mercoledì, Ottobre 27, 2021
Home Lifestyle Casa e Giardino Come avviare i semi al chiuso

Come avviare i semi al chiuso

Selezioniamo questi prodotti in modo indipendente: se acquisti da uno dei nostri link, potremmo guadagnare una commissione.

Mentre alcune parti del paese potrebbero già scavare direttamente nei loro giardini per la semina di marzo, altre aree sono ancora sepolte sotto una coltre di neve per la prima parte del mese (tecnicamente, dopotutto, è ancora inverno). Ma indipendentemente dalle temperature o dalle nevicate nella tua zona, c'è un compito di giardinaggio all'aperto che puoi svolgere in qualsiasi momento questo mese: avviare i semi.

L'avvio di semi in casa alla fine dell'inverno ha fatto parte della mia vita sin da quando ero bambino, quindi posso tranquillamente dire che è un compito che chiunque può conquistare con gli strumenti e le indicazioni giuste. Ricordati di andarci piano con te stesso: avrai successi e fallimenti, ma fa tutto parte del gioco. Riprova se fallisci. Ecco come funziona il giardinaggio!

Qui, 12 elementi essenziali da ricordare se stai immergendo le dita dei piedi nel seme iniziando per la prima volta.

È facile dare un'occhiata a un catalogo di semi o allo scaffale di semi nel negozio e scatenarsi. Sono stato sicuramente lì, a lanciare pacchetti di semi nel cestino, solo per ordinarli più tardi a casa e rendermi conto che non ho lo spazio o la pazienza per iniziare tutti quei semi.

Ogni seme avrà requisiti di germinazione diversi e individuali. Se è la prima volta che inizi i semi in casa, sarà utile iniziare con solo due o tre varietà diverse. È bello sapere che alcuni semi sono molto più facili da iniziare in casa rispetto ad altri. Inoltre, ricorda che alcuni semi (molti, in realtà) sono pensati per essere seminati direttamente nel terreno in primavera. I semi di semina diretta crescono rapidamente e sono una perdita di tempo per iniziare in casa, quindi per ora salta quelli.

Per i principianti, prova a piantare alcuni dei seguenti semi:

2. Consulta il tuo calendario.

Quando si iniziano i semi, è imperativo avere il giusto tempismo. Dopotutto, il punto è che avrai piantine pronte per essere piantate all'aperto una volta che il tempo si sarà riscaldato. Le aziende di semi ti rendono facile. Sul retro di ogni pacchetto di semi troverai una sequenza temporale stampata per tua comodità. Coprirà quando iniziare al chiuso (di solito x un numero di settimane prima dell'ultima gelata) e le istruzioni per la semina (profondità, giorni fino alla germinazione, ecc.).

3. Trova il contenitore giusto.

Una piccola ricerca ti dirà che i semi possono essere avviati in molti contenitori diversi. È meglio valutare i tuoi limiti di spazio. Personalmente, mi piace usare un kit di celle di plastica (sto usando questo economico da Amazon) con un coperchio perché sono riutilizzabili, ma ci sono molte opzioni là fuori, comprese alcune che sono auto-irriganti. Puoi anche iniziare i tuoi semi in un cartone per uova se hai solo un davanzale sottile su cui metterli.

4. Scegli un terreno adatto per la semina.

Proprio come qualsiasi altra cosa nel mondo del giardinaggio, ci sono molte diverse opzioni tra cui scegliere quando si tratta di terreno. Dovrai iniziare con un nuovo mix di terreno fresco che non sia stato contaminato da altre piante. Personalmente mi piace usare una miscela di semi premiscelata al posto del tipico terriccio. La miscela di partenza dei semi è ricca di fibra di cocco, torba e perlite, che aiutano a gestire l'umidità attorno alle nuove radici del bambino e prevengono la putrefazione delle radici. Contiene anche piccole quantità di fertilizzante per dare alle tue piante una spinta extra una volta che i semi germinano.

Dai un'altra occhiata al retro dei tuoi pacchetti di semi. Ti dirà quanto in profondità nel terreno piantare i tuoi semi. Molte volte, piccoli semi possono essere spruzzati direttamente sul terreno mentre altri devono essere seppelliti. È qui che una vecchia matita o penna tornerà utile per la creazione di fori. Esistono anche strumenti di avviamento del seme su cui sono stampate le misurazioni.

Ordina i tuoi semi di conseguenza.

6. E non dimenticare di preparare anche il tuo terreno.

Una volta che sei pronto per iniziare il processo, dovrai preparare il terreno. Non puoi riempire i contenitori con terra asciutta. Usa un secchio o una vasca per inumidire la miscela di terreno. Vuoi che il mix sia umido, ma non completamente saturo. Usa le tue mani o una cazzuola a mano per mescolare. Non aver paura di sporcarti le mani!

Riempi il terreno nelle celle del tuo contenitore. Premi saldamente il terreno verso il basso: non vuoi che ci siano spazi vuoti per l'aria sul fondo della cella.

Segui le istruzioni che hai annotato sui pacchetti di semi al punto 5. Se i tuoi semi devono essere piantati nel terreno, usa l'estremità di una penna o di una matita per fare un piccolo foro. Lascia cadere il tuo seme e coprilo delicatamente con la terra.

Ad alcune persone piace piantare più semi per cellula, solo per aumentare le loro possibilità di successo. Questa è un'ottima cosa da fare se sei preoccupato per la germinazione dei tuoi semi. Se entrambi germinano, puoi separare le piantine, quindi ripiantarne una in un'altra cella.

Mentre pianti i semi, etichettali scrivendo i nomi sui pali del seme. Pensi di ricordare quali semi sono stati piantati e dove, ma non lo farai. Mi creda.

Dopo aver piantato i semi, innaffiali usando un flacone spray. L'uso di un annaffiatoio o di un altro dispositivo ad alta pressione come un tubo o uno spruzzatore può rimuovere i semi, e poi giocherai a indovinare per alcune settimane su dove si trovano.

È importante mantenere i semi coperti durante il processo di germinazione. Questo aiuta a mantenere i semi caldi e umidi.

Se hai un kit, metti il ​​coperchio sopra il vassoio. Se fai il fai-da-te, copri i vasi o le celle con un involucro di plastica. Una volta che vedi il verde che spunta dal terreno, puoi togliere la copertura.

10. Dai loro molta luce.

Per far germogliare i tuoi semi, avranno bisogno di molta luce. Se sei come me e coltivi i semi in una finestra, prova a scegliere una finestra con molta luce, come una finestra esposta a sud. Assicurati di ruotare i contenitori in modo che tutti i lati delle piantine ricevano la stessa quantità di luce.

Se cresci sotto le luci, le luci di crescita devono essere da 4 a 5 pollici sopra i tuoi contenitori – sì, così vicino! In queste condizioni di crescita, avranno bisogno di 14-15 ore di luce al giorno e 9 ore di buio.

11. Tenere le piantine calde e umide (ma anche ventilate).

Dovrai mantenere il terreno umido man mano che le tue piante crescono. Per evitare che la muffa cresca, assicurati che i vassoi delle piante ricevano molta ventilazione. L'aria in movimento aiuta anche a rafforzare gli steli delle tue piantine. Puoi impostare un piccolo ventilatore vicino ai contenitori o accendere il ventilatore da soffitto.

È molto importante ricordare che anche i tuoi semi hanno bisogno di calore. Se il tuo davanzale o lo spazio di coltivazione sono troppo freddi, potresti voler investire in un tappetino (una piastra elettrica per le tue piantine) da mettere sotto i contenitori.

12. Prima di piantare all'aperto, indurisci le piantine.

Quando arriva il momento di piantare le tue piantine all'aperto (ricorda, controlla la tua ultima data di gelo per capirlo), non puoi farlo tutto in una volta. Se sposti le piantine all'aperto troppo velocemente, si stresseranno e moriranno. Hai bisogno di indurirli.

Per fare ciò, posiziona i contenitori delle piantine all'aperto in un luogo protetto per alcune ore al giorno. Per una settimana circa, spostali più all'aperto al sole e alle intemperie, portandoli sempre in casa di notte. Dopo una settimana, dovrebbero essere pronti per essere piantati nel terreno in modo da poter guardare il tuo giardino fiorire per tutta la primavera e l'estate.

ARTICOLI CORRELATI

I PIÙ POPOLARI