lunedì, Luglio 4, 2022
HomeSenza categoriaChe cos'è il batterio della piantina di mais?

Che cos’è il batterio della piantina di mais?

Se il tuo mais sta morendo a causa della peronospora, chiamata anche smorzamento, è facile sentirsi frustrati. Ma con un po’ di conoscenza e prevenzione, puoi evitare che il tuo raccolto venga infettato. Leggi di più sotto per sapere come.

Ci colleghiamo ai fornitori per aiutarti a trovare prodotti pertinenti. Se acquisti da uno dei nostri link, potremmo guadagnare una commissione.

Le tue giovani piante sono malate e sospetti che siano state colpite dalla peronospora della piantina di mais.

Ma cos’è questa malattia? Cosa lo causa? E cosa puoi fare per prevenirlo o controllarlo?

Per saperne di più sulla storia di questa pianta unica (Zea mays), oltre a come coltivarla e prendersene cura, consulta le nostre guide per coltivazione di mais dolce e Popcorn.

In questa guida imparerai tutto ciò che devi sapere sulla peronospora della piantina di mais.

Ecco cosa tratteremo:

Le tue domande sulla peronospora della piantina di mais hanno risposto

Seedling Blight è la stessa cosa dello smorzamento?

Per cominciare, quando stai cercando di capire cosa sta succedendo esattamente alle tue piante, è facile confondersi. È un batterio della piantina? Smorzamento? Marciume radicale?

La risposta è: tutto quanto sopra.

La peronospora della piantina è una malattia fungina che fa marcire un seme o una piantina e poi morire. È a base di semi o di terra. Può emergere durante diverse fasi della crescita di un seme e il punto in cui si sviluppa può influenzare come viene chiamato o come viene indicato.

Quando un seme marcisce e muore prima che crescano le radici, si chiama “marciume del seme”. Se cresce radici ma rimane sottoterra al momento della morte, alcuni giardinieri potrebbero riferirsi a questo come un “marciume radicale”.

Se la pianta emerge dal terreno e poi marcisce e muore, è noto come “smorzamento”. E nel caso di una piantina più vecchia che muore per un’infezione fungina, la maggior parte dei giardinieri probabilmente si riferirebbe alla causa della morte come “peronospora della piantina”.

Questa malattia delle piante leggermente più vecchie è il nostro obiettivo principale qui. Ma la maggior parte delle volte, “peronospora della piantina” e “smorzamento” sono usati in modo intercambiabile.

Anche se questo può sembrare un po’ confuso, in realtà ha senso perché gli stessi tipi di funghi possono causare tutte queste infezioni precoci problematiche.

Quando la ruggine della piantina colpisce il mais?

Quando si parla di mais, una pianta è generalmente considerata una “piantina” nelle prime tre o quattro settimane di crescita post-emergenza, o dopo che è germogliata ed è emersa dal seme.

Z. mays è una monocotiledone della famiglia delle graminacee, Poaceae. Quando inizia a crescere, un seme emette una radichetta, che si svilupperà nella radice principale, e un coleoptile, che è la prima “foglia” che vedrai in superficie.

Il coleoptile è in realtà una guaina arrotondata che protegge la prima foglia vera, che spunta dopo e ha una punta appuntita.

Foto di Laura Melchor.

Entro 10-14 giorni dopo l’emergere di una prima foglia, dovresti vedere da due a tre foglie in totale.

Tre settimane dopo la comparsa della prima foglia, dovresti vedere sei foglie in totale e otto foglie circa una settimana dopo.

A questo punto, la nappa si sta sviluppando e la pianta sta rapidamente crescendo verso la sua fase riproduttiva, lasciando dietro di sé i giorni della piantina.

Le piante di mais sono più vulnerabili nel periodo tra la germinazione e l’emergenza.

I patogeni di cui stiamo parlando qui possono attaccare quando i semi stanno germogliando sotto terra o quando le piantine hanno già un paio di foglie, nel qual caso colpiranno le radici o l’area dello stelo a livello del suolo.

Parliamo di come può apparire la peronospora nelle diverse fasi della vita di una pianta di mais: pre-emergenza, post-emergenza e ulteriore maturità.

Pre-emergenza

Alcuni semi germineranno e poi moriranno prima che abbiano la possibilità di spuntare attraverso il terreno.

In un terreno compreso tra 50 e 55 ° F, le piantine dovrebbero emergere entro tre settimane. Per i terreni più caldi, puoi aspettarti una germinazione più rapida.

Quindi, se le tue piante non stanno nascendo e sono trascorse più di tre settimane, potresti dover scavare un seme e controllare la peronospora pre-emergenza.

Le radici nascenti del seme appariranno bagnate, scolorite e marcite quando scaverai i semi, oppure il seme stesso potrebbe avere un aspetto sfocato e ammuffito se è infetto.

Post-Emergenza

Con la malattia post-emergenza, le giovani piante hanno la possibilità di spuntare dal terreno e persino di crescere per un po’ prima che mostrino segni di malattia.

Tutto dipende da quando le condizioni favoriscono i vari agenti patogeni che causano la peronospora (di cui parleremo più avanti tra poco).

Oppure, le piante potrebbero essere già infette ma non svilupperanno sintomi fino a quando non saranno cresciute alcune foglie vere.

Le piantine uccise dopo l’emergenza appaiono tipicamente imbevute d’acqua, morbide e scolorite alla base e alle radici. Le parti fuori terra della pianta diventeranno gialle e appassiranno.

Piante mature

C’è sempre la possibilità che il tuo mais sopravviva alla peronospora, ma sarai in grado di dire che la pianta è stata danneggiata.

Le piante più vecchie possono mostrare segni di marciume della coronacausato da un sistema di root infetto già indebolito.

Oppure, potrebbero crescere lentamente e sembrare rachitici per il resto dell’estate. Anche una lieve infezione indebolisce l’apparato radicale della pianta di mais, predisponendolo a una potenziale mancata crescita in seguito.

Quali sono le cause del batterio della piantina di mais?

I cinque tipi più comuni di funghi che causano malattie delle piantine di mais sono specie dei seguenti generi: Diplodia, Fusarium, Penicillium, Pythium e Rhizoctonia.

Il più delle volte, i microrganismi presenti nel suolo causano le infezioni. Questi microrganismi vivono ovunque nei terreni dei giardini e coesistono con microrganismi benefici.

Dopo la germinazione, una piantina rilascia sostanze che allertano gli organismi della presenza della pianta.

Quando il terreno è troppo freddo perché la piantina cresca rapidamente, troppo fradicia o entrambi, questi agenti patogeni prosperano, spostandosi sulla loro preda attraverso le radici o eventuali minuscole ferite nella pianta.

I funghi quindi liberano enzimi dannosi che distruggono il tessuto della pianta, facendola marcire e morire.

Probabilmente non sarai in grado di dire quali specie di funghi hanno ucciso il tuo mais guardandolo; dovresti inviarlo a un laboratorio presso l’ufficio di estensione locale per scoprirlo.

I semi di bassa qualità potrebbero anche contenere funghi nocivi, quindi assicurati solo di te acquista il tuo mais da fonti affidabili.

Altri fattori che contribuiscono alla vulnerabilità di un seme alle malattie includono la profondità della semina, il danno del seme, la qualità del suolo, il terreno poco drenante e il danno da erbicida.

Come prevenire le malattie

Una volta che i funghi infettano una pianta, non puoi fare nulla per aiutare il seme a riprendersi. Ecco perché la prevenzione è così importante quando si tratta di mantenere in salute il tuo mais giovane.

Acquista semi trattati con fungicida per una protezione extra e pianta i chicchi in modo superficiale, a una profondità di appena uno o due pollici.

Ciò significa che la piantina non dipenderà dal cotiledone per i nutrienti per troppo tempo. La fotosintesi prenderà il sopravvento prima, risultando in un’emergenza più rapida.

Più tempo impiega una pianta a emergere, maggiori sono le possibilità che i patogeni attacchino.

Controlla ogni seme prima di piantarlo per assicurarti che non abbia crepe che potrebbero far entrare i funghi. E, naturalmente, assicurati di piantare il mais in un terreno di alta qualità e ben drenante.

Se sospetti che la peronospora abbia colpito una o più delle tue piantine, sollevale e tratta le piante circostanti con fungicida al rame per prevenire un’ulteriore diffusione e gravi infezioni in tutto il raccolto.

Piantine sane, mais felice

Ora che sai cosa causa la peronospora delle piantine e altri problemi correlati e come tenere a bada questi problemi, puoi piantare il mais con sicurezza.

Hai mai riscontrato problemi con le tue piante di mais alle prime armi? Fatecelo sapere nella sezione commenti qui sotto!

Per aiutarti nel tuo viaggio verso le tue succose pannocchie o i soffici popcorn nostrani, dai un’occhiata a questi articoli su mais in crescita prossimo:

Foto di Laura Melchor © Chiedi agli esperti, LLC. TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Vedi i nostri TOS per maggiori dettagli. Foto non accreditate: Shutterstock.

ARTICOLI CORRELATI

I PIÙ POPOLARI