10 suggerimenti per il successo della ricetta

0
48

Hai mai seguito una ricetta "alla T" solo per farla finire in un completo disastro? Sì, non sei solo. È successo a tutti noi … forse anche più volte. 😉 Non importa quanto chiaramente una ricetta sia scritta, ci saranno sempre variabili che non possono essere spiegate e molto spazio per errori. Ma non lasciarti spaventare! La cucina è un'abilità che deve essere appresa e affinata nel tempo. Ecco perché non cuciniamo tutti come Julia Child dopo aver seguito la nostra prima ricetta. Dopo aver trascorso anni a risolvere i problemi di ricette e a rispondere alle domande dei nuovi cuochi, ho compilato questi 10 suggerimenti per il successo delle ricette per aiutarti a navigare nell'ignoto e, si spera, a prevenire i disastri delle ricette mentre sviluppi le tue abilità.

Ma se hai una ricetta disastrosa, impara dall'esperienza! Mi piace pensare ai disastri delle ricette un po 'come ai cattivi rapporti. Potrebbero essersi sentiti come una totale perdita di tempo ed energia, ma sei destinato ad aver imparato qualcosa di prezioso lungo la strada. 😉

10 suggerimenti per il successo della ricetta

1. Leggi la ricetta dall'inizio alla fine, comprese eventuali note, prima di iniziare. Anche se è una ricetta che hai cucinato 10 volte prima, leggi l'intera ricetta prima di iniziare. Questo è probabilmente il passaggio più trascurato e quello che anche io ammetto di dimenticare di tanto in tanto (e finisce SEMPRE in un momento "oh merda!"). Dare una rapida lettura a una ricetta aiuta a prevenire sorprese, ingredienti dimenticati e può aiutarti a formare un piano di gioco mentale su come eseguirai la ricetta. Sul mio sito, suggerisco anche di sfogliare le foto passo passo prima di iniziare a cucinare, per un extra di assicurazione contro le catastrofi.

2. Google parole sconosciute. Siamo così fortunati ad avere Internet e tutte le sue informazioni a portata di mano! Se ti imbatti in una parola in una ricetta che non conosci, prenditi un secondo per cercarla. Se si tratta di una tecnica di cottura, è probabile che sarai anche in grado di trovare un breve video tutorial che ti mostra esattamente come è fatto ed è come avere un corso di cucina gratuito sul posto!

Nell'immagine: Will it Skillet? di Daniel Shumski

3. Prestare attenzione a come sono elencati gli ingredienti. Una cosa che spesso fa inciampare le persone è il termine "diviso", come in "1/2 tazza di noci tritate, diviso". Quando vedi "diviso" elencato dopo un ingrediente, significa che la quantità elencata è la quantità totale utilizzata nella ricetta, ma utilizzerai una parte di quella quantità in un unico passaggio e il resto in seguito. Puoi scoprire quanto usare e quando leggendo le istruzioni (vedi suggerimento # 1!). Ad esempio, con l'esempio delle noci tritate, la ricetta potrebbe richiedere di mescolare 1/4 di tazza di noci tritate in una pastella per muffin e utilizzare la rimanente 1/4 di tazza per cospargere in seguito. Un'altra designazione importante è il posizionamento di parole come "tritato" o "a cubetti". Se un ingrediente è indicato come "1 tazza di noci tritate" significa che misuri una tazza di noci che sono già tritate. Se è indicato come "1 tazza di noci tritate", significa che si misura 1 tazza di noci intere, quindi tritarle dopo la misurazione.

4. Leggere prima le recensioni. Quasi tutti i siti web e blog di ricette hanno recensioni, che possono essere estremamente utili. Prendi sempre le recensioni con le pinze, ma cerca tendenze come "questo è risultato troppo secco" o "ho dovuto cuocere per altri 15 minuti" in modo da poter sapere quali parti della ricetta affrontare con cautela, o decidere se una ricetta è troppo rischiosa tutti insieme. Lo incoraggio in particolare con le ricette del blog, che potrebbero non ottenere gli stessi test rigorosi delle ricette delle principali riviste di cibo o libri di cucina. Non è necessario leggerli tutti, ma almeno sfogliarne alcuni per avere un'idea di come si comporta la ricetta "nel mondo reale".

5. Prepara prima di cucinare. Quando impari per la prima volta a cucinare, può essere utile utilizzare una tecnica chiamata "mise en place". Questa frase francese significa semplicemente raccogliere tutti gli ingredienti e prepararli (misurati, sbucciati, tagliati a dadini, tritati, ecc.) Prima di iniziare a cucinare. Questo metodo può richiedere più tempo della preparazione mentre cucini, ma è un ottimo modo per assicurarti che nessun dettaglio venga perso e può ridurre notevolmente lo stress del multi-tasking. Con tutti gli ingredienti preparati in anticipo, tutta la tua attenzione può rimanere sul cibo caldo nella padella / pentola / forno mentre cucini in modo da evitare di bruciare, ribollire o qualsiasi altro singhiozzo.

6. Inizia in piccolo. Se non conosci la cucina, prova prima qualcosa di semplice e fatti strada. Non puntare alle stelle al primo tentativo. Come ho detto prima, il processo di cottura è pieno di ogni sorta di sfumature e richiede una grande quantità di intuizione che devi imparare e costruire nel tempo. Se tutto quello che sai fare è far bollire l'acqua, inizia con un semplice piatto di pasta. Cerca di non scegliere una ricetta che ha più tecniche e ingredienti che non hai mai usato prima. Prova una nuova tecnica o ingrediente alla volta.

7. Prova le ricette prima di occasioni speciali. Ci sono un numero infinito di variabili coinvolte in cucina e vuoi evitare sorprese, quindi è sempre bene provare le ricette prima delle grandi occasioni o cucinare per gli ospiti. Non è insolito che una ricetta necessiti di un leggero ritocco per il tuo mix unico di attrezzature e ingredienti. Inoltre, potresti scoprire che una ricetta non ti piace tanto quanto ti aspettavi dalla sua descrizione! 🙂

8. Usa tutti i tuoi sensi. La maggior parte delle ricette suggerisce tempi e temperature di cottura per ogni passaggio, ma è sempre saggio usare i sensi per dirti se devi aumentare il calore, diminuire il calore o passare al passaggio successivo. Se una ricetta dice di soffriggere per cinque minuti, ma la vedi e l'odore inizia a bruciare prima, FERMATI. Toglietelo dal fuoco e rivalutate la situazione. Cerco di includere indicazioni sensoriali nelle mie istruzioni quando possibile, per aiutarti a costruire la tua intuizione in cucina. Un buon esempio di segnali sensoriali è quando tosti il ​​riso in una padella con un po 'di olio o burro, inizierai a sentire un aroma di nocciola, i singoli chicchi inizieranno a sembrare traslucidi e sentirai persino uno scoppio o crepitio. Potrei semplicemente dirti di tostare il riso in una padella con olio per 5 minuti, ma se il tuo top di gamma è più caldo del mio o la tua pentola è più sottile, questo può cambiare i tempi. Posso dirti di far bollire le patate per dieci minuti, ma l'unico modo per sapere veramente che sono pronte è testarne la consistenza perforandole con una forchetta. Usare i tuoi sensi ti aiuta a capire veramente cosa sta succedendo mentre cucini e costruirà il tuo intuito.

9. Assaggia mentre procedi. Parlando di usare i tuoi sensi, è molto importante assaggiare mentre procedi. L'unica cosa che varia di più nel processo di cottura sono le papille gustative dell'individuo, la sensibilità al sale in particolare. Prova ad assaggiare il cibo mentre procedi (evitando carne cruda e uova) per assicurarti che il cibo sia condito al tuo palato. Assaggiare mentre procedi ti aiuterà anche a capire come cambia il sapore di erbe e spezie durante il processo di cottura, permettendoti di capire come e quando aggiungerle per personalizzare le ricette in futuro.

10. Sperimenta con cautela. Ogni volta che cambi un ingrediente, non importa quanto piccolo, cambierà il sapore, la consistenza o entrambi della ricetta finale. Assicurati di conoscere una ricetta o una tecnica di cottura prima di provare a sostituire gli ingredienti. Leggi queste recensioni per vedere se qualcun altro ha già tentato la stessa sostituzione. Tieni presente che cambiare gli ingredienti può anche modificare il tempo o la temperatura necessari per cucinare il piatto. Fare una ricetta tua è una cosa meravigliosa e sostengo pienamente la personalizzazione delle ricette in base alle tue esigenze, ma assicurati di farlo con cautela e con la consapevolezza che il risultato sarà diverso dall'originale.

Quali sono i tuoi consigli cautelativi preferiti che condivideresti con un nuovo cuoco? O qualcosa che ti diresti se potessi tornare indietro nel tempo alla tua prima ricetta? Condividi la tua saggezza nei commenti qui sotto!