Cosa sapere prima di andare a Lisbona

0
62

Bevi, mangia e viaggia bene nella capitale del Portogallo, preferibilmente con scarpe robuste.

Lisbona non è una città di grandi monumenti e piazze nella tradizione architettonica delle capitali europee come Londra, Parigi o Madrid. La capitale più occidentale d'Europa è colorata e collinosa, con un centro compatto e scorrevole. Ha molte attrattive: i panorami, le strade acciottolate, i tram traballanti, la cucina ricca e a prezzi ragionevoli. Ma il fiume Tago, che si estende languidamente verso l'Atlantico, è forse la sua caratteristica più sorprendente. In inverno, riflette i raggi del sole, coprendo la città con una luce tenera. In estate offre sollievo dal caldo e porta il profumo dell'oceano. Ma il fascino di Lisbona non è da scoprire. I prezzi amichevoli e il clima soleggiato portano un numero crescente di visitatori, così come i lavoratori a distanza espatriati. Ecco un manuale su come spendere saggiamente tempo e denaro, da qualcuno che ha imparato tutto da zero più di dieci anni fa.

Parla delle basi. La maggior parte dei locali sotto i 30 anni ha una buona padronanza dell'inglese e le persone di età superiore generalmente ne sanno abbastanza per aiutarti a cavartela. Ma impara l'essenziale olá (ciao), obrigado (grazie), a conta, por favor (controlla, per favore). La gente del posto rispetterà lo sforzo e proverà immediatamente a passare alla lingua che parli. (Basta non provare a parlare spagnolo.)

Scegli i ristoranti con saggezza a Baixa. Non tutti i ristoranti nella zona del centro di Lisbona, frequentata da visitatori, sono trappole per turisti irredimibili. Molti vanno bene, alcuni sono buoni, alcuni sono imperdibili – come Taberna Moderna, in Rua dos Bacalhoeiros (da non perdere il loro gin bar), o Caxemira, un piccolo ristorante indiano al 1 ° piano di un edificio senza pretese che fa il i migliori chamuças – samosa – in città. Ma la maggior parte dei ristoranti della zona è troppo cara per la qualità che offrono. Alcuni consigli: evita menu con fotografie d'archivio di piatti e ristoranti con dipendenti che cercano di attirare i passanti. Una buona regola pratica è che nessun piatto dovrebbe costare più di 20 euro (con alcune eccezioni, soprattutto a base di pesce). Nel caso in cui corri il rischio, chiedi sempre i prezzi in anticipo e non accettare suggerimenti fuori menu dal personale del ristorante.

Trovare il tascas. Il boom del turismo di Lisbona ha portato con sé ristoranti alla moda ma blandi che proliferano in altre città di destinazione. Salta quelli e mangia da tascas. Non mangerete mai così bene (o tanto) come in questi ristoranti senza pretese che servono cibo tradizionale. I miei preferiti: Antigo 1 de Maio, un locale senza fronzoli nel Bairro Alto, un quartiere imperdibile per i viaggiatori attenti al cibo; Zé dos Cornos, accanto al Castello di San Giorgio, soddisfa tutte le scatole di una tipica tasca (asciugamani di carta, cibo gustoso e calorico e posti a sedere limitati); e Tico-Tico ad Alvalade, che è un po 'più lontano dal centro, ma merita una deviazione per l'architettura anni Cinquanta e le ottime crocchette di carne. La mancia non è obbligatoria, ma è apprezzata.

Prendi una birra e un prego da O Trevo.

Lo mangi, lo compri. Questa è una trappola comune per i visitatori per la prima volta. Se mangi le olive, il pane o altri piccoli piatti non richiesti portati al tuo tavolo nei ristoranti (noti come couvert) ti verranno addebitati, anche se di solito non ti costerà più di un paio di euro. Se li lasci intatti, verranno rimossi.

Stai fuori dal centro. Se vuoi vivere una fetta più tranquilla della vita di Lisbona, prova Alvalade, un quartiere costruito negli anni '40 per una classe media emergente. Il Benfica, un ex villaggio rurale costruito intorno a una piccola chiesa, ora parte della città vera e propria, conserva l'atmosfera di una comunità unita. Segui la gente del posto per scoprire le migliori pastelaria (pasticcerie), come Frutalmeidas (Avenida de Roma, 45) ad Alvalade e Pastelaria Nilo (Estrada de Benfica, 715). Entrambi i quartieri sono a 40 minuti a piedi dal centro. Per essere un po 'più vicino all'azione, prova Campo de Ourique, un quartiere dell'alta borghesia con ristoranti sofisticati (come Tasca da Esquina, specializzato in cucina portoghese) e vicino all'affascinante Jardim da Estrela, uno dei tanti quartieri centrali di Lisbona giardini pubblici di grandi dimensioni.

Basílica da Estrela e Jardim da Estrela a Campo de Ourique.

Trova viste, non viste. Lisbona non commercia in attrazioni tipo Torre Eiffel o grandi piazze e monumenti. Sebbene abbia alcuni punti di riferimento, come Praça do Comércio, Avenida da Liberdade e il ponte del 25 aprile, i punti di forza della città sono i suoi miradouros, punti panoramici. La Nossa Senhora do Monte miradouro, Graça, su una collina, è una delle preferite. Ma ci sono molte altre opzioni, come la cima del 7 ° pilastro del ponte del 25 aprile, o semplicemente attraversare il fiume a Cais do Ginjal a Cacilhas per un panorama imbattibile.

Sii consapevole. I borseggiatori sono comuni nei quartieri Alfama e Baixa, così come nel tram 28 e in attrazioni come la Torre di Belém o l'ascensore di Santa Justa. Sono spesso travestiti da turisti regolari, con le telecamere che penzolano dal collo.

Sii intelligente verso il 28. Il tram 28E è un viaggio di 45 minuti che porta in alcune delle parti più belle e panorami di Lisbona, ma è quasi sempre pieno, con grande sgomento dei residenti che ne hanno bisogno per i loro spostamenti. È anche un territorio privilegiato per i borseggi. Se devi semplicemente spuntare quella casella, il modo migliore per trovare un posto è andare la mattina presto: i primi tram partono alle 5.40, ma le 8 o le 9 dovrebbero essere OK, o la sera tardi, dopo le 20:00. Risparmia denaro: il prezzo a bordo dei tram è di 3 euro (US $ 3,40) ma con una carta Lisboa Viva Viagem pagherai solo 1,35 euro (US $ 1,50).

Salta alcune colline e percorri la 28 attraverso la città.

Non pagare troppo per la birra. Nessuna birra qui vale più di 1,50 euro (US $ 1,70). Pagare di più è irragionevole e, per la gente del posto, questo prezzo rasenta già la rapina. Ecco perché la gente del posto evita ristoranti e bar vicino alle attrazioni turistiche per la loro birra estiva di fine giornata, e dovresti farlo anche tu. Probabilmente berrai molte delle due principali marche di birra, Sagres e Super Bock, ma ci sono altre opzioni. Dois Corvos Cervejeira (Rua Capitão Leitão, 94) è probabilmente il marchio locale più noto; la loro distilleria, situata nel quartiere alla moda di Marvila, ha un piccolo bar per il campionamento. Cerveteca (Praça das Flores, 62) ha aperto la strada alla mania della birra artigianale della città e ha ancora un imbattibile catalogo di birre.

Se non ti piace la birra … prova la ginjinha, un liquore a base di amarena (ginja) e aguardiente, addolcito con zucchero e aromatizzato con bastoncini di cannella. Questa bevanda è stata un pilastro di Lisbona sin dal XIX secolo, quando un imprenditore galiziano aprì il primo stand di ginjinha vicino a Piazza Rossio. La ginjinha viene solitamente servita in piccoli bicchieri tipo shot, e oggigiorno a volte anche in minuscole tazze di cioccolato. Viene ancora venduto nella posizione originale: un minuscolo negozio con un bancone in marmo chiamato semplicemente A Ginjinha (Largo de São Domingos, 8). Prova anche Ginjinha Sem Rival (Rua das Portas de Santo Antão, 7) e Ginjinha Rubi (Rua Barros Queirós, 27).

Prova la ginjinha, un liquore a base di amarena (ginja) e aguardiente.

Porta scarpe comode. Quello di Lisbona è costruito su sette ripide colline ricoperte di strade acciottolate, responsabili di molte cadute, distorsioni alla caviglia o persino fratture alle gambe. Durante i mesi piovosi, durante l'autunno, la fine dell'inverno e l'inizio della primavera, gli ospedali della città trattano feriti e vittime dei marciapiedi irregolari e scivolosi. Salta i tacchi.

… e scarpe impermeabili. La pioggia a Lisbona di solito significa qualche inondazione, perché la città è stata costruita su un terreno fangoso e centinaia di piccoli corsi d'acqua sotterranei. L'area del centro, Baixa, è costruita sulla sommità di centinaia di pali di legno, costruiti per fornire supporto strutturale agli edifici dopo il terremoto del 1755, uno dei più forti terremoti al mondo mai registrati. La città intende investire più di 100 milioni di dollari in un sistema di drenaggio a due tunnel per fermare le inondazioni, ma fino ad allora le inondazioni sono ancora un pericolo locale.

… e tappi per le orecchie. Per una pausa tranquilla, evita giugno, quando la città celebra Sant'Antonio, il santo patrono di Lisbona. A giugno ogni quartiere ha fiere di strada e concerti mentre il fumo aleggia dai barbecue di sardine lungo la strada. Se sei in città, i quartieri di Madragoa, Alfama e Campolide sono una scommessa sicura per una buona fetta delle celebrazioni: segui la musica del papavero e il profumo del carbone. I festeggiamenti culminano la notte prima del 13 giugno, giorno di Sant'Antonio, una festa cittadina. Durante il resto dell'anno, prendi nota: la vita notturna è incentrata principalmente nelle aree di Bairro Alto, Bica e Cais do Sodré e le cose iniziano solo da mezzanotte. I tappi per le orecchie sono utili se rimani in quelle zone. Dopo la chiusura dei bar, alle 3 del mattino il venerdì, il sabato e alla vigilia delle feste nazionali, la gente di solito si reca in club come Lux (Cais da Pedra, Santa Apolónia), lontano dalla maggior parte delle zone residenziali.

La vita notturna è incentrata principalmente nelle aree di Bairro Alto, Bica e Cais do Sodré e le cose iniziano solo da mezzanotte.

Esplora i sobborghi. Per molti lisboeta, ciò che si trova oltre i confini della città è un territorio inesplorato, una massa irregolare di quartieri attraversati da autostrade e linee ferroviarie. Ma dovresti avventurarti. Il Palazzo Nazionale di Queluz, situato nel sobborgo di Queluz, una specie di Versailles portoghese dove la famiglia reale andava a trascorrere i mesi estivi, è facilmente raggiungibile in treno. E Cacilhas, sulla riva meridionale del fiume Tago, è un affascinante quartiere di edifici colorati, piccole chiese e ristoranti di pesce come O Farol, di fronte al terminal dei traghetti, che serve pesce appena pescato dal mare.

Esplora Cacilhas, sulla sponda meridionale del fiume Tago.

Attento al traffico. Guidare a Lisbona può essere impegnativo: è congestionato e le regole del traffico possono sembrare poco chiare al visitatore, quindi tienilo a mente se noleggi un'auto. La guida è utile se vuoi vedere parti della città non servite dai mezzi pubblici, come Sesimbra, un villaggio a sud di Lisbona noto per le sue spiagge e il pesce fresco. Ma non preoccuparti di noleggiare un'auto se non hai intenzione di allontanarti dal triangolo Cascais-Sintra-Lisbona. Gli attraversamenti pedonali possono anche essere un territorio senza legge – le persone tendono a non rispettare le luci – quindi presta particolare attenzione quando sei al volante.

Pensaci due volte prima di chiamare un Uber. Le app di ride sharing sono attive a Lisbona, ma i tassisti della città hanno una conoscenza impareggiabile dei migliori punti e scorciatoie della città e tendono ad essere più economiche di Uber e di altre app di ride-hailing, come Taxify, Cabify e Chauffeur Privé. (Tieni presente che un viaggio in taxi dall'aeroporto al centro città non dovrebbe costare più di 10 euro, con tasse sui bagagli.) In città, puoi fermare un taxi o ordinarne uno tramite MyTaxi, la piattaforma più popolare per il servizio taxi tradizionale.

Fai una passeggiata lungo il Tago. Camminare lungo il fiume mostra uno degli aspetti più importanti dell'identità e della storia di Lisbona: il suo porto, costellato di container, gru e navi da carico, evoca luoghi lontani accessibili solo via mare. Inizia alla stazione dei traghetti di Cais do Sodré e segui la pista ciclabile fino a Belém, una passeggiata di 6,4 km. Non dimenticare di guardare in alto quando passi sotto il ponte per ammirare le sue dimensioni della struttura (con un'innegabile somiglianza con il Golden Gate di San Francisco), costruita negli anni '50 durante la dittatura di Salazar.

Prendi il sole e fai una passeggiata lungo il fiume.

Bici con un casco. Andare in bicicletta può essere un'esperienza difficile, perché i conducenti di Lisbona si stanno ancora abituando a condividere la strada con i pendolari a due ruote. Una recente ristrutturazione dei viali principali di Lisbona ha fornito alla città piste ciclabili decenti, e ora c'è il programma di city bike per la condivisione di corse, Gira. È considerato un successo, ma le vecchie abitudini di pedoni e conducenti sono dure a morire. Se noleggi una bici, chiedi un casco.

Se tutto il resto fallisce, cammina. Il sistema di trasporto pubblico può essere impegnativo. Il sistema della metropolitana copre solo una parte della città – le aree centrali e orientali, lasciando i preferiti dai visitatori come Belém, nella parte ovest di Lisbona, senza metropolitana – e anche le reti di tram e treni sono frammentarie. L'acquisto di biglietti singoli per ogni viaggio è scomodo e costoso. Ottieni una carta Lisboa Viva Viagem pay-as-you-go (circa US $ 0,50) in qualsiasi stazione della metropolitana e ricaricala con tutto ciò di cui avrai bisogno per la giornata. È valido per treni, metropolitana, tram, funicolari che portano le persone tra le colline e traghetti. (Evitare le tariffe non è un'opzione; tornelli e collezionisti di biglietti sono ovunque.)

Acquista in qualsiasi momento. Negozi, supermercati e centri commerciali non chiudono nei fine settimana. La domenica, la maggior parte dei negozi in zone come il Chiado, uno dei luoghi per lo shopping più frequentati di Lisbona, sono aperti e i centri commerciali sono solitamente pieni di persone che passeggiano dopo pranzo. I supermercati sono aperti anche nella maggior parte delle festività nazionali, tranne il giorno di Natale, il 1 ° gennaio e il 1 ° maggio. I centri commerciali come Colombo e Amoreiras sono i luoghi in cui i lisboetas fanno i loro acquisti, ma preferisco fare acquisti in quartieri come Chiado, Bairro Alto e Baixa —Dove molte attività storiche sono state salvate dalla chiusura grazie a un programma a livello cittadino chiamato Lisbon Historic Shops, che ha protetto le attività tradizionali in difficoltà dall'aumento dei prezzi degli immobili.

Fai acquisti in tutta la città.

Entra in acqua. L'eredità del Portogallo come potenza marittima permane nei cuori (e negli hobby) dei residenti di Lisbona. Approfitta della posizione della città e unisciti ai tanti marinari portoghesi: prendi lezioni di canottaggio o vela o porta la tua tavola da surf, che ti farà guadagnare il rispetto della gente del posto. I punti caldi della vela si trovano all'estuario del fiume Tago e nel vicino villaggio di Cascais. Costa de Caparica è una buona scelta per i surfisti e non dimenticare che Lisbona è vicina a molte spiagge fantastiche.

Salta su un traghetto veloce attraverso il fiume.

Fuga alla Fondazione Gulbenkian. La Fondazione Gulbenkian è stata costruita sulla fortuna di Calouste Gulbenkian, un magnate del petrolio armeno morto a Lisbona nel 1955. Il museo di arte contemporanea merita una visita ei suoi concerti di musica classica attirano migliaia di persone ogni anno, ma i giardini paesaggistici sono la sua caratteristica migliore . Abbastanza lontani dal centro per evitare la folla, i giardini di Gulbenkian (facilmente accessibili tramite le stazioni della metropolitana São Sebastião e Praça de Espanha) sono un'oasi di calma a Lisbona.