mercoledì, Agosto 17, 2022
HomeLifestyleCasa e GiardinoConfronto colore vernice | Terapia dell'appartamento

Confronto colore vernice | Terapia dell’appartamento

I colori delle vernici a volte hanno tutta l’energia di un furbo truffatore: potrebbero apparire in un modo sulla carta al negozio, in un altro nella lattina e in un modo completamente diverso una volta che sono sul muro. Poi, naturalmente, l’illuminazione può fare la sua magia trasformativa: ciò che sembra beige durante le ore serali scarsamente illuminate potrebbe tendere di più verso un rosa tenue una volta che il sole sorge.

Per altri contenuti come questo segui

Mentre le qualità camaleontiche dei colori complessi e sfumati possono sembrare un po’ magiche, possono anche essere un po’ frustranti quando vedi e ami! — un colore nella casa di qualcun altro, solo per scoprire che nella tua sembra completamente diverso. Naturalmente, anche questo fenomeno può essere un vantaggio. Ti sei mai chiesto perché vedi spesso gli stessi colori della vernice spuntare tra i preferiti dai designer da usare? Quelle scelte sono affidabili, sì, ma possono anche apportare un tocco personalizzato a uno spazio grazie a un leggero cambio di tonalità. Ciò significa che anche se stai utilizzando il colore più popolare del momento, la tua casa può comunque sembrare unica nel suo genere.

Quindi quanto Potere un colore di vernice si reinventa? Ero curioso, quindi ho messo alla prova una tonalità adattabile. Ho scelto Coney Island di Behr perché mentre si trova saldamente nella sezione “grigi” delle offerte di vernice di Behr, il chip di vernice sembrava completamente diverso in varie condizioni di illuminazione e impostazioni. A volte sembrava davvero molto grigio; a volte sembrava un po’ più blu; altre volte pensavo con certezza che stavo guardando un colore di vernice verde. Volevo vedere come potrebbe trasformarsi anche nelle case di altre persone, quindi ho chiesto a tre coraggiosi membri dello staff di Apartment Therapy di completare un progetto di pittura per il fine settimana e di documentare come appare la vernice nel loro ambiente. Continua a leggere per vedere come il colore si è trasformato nelle loro tre applicazioni e spazi molto diversi.

Innanzitutto Emma Dangel, coordinatrice delle vendite di Apartment Therapy. Emma aveva un piccolo sgabello IKEA in legno che aveva usato come “sedia per i vestiti” nella sua camera da letto, ma voleva riutilizzarlo come supporto per piante con un po’ più di stile. Quando ho inviato a Emma un link al colore che avremmo usato, ha detto di aver visto un grigio scuro. Ma poi è stata colpita da una sorpresa: “Quando ho aperto il barattolo, sembrava azzurro/verde!” lei dice.

Mentre dipingeva, Emma notò che il colore sembrava abbastanza simile a come era apparso nel barattolo: una sfumatura bluastra-verdastra. Quando si asciugava, sembrava di una o due tonalità più scura. “È diventato un grigio bluastro chiaro e brillante, quindi si è rapidamente asciugato in un grigio blu scuro opaco”, dice. “Mi piaceva perché potevo dire più facilmente quali parti avevo già dipinto.”

Una volta che ha finito, lo sgabello sembrava decisamente molto più simile a un verde blu tenue nella luce naturale diretta che il suo soggiorno riceve la mattina, anche se dice che era più grigio sbilanciato la sera. Questo andava bene per Emma, ​​che di solito è avversa ai colori con i suoi mobili. “Probabilmente non l’avrei scelto io, dato che tendo a preferire colori neutri o legno naturale per la maggior parte dei miei mobili”, dice, “ma sono molto contenta che sia stato scelto per me! È l’intersezione perfetta tra neutro e colorato”.

Il tono neutro leggermente insolito si armonizzava perfettamente con altri “colori tenui turchese e blu-grigio” in tutto l’appartamento di Emma. “Adoro la sua versatilità. Poiché ha un aspetto diverso in diverse luci e spazi, ho potuto vedere totalmente questo piccolo sgabello che si dirigeva verso il mio prossimo appartamento con me e si adattava perfettamente”.

Un rifacimento del comò da camera da letto

Questo rifacimento è un altro dei preferiti di IKEA: il comò HEMNES. Dopo aver posseduto il suo per alcuni anni, la senior project manager Brittany Fara ha voluto dare al semplice capo bianco un aspetto fresco. Si trova vicino alla finestra rivolta a nord nella sua camera da letto, che gli conferisce una luce diffusa più morbida che si inclina un po’ più fredda.

“Quando ho visto per la prima volta il colore ero entusiasta, perché ho già alcuni accenti di grigio e blu nella mia casa”, dice Brittany. Dopo aver levigato il suo comò (con l’aiuto del suo padrone di casa, che le ha prestato la sua levigatrice elettrica), Brittany ha iniziato con la vernice. “Mentre dipingevo ero un po’ nervoso e pensavo tra me e me, Non mi piacerà questo,” lei dice.

Per fortuna, il colore l’ha conquistata. “Alla luce del mattino, il comò si illumina quasi di questo azzurro davvero adorabile. Questo è il mio momento preferito della giornata per vedere la mia ultima aggiunta nella mia camera da letto”, dice Brittany. Di notte, sembra un verde più scuro.

“Probabilmente non avrei scelto questo colore io stessa, perché sono una di quelle persone che ‘dipingono tutto di bianco’”, dice Brittany. “Ma quando ho portato il comò nella mia stanza e l’ho disegnato, ho iniziato a cambiare idea. Piano piano mi sto innamorando!”

Una trasformazione della parete interna

Alcuni spazi non ricevono quasi luce naturale e quelli possono essere i più difficili quando si tratta di prevedere come cambierà un colore. Questo è stato il caso dell’ingresso di Brian Wong. Brian, il social media manager di AT per il commercio e i contenuti di marca, aveva un lungo tratto di muro davanti alla porta di casa del suo appartamento a cui voleva dare un tocco di colore. A causa della sua posizione, la parete non riceve luce naturale diretta; riceve minuscole punte di luce indiretta dalle vicine finestre rivolte a nord e di notte ha un tenue bagliore blu per gentile concessione del vicino acquario di Brian.

“Quando ho aperto la lattina per la prima volta, ho dovuto fare una doppia ripresa per assicurarmi che fosse del colore giusto”, dice Brian. “Sullo schermo del computer sembrava più un verde scuro/blu/grigio, ma quando si apre il barattolo sembrava completamente grigio.” Brian ha fatto impazzire questo tipo: non voleva che il muro dell’ingresso fosse troppo scuro.

“Dopo la prima mano sembrava davvero scuro, ma quando la vernice ha iniziato ad asciugarsi è diventato il colore che volevo, ma ancora un po’ più scuro rispetto al computer”, dice Brian. E se di giorno dice che sembra un verde-blu scuro, di notte assume anche una tonalità decisamente più grigia.

“Sembra il migliore di notte con alcune luci accese che rendono l’ingresso nella mia camera da letto un po’ più accogliente e caldo”, dice Brian del colore della vernice, che lui chiama “calmante”. Se dovesse scegliere di nuovo, apporterebbe alcune modifiche. “Adoro il colore, ma per la mia parete avrei optato per una versione leggermente più chiara”, dice. “Il colore sarebbe fantastico in uno spazio ben illuminato.” Schiarire la tonalità della vernice potrebbe aver contribuito a reintrodurre anche un po’ più di versatilità cromatica.

Un colore impossibile da appuntare

C’è molta adattabilità e variabilità in questo colore di vernice grigio-incontra-blu-incontra-verde, e questi progetti lo dimostrano. Lo stesso si può dire per molti colori dei bordi che delimitano due toni diversi: le vernici che troverai tra i bianchi, i beige e, naturalmente, i grigi. A volte il cambiamento a sorpresa è positivo, come è stato per Emma e Brittany. E altre volte, potrebbe semplicemente non essere quello che avevi immaginato (scusa, Brian!). Quindi la lezione finale qui è questa: investi i $ 5 in un vaso campione e siediti con la tua parete o mobili per alcuni giorni in alcune condizioni di illuminazione diverse. Potresti ottenere esattamente ciò che avevi previsto, oppure no (nel bene e nel male). Ma prima di sborsare i soldi e il tempo per un ripristino su vasta scala, saprai almeno cosa aspettarti. Buona pittura!

Megan Baker

Editor di progetti domestici

Megan è una scrittrice ed editrice specializzata in aggiornamenti per la casa, progetti fai-da-te, hack e design. Prima di Apartment Therapy, è stata editrice di HGTV Magazine e This Old House Magazine. Megan ha una laurea in giornalismo giornalistico presso la Medill School of Journalism della Northwestern University. È un’intenditrice di coperte ponderata autodidatta.

ARTICOLI CORRELATI

I PIÙ POPOLARI