17 cose da sapere prima di partire: The Uists

0
103

Goditi il ​​silenzio, ma mangia sempre una scorta di whisky: un foglietto illustrativo all'estremità meno visitata delle Ebridi Esterne della Scozia.

Questo è il confine della Gran Bretagna. Nei limiti esterni del Regno Unito, la vita è un po 'diversa. Gli Uists (che fanno rima con tatuatori) sono il filo meridionale delle Ebridi Esterne scarsamente popolate, una catena di oltre 100 isole e piccoli scogli a 44 miglia dalla costa occidentale della Scozia. Circa 27.000 persone sono sparse in 15 isole abitate, di cui 5.000 sugli Uists. Questi aspri avamposti furono stabiliti già nell'8.000 a.C., molto probabilmente dai Celti che popolavano il resto della Scozia. Sono stati controllati da governatori lontani per secoli – re scandinavi, clan scozzesi, poi monarchi britannici – ma hanno preservato le loro tradizioni: la lingua gaelica, il croft (produzione alimentare su piccola scala), l'allevamento di pecore – e il feroce orgoglio della loro isolamento e resilienza. Il turismo è il nuovo boom dell'industria, che sperano possa invertire il declino della popolazione delle isole. I cottage abbandonati del croft vengono ristrutturati come alloggi con angolo cottura per la (breve) stagione estiva, quando le persone vengono per la vita semplice, surreale, selvaggia all'aria aperta e forse per avvistare alcune pecore selvatiche o balene.

Preparati al freddo e alla solitudine. Qualche anno fa il mio partner ha ottenuto un contratto per creare una stazione radio negli Uists. Ho affittato uno spazio per uffici in un vecchio edificio residenziale a Benbecula, e mentre il sud dell'Inghilterra si scioglieva in una bizzarra ondata di caldo, ho trascorso l'estate indossando le termiche e innamorandomi dei paesaggi selvaggi, delle spiagge bianchissime (meglio per i cavalli) cavalcare che prendere il sole) e la tranquilla lontananza. La vita è lenta qui. La barzelletta locale è che gli isolani non hanno un'espressione che trasmetta tanta fretta quanto mañana mañana. Quindi prenditi il ​​tuo tempo e goditi il ​​ritmo. È uno dei tanti motivi per visitare e continuare a tornare.

Un loch (lago) a South Uist.

Tieni sempre una scorta di whisky. Nonostante la scarsa folla, negli Uists può esserci una vita sociale sorprendentemente frenetica. La gente spesso arriva senza preavviso, quindi assicurati di avere una bottiglia di whisky (scozzese, non irlandese!) A portata di mano, perché l'offerta di un "bicchierino" è attesa e molto apprezzata. Un visitatore inaspettato e la libertà di entrare semplicemente mentre stai passando è una delle caratteristiche accattivanti della vita dell'isola.

Trova la musica. La musica non è solo un hobby qui. Le isole hanno una tradizione musicale forte e orgogliosa e molti giovani iniziano presto le loro cornamuse e le loro abilità di fisarmonica e cantano canzoni tradizionali gaeliche. (Il gaelico è ampiamente parlato qui e per molti è la loro prima lingua.) La vita sociale notturna è dominata dai ceilidh ("kay-lee", dalla parola gaelica per "raccolta"). Queste sono notti di musica popolare, canti e balli a volte rauche. Da queste parti presenteranno esibizioni di un mix di musicisti locali professionisti e dilettanti e la qualità è alta. Dai un'occhiata al centro comunitario di Claddach Kirkibost, al Museo e centro artistico di Taigh Chearsabhagh e al Museo Kildonan per un'introduzione.

Ceilidh low-key negli Uists. Nelle zone rurali della Scozia, questi raduni musicali tradizionali sono ancora una parte importante della vita sociale della comunità.

Avrai la strada per te stesso. Non sorprende che non ci sia molto traffico. Il più grande gruppo di persone degli Uists è Balivanich, un villaggio di circa 450 abitanti a Benbecula. C'è una strada principale che va da nord a sud, si divide intorno al villaggio, quindi diventa ciò che i locali chiamano il lecca-lecca, girando intorno all'isola di North Uist. (Le strade rialzate collegano molte delle isole.) C'è un servizio di autobus giornaliero, ma noleggiare un'auto o una bicicletta è essenziale se vuoi davvero esplorare le isole, fare escursioni sulle colline, passeggiare per le spiagge e farti un'idea del posto.

Non offenderti per il saluto con un dito. Sulla strada, la gente del posto saluta con un dito: solleva un dito indice dal volante ai conducenti di passaggio. Non è un insulto: stanno solo salutando. Solleva il dito e "saluta" indietro.

Fai scorta di provviste a Balivanich. Le poche strutture sugli Uists, ovunque, si trovano in questo villaggio dell'isola di Benbecula. Non è carino: era una base militare fino alla fine degli anni '90, poi vi si sono trasferiti i civili. Il centro ricreativo delle forze armate è rinato come supermercato Spar e l'East Camp ora ospita la stazione radio, le scuderie e poche altre attività commerciali. Balivanich ha due piccoli supermercati ben forniti, un panificio (con ottimi panini con la roccia), un bar (con niente da consigliarlo se non vende alcolici), un parco, un ristorante, un distributore di benzina, un ufficio postale, un banca e un ottimo ospedale moderno. Nonostante la vicinanza alla natura e la storia incessante, oggi la maggior parte delle persone qui fa la spesa al supermercato e mangia più o meno le stesse cose dei loro connazionali della Scozia continentale. Non cresce molto qui e la stagione di crescita è molto breve. La maggior parte del cibo arriva qui tramite il traghetto, che non funziona in caso di maltempo, quindi rimanere senza latte fresco è una possibilità reale.

Un cartello stradale su Benbecula.

Non troverai molte opzioni per cenare fuori. Ci sono solo una manciata di posti dove mangiare fuori e gli orari di chiusura si aggirano intorno alle 21:00, quindi non è un grande passatempo sugli Uists. Ci sono alcuni hotel e ristoranti che propongono crostacei da barca a tavola: le capesante e le aragoste locali sono considerate tra le migliori al mondo (la Spagna le compra quasi tutte). L'hotel di lusso Langass Lodge a North Uist dispone di un ristorante, ma i prezzi dei turisti tengono lontana la maggior parte dei locali. Ovviamente ci sono un paio di negozi di pesce e patatine sparsi su e giù per l'Uists e, se devi avere del riso fritto con le uova, c'è un takeaway cinese a Balivanich, gestito da uno dei pochi residenti non europei.

Ma non avrai bisogno di cenare fuori. Le opzioni ristorative limitate significano che la maggior parte dei visitatori sceglie un alloggio con angolo cottura. In questo modo puoi banchettare con creazioni locali come i fiocchi d'avena fatti in casa; salsicce condite con Irn Bru (bevanda analcolica arancione brillante nazionale scozzese); salmone affumicato con torba e capesante di affumicatura. C'è anche una scena gastronomica diurna leggermente più ricca. Mi piace la Nunton Steadings Tea Room, un bellissimo edificio antico appena fuori Balivanich, per la zuppa fatta in casa e il loro eccellente vassoio da forno. Claddach Kirkibost a North Uist, un centro comunitario e un bar, vende marmellate fatte in casa e chutney. La torta di carote al Lochboisdale Café è famosa e si esaurisce velocemente, quindi se ne è rimasta, prendila.

Nunton Steadings, un edificio storico e ora una sala da tè a Benbecula.

Non menzionare la religione o il calcio. Il calcio (bene, calcio!) In Scozia è governato dalla "Old Firm", le squadre di calcio leggendarie di Glasgow, Celtic e Rangers. Questi club hanno seguaci in tutta la Scozia allineati – in generale – per fedeltà settaria, con cattolici nel campo celtico e protestanti che sostengono i Rangers. I protestanti tendono ad avere sede a North Uist e i cattolici a South Uist. Benbecula ha più di un mix. Non c'è amore perduto tra i tifosi dei due club e la rivalità sportiva può traboccare. Meglio evitare entrambi i soggetti.

Visita Cluckingham Palace per le uova. Dimentica il supermercato e approfitta di uno dei tanti locali che offrono galline ruspanti e uova di anatra. La mia la prendo da Cluckingham Palace a Benbecula, dove le galline trascorrono le notti in un capannone riscaldato e le loro giornate vagano per campi e spiagge.

Flodaigh, una delle isole minori degli Uists.

Gli appassionati di whisky (o film) dovrebbero colpire Eriskay. Il pub dell'isola, l'Am Politician, prende il nome da una nave da carico che affondò vicino all'isola e lavò 28.000 casse di whisky sulla spiaggia. La storia di come la gente del posto saccheggiò il relitto divenne il famoso libro e il film del 1948 Whisky Galore. Il pub è famoso anche per il suo fish and chips. Bonus: Eriskay (150 abitanti) fa un bel pellegrinaggio calcistico. La FIFA ha recentemente nominato il suo campo da calcio accidentato e collinare uno degli otto luoghi "straordinari" per giocare a questo bellissimo gioco.

Un locale, rilassante.

Sblocca l'opzione vegetariana segreta. Come vegetariano, ho presto scoperto che le mie uniche opzioni di menu qui sono patatine fritte o mac e formaggio. Il ristorante Stepping Stone a Benbecula non fa eccezione; mac e formaggio sono stati il ​​loro elemento vegetariano da quando ho visitato le isole. Ma quando dopo alcuni anni ho finalmente deciso di sfidare la festa dei carboidrati, ho scoperto che potevano anche montare un delizioso peperone rosso e funghi alla Stroganoff. Ma devi richiederlo: non hanno intenzione di aggiungerlo al menu ufficiale. (Ho chiesto).

Guarda un film in fuga. Se sei fortunato, il cinema potrebbe essere in città. È un grande camion blu (camion) che si muove una volta ogni sei settimane e rimane per circa una settimana in ogni luogo mentre si muove intorno alle isole. Anche se la selezione inevitabilmente piccola di film a The Screen Machine non fa per te, la novità di un'esperienza completa al cinema all'interno di un 18 ruote dovrebbe compensare. Ma dovrai comprare i popcorn e gli snack al negozio locale: Screen Machine non vende cibo, per garantire che i soldi degli spettatori vengano spesi localmente.

Ora in riproduzione …

Se gli Uists sono troppo occupati per te, prova St Kilda. Il primo sito del patrimonio dell'UNESCO della Scozia potrebbe essere nel bel mezzo del nulla (un arcipelago isolato a altre 40 miglia dalle Ebridi Esterne) ma come uno dei pochi siti UNESCO a cui è stato assegnato un significato sia culturale che naturale (per le sue antiche case in pietra e il paesaggio surreale) è su alla pari con Macchu Picchu e il Monte Athos della Grecia. Fu abitato (con grandi difficoltà) per due millenni, poi divenne un avamposto della Marina e bombardato dai tedeschi nel 1918. Gli ultimi abitanti furono evacuati nel 1930. North Uist e Harris sono i posti migliori da cui raggiungere St Kilda – e La più grande sule d'Europa, a patto che tu sia pronto per un giro in barca di due ore. Lungo la strada vedrai pulcinelle di mare, foche, sule e forse anche delfini. E una volta lì puoi visitare il vecchio villaggio, fare escursioni e avvistare alcune delle pecore selvatiche di Soay.

Antiche case di pietra e rovine di St Kilda.

Gli Uists sono sorprendentemente accessibili. Un volo da Glasgow all'aeroporto di Benbecula impiega meno di un'ora. Ci sono collegamenti in traghetto a Malaig o Oban, sulla terraferma scozzese, ed è a due ore di traghetto da Barra, all'estremità meridionale delle Ebridi Esterne, fino alle Uists. Ma per arrivare nel vero stile dell'isola, puoi volare a Barra da Stornoway e atterrare sull'unica pista da spiaggia al mondo. (Il problema è che è anche una delle piste di atterraggio più insidiose del mondo.) Se navigare tra i venti e le maree sembra troppo rischioso, puoi andare a Traigh Mhor solo per guardare i voli atterrare, ma assicurati di non essere seduto sulla spiaggia quando lo fanno.

Spiaggia dell'aeroporto, pronta per l'atterraggio.

Sarai sempre un arrivato. La popolazione è composta da nativi e da quelli che sono noti come "immigrati". Se sei un arrivato, sarai sempre un arrivato, e è probabile che anche tutti i tuoi amici lo saranno. Entranti e nativi non tendono a mescolarsi: in generale gli indigeni pensano che gli immigrati siano impiccioni, e gli immigrati pensano che gli indigeni siano resistenti al cambiamento.