lunedì, Luglio 4, 2022
HomeLifestyleCasa e GiardinoCucina degli anni 2000 rifacimento con consigli per la pittura dell'armadietto: foto...

Cucina degli anni 2000 rifacimento con consigli per la pittura dell’armadietto: foto prima e dopo

Selezioniamo in modo indipendente questi prodotti: se acquisti da uno dei nostri link, potremmo guadagnare una commissione. Tutti i prezzi erano accurati al momento della pubblicazione.

Mentre lavorava da casa, il proprietario della casa Daniel Precel ha deciso che gli sarebbe piaciuto partecipare al cambio di gabinetto e portare la sua cucina del 2001 negli anni ’20. “Ricordo di essermi guardato intorno, il mio sguardo fisso sulla cucina e di aver pensato tra me e me che sì, lo dipingerò”, dice.

«Gli armadietti erano marrone-arancio [and] l’alzatina in stile country ha fatto sembrare la cucina ancora più antica e i ripiani erano in granito molto scuro e poco invitante”, dice Daniel della cucina prima. “Aggiungi il fatto che c’è solo una (doppia) finestra nell’intero spazio e l’intera esperienza di essere in cucina è stata triste.”

Ma c’erano anche alcune cose che a Daniel piacevano della cucina: ad esempio, le sue dimensioni e la sua disposizione erano per la maggior parte funzionali. Poiché la cucina non avrebbe avuto bisogno di demo o di lavori idraulici, Daniel ha deciso di occuparsi personalmente di alcuni dei lavori.

“Un principio fondamentale in base al quale ho sempre vissuto, è ‘fai le cose in grande o vai a casa’”, dice. “Il lavoro consisteva in due sforzi principali: uno, dipingere tutti gli armadi, le ante e i frontali dei cassetti, cosa che ho fatto io stesso, e due, sostituire i ripiani, alzatina, lavello e rubinetto, che abbiamo affidato a un team di professionisti ed è stato completato quando il l’ebanisteria era quasi a metà.»

Daniel ha diviso la cucina in sezioni e ha lavorato sugli armadi a pezzi alla volta. “Certo, abbiamo avuto armadi senza ante per settimane e il progetto si è allungato per mesi, ma l’unica volta in cui non abbiamo potuto utilizzare la cucina è stato solo per un paio di giorni durante l’installazione delle superfici. Questo è tutto,” dice.

Ha iniziato rimuovendo le ante dell’armadio e i frontali dei cassetti e staccando la ferramenta. Quindi ha pulito ogni superficie con uno sgrassante, levigato con spugne a grana 180, passato l’aspirapolvere, pulito e poi spruzzato con una mano di primer. Una volta levigata la superficie, ha utilizzato un panno adesiva per rimuovere lo sporco e la polvere rimanenti.

Daniel dice che non può sottolineare abbastanza quanto sia importante preparare adeguatamente tutte le superfici: “Nessuna vernice al mondo nasconderà le imperfezioni della superficie non trattata, quindi migliore è la tua preparazione, migliore sarà il risultato finale”, afferma

Nel suo caso, la preparazione dei cassetti comportava anche la sigillatura dei fori centrali dove un tempo si trovavano i vecchi pomelli e la perforazione di nuovi per i tiri orizzontali. Con le superfici lisce, Daniel ha preparato gli armadietti; una volta Quello indurito, ha carteggiato di nuovo con spugne abrasive a grana 220, quindi adescato e carteggiato di nuovo fino a quando tutto era abbastanza liscio per un top coat.

“Tutte le ante e i frontali dei cassetti sono stati adescati e verniciati con una pistola a spruzzo, un lato alla volta, mentre gli armadi che sono rimasti sulla parete sono stati adescati e verniciati utilizzando rulli di gommapiuma e spazzole di nylon morbido”, spiega Daniel. Ha selezionato Farrow & Ball’s Railings per il colore della vernice, che descrive su Instagram come un “splendido blu quasi nero” che “suona davvero bene insieme alle manopole in ottone brunito”. L’ombra conferisce ai vecchi armadi un aspetto completamente nuovo.

“Se facessimo un gut reno andremmo con frontali piatti – nemmeno Shaker – [but] abbiamo deciso di mantenere le ante a pannello originali e di adorare il modo in cui il colore blu scuro e le bellissime manopole e maniglie zigrinate conferiscono alla cucina una sorta di atmosfera della rivoluzione industriale britannica del XIX secolo”, afferma.

Una volta che la nuova vernice è stata indurita, Daniel ha rimontato tutte le ante e i frontali dei cassetti, aggiornandoli con cerniere e binari a chiusura ammortizzata nel processo. Uno dei suoi punti di forza dal progetto è che a volte vale la pena spendere una pazzia per gli strumenti giusti e le finiture di lusso, a patto di dedicare del tempo alla ricerca dei prodotti giusti e all’ottenimento dei dettagli fai-da-te giusti.

“Fai – o ottieni – il meglio che puoi con quello che hai”, dice Daniel. “Dal lato dell’acquisto, ciò significava non accontentarsi della pistola a spruzzo più economica, acquistare e utilizzare tonnellate di materiale abrasivo e una vernice di altissima qualità, ed essere d’accordo con l’investimento in un bellissimo piano di lavoro o in pomelli e tiranti extra splendidi con tutti i soldi risparmiati sul resto”.

Daniel e sua moglie hanno assunto professionisti per installare controsoffitti bianchi dai bordi arrotondati e un alzatina a mosaico, che costano circa $ 12.000 del budget di $ 16.000. Daniel afferma che ne è valsa la pena in quanto le grandi superfici bianche “offrono un contrasto pulito e moderno che rende l’intero spazio più luminoso”. I professionisti hanno anche installato un nuovo lavabo e rubinetto.

I dettagli di finitura come i nuovi sgabelli da bar, le nuove lampade a sospensione e l’arredamento minimalista in legno mettono tutto insieme. “Tutto è molto più invitante e ora usciamo in cucina per la maggior parte del tempo”, dice.

Se Daniel potesse fare qualcosa di diverso, dipingerebbe gli armadietti in estate invece che in inverno. “Per poter spruzzare correttamente in garage in inverno, ho dovuto utilizzare diversi riscaldatori, il che ha gonfiato un po’ la bolletta dell’elettricità”, afferma. In futuro, ha in programma di aggiungere un nuovo sfogo alla cucina, dipingere di nero i telai delle finestre e possibilmente aggiornare gli elettrodomestici. E con il successo di questo progetto, è sicuro di produrre risultati ancora più sorprendenti.

Sara Everett

Scrittore del personale

Sarah è una scrittrice dello staff di Apartment Therapy. Ha completato il suo Master in giornalismo presso l’Università del Missouri e ha una laurea in giornalismo presso la Belmont University. Le passate fermate di scrittura e montaggio includono HGTV Magazine, Nashville Arts Magazine e diversi punti vendita locali nella sua città natale, Columbia, Missouri.

ARTICOLI CORRELATI

I PIÙ POPOLARI