19 cose da sapere prima di partire: The Tea Horse Road

0
83

Viaggia in modo intelligente lungo una leggendaria rotta commerciale asiatica che ti porta a noodles nel Sichuan, dolce anatra nello Yunnan e su viaggi in autobus da brivido.

Non è una strada, è una regione. L'antica rotta commerciale del Tea Horse (conosciuta anche come la Via della Seta Meridionale) è una rete tentacolare di sentieri millenari che collegano il sud-est asiatico alla Cina sud-occidentale e al Tibet. Una volta la rete trasportava cavalli e argento dal Tibet alla Cina in cambio di tè, ma le persone scambiavano anche sale con tè, avorio con oro e istruzione religiosa per cibo e riparo. Si estende per oltre 1.000 miglia dalla provincia cinese del Sichuan attraverso le montagne dello Yunnan e l'altopiano tibetano fino a Lhasa, ed è ancora pieno di vecchi e nuovi tipi di commercio, sebbene la maggior parte dei percorsi originali siano spariti, resi obsoleti o trasformati in autostrade e ferrovie da L'appetito della Cina per l'asfalto. Ma puoi ancora viaggiare lungo i resti dei vecchi sentieri, che si estendono in quattro province cinesi, tre paesi (Cina, Laos e Birmania) e collegano le patrie di circa una dozzina di etnie.

Scegli un percorso. O no. Le rotte stabilite si irradiano dalle città più grandi nelle province di Sichuan e Yunnan nel sud-ovest della Cina. Dalla capitale del Sichuan, Chengdu, puoi andare a ovest verso Kangding nella provincia di Sichuan e raggiungere il Tibet. O a sud da Chengdu nello Xichang e attraverso le montagne nello Yunnan settentrionale e Lijiang. Partendo dallo Yunnan, puoi dirigerti a nord da Kunming verso le aree tibetane del Sichuan, o dirigersi a sud attraverso le montagne del tè di Pu'er e verso Jinghong, poi Laos e Thailandia. Oppure puoi vagare per la rete il più a lungo possibile. Ho vissuto in Cina per 14 anni, 12 dei quali nel Sichuan, e ho percorso queste rotte diverse volte, una volta per sei mesi. Sono parziale a dirigermi a ovest da Chengdu a Kangding, poi a sud-sud-ovest attraverso Ganzi fino alla provincia dello Yunnan, prendendo la Gola del Salto della Tigre e Lijiang. Ci sono molti modi per scuoiare questo gatto: una volta ho scambiato una bottiglia di alcol con una bicicletta e ho attraversato il Laos fino a Mengla e al confine con la Cina, poi ho scambiato la bici con un biglietto dell'autobus per Jinghong, dove sono riuscito a farmi strada a nord a Dali e infine a casa a Chengdu.

Se hai poco tempo, inizia da Dalì. Se non hai settimane e mesi per esplorare la rete, dirigiti a Dali, nel sud-ovest dello Yunnan, e prosegui lungo i vecchi percorsi commerciali da lì. Dali è un fulcro storico del sentiero del Tea Horse e di questi tempi è un po 'turistico, ma rappresenta una buona base e le frittelle alla banana sono abbondanti. È anche il mio posto dove andare a comprare cose memorabili, come giacche di canapa e argento, o una bustina di tè P'uer. Certo, anche tutti gli altri fanno acquisti qui, ma molti artisti cinesi sono venuti qui per sfuggire alla calca della città e hanno lasciato il segno nel posto. Sono gli eredi moderni dei saggi, musicisti e pittori che sono sempre stati qui in una forma o nell'altra, e ho scoperto che un commerciante esigente può trovare un buon affare sull'arte locale a Dalì. Inoltre, ha il Bad Monkey Bar, una tana dei pirati con musica dal vivo e nessun orario di chiusura.

Le tre pagode di Dalì Foto di: Thomas Fischler

La Cina sudoccidentale è leggermente diversa. La maggior parte delle persone che incontrerai sarà probabilmente Han, il gruppo etnico maggioritario della Cina, ma la Cina sud-occidentale è più diversificata rispetto al resto del paese, perché la regione è in qualche modo un'anomalia storica. Lo Yunnan è stato un regno indipendente per diversi secoli e il Sichuan, circondato da alte vette, era considerato il confine della terra per le persone nella capitale imperiale. Le minoranze sono riuscite a mantenere intatti i loro costumi e la loro lingua durante la transizione dalla Cina imperiale alla Cina comunista. Oltre gli Han, i principali gruppi etnici attorno a questa rotta sono Bai, Dai e Naxi nello Yunnan; e tibetani, Yi e Qiang nel Sichuan. Gli Yi una volta erano conosciuti come predoni e ribelli, ma ciò è finito quando il comunismo ha preso il controllo della Cina, e ora sono un gruppo emarginato. I Qiang sono un gruppo più piccolo di persone di montagna che hanno raggiunto le vette e le valli più basse, appena sopra l'Han e appena sotto i tibetani – sono famosi per le alte torri di pietra che punteggiano i loro villaggi. I Dai sono strettamente imparentati con il popolo thailandese e laotiano.

Una donna Mosuo sulle rive del Lago Lugu. Foto di: Sascha Matuszak

Fai il pieno di cibo del Sichuan. Uno dei grandi vantaggi di questo percorso è la cucina del Sichuan. Le pianure intorno a Chengdu hanno i piatti piccanti e salati che riconoscerai dai menu dei ristoranti più vicini a casa e molto altro ancora. Prova il maggior numero possibile di varietà di noodle. A Chengdu, fai il pieno di cibo da strada a tarda notte, in particolare spiedini piccanti del Sichuan o una ciotola di spaghetti al sugo di carne (zhajiang mian). E raramente puoi sbagliare con lazi ji (pollo piccante), yuxiang rousi (maiale in salsa di pesce) e shuizhu roupian (carne in umido in un brodo rosso piccante di germogli di bambù, peperoni e altre verdure).

Sichuan shuizhu roupian. Foto di: Case Treze

Sostituisci il visto. I viaggiatori in Cina tendono a ottenere visti turistici di 30 giorni, con la possibilità di estenderli almeno una volta, ma di solito tre volte. Ciò spesso implica lasciare il paese per rinnovare presso i consolati di Hong Kong o Chiang Mai prima di rientrare in Cina. Le regole di estensione del visto sono arbitrarie, a volte flessibili e modificabili. A volte c'è un modo per evitare di dover lasciare il paese per rinnovare, forse presso l'Ufficio di pubblica sicurezza nelle città più grandi, ma non contarci. Se hai in programma un soggiorno più lungo o illimitato, prova il visto turistico di 180 giorni dall'inizio (di solito dal consolato cinese nel tuo paese d'origine) per risparmiare problemi e denaro. Aumenta le tue possibilità essendo veramente specifico sulle tue attività pianificate quando richiedi il visto. C'è un visto di 10 anni disponibile solo per gli americani, una concessione combattuta dall'amministrazione Obama, alcuni anni fa. Il visto dovrebbe servire i viaggiatori d'affari, gli americani a Hong Kong e Singapore e altri visitatori frequenti in Cina. Lo svantaggio è che devi lasciare il paese dopo un soggiorno di soli 60 giorni. Potrebbe essere eccessivo per il turista medio.

Evita le ore di punta stagionali della Cina. Tre volte all'anno, l'enorme popolazione cinese prende gli aerei, i treni e le automobili della nazione. Innanzitutto, ci sono le settimane intorno al Festival di Primavera (fine gennaio e inizio febbraio) in cui le persone tornano a casa per vedere la famiglia o viaggiare. Gli altri due sono durante le settimane d'oro: le principali vacanze di lavoro cinesi dall'1 al 7 maggio e dall'1 al 7 ottobre. E anche se tutti sanno che viaggiare in questi orari significa ritardi e folle, non li ferma. Alcuni provano e vanno la settimana prima o la settimana dopo, ma questo si limita a diffondere la folla in modo più uniforme per un periodo di tre settimane. Non si può sfuggire al fatto che la Cina ha più di un miliardo di persone, ma puoi schivare il peggio della folla viaggiando quando tutti gli altri sono bloccati nel loro cubicolo.

Fai di tutto per l'anatra di Leshan. Leshan, nella provincia meridionale del Sichuan, è il luogo in cui i visitatori si recano per osservare il sorprendente Buddha gigante, scolpito su una scogliera durante la dinastia Tang. Ma è anche famoso per l'anatra arrosto dalla pelle dolce ("Leshan tianpi ya"), preparata stufando l'uccello grasso in una salsa speciale per rendere la pelle dolce e croccante. Puoi ottenerlo da molti posti vicino al Buddha gigante, ma più lontano da esso puoi vagare e trovare ancora una capanna di anatre (cerca anatre bronzate appese alla finestra), meglio è: i posti vicino al Buddha tendono a far pagare i turisti Di Più.

Preparati per lunghi viaggi in autobus. Ci sono molti modi per aggirare la vecchia rotta commerciale: autobus, treni, automobili, motociclette e biciclette. I gruppi di ciclisti che attraversano l'altopiano tibetano sono uno spettacolo comune. Le strade, sebbene spesso bucherellate, collegano le principali città della regione. Ma a meno che tu non possa permetterti un SUV, si tratta per lo più di viaggi in autobus a lungo raggio sconvolgenti. Anche l'autostop è piuttosto utile, specialmente nella prefettura di Ganzi / Kham nel Sichuan occidentale. Praticamente qualsiasi macchina o camion si fermerà per uno straniero con un pollice speranzoso, per pura curiosità. Prendi le stesse precauzioni che faresti in qualsiasi altro posto facendo l'autostop: ricorda solo che questa è una regione solitaria e montuosa e le città e i villaggi sono piuttosto lontani e pochi tra loro sull'altopiano tibetano. Il mio viaggio più memorabile è stato fare l'autostop sul retro di un camion della posta da Litang, nel profondo territorio tibetano, fino a Kangding. Giro duro.

Una famiglia tibetana nel monastero di Tagong, nel Sichuan occidentale. Foto di: Sascha Matuszak

O scegli il comfort. Anche se volare vanifica in qualche modo lo scopo di percorrere le vecchie rotte commerciali, ora ci sono aeroporti a Dali, Lijiang, Zhongdian e Kangding. Puoi anche noleggiare una jeep o un'auto a Chengdu, Kunming, Lijiang o Dali e farlo come un viaggio su strada. Se hai il budget per un SUV, guida. Puoi fermarti dove vuoi, ad esempio alle sorgenti termali fuori Kangding o alla vista maestosa ovunque lungo questo percorso, e non dovrai aspettare o essere assalito dalla folla. Nel novembre 2013 ho lavorato come guida per un viaggiatore facoltoso che viaggiava su un SUV quando poteva e volava quando aveva bisogno di divertirsi.

Pensa come un commerciante. Non ignorare i luoghi più piccoli sulla mappa. Ogni città in questa grande rete è un punto di sosta, e probabilmente lo è stata per secoli. Chengdu e Kunming a parte, ci sono molti villaggi che un tempo svolgevano ruoli critici come luoghi di rifugio o postazioni commerciali. Kangding, Zhongdian, Lijiang e Dali sono i più conosciuti e ben frequentati, ma ognuna di queste città più grandi ha città satellite che vale la pena esplorare, come Shaxi, un'ora fuori Dali. Un tempio lì onora tre fedi principali: taoismo, buddismo e confucianesimo, che riflettono l'eredità cosmopolita della regione. Il lago Lugu è un breve viaggio nelle montagne da Lijiang. È molto frequentato, ma una volta era governato da una potente tribù matriarcale e fa ancora le cose in modo leggermente diverso.

Lago Lugu. Foto di: Evilbish / Commons

Sorseggia prima di acquistare (tè). La regione di Pu'er, produttrice di tè, ha avuto relativamente pochi contatti con gli stranieri. Centinaia di commercianti di tè scenderanno su di te, convincendoti che il loro tè in mattoni è il migliore. Può essere opprimente. Il metodo migliore è sedersi e bere – cosa che accontenteranno volentieri – prima di sedersi sul tuo veleno.

Conosci la tua regione autonoma del Tibet dalle tue prefetture autonome tibetane. Se vuoi seguire la rotta commerciale verso il Tibet e la sua capitale, Lhasa, territorio un tempo governato dal Dalai Lama e ora amministrato dalla Cina come Regione Autonoma del Tibet, avrai bisogno di un visto separato, che puoi ottenere solo a Chengdu . In Tibet, i movimenti degli stranieri sono limitati e spesso monitorati, e la maggior parte delle esplorazioni al di fuori di Lhasa coinvolge gruppi di turisti con guide-slash-minder approvate dal governo. Non ci sono generalmente tali restrizioni di viaggio nelle aree etniche tibetane (o prefetture autonome tibetane) nel Sichuan occidentale e nello Yunnan occidentale, che sono state assorbite in Cina in modo meno irritabile. (Questo include le città di Kangding, Litang, Daocheng, Zhongdian e Ganzi).

Un convento di suore fuori Tagong, nella prefettura di Ganzi, nel Sichuan occidentale. Foto di: Sascha Matuszak

Tieniti aggiornato sulle questioni tibetane locali. Puoi viaggiare liberamente nelle aree tibetane dello Yunnan occidentale e del Sichuan occidentale, in teoria. Ma se ci sono disordini politici quando viaggi, le strade potrebbero essere bloccate. Ogni marzo, ad esempio, i tibetani di etnia tibetana in Cina vengono monitorati attentamente dopo ripetute proteste e rivolte intorno all'anniversario della ribellione del marzo 1959 contro il dominio cinese (e la successiva repressione e fuga del Dalai Lama). La rivolta del marzo 2008 ha portato a più di un anno di repressioni sui tibetani e ha limitato i viaggi nell'area per gli stranieri. Ci sono stati incidenti tra tibetani e cinesi Han nella prefettura di Kham, nel Sichuan occidentale, e c'è una forte presenza di polizia nella regione, concentrata principalmente a Kangding. Inoltre, guarda cosa dici e chi può sentirti. I tibetani sono ospitali e amichevoli e spesso ti vedranno come un alleato, ma fai attenzione a dove sei e chi può ascoltare le tue conversazioni. Per gli stranieri il peggio che accadrà se una chiacchierata politica con un tibetano viene denunciata alle autorità è probabilmente la deportazione, ma per i tibetani che hanno condiviso con te il loro tè al burro di yak le conseguenze potrebbero essere molto più dure.

Mangia formaggio salato a Lijiang. Lijiang, nel nord dello Yunnan, è la roccaforte del popolo Naxi. La cucina Naxi offre più prodotti lattiero-caseari rispetto alla tradizionale cucina cinese Han, perché le persone che vivevano vicino alle montagne erano pastorali, facevano affidamento sul bestiame per latte e carne. Il formaggio qui è come una mozzarella salata, simile all'haloumi mediorientale, e viene bianco e freddo, o fuso e dorato. Una delle specialità è un piatto caldo con carne e formaggio che sa di pizza profonda con un tocco piccante asiatico, con peperoncino invece di pomodori e talvolta grani di pepe di Sichuan. I Naxi sono specializzati anche in Naxi Baba, un pane servito con un formaggio fritto che chiamano rubin ("roo-bean").

Ottieni una guida per escursioni più selvagge. Gran parte della Cina è asfaltata e le città su questa rotta hanno popolazioni di milioni e decine di milioni, ma c'è anche la natura selvaggia. Molte escursioni eccellenti, come la Gola del Salto della Tigre o percorsi che esplorano i templi dell'era Tang e le miniere di sale vicino a Shaxi, i monasteri di Tagong e le sorgenti termali sotto il Monte Kailash, richiedono solo uno zaino e un buon senso. Ma le escursioni migliori sono quelle più selvagge nel profondo del Sichuan occidentale, dove puoi guidare per ore e vedere solo cascate e cime, o nello Yunnan occidentale e alcuni dei grandi fiumi e catene montuose dell'Asia. Per queste escursioni più selvagge dovresti assumere una guida locale per sicurezza e comodità. Ce ne sono diversi a Chengdu, Kunming, Lijiang e Dali specializzati nel portare gruppi in montagna. Si occupano di trasporto, cavalli per la scalata, tende per le notti agitate e in alta quota e cibo per tutto il viaggio. La Cina selvaggia è una delle migliori. Per i tour in bicicletta, controlla Bike China a Chengdu.

Una vista da 4800 metri nello Yunnan occidentale, vicino al fiume Nujiang. Foto di: Sascha Matuszak

Ottieni bling personalizzati in Kangding. La sede della Prefettura Autonoma Tibetana di Garzê (Ganzi) è un buon posto per ottenere gioielli in oro e argento personalizzati. La materia prima non è il top della gamma, ma i fabbri possono replicare i progetti o aiutarti a crearne uno tuo. Molti dei fabbri sono persone di etnia Bai, che hanno una lunga storia di oreficeria e sono venuti qui dalla regione intorno a Dali e Shaxi. I loro più grandi clienti sono donne tibetane, quindi hanno seguito l'attività fino a Kangding.

"Attraversa il ponte" nello Yunnan. Sulle parti meridionali del percorso, il cibo utilizza per impostazione predefinita il riso e gli spaghetti cinesi più classici, ma più pesanti sugli spaghetti. Il famoso piatto dello Yunnan è Crossing the Bridge Noodles, una rivisitazione dello stile del sud-est asiatico di servire i noodles e il brodo con carne e verdure a parte. Mi piace comprare il mio all'Heavenly Manna a Kunming, a pochi isolati dal Cui Hu Park, vicino al Salvador's Coffee House.

Ordina prima il visto per il Laos. Hai bisogno di un visto per entrare in Laos dallo Yunnan, in Cina. Puoi averne uno a Kunming al consolato laotiano o, se vuoi spingerlo, nella città di confine di Mengla, dove l'enorme casinò incombe su tutto. Consiglio vivamente di ottenere tutti i visti in ordine prima di arrivare al confine. Assicurati che il tuo visto cinese non sia scaduto e assicurati di entrare prima che i visti per Laos o Thailandia scadano. Il mancato rispetto dei visti comporterà ritardi, spreco di denaro e altre difficoltà. Ho imparato a mie spese.