mercoledì, Giugno 19, 2024
HomeLifestyleViaggiMusei particolari Firenze: scopri la Firenze nascosta

Musei particolari Firenze: scopri la Firenze nascosta

Almeno una volta nella vita, sarà capitato anche a voi di fare un viaggio a Firenze e di visitare musei famosissimi, come gli Uffizi, la Galleria dell’Accademia o Palazzo Pitti.

Questi luoghi custodiscono l’essenza della Firenze più nota, quella internazionalmente conosciuta come la culla del Rinascimento. Con la loro indescrivibile bellezza, attirano ogni anno milioni di visitatori, costituendo un inestimabile patrimonio artistico, culturale ed economico. Nonostante ciò, questi luoghi non possono inevitabilmente essere rappresentativi dell’intera cultura fiorentina: la città conta infatti uno dei sistemi museali più ricchi sul suolo nazionale con ben oltre 100 musei.

Dopo aver visitato i musei più famosi ed essere rimasti affascinati dall’essenza rinascimentale della città, è quindi ora di scoprire i musei particolari di Firenze, quelli che custodiscono le curiosità, i segreti e le bellezze di una straordinaria Firenze nascosta sotto il turismo di massa. Proprio con questo intento vi proponiamo la lista dei migliori musei insoliti della città, quelli che valgono assolutamente una nuova visita.

La Specola

La Specola, situata vicino ai Giardini di Boboli, è uno dei più antichi e grandi musei di storia naturale d’Europa, fondato nel 1545 per volere di Cosimo I de Medici con l’obiettivo di raccogliere e valorizzare collezioni storico-scientifico-naturalistiche. 

Questo straordinario museo ospita oltre 8 milioni di esemplari animali e vegetali, di cui solo 5.000 esposti, e vanta una collezione di ben 1.400 modelli anatomici in cera, famosi per la loro precisione e dettagli. Le sue collezioni spaziano dalla zoologia alla botanica, dalla mineralogia alla paleontologia, offrendo un affascinante viaggio attraverso le ere geologiche, le scoperte scientifiche e le meraviglie della natura.

Inoltre, i visitatori possono esplorare due strutture connesse al museo: Villa La Quiete e Villa Galileo. Villa La Quiete custodisce un ricco patrimonio artistico legato alle vicende delle suore Montalve, offrendo uno spaccato della storia religiosa e sociale di Firenze. Villa Galileo, invece, fu la dimora storica del grande scienziato Galileo Galilei, dove trascorse l’ultima parte della sua vita dopo la condanna del Santo Uffizio nel 1633: la villa offre un’emozionante immersione nella vita quotidiana e culturale del celebre astronomo.

Museo Galileo

Per chi volesse approfondire ulteriormente la vita di Galileo e, in generale, per gli appassionati di storia della scienza e della tecnologia, il Museo Galileo, situato a pochi passi dalla Galleria degli Uffizi, offre una vastissima collezione di oltre 1.000 esemplari tra strumenti e documenti appartenuti al grande scienziato.

Rimodernato nel 2010, il museo offre un’esperienza molto interattiva, progettata per coinvolgere visitatori di tutte le età. Grazie a un’apposita app, i visitatori possono usufruire di una guida audiovisiva che arricchisce l’esperienza museale con approfondimenti e spiegazioni dettagliate. L’app consente inoltre di partecipare a diverse attività, rendendo la visita ancora più coinvolgente.

Inoltre, per i più piccoli, il Museo Galileo offre numerose opportunità di apprendimento attraverso il gioco. I bambini possono sperimentare con lenti ottiche, orologi e magneti, entrando nel vivo della scienza e del famoso metodo scientifico galileiano. Queste attività non solo divertono, ma stimolano anche la curiosità scientifica, permettendo ai giovani visitatori di comprendere meglio i principi fondamentali della fisica e dell’astronomia.

Il museo ospita infine una serie di mostre temporanee, che offrono approfondimenti su vari temi scientifici e storici, una ricca biblioteca e un centro di ricerca molto attivo.

Tra i musei insoliti Firenze, il Museo Marino Marini

Nel pieno centro storico di Firenze, all’interno di un’antica chiesa sconsacrata, il Museo Marino Marini combacia architettura classica rinascimentale con le opere moderne dell’omonimo pittore e scultore toscano.

La struttura conserva 183 opere tra cui sculture, dipinti, disegni ed incisioni, e concentra l’esposizione attorno al Gruppo equestre dell’Aja, che, grazie al posizionamento strategico proprio sotto un’enorme vetrata, fornisce giochi di luce unici ogni momento della giornata. 

Il museo è fortemente consigliato a famiglie e bambini grazie ai numerosi laboratori interattivi. L’organizzazione si impegna anche con la partecipazione al Festival dei Bambini, organizzato annualmente nel mese di aprile dalla Direzione Istruzione del Comune di Firenze. Inoltre, il museo offre visite guidate e attività didattiche specificamente progettate per i giovani visitatori, rendendo l’arte accessibile e divertente per tutte le età.

Museo dell’Accademia del caffè espresso

Andando ancora più in profondità nei musei particolari di Firenze, sui colli fiorentini è nascosto il Museo dell’Accademia del caffè espresso.

Questo progetto innovativo nasce dalla visione dell’azienda La Marzocco, nota produttrice di macchine per caffè espresso. Situato all’interno della storica sede produttiva dell’azienda, il museo offre un’esposizione che esplora il caffè in tutte le sue forme, dalla sua storia all’evoluzione tecnologica delle macchine per espresso.

L’esperienza museale è altamente interattiva, permettendo ai visitatori di interagire con le installazioni e di approfondire la loro conoscenza del mondo del caffè. Inoltre, il museo offre la possibilità di partecipare a degustazioni, trasformando la preparazione del caffè in un vero e proprio rito. Questa combinazione di storia, tecnologia e interattività rende il Museo dell’Accademia del Caffè Espresso una destinazione imperdibile per gli amanti del caffè e per chiunque voglia scoprire di più su questa bevanda iconica.

Cosa vedere di nascosto a Firenze? Il Museo HZERO!

Entrando davvero nelle pieghe della Firenze nascosta, in pieno centro, ad appena 2 minuti a piedi da Piazza Santa Maria Novella, si nasconde il Museo HZERO, che ospita uno dei plastici ferroviari più grandi e dettagliati d’Europa. L’allestimento comprende numerosi trenini che corrono su binari immersi in una fedele rappresentazione della vita quotidiana, arricchita da luci, suoni e proiezioni multimediali che rendono l’esperienza ancora più coinvolgente.

Com’è intuibile, questo piccolo gioiello è perfetto per le famiglie. Sia i bambini che gli adulti rimarranno infatti stupiti dalla magia del plastico e non vedranno l’ora di partecipare alle numerose attività interattive connesse alla visita. Il museo organizza anche laboratori didattici e workshop, dove i visitatori possono imparare di più sulla storia delle ferrovie e sul funzionamento dei modelli ferroviari.

Ecorinascimento – Parco d’arte Pazzagli

L’Ecorinascimento-Parco d’arte Pazzagli, situato a soli 15 minuti in macchina dal centro di Firenze, è un’oasi di 24.000 metri quadrati realizzata da LandArt. Il parco è principalmente famoso per i suoi oltre 300 cipressi che formano una delle più grandi sculture viventi al mondo, La Trinità, visibile anche su Google Earth.

Questo luogo incantevole è perfetto per trascorrere una giornata di relax immersi tra arte e natura. Il parco ospita infatti oltre 250 sculture di arte contemporanea, creando un ambiente suggestivo dove passeggiare e ammirare le opere d’arte. All’ombra delle sculture, è possibile fare un picnic, godendosi la tranquillità del parco, oppure gustare le deliziose proposte del chiosco di Street Food.

Inoltre, il parco organizza eventi e laboratori artistici, offrendo un’esperienza culturale unica per visitatori di tutte le età. Se cercate cose particolari da vedere a Firenze, l’Ecorinascimento-Parco d’arte Pazzagli è una destinazione imperdibile per chi cerca un connubio perfetto tra bellezza naturale e creatività artistica.

Il Museo Stibbert

Il Museo Stibbert, situato nella residenza di Frederick Stibbert, un cittadino inglese che si trasferì in Italia durante gli anni universitari per unirsi alle Guide di Garibaldi, ospita la vasta collezione privata del magnate. Il museo vanta oltre 50.000 oggetti, tra cui porcellane, costumi, opere d’arte e, soprattutto, una straordinaria raccolta di armi e armature provenienti da tutto il mondo.

Di particolare rilevanza è la collezione dell’Armeria giapponese, che comprende 95 armature complete e numerosi accessori, rappresentando una delle raccolte più importanti e complete nel suo genere. Questa collezione offre un affascinante sguardo sulla maestria artigianale e la tradizione guerriera del Giappone, rendendo il Museo Stibbert una tappa imperdibile per gli appassionati di storia e cultura militare.

Curiosità da vedere a Firenze: Il Museo delle Illusioni di Firenze

Per finire il nostro tour tra i musei particolari di Firenze, non possiamo non fermarmi al Museo delle Illusioni, dedicato al mondo delle illusioni ottiche e percettive.

Qui troverete una vasta gamma di installazioni interattive che sfidano i sensi e stimolano la mente: stanze di specchi infiniti, gallerie di immagini distorte e illusioni prospettiche che sembrano sfidare le leggi della fisica. Ogni installazione è progettata per ingannare la percezione visiva, creando effetti sorprendenti e affascinanti.

Il Museo delle Illusioni non è solo un luogo di divertimento, ma anche di apprendimento. Ogni illusione è infatti accompagnata da spiegazioni scientifiche che aiutano a comprendere i principi alla base delle illusioni ottiche. Questo rende la visita educativa oltre che divertente, offrendo una prospettiva unica su come il nostro cervello interpreta il mondo che ci circonda.

RELATED ARTICLES

Most Popular