13 cose da sapere prima di andare a Salamanca

0
42

Antichi edifici, rumorosa giovinezza e montagne di prosciutto: una guida di sopravvivenza in una delle città più affascinanti della Spagna.

Vai ad ovest. Castilla y León, al confine occidentale della Spagna, pressata contro il Portogallo, non rientra negli itinerari di molti visitatori, ma questa è España Profunda, Deep Spain, dove Cervantes e Colombo, Isabella e Ferdinando trascorsero buona parte della loro vita. Salamanca è la capitale culturale (Valladolid a nord è la capitale politica), una città di medie dimensioni con alcuni degli edifici più antichi del paese e i cittadini più giovani (vedi n. 2). La Plaza Mayor è una delle più belle della Spagna, la Cattedrale una delle più grandi e ovunque ti giri sarai circondato da carne di maiale stagionata di qualità sbalorditiva. Faresti bene ad accontentarti per il lungo periodo.

Sentiti di nuovo giovane. Salamanca ospita l'Universidad de Salamanca, una delle università più antiche e grandi d'Europa (fondata nel 1218), dove 30.000 delle stelle luminose di domani nutrono le loro menti. Partecipa a uno dei rituali sacri del corpo studentesco: la leggenda vuole che se riesci a individuare la rana sulla Fachada Rica, la facciata strabiliante dell'università (che ospita sculture di Carlos V, Venere ed Ercole, tra centinaia di altre), supererai tutti i tuoi corsi. Oppure, nel tuo caso, divertiti maledettamente mentre sei in città.

Non è spagnolo; è castellano. Salamanca è uno dei centri intellettuali più antichi della Spagna, sede di molti degli scrittori più famosi della Spagna, da Luis de León a Carmen Martín Gaite. Parlano una delle forme più pure di spagnolo, che qui (e in tutta la Spagna) è comunemente indicato come castellano, un cenno al suo luogo di nascita sui piani centrali della Castiglia. I corsi di spagnolo per stranieri abbondano, così come i giovani americani ed europei che studiano all'estero. Perché non unirti a loro?

Tutte le foto sono di Matt Goulding

Questa è una città di carne. Non è per dire che un erbivoro non possa trovare qualcosa di decente da mangiare da queste parti, ma il meglio della cucina locale si appoggia più alla fauna che alla flora. Il dilemma degli erbivori è la delizia del carnivoro: Meathounds troverà ristoranti classici che servono maialino da latte arrosto (cochinillo), agnello nutrito con latte dalla pelle croccante (lechazo) e bistecche tagliate a fette cotte rare e servite con peperoni piquillo arrostiti. Per l'espressione più potente della prodezza proteica castigliana, prova la chanfaina, uno stufato a cottura lenta di organi di agnello, sangue, aglio e spezie.

Salamanca è d'oro. La città è conosciuta come La Dorada, quella dorata, per il bagliore dei suoi edifici in arenaria. E quando il sole tramonta e si accendono i lampioni (Salamanca è una delle città più illuminate d'Europa), il bagliore è particolarmente magnifico. Inizia attraverso il ponte romano (preferibilmente con una bottiglia al tramonto di vino tinto locale) e sali verso la cattedrale, oltre l'università e percorri il maggior numero possibile di strade secondarie e laterali prima di atterrare in Plaza Mayor.

Non prendere il sole in Plaza Mayor. Questa è una delle piazze più grandi e maestose della Spagna e non c'è niente che la gente del posto odia di più che guardare una macchia di cavoli di corpi pallidi che si cuociono aragosta rossa in una calda giornata estiva. Stenditi, goditi la piazza, bevi qualche birra, ma tieniti i vestiti addosso.

Porta il tuo gioco notturno. Barcellona e Madrid possono ottenere la maggior parte del merito per la reputazione della Spagna come epicentro di delizie notturne, ma libbra per libbra, Salamanca può festeggiare con qualsiasi città della penisola iberica. Se vuoi rotolare con l'elite dal colletto croccante, dai un'occhiata alle barre lucide intorno alla Gran Via. Se ti piacciono le cose sporche e sporche, unisciti alla calca di giovani anime che danno il loro tutto lungo Calle Varillas in luoghi come Paniagua e Potenkim. Questa è una città universitaria, quindi aspettati che il giovedì sera sia particolarmente rumoroso.

Il maiale è sia per i peccatori che per i santi. In una città lastricata di maiale, l'hornazo può essere la più pura espressione di affetto suino di Salamanca, una pasta di grasso di maiale farcita con chorizo, lonza stagionata e jamón. Curiosità su Hornazo: secoli fa, questa città profondamente cattolica bandiva le prostitute locali dall'altra parte del fiume durante la Quaresima per evitare tentazioni inutili. Lunedì, i cittadini accoglieranno le prostitute di ritorno con una fetta di hornazo. La domenica e il lunedì di Pasqua, chiamati Lunes de Aguas, rimangono giorni speciali per il consumo di hornazo, ma troverai spicchi di questa pasta di maiale disponibili in qualsiasi panetteria che si rispetti in tutta la regione tutto l'anno.

Scegli la tua folla di tapas. Salamanca è una delle migliori città della Spagna per un buon tapeo vecchio stile, una festa mobile di piccoli morsi e bevande che spingerà il tuo stomaco e la tua resistenza al limite. Ci sono due aree privilegiate per i tapas crawl in città. Intorno a Plaza Mayor, troverai una clientela più ricca che assapora le sue tapas in ambienti più raffinati. Per una scena più giovane, più vivace (e più economica), dirigiti verso Calle Van Dyck appena fuori dal centro città. La strada è piena di ristoranti che servono spiedini di carne alla griglia, panini con la faccia aperta e altri cibi solidi. Una buona serata sarebbe iniziata al Don Cochinillo Asado, con birra fredda e l'omonimo maialino da latte con la pelle scoppiettante, per finire con qualche cubata (miscele di bevande) condivisa con un gruppo di nuovi amici.

Impara la lingua del prosciutto. La produzione di prosciutto spagnolo è concentrata in tre regioni nell'angolo centrale e sud-occidentale del paese: Andalusia, Extremadura e Castilla y Leon. Le sfumature del prodotto variano a seconda della regione, ma il linguaggio è coerente in tutta la penisola. La paletilla è ricavata dalle zampe anteriori del maiale: il costo inferiore e la maggiore intensità del sapore di maiale lo rendono un ottimo affare per i mangiatori seri. Jamón serrano è ottenuto dalle zampe posteriori salate ed essiccate all'aria fresca di montagna per circa due anni. Jamón ibérico è il passo successivo, subendo lo stesso processo di salatura e stagionatura del serrano, ma realizzato con i famosi maiali pata negra, noti per i loro zoccoli neri e la generosa distribuzione di grasso dolce e morbido che si increspa attraverso i suoi muscoli. Jamón iberico de bellota, prosciutto iberico di ghianda, prodotto con suini pregiati che trascorrono gli ultimi mesi sulla terra ingrassando su ghiande cadute, che conferiscono alla carne un'intensità gustosa e al grasso una dolcezza persistente. Jamón ibérico de bellota è il re del mondo di maiale spagnolo, il re di tutte le proteine ​​stagionate. Mangia più che puoi mentre sei qui.

Porta a casa il bacon. Se vivi quasi ovunque al di fuori degli Stati Uniti, hai i tuoi ordini di marcia: vai in uno dei dozzine di eccellenti empori di salumi di Salamanca e acquista tutto ciò che puoi mettere nella tua borsa. In effetti, compra una seconda borsa e riempila anche tu. È stagionato e confezionato sottovuoto e dura a lungo; farai amicizia molto velocemente al tuo trionfante ritorno a casa. Se vieni dagli Stati Uniti, fai attenzione: quei sinistri agenti di frontiera si impossesseranno della tua taglia suina senza la minima sfumatura di rimorso. (La FDA, nonostante secoli di anni di prove contrarie, insiste sul fatto che prodotti come il prosciutto rappresentano un pericolo evidente e presente per l'America). Questo non vuol dire che chef e mangiatori seri ascoltino sempre. (Posso o non posso viaggiare sempre con un chilo o due di maiale nel bagaglio, a seconda di chi lo chiede.) Se hai bisogno di una soluzione legale negli Stati Uniti, ordinane un po 'online su Despaña o LaTienda.

Mettiti in viaggio. Dirigiti verso le zone rurali che circondano Salamanca, dove le pianure ondulate di alberi di ghiande e le allegre sacche di maiali iberici creano uno scenario eccellente. Oltre Salamanca, troverai Ciudad Rodrigo, una graziosa cittadina con cattedrali che si anima durante il Carnevale. Il Parque Natural de las Batuecas è perfetto per escursioni e picnic, niente di meglio di Peña de Francia, un'enorme roccia arroccata a 5.600 piedi di altezza, che offre panorami mozzafiato su tutta la regione. Il mio preferito è La Alberca, un incantevole villaggio medievale ben conservato, 60 miglia a sud di Salamanca. La Alberca è la patria di Fermín, uno dei migliori produttori di maiale stagionato della Spagna, e la città trabocca di chorizo, lomo e jamón.

Vinci il tuo maiale. Ogni anno, la famiglia dietro Fermín dona uno dei suoi pregiati maiali iberici al villaggio di La Alberca. Per i successivi sei mesi, vaga per le strade acciottolate del villaggio, ingrassando con la generosità dei cittadini locali, che nutrono Antón con cereali e avanzi di tavola. Questa tradizione risale al Medioevo e per la maggior parte della sua storia, Antón andò a una famiglia povera del posto. Ora, la tradizione assume una nuova dimensione: il terzo sabato di gennaio, al Festival de San Antón, tutta La Alberca si traveste con abiti tradizionali e organizza una delle più grandi feste di strada della Spagna, un baccanale tutto il giorno alimentato dalla ciliegia – dimostrazioni di acqua bollente, chorizo ​​e sanguinaccio e balli improvvisati. I partecipanti alla festa acquistano i biglietti della lotteria e la giornata si conclude con un'anima fortunata che porta a casa il maiale. È stata la mia più grande aspirazione da quando mi sono trasferito in Spagna per vincere Antón, ma sei anni e dozzine di biglietti della lotteria dopo, rimane un sogno rinviato. (Quello che farei con la bestia da 400 libbre: liberarlo, portarlo a vivere sul mio balcone di Barcellona o trasformarlo in chorizo ​​e prosciutto, resta da vedere.)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui