giovedì, Agosto 11, 2022
HomeSenza categoria5 consigli per la potatura della forsizia

5 consigli per la potatura della forsizia

La forsizia è un arbusto accomodante per le zone di rusticità USDA da 5 a 8, meglio conosciuto per i suoi fiori primaverili giallo brillante.

E mentre la consideriamo una pianta a bassa manutenzione, lasciata a se stessa, potrebbe diventare un intricato pasticcio di steli legnosi nudi.

Nel nostro guida alla crescita della forsiziadiscutiamo di tutto ciò che devi sapere sulla coltivazione.

Ci colleghiamo ai fornitori per aiutarti a trovare prodotti pertinenti. Se acquisti da uno dei nostri link, potremmo guadagnare una commissione.

Questo articolo offre 5 consigli per potare la forsizia per mantenerne il vigore e l’attrattiva.

Ecco cosa c’è in serbo:

Possiamo tagliare la forsizia per una serie di motivi, tra cui:

  • Creare una forma piacevole
  • Promuovere una maggiore fioritura
  • Dimensioni ridotte
  • Ringiovanimento delle piante più vecchie
  • Rimozione del fogliame morto o danneggiato
  • Diradamento della crescita densa e ramosa

Per tagliare rami di forsizia, avrai bisogno di strumenti manuali per una varietà di rami di dimensioni, come un potatore bypasstroncarami, sega da potatura, sega da potatura elettrica e potatore bypass a manico lungo.

Dovrebbero essere puliti e affilati per fare tagli lisci, inibire la diffusione della malattia nel giardinoe ridurre il rischio di lesioni personali.

Il momento migliore per potare gli arbusti è quando il tempo dovrebbe essere asciutto per alcuni giorni.

Il clima umido può avere un effetto negativo sui rami tagliati, poiché le “ferite” umide e aperte creano un terreno fertile privilegiato per le malattie, in particolare quelle di natura fungina.

Pronto per iniziare? Ecco cinque consigli per il successo!

1. Il tempismo è fondamentale

La forsizia è una delle prime fioriture, con fiori che si aprono tra la fine dell’inverno e l’inizio della primavera.

I fiori compaiono e sono seguiti così rapidamente dal fogliame che spesso ci sono fiori gialli e foglie verdi contemporaneamente sugli steli.

All’inizio dell’estate, un’ondata di nuova crescita fa schizzare le canne a due piedi o più. Al loro interno iniziano a formarsi i boccioli per i fiori del prossimo anno.

Per garantire un’abbondanza di fiori la prossima primavera, pota subito dopo che i fiori hanno finito di sbocciare. In questo momento, è facile vedere le “ossa”, o rami che danno la forma all’arbusto.

Oltre alla potatura immediatamente dopo la fioritura per una fioritura ottimale la prossima stagione, ci sono tre occasioni che possono giustificare il taglio in altri momenti.

Il primo è la rimozione dei detriti. Se le tue piante hanno rami morti che non portano fiori o fogliame, rami danneggiati o aree infestate da parassiti o malattie, dovrai rimuoverli per mantenere la salute dell’arbusto.

Il secondo è il coltivazione di siepi formali di forsizia. In questo caso, ogni volta che c’è una vampata di crescita, la riduci della metà.

Lo scopo qui è più mantenere le dimensioni e la forma che promuovere la fioritura.

E il terzo è una revisione completa, quando ti trovi di fronte a un arbusto enorme e fuori controllo, o morente, e vuoi provare a ricominciare da capo.

Questa opzione finale può essere eseguita in qualsiasi momento dalla dormienza invernale fino alla stagione di crescita estiva, poiché la priorità immediata è una crescita sana e gestibile, non i fiori. Verranno dopo.

2. Fai tagli dove hanno origine gli steli

Generalmente, quando si taglia un arbusto, si tagliano gli steli in un nodo fogliare rivolto verso l’esterno. Questo incoraggia una nuova crescita che proietta lontano dal centro, per promuovere una buona circolazione dell’aria.

Foto via Alamy.

Tuttavia, mentre il taglio dei rami a metà stelo può aiutare a mantenere la forma desiderata, con la forsizia può risultare in un minor numero di fiori.

Ecco perché.

La forsizia cresce su “legno vecchio”. Ora, questo non significa il diametro più largo, gli steli più antichi e duri che vediamo nella parte inferiore dell’arbusto. Come avrai notato, questi rami duri non fioriscono.

No, legno vecchio significa crescita dell’anno scorso. Pensaci per un minuto.

Potiamo subito dopo la fioritura all’inizio della primavera, quindi all’inizio dell’estate cresce un rossore di nuovi steli o canne.

Sparano verso l’alto due piedi o più, a seconda della varietà, e mettono i boccioli lungo tutta la loro lunghezza per i fiori del prossimo anno.

Quando tagli a metà stelo, da quel punto crescono due steli corti. Questi steli laterali generalmente non producono tanti fiori come fa una canna “principale”.

Contrariamente alla credenza popolare, i cespugli più sani e carichi di fiori non sono i più densi e ramificati, ma piuttosto i più ariosi, meno ramificati, con le canne principali dritte più lunghe.

Che cosa significa tutto questo?

Quando fai un taglio in un cespuglio, dovrebbe essere nel punto in cui ha origine uno stelo. Questo può essere il punto in cui si unisce a un ramo legnoso più vecchio, alla base dell’arbusto stesso, o il più in basso possibile verso la base.

Il taglio in questo modo genera canne lunghe e fiorite.

3. Diluire regolarmente

Entro il suo secondo o terzo anno, un arbusto di forsizia potrebbe aver bisogno di un diradamento.

Più è arioso, meglio è, quindi se vedi molta crescita densa e ramoscello nel mezzo, così spessa che non puoi vedere attraverso di essa dall’altra parte, è tempo di diradare.

Resisti all’impulso di saltare nel mezzo e inizia a tagliare un buco d’aria.

Invece, rimuovi fino a un terzo degli steli di diametro maggiore, dal basso.

Se è difficile vedere il fondo multiramificato dell’arbusto, inizia potando tutti i rami che toccano terra, nei loro punti di origine.

Stanno solo “radicendo la punta” e coltivano molte piccole piante tutt’intorno a quella principale, riducendo il flusso d’aria e aumentando la vulnerabilità a parassiti e malattie.

Una volta rimossi, dovresti essere in grado di vedere i gambi principali. Se sono densamente raggruppati, potresti non essere in grado di tagliarli a terra. Va bene. Tagliali il più in basso possibile.

Presta particolare attenzione ai rami che si incrociano, poiché lo sfregamento crea una ferita vulnerabile alla penetrazione dell’acqua, ai parassiti e alle malattie.

Quando trovi steli incrociati, potresti doverne rimuovere diversi, se sono danneggiati. Conserva quelli che non si sfregano e sporgono verso l’esterno dal centro.

E infine, i rami che non sono allineati con il resto dell’arbusto possono essere tagliati nei loro punti di origine per mantenere proporzioni gradevoli.

Alcuni dei rami che hai tagliato potrebbero essere alti quanto l’arbusto stesso e la loro rimozione sembrerà spaventosa, poiché lascia dei buchi.

Nessun problema. Questo è ciò che vogliamo. Dovresti essere in grado di infilare il braccio attraverso queste aperture; dovrebbero essere così grandi.

Entro la prossima stagione, nuove canne fresche saranno spuntate al loro posto, portando abbondanti fioriture.

Se lo fai ogni primavera, ogni tre anni avrai un arbusto completamente rinnovato, vigoroso e produttivo con una forma equilibrata e naturale.

Ricorda di farlo anche con le siepi, altrimenti ti ritroverai con molto legno vecchio che non fa crescere foglie o fiori.

4. Ringiovanimento

A volte un arbusto sembra essere irreparabile. Potrebbe essere stato trascurato per anni quando l’hai ereditato con la tua nuova casa ed è diventato un groviglio legnoso con pochi fiori.

Invece di cercare di scegliere quali rami salvare, potresti andare all in e fare una potatura profonda per tentare di ringiovanirlo da zero.

Prima di farlo, potresti volerlo prendi alcune talee del gambo per radicarenel caso non riesca a sopportare lo shock e muoia.

(Fondamentalmente, la forsizia cresce così facilmente che se tagli alcuni steli e li metti in acqua, o direttamente nel terreno, è quasi sicuro che crescano radici e possono essere trapiantati di nuovo in giardino.)

Scegli l’utensile manuale o elettrico più adatto al diametro degli steli legnosi e tagliali il più in basso possibile. Nei prossimi due anni, la pianta o farà un ritorno eccezionale, o non lo farà.

Il ringiovanimento totale è una scelta desiderabile quando un grande arbusto è stato piantato in un piccolo spazio, a scapito di chi lo circonda.

È un’opzione estrema per le vecchie piante che stai considerando per la rimozione.

Se la tua pianta accetta bene la potatura profonda, apparirà una nuova crescita sana, dandoti l’opportunità di ricominciare da capo.

Tieni presente che una forsizia non è un albero con un solo tronco, ma un arbusto con più steli che formano una base ben bilanciata.

Puoi lasciare che le nuove canne si alzino e attendere due o tre anni prima di iniziare un regime di potatura.

Ad alcune persone piace iniziare a potare con il primo filo di crescita, tagliandolo della metà per incoraggiare la ramificazione laterale.

Ciò crea una base particolarmente solida, una risorsa quando si coltivano siepi o in luoghi soggetti a vento.

Abbiamo una guida che esplora il ringiovanimento in modo più approfondito.

5. Taglia uno stelo alla volta

A meno che tu non stia tagliando un cespuglio a terra per ricominciare da capo, o tu non stia potando una siepe formale, non vuoi tagliare gli steli di forsizia.

Foto via Alamy.

Questo perché il taglio delle punte intrecciate degli steli si traduce in una crescita molto debole e ramificata con pochi fiori, invece dei robusti steli principali verticali che portano la maggior parte delle fioriture.

Inoltre, la crescita debole è densa e inibisce il flusso d’aria. È anche più probabile che subisca danni da gelo, rotture e gli effetti negativi di parassiti e malattie.

Invece, taglia ogni stelo individualmente fino al punto di origine, lavorando attorno all’arbusto in modo equilibrato.

Fai un po’ ogni anno e presto la nuova crescita verticale diventerà dominante e i tuoi cespugli saranno più ariosi e avranno più fiori.

Farlo bene

Dopo aver condiviso questi cinque suggerimenti per il successo, ora posso ammettere la verità.

Non ho fatto bene a causa della mia forsizia. Crescevano così facilmente da talee spuntate direttamente nel terreno, che prima che me ne rendessi conto, il mio cortile era delimitato da loro.

Foto di Marc Ryckaert, Wikimedia Commons, tramite CC BY-SA.

Quello che non sapevo era che le talee originali che mi erano state donate provenivano da una varietà di 10 piedi, e che avrei passato i successivi sette anni a tagliare le cime delle teste della loro progenie per mantenere una siepe vicina, quando ho avrebbe dovuto scavarli e acquistare una varietà compatta con cui sostituirli.

Questo è il motivo per cui la forsizia è sia amata che odiata da molti. Le persone che passano in macchina in primavera “ooh” e “ahh”, mentre l’ignaro giardiniere maledice la loro rapida crescita e le loro forme in continua espansione.

Non posso sottolineare abbastanza che con l’arbusto della giusta dimensione nella giusta posizione e una rinfrescante potatura annuale, puoi letteralmente dimenticarli per il resto dell’anno e sono meravigliosi.

Prendilo da me. Sia che tu faccia la tua forsizia fin dall’inizio, o combatti colossi come se fossi il capo, c’è qualcosa in quei fiori gialli che fa sembrare tutto così utile.

Se hai trovato questa guida informativa e vorresti saperne di più prendersi cura della forsiziaoffriamo le seguenti guide:

© Chiedi agli esperti, LLC. TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Vedi i nostri TOS per maggiori dettagli. Foto non accreditate: Shutterstock.

ARTICOLI CORRELATI

I PIÙ POPOLARI