11 cose da sapere prima di partire per le Asturie

0
80

Figlio nativo e guida dello chef internazionale José Andrés per viaggiare e vivere bene nel suo terroir d'origine.

Asturias es España; lo demás es tierra conquistada. Le Asturie sono la Spagna; il resto è territorio conquistato. È un detto che si sente molto nelle Asturie, la regione nel nord-ovest della Spagna dove sono nato. È un promemoria che gli asturiani sono sempre stati resistenti a chiunque minacci la loro casa o il loro stile di vita. I romani invasero tutta la Hispania, ma dovettero portare Cesare Augusto in persona per conquistare le Asturie. Essendo l'unica regione in Spagna che i Mori non conquistarono durante il loro regno di 800 anni, le Asturie divennero la culla della Reconquista, dove i cristiani iniziarono la loro campagna per rivendicare il paese.

Questa non è la Spagna della tua immaginazione. Sembra e si sente molto diverso da qualsiasi altro angolo del paese. Con le sue vette spettacolari, la costa frastagliata e le valli verdissime, potresti essere facilmente in Irlanda come nella penisola iberica. Naturalmente, la cultura è molto diversa che altrove. Cerchi ballerini di flamenco colorati? Brocche di sangria? Corride? Siviglia è a 500 miglia a sud. Vaya con dios! Vieni nelle Asturie perché sono meravigliose, deliziose e totalmente diverse da qualsiasi altra parte della Spagna. Que bonito es Asturias!

Playa de Vega, vicino a Ribadesella. Foto di: Matt Goulding

Aspettare l'inaspettato. Tutto è così prevedibile quando viaggi oggi. Prima di andare al ristorante, so già quale sarà il pasto. Conosco già i dipinti nei musei, le curve e gli angoli nei monumenti. Il senso di scoperta è andato. Sembra un libro di cui ho già letto il finale. Nelle Asturie non si conosce mai la fine della storia. Ti perderai. Incontrerai tutti i tipi di personaggi interessanti. I piani cambieranno con il tempo, con il tuo appetito, con i nuovi amici che farai lungo la strada. Il mio miglior consiglio: seguilo e basta.

Gli asturiani sono come gli hobbit. Lo dico nel miglior modo possibile. Vivono vite semplici e oneste; entrambi isolati e pronti a difendere la loro casa fino in fondo, ma anche profondamente accoglienti per i visitatori. Se vieni in pace, ti insegneranno a versare il sidro, ti passeranno uno stuzzicadenti di chorizo ​​o di polpo e ti insegneranno le canzoni che amano cantare, soprattutto l'inno nazionale asturiano, che canteranno ogni volta che tu dai loro una scusa. Asturie, Patria Querida …

Dominio caseario asturiano in mostra al mercato del formaggio di Cangas de Onís. Foto di: Matt Goulding

Prepara l'ombrello. Pensi che tutto quel paesaggio verde ondulato sia arrivato lì da solo? Non essere sciocco. Qui piove. Un sacco. Non è come la pioggia nel resto del mondo. È così umido nelle Asturie che danno un nome alla loro pioggia. L'orbayu è una pioggia che non è pioggia, una nebbia così sottile che non sai nemmeno di essere sotto la pioggia. Sacche di nebbia e nuvole usciranno dal nulla e ti inghiottiranno completamente. Non sarai in grado di vedere a più di pochi metri davanti alla tua auto. Non disperare. Con la stessa rapidità con cui arriva, scompare, lasciando dietro di sé un milione di arcobaleni.

Vai in alto, vai in basso. Le Asturie sono una terra di folli contrasti fisici. Puoi mangiare lo spezzatino di cinghiale in cima ai Picos de Europa, alcune delle vette più alte della Spagna, a pranzo, e sdraiarti su una perfetta fetta di sabbia dell'Atlantico in tempo per la siesta. Chiamo queste spedizioni da montagna a mare guidate dal cibo le mie combo surf-and-turf, e ho una manciata di preferiti: inizia a Cangas de Onis con raffinati piatti di montagna a El Molín de Mingo e finisci con pesce alla griglia e aragosta a Real Balneario a Salinas. Oppure inizia in alto ad Arriondas nella magica Casa Marcial di Nacho Manzano e finisci al tramonto a Tazones, dove Rompeolas serve alcune delle migliori rane pescatrici fritte del mondo con un flusso costante di sidro.

Continua a far arrivare i frutti di mare. La Galizia può essere la regione dei frutti di mare più famosa della Spagna, ma le Asturie sono proprio accanto, condividono la stessa ricca costa e producono frutti di mare di qualità folle. I nécoras, piccoli granchi con carne dolce, sono una prelibatezza. Ordinali a dozzine. I centollo, granceole mostruose, danno un mondo di sapore in un unico corpo, dalla carne di coscia dolce e tenera al flusso di iodio del fegato e del cervello. Percebes (cirripedi a collo di cigno), erizos de mar (riccio di mare), almejas (vongole di tutte le forme e dimensioni): mi impegno a circondarmi sempre di qualcosa che gocciola ancora acqua di mare. Non aspettarti salse, spezie o guarnizioni fantasiose. Tutto questo viene cotto in acqua e sale, nient'altro. Ci vuole molto coraggio per lasciare qualcosa così com'è. Gli asturiani hanno fegato da vendere.

La famosa fabada di Casa Gerardo, un'istituzione asturiana. Foto di: Matt Goulding

Porta i fagioli. Fabada, la star della cucina asturiana, potrebbe essere uno dei piatti più sottovalutati al mondo. Quando vedi gli ingredienti di una fabada – acqua, fagioli, chorizo, salsiccia, sofrito, pimentón – è difficile capire che possono dare vita a una creazione così incredibile. I fagioli di tutto il mondo sono un contorno, ma nelle Asturie esci solo per mangiare i fagioli. La mia fabada preferita proviene da Casa Gerardo, dove Pedro e Marcos Morán combinano il meglio della tradizione con tocchi moderni per creare uno dei ristoranti più importanti della Spagna.

Conosci le regole della casa del sidro. Le persone nelle Asturie fermentano le mele invece dell'uva, creando la bevanda preferita della regione: la sidra. La sidrería è un'istituzione sacra austuriana, dove amici e famiglie si riuniscono per bere, mangiare e celebrare la vita. Alcune cose che dovresti sapere:

• Non provare a versare il sidro da solo. Sembrerai uno stupido. Ti bagnerai. Fai in modo che gli altri lo facciano per te, almeno all'inizio.
• Bevilo adesso. Non sorseggiare. Gli asturiani versano il sidro dall'alto per attivare la carbonatazione e deve essere gustato immediatamente. Questo non è un vino di Robert Parker o qualche piccolo bourbon. Bevilo e basta.
• Lasciate un po 'di sidro nella base e versatelo sulla parte del bicchiere da cui avete bevuto. Dovrebbe lavare via un po 'di batteri, ma in realtà è solo una parte dell'etichetta corretta del sidro.
• Se hai problemi con i batteri, superali. Tutti condividono. È un bene per te passare i batteri buoni da persona a persona: ci rende più forti come specie.

José Andrés spiega le regole della sidra ai suoi fan su Periscope. Foto di: Matt Goulding

Il formaggio fa parte della nostra identità. Le Asturie sono famose per il loro bestiame, ma troverai anche un sacco di capre e pecore, che insieme costituiscono la spina dorsale di una delle culture del formaggio più diverse e incredibili d'Europa. Quello che amo di più è il terroir intenso dei formaggi asturiani: iniziano con la terra, le fitte macchie di erba alimentate da così tanta pioggia, e tornano sulla terra per essere invecchiate in profondità nelle caverne prima di essere consumate. Il Cabrales, un blu tagliente e funky, è sempre stato il formaggio asturiano più famoso, ma ce ne sono tanti altri fantastici, dal Gamonéu (secco, nocciolato, affumicato) all'Afuega'l pitu (morbido con un forte sentore lattico). Provali tutti a Cangas de Onis, sede di uno dei mercati del formaggio più antichi del mondo.

Il tuo corpo non è preparato per le Asturie. Uno o due giorni dopo essere arrivato nelle Asturie, potresti notare un brontolio allo stomaco. Non ti sei ammalato. Le ostriche non erano male. Non hai la salmonella. Il tuo corpo si sta solo riadattando. Sidro e granchi, fagioli e formaggio possono essere una potente combinazione la prima volta. Dico sempre alle persone "Non preoccuparti. Stai bene. Continua ad andare avanti ". Questo è il lievito della terra e il tuo stomaco non può capire questa nuova purezza. Ma il tuo corpo si ricalibrerà. E quando lo fa, niente può fermarti.