernici che pubblicizzano quando non è necessario alcun primer, Pitstick esorta i principianti a non saltare questo passaggio cruciale. “Il lavoro di preparazione è fondamentale perché getta le basi per il tuo traguardo”, afferma. Il primer può richiedere fino a 24 ore per asciugarsi, ma ne vale la pena. Una volta pronto, molto probabilmente ti ritroverai con una finitura elegante e uniforme.

Le pinne professionali tendono a usare spesso questa parola: qualità. “I pennelli di qualità sono così importanti, in quanto possono creare o distruggere una finitura”, afferma Anne Michelle di Amini Designs Ashburn. “I pennelli con setole naturali sono ottimi quando cerco una finitura strutturata e i pennelli sintetici per quando mescolo pezzi o cerco una finitura liscia e satinata: in genere non lasciano pennellate”. Michelle consiglia anche uno spruzzatore di vernice se vuoi che il tuo pezzo sembri “di livello successivo”. “Produce una finitura simile a quella di una fabbrica con zero texture (purché abbia eseguito correttamente la mia preparazione)”, afferma. Un’altra cosa: se usi uno spruzzatore di vernice, dovresti anche investire in un respiratore per sicurezza.

La vernice con finitura gessosa è a base d’acqua e può essere facilmente sbiadita per un aspetto antico. La vernice al lattice è resistente. La vernice a base di olio è ottima sul legno. I tipi di vernice abbondano, ma le pinne concordano sul fatto che non devi acquistare la vernice più costosa sul mercato: devi solo acquistare quella giusta per il tuo progetto. (Ad esempio, ti sarà difficile angosciare autenticamente la vernice in lattice.)

Tieni anche presente che i negozi di bricolage vendono lattine con uno sconto se il mix di colori non sembra “giusto” o se i clienti cambiano idea sull’acquisto di una vernice. “All’inizio non spendere soldi acquistando vernici costose”, spiega Rhonda McDonald di MacWorks Furniture Painting. “Controlla i negozi di ferramenta locali per la loro vernice ‘oops’ che può essere di $ 10 o meno per gallone.”

Una finitura a base di poliuretano è la soluzione migliore per proteggere i colori delle vernici. Lascia asciugare e poi inizia a trovare il posto perfetto nella tua casa per il tuo pezzo appena dipinto.

Jeni Bartiromo

Collaboratore

Jeni Bartiromo è una scrittrice residente a Los Angeles. Crea contenuti digitali per marchi di moda, lifestyle e F&B. Di tanto in tanto viaggia, cucina spesso e legge tutti i giorni.

ARTICOLI CORRELATI

I PIÙ POPOLARI