lunedì, Dicembre 6, 2021
HomeLifestyleCasa e GiardinoCome parlare eticamente delle ristrutturazioni domestiche

Come parlare eticamente delle ristrutturazioni domestiche

Oh, non ami solo un buon prima e un dopo? Non c'è molto di più avvincente, soprattutto per le persone che amano tutto ciò che riguarda la casa e il design. Quanto è eccitante rivelare il dopo su un progetto, vero ?! E ovviamente, peggio è il prima, meglio è il dopo.

Ma come rinnovatore seriale attualmente al lavoro su un reno vittoriano, ho iniziato a fare una pausa di recente e mettere in discussione il modo in cui io – e molte persone nel mondo del design e del reno – parliamo e condivido le foto del "prima". In altre parole: provo molto rimorso per aver parlato delle scelte di design di altre persone e della manutenzione differita. Ringrazio il mio migliore amico e socio in affari di questo progetto per aver spinto la consapevolezza (attesa da tempo) che avevo bisogno di riflettere su questo aspetto. Non nei social media in persona, mi ha fatto una domanda una volta quando ho iniziato a far saltare in aria il mio Insta e Facebook con le foto della casa: "Non ti preoccupi che il venditore vedrà i tuoi post?"

L'etica della condivisione prima delle foto è "qualcosa di cui le persone semplicemente non parlano", dice Scott. "Siamo appena stati così condizionati a guardare tutti gli spettacoli e vedere le pagine di Instagram di tutti e non ci si concentra molto sulle ramificazioni dal lato del venditore e sul lato umano della situazione".

Questo condizionamento ci ha portato ad eccitarci per i colpi terribili prima, dice. "‘Oh mio Dio, guarda questa grande e pazza casa dell'accumulatore che abbiamo ripulito, ' è tutto il dramma e tutto il "folle" che attrae le persone ", dice.

Il fatto è che c'erano persone reali, simili esseri umani, che vivevano in questi luoghi. Com'è per loro vedere le loro case, le loro dopo, trasmesso come qualcun altro prima? Per quanto io sia orgoglioso della casa che io e mio marito abbiamo rinnovato, sarebbe fin troppo facile per qualcun altro entrare e dichiararla un "prima" con le sue numerose imperfezioni e cose che non siamo ancora arrivati ​​(ciao, intonaco crepato nel soggiorno e macchie d'acqua sul soffitto del bagno!). O odiare le mie amate pareti nere della cucina tanto quanto ho fatto con il ketchup e quelle color senape in cui sono entrato.

Così come fare parliamo di prima?

Ebbene, la risposta breve sarebbe seguire la regola d'oro, dice Scott. Immagina se fosse la tua casa che qualcuno stava descrivendo. Come vorresti che ne parlassero? Che si tratti di una scelta di design che potresti non aver fatto, o di una completa e totale rovina che potrebbe essersi verificata a causa di un numero qualsiasi di circostanze al di fuori del loro controllo (il 2020 dovrebbe averci insegnato che, se non altro!), Concedi loro il rispetto e la dignità vorresti.

Perché una volta che è là fuori, non si torna indietro. "Internet è permanente", dice Scott. "Una volta che metti qualcosa là fuori, è là fuori per sempre, sempre e sempre, quindi tienilo sempre a mente mentre pubblichi qualsiasi contenuto."

E non c'è davvero modo di mantenerlo segreto. "Se sei là fuori a colpire le case di altre persone", dice, anche se lo stai mantenendo completamente anonimo, senza divulgare alcun dettaglio sulla casa o sulla posizione che potrebbe identificare dove si trova (cosa che dovrebbe assolutamente essere!) dovresti semplicemente presumere che lo troveranno.

Significa che fingiamo un posto non lo è bisogno di cure amorevoli? Perché questo può essere falso. E il prima e il dopo possono essere fonte d'ispirazione (anche se correndo il rischio di minimizzare il lavoro coinvolto nel “durante”, che è tutta un'altra questione!). "Tutti capiscono che le case hanno bisogno di amore, cura e attenzione", dice Scott. Quindi inizia a esprimere opinioni e attieniti ai fatti, consiglia. Ad esempio, se la casa ha ancora la moquette verde e gli elettrodomestici gialli: una combinazione da sogno degli anni '60! – potresti dire "una volta questa era la casa più bella dell'isolato".

E invece di concentrarti sugli aspetti fisici brutti o indesiderabili della casa, dice Scott, concentrati sul lato positivo, umano. Potremmo dire: "questa casa è stata molto amata per molti anni", dice. "Ha grandi ossa, ha un grande potenziale."

Ora, vorrei essermi concentrato di più sulla bella luce che si riversa nelle finestre del mio attuale progetto nei miei post sui social media che su descrizioni eccessivamente drammatiche del lavoro di cui aveva bisogno. Non posso tornare indietro nel tempo e annullare le cose che ho detto su tutte le case su cui ho lavorato. Ma a partire da questo nuovo anno, ho intenzione di ricordare che ogni prima era dopo di qualcun altro.

ARTICOLI CORRELATI

I PIÙ POPOLARI